Luca Ward

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Luca Ward al Giffoni Film Festival 2010

Luca Ward (Roma, 31 luglio 1960) è un attore, doppiatore e direttore del doppiaggio italiano[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce da Aleardo Ward (figlio di Jone Romano e William James Ward e figliastro di Carlo Romano), attore e doppiatore e Maria Teresa Di Carlo (nota dopo il matrimonio come Maresa Ward), attrice di cabaret nata a Carsoli, in provincia dell'Aquila. Ha due fratelli più piccoli, Andrea Ward e Monica Ward, anch'essi doppiatori. Il padre muore per un aneurisma il 3 dicembre 1973, dopo essere stato per più di due mesi in coma. Ha un fratellastro da parte della madre, Metello Mori, anche lui doppiatore.

Nel doppiaggio è conosciuto per aver dato la voce italiana a Russell Crowe ne Il gladiatore, Samuel L. Jackson in Pulp Fiction, Keanu Reeves nella trilogia di Matrix, Hugh Grant nella saga di Il diario di Bridget Jones, Pierce Brosnan in quattro episodi della saga di James Bond, Brandon Lee ne Il corvo, e molti altri.

Oltre alla carriera da doppiatore è attore di teatro, televisione e cinema; ha iniziato in televisione da bambino lavorando in alcuni sceneggiati Rai. Sul grande schermo ha esordito nel 1984 con Chewingum di Biagio Proietti. Ha interpretato inoltre il personaggio di Massimo Forti nella soap-opera CentoVetrine e del duca Ottavio Ranieri nella serie tv Elisa di Rivombrosa, entrambe trasmesse da Canale 5. Alla radio ha prestato la voce negli sceneggiati di Radio Due ai personaggi di Sandokan e di Diabolik.

Ha doppiato Corto Maltese nelle omonime produzioni di cartoni animati italo-francesi e a Sua Eccellenza il Palazzo, della serie animata andata in onda su MTV Excel Saga. Ha lavorato presso le società Gruppo Trenta (dal 1992 al 1995), C.D.C. / SEFIT-CDC (1988-1989, poi 1996), Cine Doppiaggi (dal 1997 al 2000) e La BiBi.it (2002), per poi diventare doppiatore indipendente nel 2004. Nella stagione 2005-2006 interpreta il capitano Von Trapp nel musical, prodotto dalla Compagnia della Rancia, Tutti insieme appassionatamente, regia di Saverio Marconi. Ruolo ripreso nella stagione 2014-2015 con la produzione Peep Arrow per la regia di Massimo Romeo Piparo.

Nel 2005 è protagonista del film Dalla parte giusta diretto da Roberto Leoni e nel 2007 del film 7 km da Gerusalemme, tratto dall'omonimo romanzo di Pino Farinotti; nello stesso anno appare su Canale 5 nel film TV Un medico quasi perfetto. Nel novembre dello stesso anno è coprotagonista nella fiction di Rai 2 Donna detective con Lucrezia Lante della Rovere e Kaspar Capparoni. Il 28 marzo 2008 compare assieme alla sorella Monica tra i partecipanti della trasmissione televisiva I raccomandati condotta da Carlo Conti su Rai 1 e recita nella fiction Capri.[2]

Nel 2009 prende parte alla fiction Un amore di strega interpretando il padre di Carlotta (Alessia Marcuzzi). Nello stesso anno vince il premio "Leggio d'oro voce maschile dell'anno" e Premio della critica alla VI edizione del Leggio d'oro.[3]

Nel febbraio 2010 ha partecipato al reality L'isola dei famosi, da cui è stato costretto a ritirarsi a una settimana dall'inizio del programma a causa di un problema fisico dovuto a un trauma alla colonna vertebrale. A seguito di accertamenti medici al rientro in Italia, gli sono state diagnosticate le fratture di due vertebre e dell'osso sacro.[4] Dal 2012 è uno dei protagonisti della fiction di Canale 5 Le tre rose di Eva, in cui interpreta Ruggero Camerana. Dal 2016 al 2017 è coprotagonista nella soap Un posto al sole.

Dal 2018 è la voce narrante in Ulisse - Il piacere della scoperta, programma documentaristico di Rai 1.[5]

Nel 2019 è la voce di Mufasa nel film Il re leone, remake dell'omonimo film del 1994.

Il 20 giugno 2020 con il figlio Lupo è ospite di una puntata di Linea blu. Il 1º luglio sbarca su Netflix con il film estivo Sotto il sole di Riccione, e a settembre partecipa al programma TV Tale e quale show arrivando penultimo. Ogni mattina alle 9 continua a leggere l’oroscopo su Radio Italia.[6] Il 17 novembre è ospite della prima puntata di Voice anatomy, nuovo talk-show di Pino Insegno incentrato sul mondo della voce, e il 12 dicembre va in scena con il cast di The Full Monty a Ricomincio da Raitre.

Nel marzo 2021 esce Il talento di essere nessuno, la sua autobiografia scritta con Mariano Sabatini, per l'editore Sperling & Kupfer. Il 5 maggio è ospite di Alberto Angela in una puntata di Ulisse - Il piacere della scoperta in cui recita in lingua etrusca.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È padre della doppiatrice Guendalina Ward, avuta dalla doppiatrice Claudia Razzi, sua ex moglie, dalla quale si è separato dopo 25 anni di matrimonio. È diventato padre di Lupo nel 2007 e di Luna nel 2009, avuti dall'attrice Giada Desideri. I due si sono sposati nel luglio 2013.[7]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Film[modifica | modifica wikitesto]

Film d'animazione[modifica | modifica wikitesto]

Serie televisive[modifica | modifica wikitesto]

Soap opera e telenovelas[modifica | modifica wikitesto]

Cartoni animati e anime[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Pubblicità[modifica | modifica wikitesto]

  • Spot TV Conad, Che Banca!, Sambuca Molinari, Actimel Danone, Renault Captur, FCA Jeep Compass, Ferrovie dello Stato, LEGO, WWF, Rummo, spot Radio Italia e molti altri

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Calibro 70 (2008)
  • Luca Ward - La nostra isola (2010)
  • Luca Ward - La voce del vento (2012)
  • Il regista del mondo (2012)
  • 1055 - Una magia senza fine, regia di Martina Manca (2013)
  • Tra le nuvole con Woody Allen, regia di Martina Manca (2015)

Altre esperienze[modifica | modifica wikitesto]

Libri[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Luca Ward, su Il mondo dei doppiatori, AntonioGenna.net.
  2. ^ «Capri», favola a cui nessuno crede Corriere della Sera, su www.corriere.it. URL consultato l'11 maggio 2021.
  3. ^ Il Palmarès 2009, su www.leggiodoro.it. URL consultato il 15 aprile 2015.
  4. ^ LaStampa.it "Isola dei Famosi, per Luca Ward frattura a due vertebre e all'osso sacro" Archiviato il 22 marzo 2010 in Internet Archive. consultato il 26 marzo 2010
  5. ^ "Ulisse", seconda puntata: Alberto Angela alla scoperta di Cleopatra
  6. ^ Programma - Oroscopo - radioitalia.it, su Radio Italia. URL consultato il 17 settembre 2020.
  7. ^ Francesco Vicario, Ward e Desideri, in Gente, 19 novembre 2014, p. 130.
  8. ^ https://www.antoniogenna.net/doppiaggio/anim/gundam.htm
  9. ^ AntonioGenna.net presenta: IL MONDO DEI DOPPIATORI - EXTRA: VIDEOGAMES "Il pianeta del tesoro", su www.antoniogenna.net. URL consultato il 20 aprile 2021.
  10. ^ Matteo Zibbo, Cyberpunk 2077: Luca Ward sarà la voce italiana di Johnny Silverhand, il personaggio interpretato da Keanu Reeves, su Eurogamer.it, 6 novembre 2019. URL consultato l'11 dicembre 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN311714642 · SBN IT\ICCU\RAVV\416507 · GND (DE1062382412 · WorldCat Identities (ENviaf-311714642