Nove (rete televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nove
Logo dell'emittente
Stato Italia Italia
Lingua italiano
Tipo generalista
Slogan Unico nel tuo genere
Versioni Nove 576i (SDTV)
(data di lancio: 1º febbraio 2015)
Nove +1 576i (SDTV)
(data di lancio: 1º febbraio 2015)
Nove HD 1080i (HDTV)
(data di lancio: 5 gennaio 2017)
Data chiusura 7 giugno 2016 Nove +1
Nomi precedenti Deejay TV (2015-2016)
Sostituisce Deejay TV
Canali affiliati Real Time
DMAX
Giallo
Focus
K2
Frisbee
Discovery Channel
Editore Discovery Italia
Direttore Aldo Romersa (dal 2016)
Sito nove.tv
Diffusione
Terrestre
Discovery Italia
Rete A 1
NOVE (Italia)
DVB-T - FTA
Canale 9
Canale 109 SD

TIMB 2
NOVE HD (Italia)
DVB-T - FTA
Canale 509 HD
Satellite
Sky Italia
Hot Bird 13B
13.0° Est
NOVE (DVB-S - FTV)
11541.03 V - 22000 - 5/6
Canale 145 Sky Box
Canale 199 Sky Box HD

Hot Bird 13D
13.0° Est
NOVE HD (DVB-S2 - FTV)
10853 H - 29900 - 2/3
Canale 145 Sky Box HD
Canale 199 Sky Box
Tivùsat
Hot Bird 13B
13.0° Est
NOVE (DVB-S - FTV)
11541.03 V - 22000 - 5/6
Canale 9 LCN Standard
Canale 109 Easy HD

Hot Bird 13D
13.0° Est
NOVE HD (DVB-S2 - FTV)
10853 H - 29900 - 2/3
Canale 9 Easy HD
Canale 109 LCN Standard

5 West A
NOVE (DVB-S2 - FTA)
12674 - -

Nove è un canale televisivo italiano privato di proprietà del gruppo Discovery Italia, presente al numero 9 dell'LCN nazionale e caratterizzato da una programmazione dedicata a un target generalista.

Dal 2016 il direttore di Nove è Aldo Romersa.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il canale nasce a seguito dell'accordo tra l'allora Gruppo Editoriale L'Espresso e Discovery Italia avvenuto il 22 gennaio 2015 per la cessione a quest'ultimo di Deejay TV.[1]

Con il passaggio a Discovery Italia, Deejay TV cambia completamente programmazione, con la messa in onda di programmi e documentari condivisi con DMAX, Real Time e Focus, di film e di alcuni eventi sportivi, mantenendo per un anno il vecchio nome Deejay TV (marchio ancora di proprietà gruppo Espresso) e una delle trasmissioni cardine, Deejay chiama Italia.

Nella notte tra il 2 e il 3 maggio 2015 va in onda l'incontro di boxe "del secolo" tra Floyd Mayweather Jr. e Manny Pacquiao.

Nel maggio 2015 vengono trasmessi gli incontri di calcio della Nazionale italiana Under-17 al Campionato europeo di calcio Under-17 2015. Il 30 maggio va in onda la finale della Coppa del Re tra Barcellona e Athletic Bilbao; il 12 settembre, in diretta e in esclusiva in chiaro va in onda la finale di US Open tra Roberta Vinci e Flavia Pennetta, in contemporanea con Eurosport, che fa segnare al canale i suoi ascolti più alti di sempre, toccando la soglia dei 2 milioni di telespettatori[2].
Successivamente parte anche la trasmissione La grande notte della boxe, in onda il sabato in seconda serata prima degli incontri di boxe, trasmessi in diretta.

Il 9 settembre 2015 il canale vede un restyling grafico, rinnovando gli ident e mettendo in evidenza la scritta NOVE. Cambia anche lo slogan: In caso di noia premere 9[3].

Nell'autunno 2015 debuttano nuovi programmi tra cui le versioni italiane di format come Hotel da incubo, L'isola di Adamo ed Eva, Tanto vale, Cucine da incubo (quest'ultimo proveniente da Sky Italia) e lo show autoprodotto Undressed.

Il passaggio a Nove[modifica | modifica wikitesto]

Dal 22 febbraio 2016 il canale assume la nuova denominazione rinnovando il logo di stazione e mantenendo inizialmente il logo di Deejay al suo interno. Il canale viene identificato come Deejay TV - NOVE e cambia anche il portale web, diventando nove.tv, mentre nei promo viene citato semplicemente come NOVE[4].

Il 22 maggio 2016 va in onda la finale della Copa del Rey.

Il 14 e il 17 agosto 2016 va in onda in diretta esclusiva per l'Italia le finali di andata e ritorno della Supercopa de España.

Dal 3 ottobre 2016 il canale perde ufficialmente il marchio Deejay, divenendo semplicemente Nove.

Nell'autunno 2016 ritorna Hotel da incubo Italia con la seconda stagione, Undressed con la terza stagione e la nuova stagione di Deejay chiama Italia. Inoltre arrivano molti nuovi programmi del canale, tra cui il game show Boom!, condotto da Max Giusti e in onda dal lunedì al venerdì nell'access prime time del canale, la prima edizione del talent show culinario per cuochi professionisti Top Chef Italia, Undressed UK, prima edizione estera del fortunato format di Magnolia, e Ninja Warrior Italia, versione italiana del game show di origine giapponese condotta da Gabriele Corsi, Carolina Di Domenico, Federico Russo e Massimiliano Rosolino, in onda la domenica in prima serata, Giancarlo Giannini racconta La meraviglia della Scienza, condotta dal famoso attore Giancarlo Giannini, in onda il venerdì in prima serata, e uno speciale Terror Studios condotto da Roberto Saviano.

Nel 2017 debutta lo show di Maurizio Crozza Fratelli di Crozza, lo show musicale di origine coreana Hidden Singer, nuove puntate di Il ricco e il povero e Undressed, e due programmi condotti da Antonino Cannavacciuolo, 'O mare mio e la nuova stagione di Cucine da incubo. Per l'occasione, il canale adotta dal 23 gennaio una nuova veste grafica e un nuovo slogan (Unico nel tuo genere).

In contemporanea a queste novità, iniziano le trasmissioni in alta definizione, prima sul digitale terrestre (23 gennaio) e poi sulle piattaforme satellitari Sky Italia e Tivùsat (27 febbraio per Tivùsat e 1º marzo per Sky Italia).

Nella stagione 2017-2018, oltre alle riconferme di Boom! e Fratelli di Crozza, sono tornati in onda Top Chef Italia con una seconda edizione con altre novità quali Kings of Crime con Roberto Saviano e La confessione condotto da Peter Gomez in onda il mercoledì sera in seconda serata dal 12 ottobre in cui intervista per 30 minuti alcuni personaggi famosi.

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

Nove +1[modifica | modifica wikitesto]

Era la versione timeshift di Nove, disponibile sul digitale terrestre al canale 109. Ha cessato le trasmissioni il 7 giugno 2016, venendo sostituita da una copia del canale originale.

Modalità di trasmissione[modifica | modifica wikitesto]

Nove trasmette 24 ore su 24, ed è visibile gratuitamente:

Dal 16 febbraio 2017 è disponibile sulla frequenza satellitare 10853 H 29900 2/3 il canale NOVE HD, visibile con smartcard Sky Italia e Tivùsat in modalità Free to view (non salvato sulle LCN di nessuna delle due emittenti).

Dal 27 febbraio il canale in HD viene inserito nella numerazione di Tivùsat mentre dal 1º marzo si trova al canale 145 della piattaforma Sky Italia per i decoder Sky HD, mentre il canale in SD viene spostato al canale 199.

Direttori[modifica | modifica wikitesto]

Nome Periodo
Laura Carafoli 2015 - 2016
Aldo Romersa 2016 - in carica

Loghi[modifica | modifica wikitesto]

Logo DeeJay.png NOVE TV LOGO 2016.png NOVE TV LOGO OTTOBRE 2016.PNG NOVE TV logo 2017.png
1º febbraio 2015 – 22 febbraio 2016 22 febbraio – 3 ottobre 2016 3 ottobre 2016 – 23 gennaio 2017 23 gennaio 2017 – in uso

Ascolti[modifica | modifica wikitesto]

Share 24h di Nove[modifica | modifica wikitesto]

Dati Auditel relativi al giorno medio mensile sul target individui 4+[5].

Gen Feb Mar Ap Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Media anno
2015 - - - - - 0,44% 0,94% 0,97% 0,92% 0,90% 0,88% 0,95% 0,86%
2016 0,89% 0,85% 0,91% 0,86% 0,94% 1,07% 1,18% 1,17% 1,03% 0,99% 1,05% 1,14% 1,00%
2017 1,18% 1,14% 1,34% 1,35% 1,42% 1,47% 1,41% 1,73% 1,49%

Palinsesto[modifica | modifica wikitesto]

Il palinsesto del canale è caratterizzato dalla forte presenza di produzioni originali realizzate dai canali internazionali appartenenti al gruppo Discovery Communications. Sono inoltre presenti numerose repliche di programmi già trasmessi dagli altri canali italiani free di Discovery come DMAX, Real Time e Focus.

Attualmente in onda[modifica | modifica wikitesto]

Show[modifica | modifica wikitesto]

Talk show[modifica | modifica wikitesto]

Documentari, factual e docu-reality[modifica | modifica wikitesto]

Serie TV[modifica | modifica wikitesto]

Informazione[modifica | modifica wikitesto]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Precedentemente in onda[modifica | modifica wikitesto]

Programmi[modifica | modifica wikitesto]

Serie TV[modifica | modifica wikitesto]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Conduttori principali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]