Amadeus (conduttore televisivo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Amadeus nel 2014

Amadeus, pseudonimo di Amedeo Umberto Rita Sebastiani (Ravenna, 4 settembre 1962), è un conduttore televisivo, conduttore radiofonico, showman ed ex disc jockey italiano.

Debuttante negli anni ottanta a Radio Deejay, grazie a Claudio Cecchetto, in qualità di DJ, si è successivamente affermato come conduttore televisivo a partire dagli anni '90, conducendo diversi quiz e programmi di intrattenimento, sia sulle reti Rai, sia su quelle Mediaset.

È stato scelto dalla Rai come conduttore e direttore artistico del Festival di Sanremo 2020, che andrà in onda dal 4 all' 8 febbraio 2020.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Ravenna da Antonella e Corrado Sebastiani (di origine palermitana)[1], si trasferisce quasi subito con la famiglia a Verona per motivi lavorativi del padre: quest'ultimo, così come il fratello e lo zio, è un provetto cavaliere. Proprio grazie al mestiere del padre, Amedeo matura la passione per l'equitazione.[2] Dopo la scuola dell'obbligo, lavora nei bar e nelle discoteche come disc jockey. Presta il servizio militare a San Giorgio a Cremano.

Gli inizi alla radio[modifica | modifica wikitesto]

Proprio a Verona inizia a frequentare la radio locale Radio Verona e successivamente, dal 1984 al 1986, Radio Blu. Durante un servizio radiofonico dal Festivalbar 1986, in diretta su Radio Blu, dall'Arena di Verona, viene in contatto con Claudio Cecchetto, dicendo di vivere a Milano e di fare il doppiatore, di fatto mentendo. Il giorno successivo, negli studi di Radio Blu, sotto la guida dell'allora direttore Renzo Campo dell'Orto, registra un nastrino demo e lo spedisce a Cecchetto. Il talent scout decide di dargli una chance e nel 1986 lo fa debuttare su Radio Deejay, accompagnando la costante crescita, da locale a nazionale, dell'emittente, insieme con i suoi grandi amici di lunga data Fiorello, Jovanotti e Marco Baldini. Lavora nell'emittente sino al 1994. Così nel biennio successivo è tra gli speaker di punta di Radio Capital Music Network, dove conduce diversi programmi con Luca Laurenti, Digei Angelo e Stefano Tacconi. Anche Gerry Scotti esordisce insieme con loro. Successivamente, per un lungo periodo, lascia il mondo della radio. Vi fa ritorno dopo dodici anni, nel 2008, a RTL 102.5, dove ha lavorato fino al 2017.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Amadeus con una collega di "Radio Blu" nel 1984

L'esordio in Rai ed i primi successi in Mediaset[modifica | modifica wikitesto]

Debutta in tv nel 1982, in RAI, dove conduce il suo primo quiz La formula vincente. Nel 1988 partecipa a 1, 2, 3 Jovanotti su Italia 1, programma condotto dal collega toscano.[3]. Successivamente conduce i programmi musicali DeeJay Television e Deejay Beach su Italia 1, al fianco degli amici di lunga data Jovanotti, Fiorello e Leonardo Pieraccioni.

Dopo la fortunata esperienza con DeeJay Television, nel 1993 viene chiamato da Vittorio Salvetti a condurre il Festivalbar insieme a Claudio Cecchetto, Fiorello e Federica Panicucci su Italia 1.[4][5] L'edizione di quell'anno ha un enorme successo, permettendogli di essere ancora il padrone di casa della manifestazione anche per l'anno successivo, bissando il successo dell'edizione precedente. Nello stesso periodo presenta, insieme a Federica Panicucci, The look of the year e conduce con Luca Laurenti Appuntamento al buio, show in onda entrambi su Italia 1 ma dallo scarso successo di pubblico.

Nell'estate del 1995 conduce per la terza volta il Festivalbar con riconfermato successo, affiancato da Federica Panicucci e Laura Freddi, e contemporaneamente presenta la serata evento Le stelle della musica su Italia 1 nel 1996. A febbraio 1996 subentra insieme a Claudio Lippi al fianco di Lorella Cuccarini, con la quale inizierà un forte sodalizio, nella conduzione di Buona Domenica su Canale 5. In estate conduce un'altra edizione di successo del Festivalbar (con Alessia Marcuzzi e Corona), e a dicembre 1996 l'evento musicale Le voci del padrone. Nell'estate 1997 conduce con successo per l'ultima volta Festivalbar.

Sempre insieme alla Cuccarini partecipa a un'edizione dell'evento benefico Trenta ore per la vita. Questo sodalizio si ripeterà nella primavera 1996, quando insieme conducono la prima edizione del talent Campioni di ballo[6], che ottiene un buon successo e viene riproposto per altre due edizioni nel 1996 e nel 1997 con la conduzione dello stesso Amadeus e di Natalia Estrada. Nel 1998 presenta l'ultima edizione de Il Quizzone su Italia 1, programma ereditato da Gerry Scotti assieme a Laura Freddi, che però non ottiene il successo delle edizioni precedenti.[7] Dal 10 marzo 1998 conduce la prima edizione di Matricole, trasmesso nel sabato sera di Italia 1, coadiuvato da Simona Ventura, terminata il 7 aprile 1998.[8] Dal 22 settembre al 6 ottobre ha poi condotto sempre su Italia 1 la prima edizione di Meteore con Gene Gnocchi e Alessia Merz.

Il successo in RAI e la nascita del signore del preserale[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio 1999 ritorna in Rai dove ha condotto in prima serata su Rai 2 Festa di classe[9]. Nello stesso periodo fa parte della giuria di qualità del Festival di Sanremo, condotto da Fabio Fazio. A settembre 1999 Amadeus sbarca su Rai 1 per condurre il più famoso e longevo contenitore domenicale italiano Domenica in per l'edizione 1999/2000. Ben presto però diventa il "signore del pre-serale": Nell'autunno del 2000 conduce l'ultima edizione di In bocca al lupo!, programma ereditato da Carlo Conti, e poi il nuovo quiz di Rai 1 Quiz Show[10]. Il gioco è andato in onda con successo per due edizioni fino al 5 gennaio 2002[11]. Sempre nel 2001 è ospite nell'ultima puntata del programma Stasera pago io, condotto dall'amico Fiorello. Il 4 gennaio 2002 conduce una serata speciale su Canale 5 dal titolo Come sorelle[12][13]. Nel luglio 2002, alla scadenza del contratto con la RAI, si parla di un possibile ritorno di Amadeus in Mediaset per guidare la prima edizione di Come sorelle, dopo il successo della puntata pilota, ma alla fine il conduttore ravennate resta in RAI con un contratto di due anni.[14] Dal 1° al 27 luglio 2002 conduce la prima edizione del quiz Azzardo su Rai 1.[15]

Il 29 luglio dello stesso anno ha portato al debutto il gioco L'eredità, ideato da lui stesso con Stefano Santucci[16] in onda su Rai 1 sempre nella fascia pre-serale, portandolo ad un successo clamoroso ed inaspettato, riuscendo spesso ad oltrepassare gli 8 milioni di telespettatori e garantendo alla RAI il predominio di quella fascia oraria. Dal gennaio 2003 il quiz è andato in onda anche in prima serata con puntate speciali[17]. In estate presenta poi Sanremo estate. Nella stagione 2003/2004 ha condotto alcuni eventi in prima serata su Rai 1, come Miss Italia nel mondo[18] e il Premio Barocco.[19] Nel 2004 Amadeus sembra di nuovo ad un passo da Mediaset:[20] si torna a parlare di lui per un nuovo pre-serale su Canale 5 in sostituzione di Passaparola condotto da Gerry Scotti, ma l'accordo sfuma nuovamente per motivi politici interni all'azienda, e il conduttore ravennate resta così alla Rai per altri due anni. Nella primavera 2004 conduce la prima edizione del reality show di Rai 2 Music Farm, andato in onda con successo dal 16 aprile 2004, e passato l'anno successivo nelle mani di Simona Ventura[21]. Inoltre nel 2003 e nel 2005 ha condotto il Premio TV - Premio regia televisiva, affiancando Daniele Piombi. Nel marzo 2006 il manager di Amadeus, Lucio Presta afferma che sono iniziate le trattative tra il conduttore e Pier Silvio Berlusconi, per un suo ritorno sulle reti del biscione. Nonostante il fatto che la RAI faccia tutto il possibile per convincere il conduttore a rimanere nell'azienda, il 17 aprile 2006 è lo stesso Amadeus a dichiarare di essere vicinissimo all'accordo con Mediaset[22].

Il 19 maggio 2006 viene ufficializzato il suo passaggio dalla Rai a Mediaset, con un contratto milionario che lo terrà legato all'azienda di Cologno Monzese per due anni: dal 1º settembre 2006 al 31 agosto 2008[23].

Il ritorno in Mediaset[modifica | modifica wikitesto]

Nel settembre 2006 torna a Mediaset, dopo dissidi con i vertici Rai contrari alla promozione del conduttore in prima serata. Come primo impegno, a partire dal 2 luglio 2006 avrebbe dovuto presentare la nuova edizione del Festivalbar[24], ma a giugno viene costretto a dare forfait, a causa della RAI che non concesse ad Amadeus la liberatoria per condurre la manifestazione prima della fine della scadenza del suo contratto, prevista per il 31 luglio 2006[25]. Il conduttore torna nella fascia pre-serale di Canale 5, con un nuovo quiz ideato e scritto da lui stesso e dal suo gruppo di autori dal nome Formula segreta (versione riveduta di A tutti i costi). Il programma va in onda a partire dal 4 settembre 2006 (giorno del suo 44º compleanno) ma viene interrotto bruscamente dopo solo tre settimane, quindi il 23 settembre, per volere di Pier Silvio Berlusconi dati gli scarsi risultati Auditel[26] e l'incapacità, dunque, di reggere il confronto con il suo ex programma, L'eredità. Il 5 dicembre 2006 Massimo Donelli annuncia che dopo le festività natalizia, il pre-serale sarà affidato a un nuovo programma condotto da Amadeus; la scelta ricade su 1 contro 100, format Endemol[27]. A partire dal 7 maggio 2007 torna ad occupare la fascia pre-serale di Canale 5 con 1 contro 100, andato in onda per tutta l'estate, condotto insieme alla fidanzata Giovanna Civitillo. Il 28 maggio 2007 iniziano a circolare le voci di trattative tra la RAI e il conduttore, ma l'azienda di viale Mazzini smentisce.

Il nuovo pre-serale riscuote discreti risultati d'ascolto, ma comunque non soddisfa gli obiettivi prefissi dall'emittente;[28] infatti la prima edizione termina il 22 settembre 2007, poi sostituito da Gerry Scotti con il suo collaudato quiz Chi vuol essere milionario?. Successivamente il programma torna in onda con una seconda edizione dal 10 dicembre 2007 al 13 gennaio 2008, sempre su Canale 5, per testare il format fuori garanzia. Il 18 dicembre 2007 conduce insieme al comico Checco Zalone su Italia 1 la puntata zero del nuovo talent Canta e vinci, che riscuote un ottimo successo.[29] Il 23 dicembre 2007 si torna a vociferare di accordi con la TV di Stato, ma qualche giorno dopo il direttore di Rai 1 Fabrizio Del Noce smentisce nuovamente tali supposizioni.[30] Il 13 gennaio 2008 si conclude definitivamente l'avventura italiana del programma 1 contro 100 di comune accordo tra il direttore di rete, e dell'azienda[31]. Dal 16 marzo al 10 aprile 2008, conduce la prima serie di Canta e vinci, andato in onda la domenica sera, ma anche quest'ultimo show ha chiuso i battenti per gli scarsi risultati d'ascolto con una puntata di anticipo,[32] per poi essere ripristinato per il periodo estivo su Italia 1[33]. Il 24 marzo 2008 la stampa italiana riporta la notizia che a partire da settembre 2008 il presentatore condurrà su Italia 1 il nuovo quiz Il colore dei soldi[34]; tuttavia il 4 aprile 2008, in un'intervista a Libero, Amadeus ne dà la smentita[35][36]. Il 27 maggio 2008 Fabrizio Del Noce rivela alla stampa di essere interessato a riavere Amadeus tra i conduttori RAI[37], mentre nel frattempo un quotidiano rivela di un incontro tra Lucio Presta e il DG della Rai Claudio Cappon, con tanto di preaccordo del contratto già firmato. Mediaset comincia a preoccuparsi seriamente. Il 16 giugno 2008 il direttore di Canale 5 Massimo Donelli si rivolge a Pier Silvio Berlusconi affinché faccia tutto il possibile perché Amadeus non vada via dall'azienda di Cologno Monzese[38][39].

Il ritorno in RAI e il successo di Mezzogiorno in famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate 2008 conduce con Manuela Arcuri il Venice Music Awards su Rai 2, dopo aver ottenuto la liberatoria da Mediaset. In questo periodo voci che vogliono il ritorno del conduttore alla tv di Stato si fanno sempre più insistenti[40]. Il 7 giugno 2009 viene ufficializzato il suo passaggio in RAI. L'autunno del 2009 segna il ritorno di Amadeus alla conduzione di programmi per la Rai,[41] con un contratto che lo lega all'azienda fino al 31 marzo 2012.[42] Il ritorno è segnato il 3 ottobre quando conduce su Rai 2 la prima puntata della nuova edizione del programma Mezzogiorno in famiglia affiancato da Laura Barriales e Sergio Friscia.[43] Il programma termina con ottimi ascolti il 10 giugno 2010. Il conduttore debutta in fascia pomeridiana nel marzo 2010 su Rai 2 conducendo un programma tutto nuovo, Cuore di mamma[44] su Rai 2, durato sino a fine stagione per un totale di 70 puntate.[45] In estate conduce per la terza volta il Venice Music Awards, al fianco della collega di Mezzogiorno in famiglia Laura Barriales, mentre in autunno ritorna alla conduzione del programma di Michele Guardì, che si conclude il 10 giugno 2011. Nel frattempo, il quotidiano La nazione rende nota la notizia del rinnovo del contratto del conduttore con la Rai per altri due anni, fino al 31 maggio 2014[46]. Il 16 settembre 2012 torna al timone di Mezzogiorno in famiglia, per il quarto anno consecutivo, fino al 2 giugno 2013.

La rinascita: Tale e quale show e Reazione a catena[modifica | modifica wikitesto]

Nell'aprile 2013 partecipa come concorrente al nuovo celebrity talent di Rai 1 Altrimenti ci arrabbiamo[47] condotto da Milly Carlucci, risultando promosso alle prime due puntate grazie al voto favorevole delle giudici Cristina Parodi e Teresa Mannino. Il 28 settembre, per il quinto anno ritorna alla conduzione di Mezzogiorno in famiglia, fino al 1º giugno 2014.

A partire dal 13 settembre fa parte in qualità di concorrente del programma Tale e quale show condotto da Carlo Conti.[48] Questo programma gli fa riconquistare il gradimento del pubblico, grazie alla grande grinta e energia manifestata in tutte le esibizioni. La partecipazione al talent gli dà talmente tanto successo che Fiorello, tramite la sua @edicolafiore, alla quale Amadeus è spesso ospite, organizza una campagna per evitare l'eliminazione dell'amico dalla competizione, dopo essere stato interpretato da Amadeus durante la settima puntata della trasmissione.[49] Il gradimento e l'affetto del pubblico verso Amadeus si manifestano infatti nella classifica finale, dove il conduttore ravennate si piazza 3º dietro ad Attilio Fontana e Kaspar Capparoni. Il 24 dicembre Amadeus conduce Natale da Ama..re, uno speciale su Rai 1 in occasione delle festività natalizie. A partire dal 1º giugno 2014 Amadeus torna su Rai 1 per condurre Reazione a catena - L'intesa vincente,[50] game show in onda nel periodo estivo. Si tratta di un ritorno alla conduzione di un pre-serale su Rai 1 dopo circa otto anni da L'eredità. Il programma, terminato il 13 settembre, ottiene ottimi risultati d'ascolto, raggiungendo punte del 30% di share e riuscendo a battere la soap campione d'ascolti di Canale 5 Il segreto.[51]

Il 20 settembre 2014 torna per il sesto anno alla conduzione di Mezzogiorno in famiglia. L'11 novembre, insieme a Fiorello, partecipa alla presentazione del libro di Claudio Cecchetto In diretta. Il gioca jouer della mia vita alla libreria della stazione Termini, e il tutto viene filmato dall'amico Red Ronnie per il suo Roxy Bar TV: i tre ripercorrono gli inizi e gli anni passati insieme a Radio Deejay.[52] Dal 14 al 28 novembre è di nuovo concorrente al torneo di Tale e quale show, piazzandosi ottavo. Conduce poi il Telethon con Fabrizio Frizzi, Paolo Belli, Caterina Balivo e altri. Il 12 gennaio 2015 Amadeus torna eccezionalmente su Canale 5, dopo sette anni dalla sua ultima apparizione sulle reti Mediaset, come ospite e vittima del programma Scherzi a parte condotto da Paolo Bonolis, per commentare con il conduttore lo scherzo di cui è stato protagonista. Dal 31 maggio conduce una nuova edizione di Reazione a catena - L'intesa vincente, che riesce a bissare il successo delle precedenti, mentre il 2 giugno 2015 conduce in prima serata con Max Giusti, Claudio Lippi e Pupo La partita del cuore su Rai 1. Dall'8 settembre successivo poi, conduce su Rai 2 in prima serata il varietà Stasera tutto è possibile, rivelatosi uno dei programmi più visti dell'autunno 2015 della seconda rete. Nella stagione 2015/2016 torna per il settimo ed ultimo anno alla conduzione di Mezzogiorno in famiglia. Il 30 dicembre 2015 è ospite a sorpresa da Paolo Bonolis ad Avanti un altro! su Canale 5, in studio insieme alla moglie Giovanna Civitillo[53]. Il giorno successivo, insieme a Rocco Papaleo, conduce su Rai 1 L'anno che verrà in diretta da Matera.

Il grande successo di Soliti ignoti[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2 al 27 maggio 2016, nel tentativo di risollevare la fascia del primo pomeriggio di Rai1, conduce in via sperimentale il game show Colors[54], trasmissione della quale aveva già realizzato una puntata pilota trasmessa il 18 luglio 2014 alle 4.55 sempre sulla prima rete. L'esperimento però non si rivela vincente e non viene più proposto da Rai1. Dal 30 maggio dello stesso anno conduce una nuova edizione di Reazione a catena. Il quiz, visto il buon successo, viene promosso anche in prima serata con alcune puntate speciali. Dal 13 settembre 2016 torna in onda su Rai 2 in prima serata con la seconda edizione del varietà Stasera tutto è possibile, mentre il 12 dicembre prende parte come giurato a Sarà Sanremo, serata nella quale vengono selezionati i giovani in gara al Festival di Sanremo 2017.

Il 16 dicembre ritorna nella prima serata di Rai 1 con lo show Music Quiz, un varietà di 7 puntate in onda sino a febbraio 2017. La sera del 31 dicembre 2016 è inoltre il conduttore, con Teo Teocoli, de L'anno che verrà, veglione di Capodanno di Rai1 in diretta da Potenza. Dal 20 marzo 2017 debutta nell'access prime time di Rai 1 con il game-show Soliti ignoti - Il ritorno. Il programma, terminato il 2 giugno successivo, ottiene un buon successo di pubblico e viene riconfermato nella stagione successiva. Dal 5 giugno 2017, e per tutta l'estate, conduce per il quarto ed ultimo anno Reazione a catena - L'intesa vincente, promosso anche in prima serata con alcuni appuntamenti speciali, come accaduto anche nell'estate precedente. Nella stagione 2017/2018 torna in onda con una nuova stagione di Soliti Ignoti - Il ritorno, che dal 29 ottobre va in onda anche nella fascia preserale alla domenica con una durata leggermente maggiore e il titolo provvisorio InSoliti Ignoti.

Il 31 dicembre conduce per il terzo anno consecutivo L'anno che verrà in diretta da Maratea. Dal 9 gennaio 2018 conduce su Rai2 la terza edizione di Stasera tutto è possibile, mentre dall'8 giugno è il padrone di casa su Rai1 del varietà - talent show Ora o mai più, programma ideato da Carlo Conti, che si pone l'obiettivo di ridare lustro alle carriere di alcuni cantanti finiti nel dimenticatoio. Nella stagione 2018-2019 torna a condurre in access prime time il game show Soliti Ignoti, che viene promosso in prima serata in occasione del Telethon e dell'estrazione dei biglietti della Lotteria Italia del 6 gennaio. In autunno conduce su Rai2 la quarta edizione di Stasera tutto è possibile, mentre il 31 dicembre è ancora una volta conduttore de L'anno che verrà. Da gennaio 2019 torna alla guida, questa volta al sabato sera, della seconda edizione di Ora o mai più. Il 14 giugno 2019 conduce insieme ad Antonella Clerici la serata evento Ballata per Genova.

Conduttore e direttore artistico del Festival di Sanremo 2020[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 agosto 2019 viene annunciato dalla Rai come nuovo conduttore e direttore artistico della settantesima edizione del Festival di Sanremo 2020 che si svolgerà dal 4 all'8 febbraio.[55]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È stato sposato dal 1993 al 2007 con Marisa Di Martino: il testimone dello sposo è stato l'amico Fiorello. I due hanno avuto una figlia, Alice, nata nel 1997.

Durante la conduzione del programma L'eredità ha conosciuto la ballerina Giovanna Civitillo, con la quale, nel 2003, ha iniziato una relazione. Il 19 gennaio 2009 è nato il figlio José Alberto, e nel luglio dello stesso anno i due sono convolati a nozze con rito civile.[56] L'11 luglio 2019, invece, i due si sono sposati in chiesa.[57] È grande amico di Fiorello e Jovanotti, esordienti insieme a lui a Radio Deejay.[58].

Acceso tifoso dell'Inter dà al suo secondogenito il nome di José in onore di José Mourinho, dopo la vittoria della Champions League da parte di quest'ultimo alla guida dell'Inter[59]. È daltonico.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

È stato imitato da Max Tortora nel programma televisivo Bulldozer e inserito successivamente nel dvd Una settimana di risate con Max Tortora con concorrente lo sfortunato Signor Giovanni interpretato da Roberto Andreucci.

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Radio[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 1991 - Saltellare
  • 1992 - Tutti al mare
  • 2010 - Io abbraccio te (con la collaborazione dei Kontrasto)

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Claudio Cecchetto, In diretta, Milano, Baldini & Castoldi, 2014, pp. 187 e 188.
  2. ^ Victor Victoria - con Giorgio Pasotti e Amadeus (Puntata 13/08/2013) - YouTube
  3. ^ Amadeus fa il pieno di ascolti con Reazione a catena e rivela...
  4. ^ ITALIA 1: ''FESTIVALBAR '93'', ULTIMO APPUNTAMENTO
  5. ^ ITALIA 1: ''FESTIVALBAR 93''
  6. ^ Campioni di ballo su Mediaset Extra riunisce Lorella Cuccarini e Barbara d'Urso alla domenica
  7. ^ Il Quizzone: perché Canale 5 non lo riporta in vita? | CineTivu
  8. ^ Amadeus verso la Rai per fare Sanremo e Domenica In, in Corriere della Sera, 12 febbraio 1999. URL consultato il 26 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 26 dicembre 2014).
  9. ^ Raidue: Arriva Amadeus, ''Festa Di Classe'' Per Vip
  10. ^ Quiz Show - L'occasione di una vita, ivid.it (archiviato dall'url originale il 29 aprile 2014).
  11. ^ Copia archiviata, su archivio.raiuno.rai.it. URL consultato il 20 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 26 agosto 2014).
  12. ^ Leonardo Taricci, dedicato al rapporto tra madre e figlia. http://www.film.it/news/televisione/dettaglio/art/come-sorelle-15981/ dedicato al rapporto tra madre e figlia..
  13. ^ TV: DOPPIA VITTORIA PER AMADEUS, BOOM DI ASCOLTI SU CANALE 5
  14. ^ Leonardo Taricci, Amadeus: Mediaset mi ha cercato, ma ancora non ho firmato nulla, in Adnkronos, 5 gennaio 2002. URL consultato il 3 dicembre 2014.
  15. ^ Dopo aver sperimentato "Azzardo" Amadeus debutta con "L'eredità", in Corriere della Sera, 29 luglio 2002, p. 27. URL consultato il 21 settembre 2010 (archiviato dall'url originale il 24 luglio 2014).
  16. ^ Carlo Conti story | L'eredità dal 2006 | Miss Italia-ascolti in calo
  17. ^ L'eredità (programma televisivo)
  18. ^ Amadeus condurrà Miss Italia nel mondo: spero di farlo per 6 anni come Conti, in Adnkronos, 25 maggio 2003. URL consultato il 3 dicembre 2014.
  19. ^ Amadeus conduce il Festival di Castrocaro, il 7 luglio su Rai 1
  20. ^ Leonardo Taricci, Lucio Presta alla Annunziata: Amadeus torna a Mediaset se toglie la "scossa", in Adnkronos, 13 gennaio 2004. URL consultato il 3 dicembre 2014.
  21. ^ Amadeus conduce Music Farm dal 16 aprile, in Adnkronos, 7 aprile 2004. URL consultato il 17 gennaio 2015.
  22. ^ Barbara Ligotti, La Rai rilancia su Amadeus con altri due anni di «eredità», in Adnkronos, 22 aprile 2006. URL consultato il 2 dicembre 2014.
  23. ^ Leandro Palestrini, Amadeus firma per due anni con Mediaset: la Rai mi ignora, in La Repubblica, 3 maggio 2006.
  24. ^ Baroni, p.136.
  25. ^ Grasso, p.101.
  26. ^ Silvia Fumarola, Canale 5 sposta Bonolis in preserale. Il Circus occuperà la domenica, in la Repubblica, 22 settembre 2006, p. 65. URL consultato il 29 marzo 2010.
  27. ^ Tgcom - 1 contro 100: torna Amadeus
  28. ^ ANTEPRIMA DM : 1 CONTRO 100, THE END! | Davide Maggio's Blog
  29. ^ Amadeus torna su Italia 1 con "Canta e vinci"
  30. ^ Amadeus conduce il "Venice Music Awards": il ritorno in Rai è sempre più vicino
  31. ^ SCAVICCHIA LA NOTIZIA: AMADEUS "MEDIASET NON MI HA DATO LA POSSIBILITA' DI FAR CRESCERE 1VS100. TORNO IN RAI?.."
  32. ^ Canta e vinci chiude: ennesimo flop di Amadeus
  33. ^ Canta e vinci torna in estate
  34. ^ Amadeus condurrà su Italia 1 Il colore dei soldi
  35. ^ Amadeus torna in Rai: non condurrà più su Mediaset
  36. ^ L'eterno figliastro della televisione: Amdeus torna in Rai
  37. ^ Baroni, p 123.
  38. ^ Baroni, p 111.
  39. ^ Baroni, p.417.
  40. ^ Amadeus, un personaggio in cerca di autore
  41. ^ L'intervista di DM a Amadeus
  42. ^ Amadeus: finalmente torno a casa Archiviato l'8 dicembre 2014 in Internet Archive.
  43. ^ Scheda Mezzogiorno in Famiglia del sito RAI.IT Archiviato il 9 marzo 2010 in Internet Archive.
  44. ^ CUORE DI MAMMA: AMADEUS NOVELLO CUPIDO PER IL POMERIGGIO DI RAIDUE
  45. ^ RaiDue, Cuore di Mamma con Amadeus
  46. ^ Baroni, p.231.
  47. ^ Amadeus concorrente a "Altrimenti ci arrabbiamo"
  48. ^ Amadeus concorrente a "Tale e Quale Show"
  49. ^ settima puntata
  50. ^ Reazione a catena | Amadeus | Perché non c'è Pino Insegno? | DavideMaggio.it
  51. ^ Gilio Pasqui, Amadeus torna a Tale e Quale Show: Non so niente sul Capodanno di Rai 1, bravi Scanu e Becucci, in Reality Show, 14 novembre 2014. URL consultato il 25 dicembre 2014.
  52. ^ Filmato audio Red Ronnie, Amadeus, su YouTube, 14 novembre 2014. URL consultato il 5 gennaio 2015.
  53. ^ Avanti un altro, Amadeus è ospite da Bonolis: 'Non perdo neanche una puntata', su Televisionando. URL consultato il 30 dicembre 2015.
  54. ^ RAI, Colors, in RAI, 5 febbraio 2016. URL consultato il 23 febbraio 2016 (archiviato dall'url originale il 7 marzo 2016).
  55. ^ Sanremo 70 : Coralità, Celebrazione e Innovazione con Amadeus padrone di casa, su rai.it, 2 agosto 2019. URL consultato il 2 agosto 2019.
  56. ^ Amadeus, a luglio si sposa e poi torna in Rai
  57. ^ Amadeus e Giovanna, matrimonio in chiesa 10 anni dopo le nozze civili, su ilmessaggero.it, 12 luglio 2019. URL consultato il 13 luglio 2019.
  58. ^ Amadeus management agente agenzia manager
  59. ^ Lucia Romanelli, Nerazzurri come noi – Amadeus e un figlio di nome Josè[collegamento interrotto], canaleinter.it, 24 settembre 2013. URL consultato il 16 marzo 2015.
  60. ^ membro della giuria d'onore nel 1999 e nel 2003; conduttore e direttore artistico nel 2020

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]