Gabriele Corsi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Gabriele Corsi (Roma, 29 luglio 1971) è un attore, comico, conduttore televisivo, conduttore radiofonico e showman italiano, componente del Trio Medusa.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di ferroviere, finito il liceo scientifico Cavour di Roma, nel 1990, vince il concorso presso l'Accademia d'Arte Drammatica Silvio D'Amico di Roma; viene espulso però alcuni mesi dopo a causa di un contrasto con un docente dell'Accademia. Inizia una lunga gavetta a teatro, collaborando con "La Libera Associazione degli Attori" e con l'Associazione Nazionale Vittime delle Stragi. Durante lo spettacolo "Il Giallo è servito" (da lui scritto e diretto) viene notato dal casting de Il maresciallo Rocca, in cui interpreterà ­– nelle prime tre serie – il ruolo del carabiniere Michele Falcetti.

Si diploma al Susan Strasberg’s Actor Studio.

Nel 1996 si laurea in Scienze Politiche a La Sapienza di Roma con 108/110 di voto.[senza fonte]

Gabriele Corsi (a sinistra) con i colleghi del Trio Medusa (2009)

Contemporaneamente inizia la sua avventura radiofonica come membro del Trio Medusa con il quale conduce dal 2001 il programma di Radio Deejay Chiamate Roma Triuno Triuno assieme agli altri membri del Trio.[1]

Dal 2012 al 2020 ha tenuto un blog per Il Fatto Quotidiano.[2]

Da lunedì 4 gennaio 2016 conduce il suo primo programma in solitaria, Take me out - Esci con me, trasmesso da Real Time.[3] Visto il successo di ascolti, il programma sbarca in prima serata ogni martedì alle 21.00 sullo stesso canale, oltre a mantenere la sua collocazione in access e ad avere uno spin-off con persone anziane. È inoltre uno dei quattro conduttori di Ninja Warrior Italia per il NOVE.

A partire dal 7 novembre 2016 viene arruolato come comico della trasmissione Cartabianca in onda su Rai 3, sia nella versione quotidiana sia in quella di prima serata.

Dal 26 aprile 2017 conduce in prima serata su Real Time Piccoli giganti.[senza fonte]

Nel 2018 conduce Boss in incognito su Rai 2 e nell'estate dello stesso anno è al timone di Reazione a catena - L'intesa vincente nel preserale di Rai 1.[4][5] In autunno, poi, conduce B come Sabato nel sabato pomeriggio di Rai 2, ed è invitato nella maratona Telethon.

Dall'autunno 2019, poi, torna a Discovery per condurre il nuovo game show Deal With It - Stai al gioco sul Nove, e nel 2021 la nuova stagione de Il contadino cerca moglie sulla piattaforma streaming Discovery+.[senza fonte] Nello stesso anno affianca Cristiano Malgioglio al commento della finale dell'Eurovision Song Contest su Rai 1.[6]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È sposato con la giornalista di Repubblica Laura Pertici e ha due figli.[7]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Cartoni animati[modifica | modifica wikitesto]

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

Pubblicità[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Radio[modifica | modifica wikitesto]

Libri[modifica | modifica wikitesto]

  • Gabriele Corsi, Culattoni e raccomandati. La vera storia del Trio Medusa, con il Trio Medusa, Piemme pocket, 2005, ISBN 8838487790.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Andrea Giordano, Trio Medusa: «Per non rinunciare alla libertà siamo precari… ma di lusso», in Corriere della Sera - Io Donna, 21 settembre 2015.
  2. ^ Gabriele Corsi, Il Fatto Quotidiano, su Il Fatto Quotidiano. URL consultato il 22 settembre 2021.
  3. ^ Francesco Canino, Take me out: al via il dating di Real Time con Gabriele Corsi, in Panorama, 4 gennaio 2016.
  4. ^ Torna Boss in incognito, con Gabriele Corsi alla conduzione, su sorrisi.com. URL consultato il 16 febbraio 2018.
  5. ^ Gabriele Corsi, il nuovo conduttore di "Reazione a catena", su sorrisi.com. URL consultato il 24 maggio 2018.
  6. ^ Finale Eurovision 2021: Gabriele Corsi e Cristiano Malgioglio al commento, su eurofestivalnews.com. URL consultato il 9 aprile 2021.
  7. ^ Je ne suis pas Peppa Pig, l’idiozia del politicamente corretto a tutti i costi, in Il Fatto Quotidiano, 22 gennaio 2015. URL consultato il 3 maggio 2021.
  8. ^ In alcune puntate del programma partecipano anche gli altri due componenti del Trio Medusa.
  9. ^ Solo finale.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]