Spike (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Spike
Logo dell'emittente
Stato Italia Italia
Lingua italiano
Tipo tematico
Target uomini 25-54 anni[1]
Slogan Il tuo cult quotidiano
Versioni Spike 576i (SDTV)
(data di lancio: 22 ottobre 2017)
Spike HD 1080i (HDTV)
(data di lancio: 4 marzo 2021)
Data chiusura 17 gennaio 2022
Gruppo ViacomCBS
Editore ViacomCBS Networks Italia
Direttore Sergio Del Prete
Sito paramountnetwork.it/spike

Spike è stato un canale televisivo gratuito italiano, di proprietà del gruppo ViacomCBS Networks Italia[2].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'emittente ha iniziato le sue trasmissioni il 22 ottobre 2017 al canale 49 del digitale terrestre sostituendo Fine Living[3].

Dal 6 dicembre 2017 entra nella piattaforma satellitare Tivùsat al numero 26.

Dal 29 ottobre 2018 arriva in prima visione TV la ventiquattresima stagione di Top Gear, disponibile ugualmente su Netflix. Dal 31 ottobre 2018 viene trasmessa in prima visione assoluta la serie televisiva brasiliana Call me Bruna.

Dal 21 gennaio 2019 viene trasmesso Baywatch in versione rimasterizzata con il titolo di Baywatch Remastered.

Dal 10 giugno 2019 viene trasmesso Buffy l'ammazzavampiri in versione rimasterizzata in 16:9.

Dal 2 febbraio 2020 il canale diventa visibile anche con tessere Sky Italia in modalità FTV alla posizione numero 169.

Il 4 marzo 2021 Spike, assieme a VH1, inizia le trasmissioni in alta definizione sul satellite, mentre dall'11 marzo viene inserito ai canali 169 di Sky e 26 di Tivùsat (di conseguenza la versione SD viene spostata all'LCN 126 di quest'ultima piattaforma[4], provvisoriamente fino al 1º luglio, quando questa versione è stata poi eliminata anche su quest'ultima piattaforma).

Il 22 novembre 2021 il canale passa al formato MPEG-4 sul digitale terrestre.

Il 17 gennaio 2022 il canale ha cessato le trasmissioni insieme a Paramount Network in vista del futuro lancio della piattaforma Paramount+; sulla stessa numerazione LCN viene riposizionato Mediaset Italia Due.[5]

Lo speaker ufficiale della rete era Luca Sandri. La raccolta pubblicitaria del canale era affidata a Sky Media[2].

Palinsesto[modifica | modifica wikitesto]

Programmi televisivi[modifica | modifica wikitesto]

Produzioni originali[modifica | modifica wikitesto]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

  • Bellator (In differita)

Ascolti[modifica | modifica wikitesto]

Share 24h di Spike[modifica | modifica wikitesto]

* Giorno medio mensile su target individui 4+[6].

Anno Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Media
anno
2018 n.r. n.r. 0,09% 0,33% 0,29% 0,31% 0,29% 0,34% 0,29% 0,28% 0,28% 0,29% 0,28%[7]
2019 0,30% 0,28% 0,26% 0,29% 0,28% 0,28% 0,37% 0,38% 0,30% 0,30% 0,30% 0,31% 0,30%
2020 0,30% 0,35% 0,37% 0,46% 0,41% 0,40% 0,44% 0,49% 0,42% 0,35% 0,37% 0,38% 0,39%
2021 0,33% 0,34% 0,29% 0,36% 0,36% 0,35% 0,28% 0,31% 0,29% 0,24% 0,23% - -

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ VIACOM Pubblicità, su viacompubblicita.it. URL consultato il 26 novembre 2019.
  2. ^ a b Spike da domenica 22 ottobre sul canale 49 del digitale terrestre - Digital-News, in Digital News, 17 ottobre 2017. URL consultato il 23 ottobre 2017.
  3. ^ Nasce Spike, la tv antistress, su www.ansa.it. URL consultato il 30 luglio 2020.
  4. ^ 210312 - TIVUSAT: INSERITE VH1 HD, SPIKE HD E SUPER! IN H.264 - L'ITALIA IN DIGITALE - LA TV DIGITALE TERRESTRE IN ITALIA, su www.litaliaindigitale.it, 12 marzo 2021. URL consultato il 12 marzo 2021.
  5. ^ Redazione, Mediaset: in arrivo nuovo canale su digitale terrestre, Sky e Tivùsat, su Tv Digital Divide, 15 gennaio 2022. URL consultato il 16 gennaio 2022.
  6. ^ Dati Auditel, su auditel.it.
  7. ^ Sintesi annuale 2018 (PDF), su auditel.it. URL consultato il 15 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 15 aprile 2019).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]