ViacomCBS Networks Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
ViacomCBS Networks Italia
Logo
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà a responsabilità limitata
Fondazione2010
Sede principaleMilano
GruppoViacomCBS
ControllateRainbow (30%)
Persone chiaveAlberto Carrozzo (AD)
Sito webit.vimnswemea.com/it/

ViacomCBS Networks Italia S.r.l. (precedentemente Viacom International Media Networks Italia S.r.l.) è un'azienda italiana operante nel settore televisivo, di proprietà del gruppo ViacomCBS.

L'amministratore delegato del gruppo è Alberto Carrozzo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1997 nasce MTV Networks Italy con il canale MTV Italia.

Nel 2000 il gruppo Beta Television (controllato da Seat Pagine Gialle) acquista la divisione italiana di MTV Networks e la ribattezza MTV Italia S.r.l.[1][2]

Nel 2010 nasce Viacom International Media Networks Italia per rilevare una quota (tramite la controllata Milano Design) del 30% di Rainbow[3].

Nel 2013 il gruppo Viacom acquisisce la restante quota di Telecom Italia Media, controllando il 100% delle attività di MTV Italia S.r.l.[4]: la società "Viacom Italia" gestì – dal 2013 fino al 2015 – tutti i canali creati da MTV Italia S.r.l., ovvero gli storici marchi italiani coinvolti in complesse vicissitudini societarie, a partire da MTV Rocks (già MTV Two, MTV2, M2) attiva dal 1998[5], MTV Hits (2003-2015), MTV Classic (poi MTV Gold, infine MTV Classic) (2007-2015), MTV+ (poi MTV Music), nata nel 2010, è passata dal DTT alla piattaforma Tivùsat[6], poi solo su Sky Italia[7][8].

Il 31 luglio 2015 la società MTV Italia S.r.l. viene acquisita da Sky Italia[9] diventando Nuova Società Televisiva Italiana, cedendo le ex attività terrestri di MTV (dove sorgerà TV8) e passando sotto gestione diretta gli altri canali precedentemente controllati dalla ex società, e la controllata Viacom Pubblicità. Inoltre, dal 2015, Viacom Italia e Sky Italia mantengono rapporti di collaborazione per la diffusione sul nuovo canale di produzioni del gruppo Viacom, come era stato delineato nel comunicato del medesimo anno[9].

Viacom continua ad essere presente in Italia anche con più canali lineari e non lineari al brand MTV[9], cioè Comedy Central, nato nel 2007, in onda su Sky 128 (in streaming su Now TV) – con la versione timeshift Comedy Central +1 su Sky 129 – e la televisione Nickelodeon, presente dal 1997 in Italia, su Sky 605 con il suo timeshift Nickelodeon +1 (Sky 606); resta inoltre l'editore delle italiane MTV Music e Nick Jr..

Il 23 febbraio 2016 nasce Paramount Channel al numero 27 del digitale terrestre (in sostituzione di Sky TG 24 passato al canale 50) con un loop di promo che annuncia l'inizio delle trasmissioni, avvenuto il 27 febbraio alle 15:30[10].

Il 7 marzo Paramount Channel diventa disponibile anche su Tivùsat al canale 27 e in HD al numero 127.

Il 1 luglio è la volta di VH1 al canale 67 del digitale terrestre, in sostituzione di MTV Music (che diventa un'esclusiva Sky)[11].

Il 28 aprile 2017 viene chiusa la versione HD di Paramount Channel.

Il 14 settembre Viacom International Media Networks Italia rileva il 50% di Super! Broadcast S.r.l. (editore del canale Super!).

Il 22 ottobre nasce Spike al canale 49 del digitale terrestre, in sostituzione di Fine Living[12].

Il 6 dicembre Spike e VH1 diventano disponibili anche su Tivùsat, rispettivamente ai canali 26 e 25.

Il 28 marzo 2018 VH1 passa al canale 22 sulla piattaforma Tivùsat.

Il 16 marzo 2019 Paramount Channel diventa Paramount Network, nome già adottato dalle altre versioni del canale nel resto nel mondo[13].

Il 18 ottobre Super! diventa un canale della sua proprietà, rilevando il restante 50% detenuto da De Agostini[14]. Inoltre, da quel giorno, il sito ufficiale del canale viene nuovamente rinnovato e viene resa disponibile la diretta streaming.

Il 5 dicembre a seguito della fusione di Viacom e CBS in ViacomCBS, Viacom International Media Networks Italia cambia nome in ViacomCBS Networks Italia.

Il 2 febbraio 2020 Paramount Network, Spike e VH1 sbarcano anche su Sky, rispettivamente ai canali 158, 169 e 715.

Il 21 febbraio MTV diventa disponibile solo in HD eliminando così la versione SD.

Il 2 maggio TeenNick, MTV Hits e MTV Rocks spariscono dalla piattaforma Sky.

Il 29 luglio Paramount Network torna a trasmettere in HD ai canali 27 di Tivùsat (con la versione SD al numero 127) e 158 di Sky[15].

Attività imprenditoriali[modifica | modifica wikitesto]

Canali televisivi[modifica | modifica wikitesto]

Gratuiti in chiaro[modifica | modifica wikitesto]

Logo Nome Inizio trasmissioni Digitale terrestre Tivùsat Sky
Disponibilità LCN Disponibilità LCN Disponibilità LCN
Super! 1º settembre 2010 Yes check.svg 47 Yes check.svg 47 Yes check.svg(FTV) 625
Paramount Network 27 febbraio 2016 Yes check.svg 27 Yes check.svg 127 X mark.svg X mark.svg
Paramount Network HD 29 luglio 2020 X mark.svg X mark.svg Yes check.svg 27 Yes check.svg 158
VH1 1º luglio 2016 Yes check.svg 67 e 267 Yes check.svg 22 Yes check.svg 715
Spike 22 ottobre 2017 Yes check.svg 49 Yes check.svg 26 Yes check.svg 169

A pagamento (Sky)[modifica | modifica wikitesto]

Logo Nome Inizio trasmissioni Sky
Disponibilità LCN
Nickelodeon 1º novembre 2004 Yes check.svg 605 e 606 (+1)
Comedy Central 1º maggio 2007 Yes check.svg 128 e 129 (+1)
Nick Jr. 31 luglio 2009 Yes check.svg 603 e 604 (+1)
MTV Music 17 maggio 2010 Yes check.svg 131 e 704
MTV HD 1º agosto 2015 Yes check.svg 130

Chiusi[modifica | modifica wikitesto]

Logo Nome Inizio trasmissioni Fine trasmissioni
TeenNick 4 dicembre 2015 2 maggio 2020
MTV 1º agosto 2015 21 febbraio 2020
Paramount Channel HD 7 marzo 2016 28 aprile 2017
MTV Classic 1º ottobre 2007 1º agosto 2015
MTV Hits 28 agosto 2003

Pubblicità[modifica | modifica wikitesto]

Fino al 1º febbraio 2020, Viacom Italia aveva una sua concessionaria pubblicitaria: Viacom Pubblicita & Brands Solution dove controllava, non solo la pubblicità dei suoi canali, ma anche quella di Radio Italia TV e Deejay TV, fino al 2018 curava la pubblicità di Food Network e Alpha, fino al 2019 anche Pop e Cine Sony.

Dal 2 febbraio 2020 la pubblicità dei canali Viacom, di Radio Italia TV e Deejay TV passa a Sky Media, concessionaria pubblicitaria di Sky.

Partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Copia archiviata (PDF), su agcm.it. URL consultato il 24 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2016).
  2. ^ Copia archiviata (PDF), su agcm.it. URL consultato il 24 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2017).
  3. ^ I dolori di Rainbow per arrivare prima in Europa | Millecanali, in Millecanali, 5 novembre 2014. URL consultato l'11 marzo 2018.
  4. ^ Sale of MTV Italia to Viacom completed, su www.telecomitalia.com. URL consultato l'11 marzo 2018.
  5. ^ Succedutasi al posto della vecchio marchio televisivo MTV Brand New (2003-2011).
  6. ^ TivùSat: arriva MTV sulla piattaforma satellitare, in tivusat.tv, 20 settembre 2012. URL consultato il 23 gennaio 2020.
  7. ^ Nelle sue frequenze si insediò VH1. Vedi notizia in: VH1 Italia sul canale 67 del digitale terrestre. Mtv Music su Sky, in Tv Digital Divide, 28 giugno 2016. URL consultato il 23 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 25 settembre 2017).
  8. ^ Simone Rossi, MTV in HD dal 16 ottobre al canale 121 della guida Epg di Sky, Digital-Sat.it, 11 settembre 2013. URL consultato il 23 gennaio 2020.
  9. ^ a b c Ufficiale: Sky compra MTV Italia, in badtv.it, 3 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 6 agosto 2015).
  10. ^ Paramount Channel – programmi del 27 Febbraio 2016, su Decoder Digitale, 27 febbraio 2016. URL consultato il 7 marzo 2019.
  11. ^ Mtv sparisce dal digitale terrestre - Al suo posto il canale vintage VH1, Corriere della Sera, 1º luglio 2016. URL consultato il 20 luglio 2016.
  12. ^ Nasce Spike, la tv antistress, su www.ansa.it. URL consultato il 30 luglio 2020.
  13. ^ Paramount Channel diventa... Paramount Network!, su paramountnetwork.it, 27 febbraio 2019. URL consultato il 7 marzo 2019 (archiviato dall'url originale il 19 marzo 2019).
  14. ^ Editorbrand01, Viacom Italia acquisisce il 100% del canale fta Super! da De Agostini, su Brand News, 18 ottobre 2019. URL consultato il 19 dicembre 2019.
  15. ^ 200730 - TIVUSAT: ARRIVA PARAMOUNT NETWORK HD, NUOVO LOGO PER RADIO ITALIA TREND TV HD - L'ITALIA IN DIGITALE - LA TV DIGITALE TERRESTRE IN ITALIA, su www.litaliaindigitale.it, 30 luglio 2020. URL consultato il 30 luglio 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]