Paramount Network (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Paramount Network
Logo dell'emittente
Logo dell'emittente
StatoItalia Italia
Linguaitaliano
Tipotematico
Targetgiovani, adulti
SloganLa casa delle grandi star e delle grandi storie
VersioniParamount Network 576i (SDTV)
(data di lancio: 27 febbraio 2016)
Paramount Channel HD 1080i (HDTV)
(data di lancio: 7 marzo 2016)
Paramount Network HD 1080i (HDTV)
(data di lancio: 29 luglio 2020)
Data chiusura17 gennaio 2022
28 aprile 2017 (Paramount Channel HD)
Nomi precedentiParamount Channel (2016-2019)
SostituisceSky TG24 Canale 27
Sostituito daTwentyseven
Canali affiliatiSpike
EditoreViacomCBS Networks Italia

Paramount Network è stato un canale televisivo gratuito italiano edito da ViacomCBS Networks Italia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il canale ha avviato le trasmissioni come Paramount Channel all'1:00 del 23 febbraio 2016 con i promo di presentazione e, nella stessa data, è stato presentato e reso noto il palinsesto alla stampa[1]. La programmazione regolare di Paramount Channel è partita alle 15:30 del 27 febbraio 2016 sul canale 27 del digitale terrestre, in sostituzione di Sky TG24 trasferitosi al canale 50[2], con uno speciale sugli Oscar 2016, seguito dal film Paura d'amare[3].

Al debutto, avvenuto in coincidenza con la notte degli Oscar, è stata trasmessa la rassegna Weekend da Oscar comprendente sette film che hanno vinto l'Oscar o ricevuto la nomination: A Beautiful Mind, La conversazione, Robin Hood - Principe dei ladri, Emma, L'ultimo dei Mohicani, American Beauty e Will Hunting - Genio ribelle.[4]

Dal 7 marzo, Paramount Channel è visibile anche su Tivùsat al canale 27 e, in alta definizione, al canale 127.[5]. Il 19 aprile il canale trasmette la sua prima produzione originale, la sitcom Lost in Paramount, con Francesco Mandelli e Carolina Crescentini. Nel mese di maggio del 2016 vengono pubblicati online tutti gli episodi in HD e italiano della webserie Fear The Walking Dead: Flight 462

Il 28 aprile 2017 la versione HD viene spenta.

Alle 5:00 del 16 marzo 2019 il canale ha cambiato nome in Paramount Network, nome già adottato dalle altre versioni del canale nel resto nel mondo.[6]

Dal 1º agosto offre anche un network online con gli anime licenziati da Yamato Video: Magic Kaito 1412 (fino al 3 ottobre), Cinderella Boy (fino al 10 ottobre), Ultimate Otaku Teacher, Burn-up Excess (fino al 30 aprile 2020), Cutie Honey Universe e Il Conte di Montecristo.

Dal 2 febbraio 2020 il canale diventa visibile anche su Sky Italia in modalità FTV alla posizione numero 158.

Dal 29 luglio Paramount Network torna a trasmettere in HD ai canali 27 di Tivùsat (con la versione SD al numero 127) e 158 di Sky Italia[7].

Il 1º luglio 2021 su Tivùsat la versione SD viene eliminata, rimanendo esclusivamente in HD sul satellite.

Il 22 novembre 2021 sul digitale terrestre, il canale è passato al formato MPEG-4 sul digitale terrestre nel mux TIMB 3, mentre nel mux Rete A 1 diventa provvisorio e senza LCN. Un mese dopo, il 22 dicembre seguente, ritorna a trasmettere in MPEG-2 nel mux Rete A 1 mentre la versione del mux TIMB 3 rimane senza LCN.

All'1:00 del 17 gennaio 2022 il canale ha cessato le trasmissioni insieme a Spike in vista del futuro lancio della piattaforma Paramount+; è stato sostituito da un nuovo canale di Mediaset, Twentyseven.[8][9][10]

La raccolta pubblicitaria era affidata a Sky Media.

Gli speaker ufficiali del canale erano i doppiatori Omar Maestroni e Tania De Domenico.

Palinsesto[modifica | modifica wikitesto]

La programmazione del canale era costituita principalmente dai film e dalle serie tv del catalogo Paramount Pictures (rappresentavano oltre il 50% della programmazione), ai quali si aggiungevano i magazine sul mondo del cinema e della tv trasmessi durante la notte e all'inizio della mattina[1].

La prima serata del canale era così organizzata:

Miniserie TV[modifica | modifica wikitesto]

Serie TV[modifica | modifica wikitesto]

Magazine[modifica | modifica wikitesto]

Informazione[modifica | modifica wikitesto]

  • Paramount Network News

Ascolti[modifica | modifica wikitesto]

Share 24h* di Paramount Network[modifica | modifica wikitesto]

* Giorno medio mensile su target individui 4+[12].

Anno Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Media
anno
2016 - - - - - - 1,11% 0,84% 0,83% 0,77% 0,91% 1,09% 0,92%
2017 0,98% 0,89% 0,87% 0,91% 0,97% 1,07% 1,05% 0,88% 0,89% 0,86% 0,90% 1,03% 0,94%
2018 1,02% 0,95% 0,90% 0,93% 0,89% 0,94% 1,03% 0,92% 0,93% 0,83% 0,79% 1,01% 0,92%
2019 0,87% 0,81% 0,83% 0,88% 0,87% 0,91% 0,99% 0,93% 1,00% 0,99% 0,99% 1,24% 0,94%
2020 1,04% 0,93% 0,93% 1,14% 1,21% 1,17% 1,11% 1,08% 1,01% 0,88% 0,83% 1,13% 1,03%
2021 0,94% 0,85% 0,84% 0,91% 0,93% 1,02% 1,01% 0,94% 0,87% 0,83% 0,88% 0,90% 0,91%
2022 0,38% chiuso

Loghi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Hollywood sbarca sulla tv italiana: film e serie tv con Paramount Channel, su repubblica.it, la Repubblica, 23 giugno 2016. URL consultato il 7 marzo 2019.
  2. ^ Paramount Channel in chiaro dal 27 febbraio sul canale 27, su Tom's Hardware. URL consultato il 7 marzo 2019.
  3. ^ Paramount Channel – programmi del 27 Febbraio 2016, su Decoder Digitale, 27 febbraio 2016. URL consultato il 7 marzo 2019.
  4. ^ Paramount Channel: Weekend da Oscar, da A Beautiful Mind ad American Beauty tutti i film da non perdere sul canale 27 del digitale terrestre, su news.mtv.it. URL consultato il 28 febbraio 2016 (archiviato dall'url originale il 27 febbraio 2016).
  5. ^ PARAMOUNT CHANNEL IN HD SU TIVUSAT, su tivusat.tv. URL consultato il 7 marzo 2019.
  6. ^ Paramount Channel diventa... Paramount Network!, su paramountnetwork.it, 27 febbraio 2019. URL consultato il 7 marzo 2019 (archiviato dall'url originale il 19 marzo 2019).
  7. ^ 200730 - TIVUSAT: ARRIVA PARAMOUNT NETWORK HD, NUOVO LOGO PER RADIO ITALIA TREND TV HD - L'ITALIA IN DIGITALE - LA TV DIGITALE TERRESTRE IN ITALIA, su litaliaindigitale.it, 30 luglio 2020. URL consultato il 30 luglio 2020.
  8. ^ Redazione, I canali Viacom Paramount Network e Spike lasciano il digitale terrestre, su Tv Digital Divide, 10 gennaio 2022. URL consultato il 16 gennaio 2022.
  9. ^ Redazione, Paramount Network e Spike si spengono anche su Sky, su Tv Digital Divide, 13 gennaio 2022. URL consultato il 16 gennaio 2022.
  10. ^ Redazione, Mediaset: in arrivo nuovo canale su digitale terrestre, Sky e Tivùsat, su Tv Digital Divide, 15 gennaio 2022. URL consultato il 16 gennaio 2022.
  11. ^ Close Up, su paramountchannel.it.
  12. ^ Dati Auditel, su auditel.it. URL consultato il 20 novembre 2021.