Merlin (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Merlin
Merlin.png
Immagine tratta dalla sigla della serie televisiva
Titolo originale Merlin
Paese Regno Unito
Anno 2008-2012
Formato serie TV
Genere fantastico, drammatico
Stagioni 5
Episodi 65
Durata 45 minuti
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Rapporto 16:9
Risoluzione 576i (st. 1-3)
1080i (st. 4-5)
Colore colore
Audio stereo (st. 1-3)
Dolby Digital 5.1 (st. 4-5)
Crediti
Ideatore Julian Jones, Jake Michie, Johnny Capps, Julian Murphy
Interpreti e personaggi
Voci e personaggi
Doppiatori e personaggi
Musiche Rob Lane, Rohan Stevenson, James Gosling
Produttore esecutivo Julie Gardner, Bethan Jones
Casa di produzione Shine Limited di Elisabeth Murdoch, BBC Drama
Prima visione
Prima TV Regno Unito
Dal 20 settembre 2008
Al 24 dicembre 2012
Rete televisiva BBC One
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal 15 dicembre 2008
Al 26 novembre 2014
Rete televisiva Italia 1 (st. 1-4)
Italia 2 (st. 5)
Prima TV in italiano (pay TV)
Dal 5 luglio 2009
Al 30 aprile 2014
Rete televisiva Joi

Merlin è una serie televisiva inglese prodotta dalla società indipendente Shine Limited di Elisabeth Murdoch, trasmessa da BBC One dal 20 settembre 2008 al 24 dicembre 2012.

La serie racconta le avventure del mago Merlino e di Artù Pendragon in età giovanile, descrivendo il loro primo incontro e l'evoluzione del loro rapporto.

Visto il successo della serie in Gran Bretagna, ben 112 paesi ne hanno acquistato i diritti per la messa in onda, tra cui gli Stati Uniti sul network NBC, la Germania sulla rete RTL, la Francia su Canal Plus, il Sudafrica su Mnet, il Giappone su MICO e anche l'Italia, che ha trasmesso la serie dal 15 dicembre 2008 al 30 aprile 2014 su Italia 1 (st. 1-4) e Joi (st. 5).

La serie è stata girata tra il Galles e il Castello di Pierrefonds in Francia.[1]

Il 26 novembre 2012 la BBC ha confermato, con un annuncio pubblicato a mezzanotte, che la quinta stagione sarebbe stata l'ultima e che sarebbe finita con una "spettacolare conclusione". Lo speciale finale in due parti vede la rivisitazione del finale delle leggende arturiane.[2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

(EN)

« In a land of myth, at the time of magic, the destiny of a great kingdom rests on the shoulders of a young boy. His name: Merlin. »

(IT)

« In una mitica terra, in un'epoca dominata dalla magia, il destino di un grande regno poggia sulle spalle di un giovane [3]. Il suo nome: Merlino. »

(Introduzione della serie televisiva)

Camelot era abitata da maghi, draghi e altre creature mistiche fino a quando il re Uther Pendragon, alla morte della moglie a causa della magia stessa, ne bandisce l'uso. In seguito al dolore della perdita, fa uccidere tutti gli stregoni, le streghe e le creature magiche del regno, tranne Nimueh, Morgause e Morgana.

Merlino, un giovane ragazzo del villaggio di Eldor (al di fuori del regno di Camelot), vive tranquillamente nel suo villaggio senza mai imparare a usare i suoi poteri con incantesimi e parole magiche, essendo tanto potente da usare la magia anche senza formule magiche; un giorno però sua madre lo manda a Camelot affidandolo al saggio medico di corte, Gaius, affinché Merlino riceva uno scopo per i suoi doni durante la vita adempiendo al suo destino, quale che esso sia.

A Camelot Merlino incontrerà il Grande Drago, tenuto prigioniero da Uther Pendragon da vent'anni, il quale gli rivelerà che Merlino ha un grande destino che consiste nel proteggere e servire il principe Artù, cosicché un giorno Artù possa diventare re e fondare il regno di Albion. Spetterà quindi a Merlino il compito di proteggere Artù dai molti nemici di Camelot e del re Uther Pendragon, ma il giovane mago dovrà sempre cercare di tenere nascosti i suoi poteri in quanto Uther ha bandito la magia dal regno e condanna a morte chiunque la possieda, indipendentemente dall'uso che ne faccia.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

La prima stagione è stata trasmessa nel Regno Unito in prima visione assoluta su BBC One dal 20 settembre al 13 dicembre 2008, la seconda dal 19 settembre al 19 dicembre 2009, la terza dall'11 settembre al 4 dicembre 2010, la quarta dal 1º ottobre al 24 dicembre 2011, la quinta dal 6 ottobre al 24 dicembre 2012.

In Italia la prima stagione è andata in onda in prima visione assoluta su Italia 1 dal 15 dicembre 2008 al 20 gennaio 2009, la seconda dal 9 gennaio al 13 febbraio 2010, la terza dal 29 marzo al 14 aprile 2011, la quarta dal 10 settembre al 26 settembre 2012. La quinta e ultima stagione è stata trasmessa in prima visione assoluta su Joi di Mediaset Premium dal 26 marzo al 30 aprile 2014 e in chiaro su Italia 2 dal 22 ottobre al 26 novembre 2014.

Stagione Episodi Prima TV UK Prima TV Italia
Prima stagione 13 2008 2008-2009
Seconda stagione 13 2009 2010
Terza stagione 13 2010 2011
Quarta stagione 13 2011 2012
Quinta stagione 13 2012 2014

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Personaggi di Merlin.

Differenze tra il mito e la serie[modifica | modifica wikitesto]

Logo della serie

Il progetto fantasy presenta varie differenze con la leggenda. Gli autori hanno liberamente modificato la storia, l'aspetto e i caratteri che i personaggi hanno nell'originale ciclo arturiano.

  • Nel telefilm, Merlino è figlio di una contadina e di un Signore dei Draghi (un mago con il potere di controllare i draghi); secondo la leggenda, invece, era figlio di una principessa e di un demonio; l'originale mago Merlino oltretutto è tradizionalmente raffigurato come un vecchio e saggio mago, che consigliò, prima di re Artù, i suoi predecessori, era quindi molto più anziano di Artù, mentre nella serie è di circa un anno più giovane di lui.
  • Se re Artù esistette realmente, allora visse presumibilmente fra il V e il VI sec. d.C., e comunque prima del 927, anno in cui venne proclamato il Regno d'Inghilterra. Secoli più tardi, gli autori dei poemi cavallereschi che raccolsero le storie su di lui le rinarrarono inserendovi temi della loro epoca (il Tardo Medioevo): dame, cavalieri in armatura, giostre e tornei, castelli, che all'epoca di Artù non esistevano. La serie televisiva trae spunto principalmente da questi poemi, gli anacronismi di fondo quindi permangono (ad es. gli interni del castello di Camelot sono del XV secolo).
  • Albion, la terra in cui è ambientata la serie, dovrebbe essere la Gran Bretagna, ma in effetti è raffigurata in modo molto fantasioso, sia dal punto di vista geografico che per quel che riguarda i suoi abitanti (appaiono scenari di lande ghiacciate e deserti, con abitanti di foggia orientale, nonché mostri e creature mitologiche).
  • Nel mito originale, è re Artù che costruisce Camelot e istituisce il sodalizio della Tavola Rotonda, mentre nella serie viene detto che entrambe risalgono a dei re molto più antichi di lui (la Tavola Rotonda viene da lui riesumata in dei sotterranei).
  • Nell'originale ciclo arturiano, Artù era figlio del re Uther e di Igraine, la quale però, all'epoca del concepimento, era già sposata con il duca Gorlois, al quale aveva partorito tre figlie (Morgana, Morgause e Elaine) le quali erano quindi sorellastre di Artù. Morgause, in particolare, era moglie di re Lot di Lothian e Orkney, e i suoi figli (Galvano, Gaheris, Gareth, Agravain e Mordred) erano nipoti di Artù e cavalieri della Tavola Rotonda. La serie televisiva invece riscrive da capo i legami familiari dei personaggi, omettendone qualcuno e inserendone di nuovi: Artù è figlio di Uther e Igraine (che però in questa versione era già sua moglie), Morgause è figlia di lord Gorlois e di sua moglie Vivienne e Morgana figlia naturale di Uther e Vivienne, la regina Igraine inoltre ha due fratelli (ser Tristan e lord Agravaine), mentre invece Galvano e Mordred non sono imparentati fra loro né con nessun altro personaggio che appare nella serie.
  • L'Antica Religione di cui si parla nella serie televisiva allude ai culti e alle credenze della Britannia celtica, che rimasero a lungo nella coscienza popolare, anche dopo l'avvento del cristianesimo. I rituali di magia che praticano i suoi adepti sono però naturalmente delle licenze degli autori della serie. Inoltre nelle leggende originali Nimueh, Morgause e Morgana sono dotate di poteri magici, ma non vengono mai chiamate sacerdotesse.
  • Il maestro che istruì Merlino all'uso delle arti magiche, menzionato in un testo di Geoffrey di Monmouth, si chiama Blaise, non Gaius.
  • Nell'originale ciclo arturiano tutti i cavalieri della Tavola Rotonda erano di nobili origini (inclusi Lancillotto e Perceval, che nella serie televisiva sono popolani, ma anche Tristano, il quale nella serie è un contrabbandiere e non viene mai nominato cavaliere).
  • I druidi erano storicamente una casta di sacerdoti, dotti, artisti e guerrieri della società celtica. Mago Merlino viene talvolta descritto come un druido. Comunque essi non erano una comunità di pacifici uomini e donne che vivevano nelle foreste, come mostrato nella serie, e in nessuna versione del mito originale Mordred era un druido.
  • Nel mito originale Ginevra era la figlia del re Leodegrance di Cameliard, non di un fabbro e non era la serva di Morgana, come detto invece nella serie televisiva. Qualcuno ha anche ritenuto infelice la scelta di attori di colore per interpretare lei e i suoi familiari.
  • Nel mito originale né Uther né Artù Pendragon perseguitavano chi utilizzava la magia, anzi se ne servivano; il mago Merlino, prim'ancora di diventare precettore di Artù (che nella leggenda crebbe come figlio adottivo di un cavaliere e seppe di essere figlio di Uther solo dopo la sua morte), aveva sfruttato i suoi poteri e le sue conoscenze per aiutare Uther e non dovette mai dissimulare la sua natura. La sistematica caccia e i roghi per stregoneria si ebbero parecchio tempo dopo l'epoca di re Artù, nel Tardo Medioevo e nell'Età Moderna.
  • Tradizionalmente, la battaglia nella quale re Artù sconfisse gli invasori sassoni e assicurò alla Britannia un periodo di pace e stabilità è quella del Monte Badon. In quella di Camlann invece, riportata nelle ultime due puntate della serie, affrontò cavalieri e vassalli ribelli, vi trovò la morte, ed essa portò con sé la fine delle speranze di una Britannia forte e unita; negli anni successivi infatti gli Anglosassoni conquistarono il predominio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Merlin makes its home in the Château de Pierrefonds
  2. ^ Merlin to be axed after fifth series ends in December
  3. ^ Dalla quarta stagione young boy (giovane ragazzo) viene sostituito da young man (giovane uomo).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]