Carolina Crescentini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Carolina Crescentini (Roma, 18 aprile 1980) è un'attrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Roma in una famiglia di commercialisti, è cresciuta a Monteverde ed ha conseguito la maturità scientifica presso l'Istituto Massimiliano Massimo, iscrivendosi poi alla Facoltà di Lettere, indirizzo Spettacolo[1]. Dopo aver frequentato dei laboratori teatrali e la scuola di recitazione Teatro Azione, diretta da Isabella Del Bianco e Cristiano Censi, è ammessa al Centro sperimentale di cinematografia, dove si diploma nel novembre del 2006. Inizia la carriera di attrice con piccoli ruoli in teatro, cinema e televisione. Partecipa alla miniserie tv, in onda su Canale 5, Carabinieri - Sotto copertura, regia di Raffaele Mertes, in cui interpreta il ruolo di Carla Vichi[2].

Gira numerosi cortometraggi, tra cui Fib 1477 di Lorenzo Sportiello, presentato alla 63ª Mostra del cinema di Venezia[3], e Thermae di Christian Filippella, in concorso allo Screamfest e proiettato al Grauman's Chinese Theater di Hollywood[4][5].

Esordisce sul grande schermo con il film H2Odio (2006), diretto da Alex Infascelli. Nel 2007 è la protagonista di Notte prima degli esami - Oggi di Fausto Brizzi, in cui interpreta Azzurra, accanto a Nicolas Vaporidis, con il quale, nello stesso anno, recita anche in Cemento armato, opera prima di Marco Martani. Inoltre appare su Rai 1 in un episodio della miniserie tv Provaci ancora profǃ, diretta da Rossella Izzo, e sul canale satellitare Fox di Sky nella sit-com Boris, diretta da Luca Vendruscolo. Sempre nel 2007 Crescentini partecipa al progetto teatrale Dignità Autonome di Prostituzione, nato da un'idea del regista Luciano Melchionna e di Elisabetta Cianchini, che prosegue anche l'anno seguente.

Nel 2008 ritorna sul grande schermo con i film Parlami d'amore, tratto dall'omonimo romanzo di Carla Evangelista e Silvio Muccino che, oltre ad essere sceneggiatore e protagonista del film, debutta come regista, e per il quale la Crescentini riceverà una candidatura come miglior attrice non protagonista ai David di Donatello e I demoni di San Pietroburgo, regia di Giuliano Montaldo. Sul piccolo schermo interpreta nuovamente il ruolo di Corinna Negri nella seconda stagione di Boris[6].

Nello stesso anno è protagonista del videoclip Non c'è contatto, primo singolo estratto dall'album Lunatica composto da Emilio Munda e interpretato da Silvia Mezzanotte. Nel 2009 ritorna nelle sale cinematografiche con tre film: Due partite, regia di Enzo Monteleone, Generazione 1000 euro, regia di Massimo Venier e Oggi sposi, regia di Luca Lucini.

Il 15 giugno 2009 riceve il premio Giuseppe De Santis come migliore attrice emergente dell'anno[7]. Intanto ha posato in maggio per l'edizione italiana di Playboy, apparendo in copertina[8]. Inoltre partecipa al videoclip dei Baustelle Gli spietati. Nel 2011 è impegnata nelle riprese di Ti amo troppo per dirtelo, il terzo film di Marco Ponti, qui anche sceneggiatore. Accanto a lei, Francesco Scianna, Jasmine Trinca, Enrico Bertolino, Valeria Bilello, Germana Pasquero, Davide Silvestri e Fabio Troiano. Il film è ambientato a Torino.

Nel 2018 ha fatto parte della Giuria della sezione "Opera Prima Luigi De Laurentiis" alla 75ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia[9].

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2017 è legata sentimentalmente al cantautore Francesco Motta.[10][11] Il 7 settembre 2019 si sono uniti in matrimonio.[12]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attrice[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Donna Regina, Donna Romita, Donna Albina, regia di Marcello De Archangelis (2002)
  • Suono vivo, regia di Gabriele Ferrando (2003)
  • Ho deciso, regia di Luca Scivoletto (2004)
  • È giusto così, regia di Francesca Olivi (2004)
  • Natura morta, regia di Cristiano Civitillo (2004)
  • Solo, regia di Ivan Silvestrini (2004)
  • Autodistruzione per principianti, regia di Ivan Silvestrini (2004)
  • Thermae 2'40", regia di Christian Filippella (2005)
  • Fib 1477, regia di Lorenzo Sportiello (2006)
  • Mezz'ora non mi basta (2010)
  • Fulmini e Saette, regia di Daniele Lince (2019)

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrice[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Nastri d'argento 2011 - Migliore attrice non protagonista per 20 sigarette e Boris - Il film[13]
  • Ciak d'oro 2011 - Migliore attrice non protagonista per Boris - Il film[14]
  • Nastri d'Argento 2009 - Nomination Miglior attrice non protagonista per Due partite[15]
  • David di Donatello 2008 - Nomination Miglior attrice non protagonista per Parlami d'amore[16]
  • Nastri d'Argento 2008 - Nomination Miglior attrice per Cemento armato[17]

Audiolibri[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chi è Carolina Crescentini, in Chi è...?, 15 febbraio 2018. URL consultato il 4 settembre 2018.
  2. ^ La biografia di Carolina Crescentini è una colonna sonora d'amore (a se stessa), in Marie Claire, 28 maggio 2018. URL consultato il 4 settembre 2018.
  3. ^ 63. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica - Corto Cortissimo, su asac.labiennale.org. URL consultato il 17 ottobre 2018.
  4. ^ Thermae 2'40", su screamfestla.com. URL consultato il 17 ottobre 2018.
  5. ^ "Thermae" di Christian Filippella selezionato allo Screamfest di Los Angeles, su fondazionecsc.it. URL consultato il 17 ottobre 2018.
  6. ^ Carolina Crescentini: Biografia, carriera, film e foto!, in CapelliStyle, 2 gennaio 2017. URL consultato il 4 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 4 settembre 2018).
  7. ^ Premio De Santis a Carolina Crescentini, su news.cinecitta.com. URL consultato il 20 ottobre 2018.
  8. ^ Carolina Crescentini nuda su Playboy, su affaritaliani.it. URL consultato il 20 ottobre 2018.
  9. ^ Carolina Crescentini sbarca a Venezia: è giurata del premio "Luigi De Laurentiis", in Roma. URL consultato il 4 settembre 2018.
  10. ^ Chi è Francesco Motta, il cantante fidanzato di Carolina Crescentini, su dilei.it. URL consultato il 20 ottobre 2018.
  11. ^ Carolina Crescentini: «Insonne (e felice)», su vanityfair.it. URL consultato il 20 ottobre 2018.
  12. ^ Motta e Carolina Crescentini si sono sposati in Toscana: le nozze segrete dopo due anni d’amore, su ilfattoquotidiano.it. URL consultato l'8 settembre 2019.
  13. ^ Moretti sbanca con 6 Nastri d’Argento, su www.tg1.rai.it. URL consultato il 4 settembre 2018.
  14. ^ Cinema/ Ciak d'oro: miglior film Habemus Papam di Nanni Moretti. URL consultato il 4 settembre 2018.
  15. ^ Nomination: Nastri d'Argento 2009 - CinemaItaliano.info, su www.cinemaitaliano.info. URL consultato il 4 settembre 2018.
  16. ^ Mo-Net s.r.l. Milano-Firenze, Premi e nomination di Carolina Crescentini | MYmovies, su www.mymovies.it. URL consultato il 4 settembre 2018.
  17. ^ Nomination: Nastri d'Argento 2008 - CinemaItaliano.info, su www.cinemaitaliano.info. URL consultato il 4 settembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN107575460 · ISNI (EN0000 0001 1945 0712 · LCCN (ENno2009068423 · GND (DE1035577488 · BNF (FRcb162114795 (data) · WorldCat Identities (ENno2009-068423