La spada della verità (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La spada della verità
Legend of the Seeker Logo.png
Immagine tratta dalla sigla originale della serie televisiva
Titolo originaleLegend of the Seeker
PaeseStati Uniti d'America
Anno2008-2010
Formatoserie TV
Generefantasy, avventura
Stagioni2
Episodi44
Durata42 min (episodio)
Lingua originaleinglese
Rapporto16:9
Crediti
IdeatoreKen Biller, Stephen Tolkin
SoggettoTerry Goodkind (romanzi)
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
ProduttoreSam Raimi
Produttore esecutivoSam Raimi, Robert Tapert, Joshua Donen, Ned Nalle, Kenneth Biller
Casa di produzioneABC Studios
Paperboy Productions
Renaissance Pictures
Prima visione
Prima TV originale
Dal1º novembre 2008
Al22 maggio 2010
Rete televisivaSyndication
Prima TV in italiano
Dall'8 dicembre 2009
All'11 gennaio 2011
Rete televisivaSky Uno
Rai 2 (in replica dal 2011 al 2012)
Rai 4 ed altri canali RAI (in replica)
Spike (Italia) (in replica dal 2018 al 2019)

La spada della verità (Legend of the Seeker) è una serie televisiva fantasy che ha esordito il 1º novembre 2008 negli Stati Uniti.[1] Cancellata dopo la fine della seconda stagione, è liberamente tratta dall'omonima saga letteraria dello scrittore Terry Goodkind.

Gli episodi, prodotti da Sam Raimi, sono stati girati in Nuova Zelanda ed hanno per protagonisti il Cercatore della verità Richard Cypher (Craig Horner), la misteriosa Depositaria Kahlan Amnell (Bridget Regan)[2], l'affascinante Mord-Sith Cara Mason (Tabrett Bethell) e il burbero e saggio Mago del Primo Ordine Zeddicus Zu'l Zorander (Bruce Spence).

In Italia è stata trasmessa su Sky Uno dall'8 dicembre 2009 all'11 gennaio 2011, e in chiaro su Rai 2 dal 5 luglio 2011 al 6 settembre 2012. È stata in seguito trasmessa saltuariamente sui canali tematici RAI, in particolare su Rai 4, e su Spike (Italia) tra l'autunno 2018 e la primavera 2019.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La storia si svolge nel mondo immaginario creato dallo scrittore Terry Goodkind. Esso, immerso in un medioevo senza tempo e pieno di magia e creature leggendarie, è diviso in tre regioni: i Territori Occidentali, le Terre Centrali e il D'Hara. I Territori Occidentali, ove all'inizio della serie vivono il protagonista Richard Cypher e il vecchio Zedd, sono separati dalle Terre Centrali da una barriera magica, creata per tenerne fuori i mostri e la magia stessa dell'est. Il D'Hara, la regione più orientale, è un bellicoso impero retto dal crudele mago Darken Rahl.

Prima Stagione[modifica | modifica wikitesto]

La prima stagione della serie televisiva è liberamente basata sul primo episodio della serie di libri: La prima regola del mago.

Il protagonista, la giovane guida dei boschi dei Territori Occidentali Richard Cypher, si imbatte un giorno in un'enigmatica straniera di nome Kahlan Amnell, che l'uomo aiuta a salvarsi da alcuni guerrieri che tentano di ucciderla. La donna, una Depositaria proveniente dalle Terre Centrali, è alla ricerca del "Cercatore della Verità", un leggendario guerriero che, secondo una profezia, salverà il mondo dalle brame di conquista del crudele signore del D'Hara, Darken Rahl. Un vecchio conoscente di Richard, Zedd, rivela di essere il mago Zeddicus Zu'l Zorander, anche lui proveniente dalle Terre Centrali, dichiara che il Cercatore è proprio Richard e lo investe con la magica Spada della Verità. Inizialmente riluttante, Richard accetta la missione e parte assieme a Zedd e Kahlan, coi quali nel corso della serie stringerà un legame molto profondo. Di Kahlan si innamorerà, ma non potrà stare con lei a causa dei poteri innati nella donna, che rischiano di privarlo della volontà. Darken Rahl, conosciuta la profezia, cerca in tutti i modi di scongiurarla, opponendo ai protagonisti schiere di suoi soldati e altri servitori. Intanto cerca di impossessarsi degli Scrigni dell'Orden, per evocare una magia che lo renderebbe il padrone del mondo.

Seconda stagione[modifica | modifica wikitesto]

La seconda stagione è liberamente ispirata al secondo romanzo della serie di Goodkind: La pietra delle lacrime.

Con l'ausilio degli Scrigni dell'Orden Richard, Kahlan e Zedd sono riusciti ad uccidere Darken Rahl. Ma tale potente magia crea uno squarcio nel velo che separa il mondo dei vivi dal mondo sotterraneo. Sulla terra appaiono crepe, dalle quali emergono spiriti e altri mostri degli inferi. Anche molti morti tornano in vita, abbandonandosi a feroci massacri. Sono i baneling, servitori della maligna entità chiamata "Guardiano del mondo sotterraneo", che aspira a sterminare ogni forma di vita. L'unica cosa che potrebbe sigillare lo squarcio è la Pietra delle Lacrime. Richard, Kahlan e Zedd partono quindi alla sua ricerca, trovando una nuova compagna in Cara Mason, una Mord-Sith che, dopo aver aiutato il Cercatore alla fine della scorsa stagione, ora abbandona definitivamente il suo ordine e si vota alla causa del bene.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Sam Raimi si interessò all'adattamento dei romanzi di The Sword of Truth dopo che il suo socio in affari Joshua Donen lo incoraggiò a leggere i libri. Raimi considerò l'adattamento del primo libro in un film o una miniserie in cinque parti, ma in seguito si stabilì la realizzazione di una serie televisiva settimanale dopo aver parlato all'autore dei libri Terry Goodkind. Un programma televisivo settimanale avrebbe infatti permesso di includere la maggior parte delle storie e degli aspetti importanti della serie. Goodkind aveva resistito alla vendita dei diritti dei suoi libri in diverse occasioni prima di incontrare Raimi perché non era sicuro che altri produttori avrebbero mantenuto l'integrità delle sue storie e dei suoi personaggi.[3]

Gli ABC Studios hanno accettato di finanziare il progetto e hanno dato il via libera alla produzione per 22 episodi nel marzo 2008. Inizialmente chiamato Wizard's First Rule (dal titolo del primo libro), lo show è stato rinominato Legend of the Seeker su suggerimento di Goodkind in modo di avere l'opportunità di sviluppare anche gli altri libri sotto lo stesso nome.[4]

La produzione avvenne in Nuova Zelanda mentre lo staff di sceneggiatori aveva sede a Los Angeles, quindi una delle maggiori sfide è stata affrontare le differenze di orario e le problematiche di comunicazione. Le maggiori sfide affrontate dallo staff di scrittura erano di creare episodi autonomi integrando allo stesso tempo le trame e la mitologia create da Terry Goodkind.[5] Come tale, la serie contiene alcune storie tratte dai libri e nuove storie ed eventi creati dagli sceneggiatori, restando comunque fedeli ai personaggi, ai temi e alla storia complessiva dei libri.

Goodkind ha rilasciato un messaggio ai suoi lettori sul suo sito ufficiale prima della produzione dello show, dicendo: "Nessuna serie (o miniserie, o lungometraggio) può seguire esattamente il libro sottostante. Sam Raimi e il suo team vogliono mantenere la serie TV fedele alla mia visione, quindi mi assicurano che sarò coinvolto nella stesura di ciascuno degli episodi". Tuttavia, dopo l'avvio della produzione, Goodkind ha rilasciato un'altra dichiarazione stampa in risposta alle domande postegli dai fan: "Voglio che tutti capiate che gli studi ABC hanno scelto di non consultarmi su attori, sceneggiature o qualsiasi altro aspetto dello spettacolo".

Tribune , il principale gruppo di stazioni televisive che trasmette lo spettacolo, ha deciso di non rinnovare la serie il 4 marzo 2010, ma secondo una dichiarazione di ABC Studios, questo non è stato un fattore decisivo per la sua cancellazione. Dopo un apparente accordo con Syfy fallito, la ABC riferì il 26 aprile che Legend of the Seeker era stato cancellato e non sarebbe tornato per una terza stagione.[6] I fan della serie hanno risposto lanciando una campagna di rinnovo intitolata "Save Our Seeker" e Terry Goodkind ha espresso il suo sostegno per la campagna.[7]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

La serie premiere, che consisteva dei primi due episodi, ha ricevuto recensioni generalmente contrastanti da parte della critica, in particolare fu criticata per non essere "divertente" come Hercules e Xena: (prodotti entrambi da Robert Tapert e Sam Raimi), e di non suscitare abbastanza emozioni.[8] Un'altra lamentela sulla premiere dello show è stata la sua mancanza di caratteristiche distintive e che sembrava "troppo derivato da altre opere" come Star Wars e The Matrix (in questo caso venivano portate ad esempio le scene al rallentatore dei combattimenti).[9]

Legend of the Seeker è stato elogiato per il suo alto valore di produzione e l'uso degli esterni neozelandesi. Sia Robert Lloyd del Los Angeles Times che Steenbergen dell'IGN hanno lodato le esibizioni degli attori principali Craig Horner e Bridget Regan, ma hanno criticato le performance degli attori di supporto.[10]

Nel 2009, la serie ha vinto un Primetime Emmy Award per la colonna musicale. Nel 2010, la serie è stata nominata per un Emmy di musica per il tema principale originale. Nel 2011, la costumista Jane Holland, il cineasta Kevin Riley e il sound designer Chris Burt hanno vinto premi agli Aotearoa Film & Television Awards per il loro eccezionale lavoro su Legend of the Seeker.

Principali differenze con i romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Le due stagioni della serie televisiva riprendono i protagonisti e gli archi narrativi dei primi due romanzi dell'omonima saga letteraria: La prima regola del mago e La pietra delle lacrime. Tuttavia l'adattamento risulta assai libero, discostandosi in molti punti dalla trama originale.

  • La serie riprende molti personaggi ed eventi che appaiono in romanzi di Goodkind successivi ai primi due, come ad esempio Jennsen, che appare per la prima volta in I pilastri della creazione. Altri, come Thaddicus Zorander, sono stati ideati direttamente dagli autori della serie.
  • La serie omette la maggior parte dei particolari più truculenti dei libri. Non si fa ad esempio menzione della pedofilia di Demmin Nass, né dei riti orgiastici celebrati dalle Sorelle dell'Oscurità. Anche i temi di carattere filosofico e socio-politico occupano nei libri uno spazio molto maggiore che nella serie.
  • I protagonisti sono ritratti in maniera abbastanza fedele alle controparti cartacee, fatta eccezione per alcuni tratti fisici. Ad esempio, Kahlan Amnell è descritta con i capelli castani e gli occhi verdi, mentre nella serie ha i capelli neri e gli occhi azzurri.
  • Richard Cypher nei libri è figlio di Tarralyne Zorander e di Darken Rahl, che l'ha violentata; George Cypher l'ha portata con sé nei Territori Occidentali e si è preso cura del bambino dopo la morte di lei. Nella serie invece Tarralyne ha avuto il figlio da Panis Rahl, padre di Darken Rahl, ed è ancora viva all'inizio della storia, mentre Richard è stato portato nei Territori Occidentali da Zedd e affidato da lui a George Cypher e sua moglie Mary.
  • George Cypher, che nella serie è un ignaro contadino, nei libri è un eroe, avendo sottratto il Libro delle Ombre Importanti alle mire di Darken Rahl e avendolo poi fatto imparare a memoria a Richard prima di darlo alle fiamme, per evitare che cada in mani sbagliate, ed è lo stesso Darken Rahl che lo uccide e divina sulle sue viscere, poco prima dell'inizio della storia.
  • Nella serie gran parte degli eventi sono determinati da profezie che animano la lotta dei personaggi. Nei libri esse hanno un ruolo molto differente: vengono enunciate da maghi profeti, studiate ed interpretate minuziosamente da esperti e tenute segrete a causa della loro pericolosità. Lo stesso Cercatore di solito non conosce quelle che lo riguardano.
  • Nelle serie si dice che il Cercatore della Verità debba necessariamente essere accompagnato da un mago e da una Depositaria. Nei libri ciò non è scontato ed è per scelta spontanea che Zedd e Kahlan si votano al sostegno di Richard.
  • Nel libro Kahlan Amnell è fin dalla sua prima apparizione la Madre Depositaria, nonché l'ultima Depositaria rimasta in vita; è figlia di Wyborn Amnell, re di Galea, e sorellastra per parte sua di due principi, mentre Dennee è sua sorella in senso affettivo. Nella serie televisiva invece Dennee è sua sorella di sangue e appaiono sia lei che il padre di Kahlan, qui un semplice soldato d'hariano, mentre all'inizio dei libri entrambi sono già morti.
  • La Confessione nei libri si protrae anche dopo la morte della Depositaria che l'ha attuata. Inoltre non è necessario toccare il collo della vittima per confessarla, basta un punto qualunque del corpo, anche se coperto.
  • La magia nei libri opera secondo dinamiche molto più complesse di quanto mostrato nella serie. Ad esempio, per evocare la magia dell'Orden non basta riunire i tre Scrigni, il rito necessario è invece estremamente lungo e articolato e basta un minimo errore per provocare conseguenze devastanti, quali spalancare le porte del mondo sotterraneo.
  • In gran parte delle puntate della serie Richard e i suoi amici affrontano feroci lotte contro i soldati del D'Hara, supportando una resistenza organizzata nelle Terre Centrali. Nei libri invece le Terre Centrali (e in parte anche i Territori Occidentali) si sottomettono spontaneamente a Darken Rahl, che si presenta non come un conquistatore, bensì come un portatore di benessere e giustizia e si fa prestare un vero e proprio culto.
  • Nella serie Darken Rahl teme una profezia che lo vuole abbattuto dal Cercatore e, pur di scongiurarla, fa sterminare i bambini del paese natale di Richard, Brennidon. Nei libri ciò non avviene, perché egli non ha nessuna ragione di temere il Cercatore, essendo, grazie ai suoi poteri magici, praticamente inattaccabile.
  • Giller, l'ultimo mago del Consiglio delle Terre Centrali oltre a Zedd, nella serie è passato al servizio di Darken Rahl, nei libri invece a quello della regina Milena, peraltro al fine segreto di proteggere uno degli Scrigni dell'Orden, non per avidità.
  • Denna nei libri è integralmente plagiata dal suo tragico passato e dal crudele addestramento a Mord-Sith, per cui non prende mai neppure in considerazione di tradire Darken Rahl e ottenere il potere per sé.
  • Jennsen Rahl nella serie condivide entrambi i genitori di Richard, cioè Tarralyne Zorander e Panis Rahl. Nei libri invece è figlia di Darken Rahl e di una madre diversa da quella di Richard. Inoltre il suo essere "completamente priva del Dono" non è una caratteristica sua esclusiva.
  • L'intera seconda stagione della serie ruota attorno alla ricerca della Pietra delle Lacrime. Nel secondo romanzo essa invece viene scoperta già nel primo capitolo da Zedd, che la farà recapitare a Richard da Rachel.
  • I baneling nella serie sono dei morti viventi, rispediti sulla terra dal Guardiano con una insaziabile "fame" di uccidere, che li distrugge se essi non la appagano. Nei libri sono genericamente le persone che servono il Guardiano del mondo sotterraneo.
  • Cara Mason, che dall'ultima puntata della prima stagione in avanti diventa una comprimaria, nel secondo libro appare solo marginalmente. Non è lei inoltre ad avere ucciso Dennee.
  • Nicci, una dei principali antagonisti della seconda stagione, nel secondo romanzo è un personaggio piuttosto secondario. La mente delle Sorelle dell'Oscurità si chiama Ulicia e quella che tenta (invano) di sottrarre i poteri a Richard si chiama Liliana.
  • I trascorsi amichevoli tra Panis Rahl e Zedd, raccontati nella seconda stagione nella puntata Vendetta, sono del tutto assenti nei libri, ove i due sono sempre stati nemici e il mago ha eretto i confini magici tra le terre per fermare la sete di conquiste del brutale signore del D'Hara, finito ucciso proprio dal fuoco magico di Zedd.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia (Sky Uno) replica (canali Rai e Spike Italia)
Prima stagione 22 2008-2009 2009-2010 2011-2019
Seconda stagione 2009-2010 2010-2011

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Personaggi de La spada della verità.
  • Richard Cypher (stagioni 1-2), interpretato da Craig Horner.
    Il protagonista della serie. All'inizio è una giovane guida dei boschi dei Territori Occidentali, cresciuto come figlio dei contadini George e Mary Cypher. Una profezia però dichiara che lui è il Cercatore, una figura leggendaria che ha il compito di riportare la pace nel mondo, sconfiggendo il malvagio signore del D'Hara Darken Rahl. Edotto sulla sua missione dalla Depositaria Kahlan Amnell e dal vecchio mago Zedd, accetta la Spada della Verità e il suo destino.
  • Kahlan Amnell (stagioni 1-2), interpretata da Bridget Regan.
    La coprotagonista. È una Depositaria, che varca il confine stregato tra le Terre Centrali e i Territori Occidentali, alla ricerca del Primo Mago Zeddicus Zu'l Zorander. Nel giovane Richard Cypher, che la aiuta contro gli assassini che la braccano su ordine di Darken Rahl, trova il Cercatore, che secondo una profezia salverà il mondo da Rahl, e si pone al suo servizio.
  • Zeddicus Zu'l Zorander (stagioni 1-2), interpretato da Bruce Spence.
    È un mago del Primo Ordine, o Primo Mago. Originario delle Terre Centrali, è fuggito a Hartland, nei Territori Occidentali, dove fino all'inizio della serie vive facendosi passare per un vecchio stravagante. Quando viene trovato dalla Depositaria Kahlan Amnell, nomina come Cercatore Richard Cypher e lo accompagna e aiuta nella sua missione.
  • Cara Mason (stagione 2, guest 1), interpretata da Tabrett Bethell.
    È una delle Mord-Sith più audaci e forti. Appare per la prima volta alla fine della prima stagione, aiutando il suo signore, Darken Rahl, a sconfiggere il Cercatore. Nella seconda stagione tenta in un primo momento di impossessarsi del potere nel D'Hara, ma in un secondo momento, dopo aver scoperto delle verità sul suo passato, si pente e abbandona il suo ordine, ponendosi al servizio del Cercatore.
  • Darken Rahl (ricorrente stagioni 1-2), interpretato da Craig Parker.
    È l'antagonista principale della serie. Potente mago e crudele sovrano dell'impero del D'Hara, fa invadere le Terre Centrali, cercando frattanto di impadronirsi degli Scrigni dell'Orden, che gli garantirebbero il potere supremo. Nella seconda stagione viene rivelato che egli agisce come agente del Guardiano del mondo sotterraneo.

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

  • Dell Brandstone, detto Chase, (guest stagione 1), interpretato da Jay Laga'aia.
    È un caro amico di Richard. il guardiacaccia e capitano delle guardie delle Terre dell'Ovest. È sposato e ha tre figli.
  • Michael Cypher (guest stagione 1), interpretato da David de Lautour.
    È il fratellastro di Richard.
  • Jennsen Rahl (guest stagione 1-2), interpretata da Brooke Williams.
    È la sorella minore di Richard e di Darken Rahl, nata con la caratteristica unica al mondo di essere immune a qualsiasi forma di magia.
  • Denna (guest stagione 1-2), interpretata da Jessica Marais.
    È una spietata Mord-Sith, incaricata da Darken Rahl a catturare il Cercatore e spezzarne la volontà. Fallita nell'intento, cerca di assurgere lei stessa al potere, tradendo il suo signore.
  • Shota (ricorrente stagione 1- guest 2), interpretata da Danielle Cormack.
    È una strega molto potente in grado di prevedere il futuro e lanciare maledizioni. Vive nel pozzo di Agaden.
  • Verna Sauventreen (ricorrente stagione 2), interpretata da Alison Bruce.
    È una delle Sorelle della Luce, incaricata dal suo ordine di trovare Richard Cypher per addestrarlo a mago. Se in un primo momento ubbidisce alle istruzioni della Matriarca, successivamente ne mette in dubbio l'onestà e aiuta il Cercatore a fuggire.
  • Annalina Aldurren (ricorrente stagione 2), interpretata da Elizabeth Hawthorne.
    È la matriarca dell'ordine delle Sorelle della Luce, con sede il Palazzo dei Profeti. Un'anziana incantatrice, per devozione al Creatore tenta di imprigionare con l'inganno Richard, temendo una profezia che sostiene che egli consegnerà la Pietra delle Lacrime al Guardiano del mondo sotterraneo.
  • Nicci (ricorrente stagione 2), interpretata da Jolene Blalock e in seguito da Emily Foxler.
    È la leader delle Sorella dell'Oscurità. Riesce a convincere Richard a cederle il suo Han, utilizzandolo poi per affrontare a più riprese i protagonisti, mentre tenta di portare alla vittoria il Guardiano del mondo sotterraneo. In un secondo momento abbandona questa via, decidendo di utilizzare il proprio potere per fini personali.
  • Sorella Marianna (ricorrente stagione 2), interpretata da Elizabeth Blackmore.
    È la leader delle Sorelle dell'Oscurità dopo la defezione di Nicci.
  • Dennee Amnell (guest stagione 1-2), interpretata da Tania Nolan.
    È una Depositaria e sorella minore di Kahlan.
  • Thaddicus Zorander (guest stagioni 1-2), interpretato da Jon Brazier.
    È il fratello di Zedd; al contrario del fratello, è privo di magia per le leggi della loro famiglia il cui sangue magico salta delle generazioni.
  • Demmin Nass (ricorrente stagione 1- guest stagione 2), interpretato da Renato Bartolomei.
    È un generale d'hariano, braccio destro di Darken Rahl.
  • Egremont (ricorrente stagione 1- guest stagione 2), interpretato da Kevin J. Wilson.
    È il più fidato tra i generali d'hariani di Darken Rahl.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Debutta a novembre la Spada della Verità
  2. ^ Trovati i protagonisti per la serie tv tratta dalla Spada della Verità su fantasymagazine.it
  3. ^ Sam Raimi, Bridget Regan, Craig Horner | Interviews | SCI FI Weekly, su scifi.com, 6 novembre 2008. URL consultato il 5 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 6 novembre 2008).
  4. ^ (EN) Travis Fickett, SDCC 08: Wizard's First Rule First Look, su IGN, 24 luglio 2008. URL consultato il 5 settembre 2018.
  5. ^ (EN) Popular Fantasy Books Inspire Sam Raimi's New TV 'Legend', in Newsarama. URL consultato il 5 settembre 2018.
  6. ^ (EN) Exclusive: 'Legend of the Seeker' canceled, in EW.com. URL consultato il 5 settembre 2018.
  7. ^ (EN) Legend of the Seeker Star Wanted Her Character "To Have Good Times" | TV Guide, in TVGuide.com, 21 maggio 2010. URL consultato il 5 settembre 2018.
  8. ^ 'Legend of the Seeker' -- Newsday.com, su newsday.com, 6 dicembre 2008. URL consultato il 5 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 6 dicembre 2008).
  9. ^ 'Legend of the Seeker' review - From Inside the Box - Zap2it, su blog.zap2it.com, 5 dicembre 2008. URL consultato il 5 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 5 dicembre 2008).
  10. ^ (EN) Diana Steenbergen, Legend of the Seeker: "Prophecy/Destiny" Review, su IGN, 3 novembre 2008. URL consultato il 5 settembre 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]