L'impero degli indifesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: La spada della verità.

L'impero degli indifesi
Titolo originale Naked Empire
Autore Terry Goodkind
1ª ed. originale 2003
1ª ed. italiana 2005
Genere romanzo
Sottogenere Sword and sorcery
Lingua originale inglese
Protagonisti Richard Rahl
Coprotagonisti Kahlan Amnell
Antagonisti Ordine Imperiale
Serie La spada della verità
Preceduto da I pilastri della creazione
Seguito da La catena di fuoco

L'impero degli indifesi, Naked Empire in originale, è l'ottavo volume della serie fantasy epico de La spada della verità, pubblicata da Fanucci, dello scrittore statunitense Terry Goodkind; è anche il quarto libro della saga uscito in volume unico anche in Italia. Nell'edizione economica è uscito col titolo La Spada della Verità - Volume 8.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Richard e le persone assieme a lui sono nel Vecchio Mondo, ma il viaggio viene interrotto dal mago Nicholas. Egli è capace di rapire l'anima delle persone e sfruttarle per impossessarsi del corpo degli animali. Inoltre la situazione è aggravata anche dall'avvelenamento di Richard da parte di Owen, uno membro del popolo di Bandakar.

Lo scopo di Owen era costringerlo ad aiutarlo nella difesa del suo territorio. Richard riesce così ad apprendere molte cose riguardo ai Bandakar, come per esempio che sono tutti simili a sua sorella Jensenn, ovvero persone totalmente prive di magia. Essi sono tutti discendenti della casata dei Rahl e sono stati confinati in quella zona del Vecchio Mondo perché con la loro presenza avrebbero pregiudicato l'esistenza stessa della magia nel mondo. Fu il mago Kaja-Rang a confinarli e loro ne conservano un enorme statua di pietra che reca scritta l'Ottava regola del mago. Arrivano anche la priora Ann e Nathan per aiutarlo ed insieme a loro, ed ai ribelli tra i Bandakar, Richard sconfigge i soldati dell'Ordine Imperiale lì presenti.

Uccide con un abile inganno anche Nicholas, visto che l'antidoto è andato distrutto riesce a crearsene uno autonomamente. Intanto il nonno Zedd ed Adie sono stati catturati al Mastio del Mago e vengono sfruttati per studiare e catalogare le potenti magie presenti nella dimora ancestrale dei maghi. Tra di esse Zedd ne trova una che utilizza per fuggire assieme al capitano Zimmer dell'esercito D'hariano. Una volta liberi dal pericolo si dividono in due gruppi, uno formato da Adie e gli uomini di Zimmer che liberano i prigionieri dell'Ordine Imperiale, l'altro formato da Chase, Rachel e Zedd che si riprendono il Mastio.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Ottava regola del mago[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Regole del mago.

In questo volume scopriamo l'Ottava Regola del Mago:

« La vittoria dev'essere meritata. »

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Terry Goodkind, L'impero degli indifesi, traduzione di Nicola Gianni, I ed., Fanucci, 2005, pp. 543, cap. 67.
  • La spada della verità - Volume 8, Fanucci Tif Extra, 2 ed., 2011, Cap. 66, pp. 544

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Fantasy Portale Fantasy: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Fantasy