Personaggi de La spada della verità

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: La spada della verità.

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Richard Rahl[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Richard Rahl.

Cresciuto nei Territori dell'Ovest come Richard Cypher, all'inizio è una guida dei boschi, ma poi il Primo Mago Zeddicus Zul'Zorander e la Depositaria Kahlan Amnell gli rivelano che lui è il Cercatore destinato a impugnare la leggendaria spada della Verità e sconfiggere il tiranno Darken Rahl. Mentre nei romanzi sono padre e figlio, nella serie televisiva sono fratelli.

Kahlan Amnell[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Kahlan Amnell.

È una Depositaria e s'innamora di Richard. Nella serie televisiva, dopo la morte della madre lei e sua sorella sono state adottate dalle Sorelle della Luce.

Zeddicus Zul'Zorander[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Zeddicus Zu'l Zorander.

È l'ultimo mago del Primo Ordine rimasto in vita, nonché Primo Mago, e come tale è molto potente. È il nonno materno di Richard, anche se il ragazzo lo scopre solo in seguito, e colui che lo ha affidato a George e Mary Chyper affinché fosse cresciuto lontano da Darken Rahl.

Darken Rahl[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Darken Rahl.

È il sovrano del D'Hara e colui che minaccia le Terre Centrali. È un mago potente che si avvale dell'aiuto del Guardiano per utilizzare la magia Detrattiva, prerogativa del mondo dei morti. Nella prima stagione dà la caccia alle Depositarie e agli scrigni dell'Orden, mentre nella seconda stagione, una volta ucciso da Richard, si mette al servizio del Guardiano, venendo poi riportato in vita da Cara perché è l'unico a sapere dove sia nascosta la pietra delle Lacrime. Nei romanzi è il padre di Richard, mentre nella serie televisiva è suo fratello maggiore.

Cara[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Cara (personaggio).

È una Mord-Sith, una delle letali guerriere al servizio di Lord Rahl. Nella prima stagione è al servizio di Darken Rahl, ma poi si ribella e nella seconda stagione serve Richard.

Imperatore Jagang[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Imperatore Jagang.

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

Shota[modifica | modifica wikitesto]

Shota è una strega che vive nel pozzo di Agaden. Nell'omonima serie televisiva è interpretata da Danielle Cormack.

Nei romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Shota è una potente strega temuta anche dai maghi, che vive in un castello nel Pozzo di Agaden e ha il potere di mutare forma. Mentre il territorio del Pozzo è impervio e frequentato da strane creature oscure, la zona del castello è una splendita vallata in perenne primavera. Con lei vive Samuel, precedente Cercatore, caduto vittima della maledizione che distrugge il corpo e la mente di tutti i Cercatori che non sono stati in grado di risvegliare il "Potere della Lama Bianca" della Spada della Verità. I maghi la temono poiché come tutte le streghe ha il potere di vedere il futuro, cosa che durante il combattimento permette alle streghe di sapere in anticipo quale incantesimo userà l'avversario e sarà quindi in grado di rivolgerglielo contro Shota riceve la visita di Richard Rahl e Kahlan Amnell, venuti a chiederle dov'è nascosto il terzo scrigno dell'Orden. Mentre i due attraversano il Pozzo di Agaden, Kahlan viene rapita dalla strega, che la intrappola con dei serpenti e prende l'aspetto dalla madre di Richard. Per mettere alla prova il Cercatore, la strega materializza un'illusione di Zedd, che l'attacca con il fuoco magico: proteggendo Shota con la spada, Richard dimostra di aver superato la prova e in cambio esprime il desiderio che Kahlan sia liberata, nonostante Shota lo avverta che la Depositaria e Zedd cercheranno di ucciderlo. La strega rivela poi loro che lo scrigno dell'Orden è nelle mani della regina Milena di Tamarang[1]. Dopo la sconfitta di Darken Rahl, Shota raggiunge Richard e Kahlan al villaggio del popolo del Fango e li avverte che il velo che separa il mondo dei viventi dal Mondo Sotterraneo è stato lacerato. La donna si dimostra furiosa quando scopre che i due vogliono sposarsi perché ha visto che la coppia avrà un figlio maschio con i poteri di entrambi: promette così di uccidere il bambino per fare in modo che i tempi oscuri dei Depositari non tornino mai più; Shota rivela anche a Richard che è il figlio di Darken Rahl e che Zedd è suo nonno[2]. Durante la battaglia contro l'imperatore Jagang e l'Ordine Imperiale, la strega vede nel futuro che, per entrare nel Tempio dei Venti e salvare così tutto il mondo dalla peste, Richard e Kahlan dovranno unirsi in matrimonio con altre persone e, essendole data la facoltà di scegliere la sposa di Richard, attira al Pozzo di Agaden Nadine, una ragazza proveniente dallo stesso villaggio del Cercatore, e la manda ad Aydindril per diventarne la moglie[3]: Shota spiega tutto questo a Kahlan quando la Depositaria si reca da lei in cerca di spiegazioni. Terminata l'epidemia, raggiunge Richard e Kahlan al villaggio del popolo del Fango, dove si sono appena sposati, per fare loro le congratulazioni: qui consegna a Kahlan una catenella d'oro con una pietra nera che consente a chi la indossa di non rimanere incinta[4]. Quasi due anni dopo Shota riceve una visita da Richard quando il ragazzo si ritrova a essere l'unico ad avere memoria di Kahlan. Non sapendo dove sia sua moglie, Richard chiede aiuto a Shota, ma neanche lei ricorda la donna: la strega, però, gli fornisce delle informazioni riguardo a una bestia di sangue creata dalle Sorelle dell'Oscurità per conto di Jagang con lo scopo di uccidere il Cercatore. Per proteggerlo dalla bestia Shota chiede a Richard di restare per sempre al Pozzo, ma lui rifiuta. In cambio della Spada della Verità, la strega gli rivela allora alcune cose che ha visto nel fluire del tempo e che potrebbero aiutarlo a trovare Kahlan: in particolare, deve scoprire che cos'è la Catena di fuoco, che si rivela infine essere un incantesimo che cancella dal mondo qualsiasi traccia di una persona[5]. Intanto, Shota segue Samuel che, dopo aver ottenuto la Spada della Verità tutta per sé, è scappato: la donna sospetta che il suo famiglio sia vittima dell'influenza di una strega del Vecchio Mondo, Sei. Decisa a far capire a Richard che deve guidare il suo esercito contro l'Ordine Imperiale, si reca in Galea e recupera la veggente Jebra Bevinvier, catturata durante l'invasione di Ebinissia, portandola con sé al Mastio per raccontare al Cercatore tutte le cose terribili compiute dall'Ordine sulla popolazione. Richard, alla fine, capisce che deve prendere una decisione in merito all'Ordine: apparendo a lui con le sembianze della madre, Shota gli rivela che tremila anni prima Baraccus, il Primo Mago ai tempi della grande guerra, andò nel Tempio dei Venti, confinato nel Mondo Sotterraneo, per liberare la magia Detrattiva lì sigillata e fare in modo che in futuro nascesse un altro mago guerriero. Baraccus compì quel gesto perché Lothain, il capo accusatore della corte dei maghi, era una spia del Vecchio Mondo convinta che la magia andasse estirpata e per questo aveva liberato dal Mondo Sotterraneo il potere di un tiranno dei sogni che potesse distruggere la magia: di conseguenza, Richard è il naturale contrappeso alla minaccia di Jagang, l'unico a poterlo fermare. Shota informa inoltre Richard che Baraccus gli ha lasciato il libro "Segreti del potere di un mago guerriero" per aiutarlo[6]. Dopo aver ucciso Sei prendendo le sembianze della madre della strega, colei che la donna teme di più, Shota si ritira nel Pozzo di Agaden[7].

Nella serie televisiva[modifica | modifica wikitesto]

Shota ha una visione che le mostra la morte di Richard a Khelabra nel giro di tre giorni e, presentandosi al Cercatore nei panni di una vecchia, cerca di dissuaderlo. Quando il ragazzo, però, non l'ascolta, Shota compie un incantesimo che scambia l'aspetto di Richard con quello di un giovane in procinto di sposarsi. Riacquistato il suo aspetto originario, Richard continua il suo viaggio con Kahlan e Zedd, ma incontrano Shota, che dice a Richard che, secondo le profezie, lui verrà tradito dalla persona della quale si fida di più, colei che veste di bianco, cioè Kahlan[8]. Tempo dopo, il sovrano di uno dei regni che si oppongono a Darken Rahl chiede a Shota di dargli il potere di proteggere il suo regno e la strega, interessata a sconfiggere Rahl perché non vuole essere dominata da lui, fa in modo che ogni notte il re si trasformi in un ferocissimo mostro che uccida i soldati nemici. Una volta sconfitti i D'Hariani, però, la maledizione non scompare e, nonostante le preghiere che le vengono rivolte, Shota si rifiuta di rimuoverla perché, se lo facesse, il regno verrebbe presto conquistato. Richard è così costretto a uccidere il re, ma il mostro si presenta nuovamente e Shota rivela a Zedd che a essere maledetto è lo scettro reale; gli mostra inoltre una visione dalla quale il mago scopre che esiste una seconda copia del libro delle ombre importanti[9]. Riuniti gli scrigni dell'Orden, Richard li attiva, facendosi contemporaneamente confessare da Kahlan; l'intervento di Darken Rahl e di Cara, però, interrompe il rituale e provoca la scomparsa del Cercatore. Catturata da Darken Rahl e senza poteri a causa del Rada Han, Shota incontra Kahlan, anch'essa prigioniera, nelle segrete del Palazzo del Popolo e le rivela che Richard non è morto come pensa, ma è finito cinquantotto anni nel futuro e che, per tornare indietro, deve ricreare le stesse condizioni che gli hanno fatto fare un viaggio nel tempo: deve cioè unire la magia dell'Orden, il tocco di una Depositaria e il potere dell'Agiel di una Mord Sith[10]. Dopo la sconfitta di Darken Rahl, Shota raggiunge Zedd mentre il mago si sta recando ad Aydindril e gli dice che, secondo una profezia, Richard non riuscirà a sconfiggere il Guardiano. Lo esorta quindi a nominare un nuovo Cercatore e, di fronte alle rimostranze di Zedd, gli fornisce tre segni futuri che gli dimostreranno che ha detto la verità[11]. Un mese dopo, Shota fa perdere a Zedd la memoria con un incantesimo per convincerlo a nominare un nuovo Cercatore che lei ha già trovato e ridona al mago la sua giovinezza. Gli fa poi credere che Richard e Kahlan lo abbiamo aggredito per impedirgli di nominare un nuovo Cercatore e gli fa usare la magia per recuperare la spada della verità e la bussola per trovare la pietra delle lacrime, indispensabile per fermare il Guardiano. Zedd, però, decide di non ascoltarla e se ne va, nominandosi nuovo Cercatore; Shota avverte così Richard e Kahlan dell'accaduto, e infine annulla l'incantesimo[12]. Quando Richard viene portato al Palazzo dei Profeti dalle Sorelle della Luce per diventare mago e c'è quindi bisogno di un nuovo Cercatore, Shota mostra a Zedd il candidato che ha trovato, un uomo di nome Leo[13].

Denna[modifica | modifica wikitesto]

Denna è un personaggio secondario. Denna è una Mord-Sith, e come tale è una guerriera molto potente che impugna l'Agiel, strumento in grado di provocare dolori inimmaginabili a chiunque la tocchi, e che solo le Mord-Sith e Lord Rahl possono sopportare. La magia delle Agiel trae il suo potere dal legame delle Mord-Sith con la stirpe dei Rahl e per questo la loro magia funziona solo se nel mondo c'è almeno una persona ancora viva col sangue della famiglia reale. Oltre alle armi, come tutte le Mord-Sith Denna ha anche alcuni poteri magici, i più comuni sono la capacità di respingere qualunque incantesimo usato contro di lei, e l'Alito di Vita, con il quale può riportare in vita le persone. Questo potere funziona solo se il cadavere è ancora caldo, non ci sono ferite fisiche irreparabili, oppure organi vitali assenti. Sia nella serie letteraria che televisiva, Denna è la migliore nel campo di piegare e assoggettare la volontà delle persone alla propria tramite la tortura: per questo fu scelta da Darken Rahl per torturare Richard; tuttavia non ci riesce in entrambe le serie; nei libri perché si innamora di Richard riscoprendo la sua umanità a lungo perduta, nella serie TV perché sottovaluta il legame profondo tra il Cercatore e Kahlan.

Nei romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Denna è la migliore delle Mord-Sith e la preferita di Darken Rahl; fu lei a uccidere la madre di Richard. È molto impulsiva. Nel primo volume cattura Richard con l'intento di spezzarne la volontà e trascorre numerose settimane torturandolo, senza però capire come possa lui perdonarla per quello che lo costringe a subire. Il comportamento del Cercatore la porta ad innamorarsi di lui. È grazie a lei che Richard impara a rendere bianca la lama della Spada della Verità, quando la uccide in un atto d'amore, per poterla liberare dal controllo di Rahl. Denna gli regala la sua Agiel prima di spirare, come pegno d'amore. La donna torna brevemente come fantasma durante una seduta spiritica del Popolo del Fango, prendendo su di sé il marchio del Guardiano che Darken Rahl ha lasciato sul petto di Richard. Come conseguenza, è costretta a soffrire per l'eternità a causa del Guardiano, il quale, però, disgustato dal suo gesto, la rifiuta, permettendole di unirsi agli spiriti buoni. Mentre Richard e Kahlan sono separati, Denna crea una piega nel tempo per farli brevemente incontrare. Dopo l'entrata del Cercatore nel Tempio dei Venti, lo spirito di Denna lo visita, convincendolo a tornare nel mondo dei viventi, costringendolo a ricordare le emozioni provate quando lei lo torturava, tenendolo sotto il proprio controllo. L'ultima apparizione della donna è in Scontro finale, nel Giardino della Vita, dove Richard la evoca per averla come guida nel suo viaggio nel Mondo Sotterraneo.

Nella serie televisiva[modifica | modifica wikitesto]

Denna è molto forte e furba, un genio militare e una calcolatrice astuta. Sa maneggiare alla perfezione l'Agiel ed in combattimento è in grado di eguagliare e addirittura quasi sopraffare sia Richard, che Kahlan e Cara (sebbene quest'ultima sia avvantaggiata con due Agiel). Nella prima stagione, le viene ordinato di catturare Richard e di spezzare la sua volontà, ma alla fine il Cercatore le insegna cos'è l'amore, perdonandola per tutto il male che gli ha inflitto e uccidendola con la spada per salvare la vita di Kahlan. A causa del suo fallimento, Denna viene resuscitata dalla sua compagna Costia per poi venir torturata per molto tempo da Darken Rahl in persona, che le ordina di recuperare il terzo scrigno dell'Orden servendosi delle capacità di una ragazza speciale completamente priva del dono della magia: la ragazza si rivela essere Jennsen, la sorellastra di Richard e Darken. Per costringere Jennsen a collaborare, cattura sua madre, che è anche la madre di Richard, e per obbligare quest'ultimo a obbedirle uccide la donna. Poi Denna cerca di impossessarsi del potere dell'Orden per sè, ma Richard lo ottiene prima di lei e, dopo aver cercato di ucciderla costringendo Kahlan, le intima di fuggire sia da lui che da Darken Rahl e di non farsi più rivedere. Denna compare poi nella seconda stagione, dove è diventata la padrona di un bordello. Qui, in seguito, uccide Richard e trasferisce l'anima di un generale da lei piegato nel suo corpo per diventare imperatrice del D'Hara, ma viene sconfitta in combattimento da Cara e il Cercatore ritorna nel suo corpo. Poi tramite la bussola della Pietra delle Lacrime che aveva rubato, rapisce Zedd con lo scopo di addestrarlo e usare i suoi poteri per ottenere tutto quello che vuole, ma nel momento in cui il mago sta per riuscire a riportarla sulla retta via, viene colpita da Cara con una freccia, morendo e cadendo poi in un burrone.

Chase Brandstone (guest stagione 1)[modifica | modifica wikitesto]

È un amico di Richard e uno dei custodi del confine che separa i Territori dell'Ovest dalle Terre Centrali.

Thaddicus Zorander (guest stagione 1-2)[modifica | modifica wikitesto]

Il fratello di Zedd, non è dotato di magia e si mette spesso nei guai. Nella prima stagione Zedd va da lui per avere una chiave dove nascondere gli scrigni dell'Orden. Nella seconda stagione incomincia a vendere, insieme con Sebastian, una pozione che fa sparire l'effetto Baneling.

Sebastian (guest stagione 1-2)[modifica | modifica wikitesto]

È un cartografo che nella prima stagione incomincia a vendere mappe magiche che permettono di rintracciare il Cercatore. Nella seconda stagione incomincia a vendere, insieme con il fratello di Zedd, una pozione che fa sparire l'effetto Baneling.

Jennsen Rahl[modifica | modifica wikitesto]

Jennsen Rahl. Nella serie televisiva è interpretata dall'attrice Brooke Williams.

Nei romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Il personaggio di Jennsen è stato accennato nel romanzo Il tempio dei venti, dove Drefan rivela a Richard di avere una sorellastra di nome "Lindie" (questo fu, infatti, il cognome utilizzato dalla ragazza per qualche tempo), ed è stato successivamente introdotto in I pilastri della creazione.

Jennsen è la sorellastra di Richard Rahl e ha vissuto tranquillamente grazie ad un incantesimo che faceva credere a chi le stava intorno che fosse sempre una neonata. All'età di sei anni, Darken Rahl scoprì e annullò la magia, costringendo la bambina a iniziare una vita in fuga insieme con la madre, sapendo che, in caso di cattura, sarebbe stata torturata e uccisa. Dopo un lungo peregrinare, le due donne si stabilirono in una casetta isolata nella foresta vicino a Briarton, nel D'Hara, dove assunsero il cognome fittizio di Daggett.

Due anni dopo, mentre torna dal lago con dei pesci appena pescati, Jennsen trova un soldato D'Hariano morto, che seppellisce grazie all'aiuto di Sebastian, un viaggiatore di passaggio poco più grande di lei che le dice di essere lo stratega dell'Ordine Imperiale, al servizio dell'Imperatore Jagang. Il ragazzo sta male, così Jennsen e la madre lo accolgono in casa loro: da Sebastian apprendono che Darken Rahl è morto ed è stato sostituito da Richard, suo figlio e assassino, un uomo crudele che è prossimo a scoprire l'ubicazione di Jennsen, come dimostrato dal foglietto trovato sul cadavere del soldato seppellito, che recava il nome precedentemente utilizzato dalla ragazza, Jennsen Lindie. Le due donne e l'uomo decidono così di scappare nel Vecchio Mondo, ma quella sera stessa la madre viene uccisa da alcuni soldati D'Hariani che si introducono in casa loro. Jennsen scampa all'attacco e, insieme a Sebastian, parte per il Palazzo del Popolo alla ricerca di Althea, un'incantatrice che, anni prima, pronunciò l'incantesimo che fece in modo che Jennsen non venisse trovata dal padre. Durante il viaggio, la giovane racconta al ragazzo la verità sulla sua famiglia, omettendo però il fatto che sente una voce misteriosa nella testa che le ordina di arrendersi. Jennsen raggiunge la casa di Althea con l'aiuto del vinaio Tom, dato che nel frattempo Sebastian è stato catturato, ma l'incantatrice non può aiutarla, perché privata della sua magia da Darken Rahl, quando scoprì che aveva aiutato sua figlia a fuggire. La donna, però, le rivela che lei è un "buco nel mondo", un "pilastro della creazione" che la magia non può individuare in alcun modo. Salvato Sebastian con uno stratagemma, scappano verso Aydindril, dove li attende Jagang. Nel frattempo, i due giovani si innamorano. Conscia che non potrà mai avere un'esistenza normale finché Richard resterà in vita, decide di ucciderlo, a costo di sacrificare se stessa. Raggiunto lord Rahl nel Vecchio Mondo, nel luogo noto come Pilastri della Creazione, la ragazza scopre di essere rimasta vittima di un inganno: il soldato D'Hariano morto era in realtà un soldato dell'Ordine ucciso da Sebastian, che voleva portarla dalla sua parte, così come gli uomini che hanno ucciso sua madre. Nonostante i sentimenti di Sebastian per lei siano sinceri, Jennsen sceglie di allearsi con Richard, Kahlan e Cara e combattere contro l'Ordine Imperiale. Il gruppo viene raggiunto anche da Tom, che scopre essere un protettore di lord Rahl in incognito che l'ha seguita per tutto il viaggio. Richard le spiega anche il motivo per cui il padre voleva ucciderla: essendo un "buco nel mondo", se si fosse arresa al Guardiano che le parlava nella mente, gli avrebbe permesso di conquistare il mondo dei vivi.

Jennsen si aggrega al gruppo di Richard, Kahlan, Cara, Friedrich e Tom. Insieme a loro scopre che esiste un regno, il Bandakar, in cui furono segregati gli altri Pilastri della Creazione come lei: i Bandakariani, che non concepiscono la violenza, avvelenano Richard per convincerlo ad aiutarli contro l'Ordine che li ha invasi. Jennsen segue il fratellastro e, una volta guarito Richard, decide di restare in Bandakar con i suoi simili e Tom. Una notte, viene catturata dai soldati dell'Ordine e portata da Jagang, che la offre a Richard come materiale di scambio. Al termine dello scontro con l'Ordine Imperiale, Jennsen decide di trasferirsi nel mondo parallelo creato da Richard per gli adepti dell'Ordine, con gli altri Pilastri della creazione e Tom, che sposa e a cui trasmette il cognome Rahl per poterlo diffondere nel nuovo mondo. Jennsen informa inoltre il marito di essere incinta.

Protagonista de La legge dei nove è Alexander Rahl, probabile discendente di Jennsen nel mondo moderno.

Nella serie televisiva[modifica | modifica wikitesto]

Jennsen è figlia di Panis Rahl e, quindi, sorellastra di Darken Rahl, nonché sorella di Richard, essendo figli degli stessi genitori. La ragazza ha sempre saputo di essere parente del Cercatore, ma non l'ha mai incontrato.

Nell'episodio Rivelazioni, Darken Rahl ordina a Denna di catturare Jennsen, così da poterla utilizzare per ottenere una delle scatole dell'Orden, protetta da una barriera creata da Zedd. La ragazza, ancora inconsapevole della sua immunità alla magia, è restia a superare la barriera, circondata da cadaveri di guardie morte, ma Denna la spinge al suo interno e la ragazza può così recuperare la scatola, che cerca di barattare con la libertà di sua madre. Denna, per farla collaborare, usa l'Agiel su sua madre. Jennsen le consegna la scatola, che genera però un segno magico nel cielo, avvisando Richard, Kahlan e Zedd del furto della scatola. Denna affida così la scatola a Jennsen, in modo che il mago non possa percepirne la presenza, e insieme ripartono verso il Palazzo del Popolo. Durante il viaggio, Jennsen decide di buttare via la scatola dell'Orden, attivando ancora una volta il segnale magico, ma la Mord-sith tortura di nuovo sua madre per costringere a riprenderla. Mentre Richard e il suo gruppo arrivano in vista delle tre donne, Denna lega Jennsen e sua madre ai cavalli. Il Cercatore interviene e le libera, ma Denna riesce comunque a portare via la madre di Jennsen, che Zedd scopre essere sua figlia Tarralyn. Kahlan informa Jennsen che Richard è il Cercatore: la ragazza, allora, gli comunica di essere sua sorella. Insieme, partono per salvare Tarralyn: Denna offre loro la vita della donna e la scatola dell'Orden in cambio delle altre due scatole, custodite al Palazzo del Popolo. Jennsen le recupera, ma la Mord-sith uccide comunque sua madre.

Jennsen ritorna in L'epidemia, dove viene catturata da Darken Rahl dopo essere riuscita a mettere in salvo in un fiume le tre scatole dell'Orden. La ragazza perde la memoria e non ricorda chi sia Darken, così Rahl riesce a convincerla di essere una brava persona, ottenendo la sua fiducia regalandole un gattino. Le racconta, inoltre, che Richard è un uomo malvagio ed egoista. Darken Rahl libera Jennsen, permettendole di portare l'antidoto agli abitanti di un villaggio dove si trovano il Cercatore e i suoi amici, situato vicino al fiume dove ha nascosto le scatole, che recupera e consegna a Darken Rahl. Richard, però, riesce a raggiungerla e la aiuta a recuperare i ricordi, raccontandole della madre.


L'ultima apparizione di Jennsen è nel penultimo episodio della seconda stagione, Annullamento, in una realtà parallela dove il Guardiano non è una minaccia e Richard governa dal Palazzo del Popolo con il potere dell'Orden. La ragazza assiste come damigella al matrimonio di Richard e Kahlan, poi, scortata da alcuni soldati, si reca in un villaggio per prelevare la figlia di un amico morto per prendersene cura, ma viene catturata dalle Sorelle dell'Oscurità. Esse prelevano parte del suo sangue in modo che, bevendolo, ottengano l'immunità alle barriere che circondano il Palazzo del Popolo. La ragazza viene abbandonata dalla Sorelle e muore dissanguata a causa delle ferite riportate. Una Mord-sith prova a riportarla in vita, senza successo.

Creatore (guest stagione 2)[modifica | modifica wikitesto]

Colui che ha creato il mondo, compare nella seconda stagione con le sembianze di una ragazza e accusa Richard di essere un servo del Guardiano.

Guardiano delle Tenebre (guest stagione 2)[modifica | modifica wikitesto]

Il custode del Mondo Sotterraneo, nella seconda stagione tenta di inghiottire il mondo dei viventi. Compare sotto la forma di un bambino nell'ultimo episodio e inganna Richard, per dargli la Pietra delle Lacrime, cosa che farà. Ma alla fine Kalhan ne crea un'altra con le sue lacrime e lui perderà.

Annalina Aldurren (guest stagione 2)[modifica | modifica wikitesto]

È la guida spirituale delle Sorelle della Luce, chiamata Priora nei libri e Matriarca nella serie televisiva. Quando Richard arriva al Palazzo dei Profeti, Sorella Nicci gli fa credere che la donna sia una assassina.

Verna Sauventreen[modifica | modifica wikitesto]

Verna Sauventreen è un personaggio secondario. Nell'omonima serie televisiva è interpretata da Alison Bruce.

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Da piccola, quando divenne chiaro che Verna avesse il Dono, le Sorelle della Luce le offrirono di unirsi a loro e insegnarle a usare la magia per servire il Creatore. Trasferitasi al Palazzo dei Profeti a Tanimura e diventata novizia, Verna dimostrò di essere molto più brava delle altre a evocare il suo Han e diventò amica intima delle novizie Janet, Phoebe, Amelia e Christabel. Dopo aver conseguito il titolo di Sorella della Luce, Verna cominciò una relazione con il giovane mago Jedidiah, che le diede una figlia, Leitis. La bambina, che non aveva ereditato il Dono, fu affidata a una famiglia al di fuori del Palazzo dei Profeti, che la crebbe. Verna andava spesso a controllare Leitis per assicurarsi che crescesse bene, finché la figlia non morì di vecchiaia. Verna ricevette poco dopo dalla Priora Annalina Aldurren la missione di partire alla ricerca di Richard Rahl, insieme alle sorelle Grace ed Elizabeth, per portarlo al Palazzo dei Profeti.

Dopo un viaggio lungo vent'anni, le tre Sorelle rintracciano Richard al villaggio del Popolo del Fango e, dopo un attimo di sorpresa perché si aspettavano di trovare un bambino, gli offrono d'indossare il Rada'Han, un collare che fermerà i suoi mal di testa, ma contemporaneamente permetterà alle Sorelle di controllarlo e infliggergli dolore. Richard rifiuta le prime due offerte, quelle di Sorella Grace e Sorella Elizabeth, che, avendo fallito la loro missione, si suicidano. Grazie all'intervento di Kahlan, che convince Richard ad accettare l'offerta di Verna, il ragazzo indossa il Rada'Han e parte per il Palazzo dei Profeti nel Vecchio Mondo. Nel corso del viaggio, nonostante l'insofferenza reciproca, Verna comincia a insegnare a Richard a toccare il suo Han, senza successo[14]. A causa del comportamento ribelle di Richard, che Verna non ha potuto domare con il Rada'Han per ordine della Priora, la donna viene declassata a novizia da Sorella Maren, ma viene reintegrata al suo posto grazie allo stesso Richard. Di nuovo Sorella della Luce, Verna ottiene un incontro con la Priora Annalina, che le rivela che nel Palazzo ci sono delle Sorelle dell'Oscurità, servitrici del Guardiano del Mondo Sotterraneo e non del Creatore, finora considerate una leggenda. Verna racconta tutto a Richard, con il quale ha nel frattempo sviluppato un legame d'amicizia e stima reciproca, e insieme a lui ferma l'attacco di Sorella Ulicia ai danni della Priora, togliendogli poi il Rada'Han[15].

Tre mesi dopo, Annalina e Nathan muoiono, l'una per le ferite, l'altro per lo sforzo eccessivo impiegato per curarla. Verna diventa la nuova Priora e trova un libro di viaggio, che permette di comunicare con la persona che possiede quello gemello, lasciatole da Annalina: la donna, che ha nel frattempo cominciato a sospettare che la precedente Priora e Nathan siano ancora vivi, confida i suoi sospetti a Warren[16]. Tramite il libro di viaggio, il cui gemello è in possesso di Annalina, Verna scopre che l'Imperatore Jagang, sovrano del Vecchio Mondo, è un tiranno dei sogni, ovvero una creatura in grado d'insinuarsi nelle menti delle persone e controllarle: gli unici immuni, tra i quali c'è anche Verna, sono coloro che hanno giurato fedeltà a lord Rahl, cioè Richard. Annalina incarica Verna di trovare tutte le Sorelle della Luce e scappare dal Palazzo con loro prima dell'arrivo di Jagang, che vuole dominare da lì il mondo servendosi delle profezie e della vita pressoché eterna fornita dall'incantesimo che avvolge il Palazzo dei Profeti. La donna viene tuttavia catturata, processata come Sorella dell'Oscurità e destituita. Tramite il Rada'Han messole al collo, Verna comincia a essere torturata affinché abiuri Richard e Jagang possa entrare nei suoi sogni, ma riesce a liberarsi e uccidere la sua torturatrice. Una volta scappata, la donna libera anche Warren e i due si baciano; dopo aver fatto giurare fedeltà a lord Rahl a tutte le Sorelle della Luce, Verna si allontana con loro mentre il Palazzo dei Profeti viene distrutto da Richard[17]. La donna raggiunge con le compagne e Warren l'accampamento dei soldati D'Hariani del generale Reibisch, ma, mentre il contingente decide di restare a sud per cercare di fermare l'avanzata dell'Ordine Imperiale, Verna si reca al palazzo di Jagang con Warren per cercare di salvare le vecchie amiche Janet e Amelia[18]. Qui vengono entrambi fatti prigionieri, ma vengono liberati da Clarissa, un'amica di Nathan, che fa esplodere il palazzo. Raggiunto Nathan nella foresta di Hagen, nel Vecchio Mondo, Janet, Amelia e Manda, una vecchia conoscenza di Clarissa, li attaccano, uccidendo l'amica di Nathan, e solo l'intervento di Kahlan permette agli altri di salvarsi[19].

Tornata all'accampamento D'Hariano con Warren, la donna contribuisce alla battaglia contro l'Ordine Imperiale e qualche mese dopo sposa l'amato, ma Warren viene ucciso circa un anno dopo, all'inizio dell'inverno, da Gadi, un assassino dell'Ordine Imperiale[20]. Per attenuare il dolore dovuto alla perdita del marito, Verna comincia a occuparsi delle pratiche burocratiche dell'accampamento in assenza di Kahlan e, insieme alle sue Sorelle, erige degli scudi magici sui passi di montagna che da Aydindril portano nel D'Hara per cercare di fermare l'esercito di Jagang[21]. Quando l'imperatore divide la sua armata a metà, muovendosi con una parte delle truppe a sud per aggirare le montagne ed entrare nel D'Hara, Verna si sposta con l'esercito D'Hariano per contrastarlo[22]; poco tempo dopo, riceve la visita di Richard, che comunica all'esercito la sua decisione di non affrontare direttamente Jagang, ma di attaccare a piccoli gruppi il Vecchio Mondo, le carovane di rifornimento e le reclute dell'Ordine in arrivo: l'esercito D'Hariano, di conseguenza, si disperde, e Verna viene incaricata di proteggere il Palazzo del Popolo insieme alle altre Sorelle della Luce[23]. Dopo la sconfitta di Jagang e dell'Ordine Imperiale, la donna si trasferisce al Mastio del Mago, dove insegna ai giovani maghi insieme a Zedd e alle altre Sorelle[24].

Serie televisiva[modifica | modifica wikitesto]

Sorella Verna compare nella seconda stagione, insieme a Sorella Katharine e Sorella Elizabeth, dopo aver cercato Richard per ventiquattro anni in seguito a una profezia. Una volta trovatolo, Verna e Sorella Katharine, rimaste sole dopo la morte della terza Sorella, lo accompagnano nel Vecchio Mondo, al Palazzo dei Profeti, dove al ragazzo verrà insegnato a padroneggiare il suo Han. Durante il viaggio, raggiungono il villaggio dei Majendie, che vogliono sacrificare ai mriswith alcuni prigionieri appartenenti al popolo dei Baka Ban Mana affinché Richard possa arrivare sano e salvo al Palazzo. Sorella Verna è inizialmente favorevole al sacrificio, ma Richard la convince ad aiutarlo a liberare i prigionieri e, insieme a lui, la donna uccide i mriswith. I due ripartono poi per il loro viaggio senza Sorella Katharine, rimasta vittima dei mriswith[25]. Arrivati al Palazzo dei Profeti, vengono accolti dalle altre Sorelle della Luce e Verna viene assegnata come istruttrice per Richard. Il ragazzo scopre però da Sorella Nicci che un giorno nel Palazzo corrisponde a dieci nel mondo esterno e che la Priora lo vuole trattenere per usarlo per i suoi scopi, a causa anche delle profezie che dicono che lui consegnerà la Pietra delle Lacrime al Guardiano. Il ragazzo chiede quindi spiegazioni a Sorella Verna, che gli mostra le profezie e gli dice di avergli mentito per permettergli di compiere il destino già scritto per lui. La donna lo convince a cominciare subito l'addestramento in modo che possa tornare presto dai suoi amici, ma Richard cerca comunque di scappare facendosi aiutare da Sorella Nicci, che gli consegna un Rada'Han; Sorella Verna lo intercetta, però, prima che possa uscire. Poco dopo, Richard le dice che una Sorella dell'Oscurità si è offerta di assorbire il suo Han e chiede il suo aiuto affinché, a cosa avvenuta, la Sorella venga fermata prima che possa uccidere tutte le sue compagne. Verna accetta così di mettere il Rada'Han al collo di Sorella Nicci e, dopo la partenza di Richard dal Palazzo dei Profeti, assiste alla comparsa di una nuova profezia, secondo la quale il Guardiano non vincerà finché Kahlan sarà viva[26].

Appena partito dal Palazzo dei Profeti, Richard finisce nella Valle dei Perduti e Sorella Verna cerca di convincere in tutti i modi la Priora ad aiutarlo, ma invano. Quando Kahlan, Zedd, Cara e Leo, il nuovo Cercatore, arrivano al Palazzo, la Priora tace loro che Richard è già partito per poterli rinchiudere nel Palazzo e fare in modo che le Sorelle dell'Oscurità non uccidano Kahlan per far vincere il Guardiano. Trovando la cosa ingiusta, Sorella Verna li aiuta ad andarsene e li accompagna ai margini della Valle dei Perduti, dove combatte insieme a loro contro le Sorelle dell'Oscurità venute a uccidere la Madre Depositaria[27].

Arrivato il momento della battaglia finale contro il Guardiano, Sorella Verna, in viaggio, viene informata da Sorella Tea che è comparsa una nuova profezia secondo la quale il Guardiano arriverà nel mondo nel corpo di un bambino e il Cercatore, fidandosi di lui, gli consegnerà la Pietra delle Lacrime. Sorella Verna chiede così ai monaci dell'ordine di Ulrich di trovare il bambino e ucciderlo[28].

Nicci (ricorrente stagione 2)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Nicci.

È una Sorella dell'Oscurità. Compare in 5 episodi della seconda stagione. Nel nono episodio inganna Richard e cerca di farlo andare andare via dal Palazzo dei Profeti, facendogli donare i suoi poteri, cosìcché si avveri la profezia, ma viene catturata da Verna in combutta con Richard, il quale scappa ma approda nella Valle dei Perduti, la cui magia fa credere che gli incubi siano realtà pura. Nel successivo episodio, scappa dal Palazzo, grazie a un incantesimo fatto dalle sue sorelle. Insieme cercano di uccidere la Madre Depositaria, che sta venendo al Palazzo. Lei e le sue sorelle combattono contro Zedd, che rimane svenuto, Kalhan, Cara, Verna e Leo, il nuovo Cercatore, che viene ucciso da lei, la quale dopo poco tempo, insieme con le due sorelle ancora in vita, vengono uccise da Richard e Zedd. Ritorna però nel tredicesimo episodio in un altro corpo (essendo stata polverizzata dal fuoco di Zedd) e fa rapire Kalhan dai draghi ammaestrati del Margravio di Rothenberg, dove nelle mura del suo castello non ha potere né nessuna magia, ma grazie a Richard, Zedd e Cara, spacciatisi per nobili, viene salvata. Nicci salta dalla finestra e riprende i poteri, dove scompare, ma ritorna nel successivo episodio dove ha come nemici le sue sorelle e fa un incantesimo della maternità a Kalhan, cioè tutto quello che accade a lei accade a Kalhan. Per questo costringe Richard a condurlo verso la Pietra Delle Lacrime, ma alla fine dopo aver ucciso le sorelle ed essersi impadronita del loro han, giura a Rahl dopo quel momento di servire solo sé stessa. Ritorna nell'ultimo episodio, dove dopo aver torturato Rahl, per dirgli dov'è diretto il Cercatore, assorbe una parte dei poteri di Kalhan e la confessa, ordinandogli di rubare la Pietra Delle Lacrime a Richard, cosicché diventi immortale, ma poi viene uccisa da Cara insieme con delle Mord-sith, che sotto ordine di Rahl, che dopo essere tornato in vita, non vorrebbe la vittoria del Guardiano, che lo torturerebbe in eternità, si uniscono a lei e a Zedd. Alla fine della puntata, dopo la sconfitta del Guardiano, viene resuscitata dalle Mord-sith, cosicché Rahl gliela faccia pagare per ciò che gli ha fatto.

Warren[modifica | modifica wikitesto]

Warren è un personaggio secondario. Nella serie televisiva non compare. Warren è un mago del Vecchio Mondo che vive a Tanimura nel Palazzo dei Profeti. Richard lo incontra poco dopo il suo arrivo al Palazzo quando Warren s'interessa a lui perché è il Cercatore e il "portatore di morte" descritto in alcune profezie che sta studiando. Durante il periodo di tempo trascorso da Richard al Palazzo dei Profeti, i due diventano amici. Warren è inizialmente innamorato di Sorella Pasha, ma quando la vede cercare di uccidere Richard pensando che sia un servo del Guardiano, la spinge dalla finestra per salvare l'amico[29]. Tre mesi dopo, Verna viene nominata Priora al posto della defunta Annalina e Warren incoraggia la donna ad accettare la carica per poter combattere le Sorelle dell'Oscurità[30]. In seguito a un litigio con Verna, Warren si allontana dal Palazzo dei Profeti, ma viene catturato dalle Sorelle dell'Oscurità e rinchiuso nei sotterranei con il Rada'Han al collo per diventare il nuovo profeta; viene tuttavia salvato da Verna e i due, capendo di amarsi, si baciano. Poco dopo, Warren scappa dal Palazzo dei Profeti dopo aver giurato fedeltà a Richard insieme a Verna e alle Sorelle della Luce, mentre il Palazzo viene distrutto[31]. Il mago torna ben presto preda dei mal di testa dovuti al dono, avendo abbandonato il Rada'Han troppo presto, e ha una visione che gli rivela che, se non seguirà Verna nella sua missione per salvare Sorella Amelia e Sorella Janet da Jagang, morirà[32]. Durante la missione, però, l'imperatore riesce a entrare nelle menti di Verna e Warren perché Richard è nel Tempio dei Venti, che si trova a cavallo con il Mondo Sotterraneo; Warren diventa il nuovo profeta dell'imperatore, che lo costringe a lavorare sulle profezie in continuazione nonostante svenga spesso per il mal di testa, ma riesce a liberarsi dal suo controllo giurando fedeltà a Nathan, nuovo lord Rahl, e a scappare. Raggiuntolo nella foresta di Hagen, Nathan usa la magia su Warren per fermare i suoi mal di testa[33]. Tornato all'accampamento D'Hariano del generale Reibisch con Verna, Warren si dimostra entusiasta dell'arrivo di Zedd e si offre di andare con lui da Richard per convincerlo a cambiare idea e continuare la lotta contro l'Ordine Imperiale. Poco dopo, il mago chiede a Zedd la cortesia di sposare lui e Verna, ma la cerimonia viene rimandata a causa di un attacco dell'Ordine Imperiale. Il matrimonio si tiene infine alcuni mesi dopo; all'arrivo della primavera, il mago consiglia di spostare l'esercito davanti ad Aydindril per proteggere la città fino al nuovo inverno. Il piano di Warren ha successo e l'esercito D'Hariano riesce a rimandare la caduta di Aydindril alla primavera, ma nei primi giorni d'inverno, nel tentativo di proteggere la piccola Holly da Gadi, un assassino dell'Ordine Imperiale infiltratosi nel campo D'Hariano, Warren viene ucciso[34].

Nathan Rahl[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Nathan Rahl.

Gruppi di personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Mord-Sith[modifica | modifica wikitesto]

I Mord-Sith sono una tipologia di personaggi.Sono guerriere molto potenti al servizio del feroce tiranno Darken Rahl, che servono la stirpe dei Rahl da molte generazioni. Vengono selezionate da piccole, vengono scelte le bambine piu dolci e altruiste, vengono rapite dalle loro famiglie e addestrate da altre Mord-sith. L`addestramento è composto da torture e inoltre vengono rinchiuse in una cella piena di ratti; a fianco a loro viene messo l`Agiel e loro, per non essere mangiate vive dai topi, sono costrette ad usare l'Agiel(e quindi a soffrire impugnandola) e ad uccidere i ratti presenti, questo serve affinché comprendano il concetto: "il più forte sopravvive". La loro prova finale è quella di uccidere il proprio padre (che è stato a sua volta imprigionato e piegato al volere delle Mord-sith, affinché faccia credere alla figlia di essere stata ceduta in cambio di denaro),questo le priva di ogni forma di empatia e umanità restante. Vivono in palazzi specifici per la loro sorellanza, indossano abiti di tre colori: rosso quando addestrano, marrone quotidianamente e bianco quando hanno addestrato la loro vittima. Le Mord-sith sono in grado di respingere e controllare qualsiasi forma di magia che venga direttamente indirizzata contro di loro, rivoltandola a chi l'ha generata. Sono inoltre in grado di resuscitare i morti con "l'Alito di Vita", ciò serve per poter far tornare in vita chi muore durante l`addestramento e far prolungare l`agonia fino al raggiungimento del controllo completo. Se confessate da una Depositaria muoiono con atroce sofferenza dopo aver rivelato ciò che sanno (mentre di norma la confessione porta a rivelare tutto ciò che si sa e a far sentire in colpa la persona, senza portarla alla morte). Inoltre le Depositarie (che hanno la capacità di capire chi mente solo osservandolo in faccia) non sono in grado di "leggere" una Mord-sith, e ciò permette loro di comprendere che hanno di fronte a loro delle Mord-sith. Le Mord-sith, come già accennato, sono parte dell’esercito di Rahl, e hanno il compito di soggiogare le persone con dei poteri(e non), facendole diventare schiave e metterle al servizio di Rahl. Sono inoltre temute da tutti, e hanno una gerarchia interna molto rigida, che le porta ad essere "sottomesse" ad altre loro sorelle. Le Mord-Sith rivestono una parte importantissima nella saga della serie tv (come nel libro):le più importanti sono Cara Mason e Denna. La prima inizialmente serve il tiranno Darken Rahl ma, dopo la sua morte, decide di prestare servizio al legittimo erede al trono di Dahra, Richard Cypher, dopo esser stata tradita e ridotta in fin di vita dalle sue sorelle, mentre la seconda abbandona un po' di tempo prima Darken Rahl, e dopo la sua morte, decide di abbandonare anche l'ordine al quale apparteneva, allontanandosi e diventando proprietaria di una specie di postribolo ma con l`idea di controllare il futuro Rè di D`Hara.

Garg[modifica | modifica wikitesto]

Sono enormi creature carnivore con un folto pelo rosso. Hanno unghie e denti acuminati, ali membranose da pipistrello e una coda. Utilizzano per cacciare le mosche vampiro, a cui danno in pasto parte della loro preda dal loro petto e da cui sono perennemente accerchiati. Le mosche vampiro individuano le possibili prede e le pungono facendole sanguinare e spargendo così nell'aria l'odore di sangue che viene fiutato dai Garg. Furono creati durante la Grande Guerra dal lord Rahl in carica per proteggere la popolazione dai Mriswith. Si dividono in due categorie:

Garg dalla coda lunga: Meno intelligenti e astuti ma molto letali. Ne troviamo uno all'inizio del primo libro che viene eluso da Khalan e Richard.

Garg dalla coda corta: È la specie di Garg più intelligente in quanto prima di alzarsi in volo conta le proprie mosche vampiro per vedere se esse hanno localizzato una preda che le ha uccise o trattenute. Gratch, amico di Richard fa parte di questa specie e grazie a lui Richard riesce a fare in modo che i Garg non mangino più umani.

Ciuffi Notturni (Night Wisps)[modifica | modifica wikitesto]

Sono delle creature rappresentate da spiriti di un colore blu molto luminoso. Vengono generalmente portati in giro in alcune boccette appese al collo. Hanno poteri che sembrano quasi precognitivi.

Shar: È il ciuffo notturno che ha guidato Khalan dopo che quest'ultima ha oltrepassato il confine magico alla ricerca di Zedd. Muore nel primo libro per gli sforzi subiti e per essere rimasta troppo a lungo lontano da casa. Prima di morire fa amicizia con Richard.

Depositarie[modifica | modifica wikitesto]

È l'ordine di donne vestite con un elegante veste nera (bianca per la Madre Depositaria) di cui fa parte Khalan. Sono le custodi della giustizia, loro sono la legge e sono al di sopra di qualsiasi re o regina. Hanno due poteri di Magia Addittiva, uno è quello di capire se una persona mente o dice la verità e possono usarlo con tutti gli esseri umani ad eccezione delle Mord-Sith che grazie al loro addestramento sembrano schermare la loro mente da tale potere, un altro che è il loro potere principale e quello di rendere schiava una persona semplicemente toccandola, perché con la magia aggiuntiva dentro di loro amplificano fino all'estremo l'amore che la vittima prova per loro. Alcune creature come Le Mord-Sith tuttavia appena vengono toccate dopo qualche minuto muoiono, questo incantesimo non può essere spezzato con nessuna magia e l'unico modo per annullarlo e uccidere la Depositaria. Hanno anche un potere di Magia Detrattiva, ma solo le più forti riescono a usarlo: il Con Dar, la Furia del Sangue. La conoscenza di questo potere viene tramandata di madre in figlia. Kahlan è la prima a riuscirlo a usare senza che sua madre glielo abbia insegnato, il Con Dar permette alla depositaria di manipolare la magia del mondo sotterraneo che di solito usano per confessare le persone senza la necessità di toccarle. Il potere dona altri poteri offensivi come la capacità di generare fulmini dalle mani. Le depositarie sono sempre tutte donne, perché i figli maschi vengono uccisi: all'inizio questo non accadeva ma i depositari hanno dimostrato di non essere in grado di controllare i poteri e diventavano malvagi, per questo si è resa necessaria una misura tanto cruenta. Le depositarie non possono avere rapporti con gli uomini, a meno che questi non le amino già follemente, perché altrimenti il potere liberato non intenzionalmente durante l'orgasmo li renderebbe schiavi per sempre. L'ordine delle depositarie è comandato dalla Madre Depositaria, che viene scelta come quella più potente. L'ultima depositaria esistente è Kahlan, tutte le altre sono state uccise dagli uomini di Darken Rahl. Le Depositarie vennero create al tempo della grande guerra tra il Vecchio e il Nuovo Mondo; la prima depositaria è stata Magda Searus.

Tiranni dei Sogni (Dreamwalkers)[modifica | modifica wikitesto]

È la razza a cui appartiene l'imperatore Jagang, furono creati al tempo della grande guerra e si sono estinti con la morte dell'imperatore Jagang. La loro capacità è quella di infilarsi tra gli spazi che ci sono nei pensieri di una persona e tramite essi controllare quella persona. L´unica magia in grado di impedirlo fu creata da un antenato di Richard Rahl per proteggere il suo popolo: chiunque giura fedeltà sinceramente al lord Rahl in carica è protetto dai tiranni dei sogni.

Mriswith[modifica | modifica wikitesto]

Maghi che, durante la grande guerra, si sono privati della propria anima per diventare invisibili. Sono percepibili solamente dai garg e da Richard, essendo un mago guerriero. Per combattere usano dei coltelli, che, se raschiati contro una roccia, producono un suono molto acuto. Durante l`ultima guerra Jagang li controlla tramite la sua abilità e li usa per i suoi scopi, si presuppone che Richard e i Garg abbiano estinto queste creature.

Sliph[modifica | modifica wikitesto]

La Sliph è una creatura creata ai tempi della Grande Guerra dai maghi del Mastio che consente a coloro che possiedono sia la magia Aggiuntiva che la Detrattiva di muoversi rapidamente da punto a punto grazie a dei pozzi che rappresentano le destinazioni. Per crearla fu utilizzata una donna che di mestiere faceva la prostituta, così che fossero sicuri che non avrebbe mai rivelato a nessuno chi viaggiava in lei. Viene descritta come una massa enorme di mercurio con una voce femminile. La Sliph è stata in letargo per 3000 anni fino a quando Richard, l´unico mago guerriero esistente, non l´ha risvegliata. Alcuni oggetti magici nella Sliph non possono viaggiare, come la Spada Della Verità.

Penetranti (Slides)[modifica | modifica wikitesto]

I penetranti sono delle persone che hanno l'abilità di rubare l'anima di qualcuno e impossessarsi dei loro corpi. L'unico penetrante conosciuto è Nicholas, creato dalle Sorelle Dell'Oscurità al servizio dell'imperatore Jagang.

Bestia da Sangue (Blood Beast)[modifica | modifica wikitesto]

Bestia priva di anima evocata da Jajang con l'aiuto di alcune Sorelle Dell'Oscurità. La sua unica natura è quella di non aver natura: cambia costantemente tattica, forma e comportamento. È originaria del mondo sotterraneo, attraverso cui si muove. Ha un unico scopo: uccidere Richard. Non avendo natura cambiano anche i suoi punti deboli. Non attacca con costanza e non è prevedibile, ma in particolare viene richiamata dall'utilizzo del Dono.

Popolo del fango (Mud People)[modifica | modifica wikitesto]

Il popolo del fango abita in un villaggio vicino alle praterie e al confine con le terre Occidentali. Hanno la capacità, tramite la magia di mettersi a contatto con gli spiriti dei propri antenati. In origine erano un popolo pacifico, ma per difendersi dagli Jacobo, dovettero diventare guerrieri; per farlo invocarono gli spiriti dei loro antenati che gli insegnarono a combattere e eliminarono tutti gli Jacobo. Da quel giorno, a nessuno è concesso entrare nel loro territorio, tranne poche eccezioni, chi non ha il permesso paga con la vita. Il popolo del fango è comandato dall´uomo uccello e sotto di lui siedono i sei anziani. Le armi dei guerrieri sono imbevute di un veleno molto potente chiamato "veleno dei dieci passi".

Draghi[modifica | modifica wikitesto]

Andoliani[modifica | modifica wikitesto]

Sono creature non del tutto umane che hanno il compito di recapitare messaggi, compaiono una sola volta come inviati dal Tempio dei Venti. Cara con i suoi poteri da Mord-Sith prendendo il dono di uno di questi disporrà poi della Magia Detrattiva necessaria per viaggiare nella Sliph

Namble[modifica | modifica wikitesto]

Oscura creatura appartenente al guardiano, viene invocata dalle Sorelle dell`Oscurità per trasferire il potere contenuto nel Quillion dentro una sorella, questo avviene tramite l`accoppiamento con essa.

Rintocchi[modifica | modifica wikitesto]

Evocati da Kahlan per salvare Richard. Creature magiche del mondo sotterraneo si presentano sotto varie forme: sono Reechani, Sentrosi e Vasi (rispettivamente acqua, fuoco e aria). Vengono richiamati quando una persona senza dono invoca il loro nome ad alta voce e, una volta oltrepassato il "velo" che divide i mondi, ne consumano la Magia Addittiva (essendo fatti di pura Magia Detrattiva). Richard, essendo l'unico ad avere entrambe le parti del dono, riuscirà a bandirli di nuovo nel mondo sotterraneo, offrendogli l'anima a cui erano legati, salvando tutte le creature magiche e, di conseguenza, l'intero mondo. Sono prive di anima e attaccano casualmente evocando visioni ingannevoli e attirando le persone nell'acqua, nelle fiamme o giù dalle alture.

Mastini del cuore[modifica | modifica wikitesto]

Creature poste a guardia del confine magico. Vengono affrontate per la prima volta da Chase nel primo libro mentre tentano di seguire parallelamente il percorso intrapreso da Richard e dagli altri. Devono il loro nome alla voce secondo cui sono in grado di seguire una persona percependo il battito del loro cuore. Khalan le descrive con il pelo rosso mentre Chase afferma che siano bestie grosse, con denti di grandi dimensioni e glabri in alcune parti del corpo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Terry Goodkind, La profezia del mago, Fanucci Editore, 1999 [1994].
  2. ^ Terry Goodkind, Il guardiano delle tenebre, Fanucci Editore, 1999 [1995].
  3. ^ Terry Goodkind, La profezia della luna rossa, Fanucci Editore, 2001 [1997].
  4. ^ Terry Goodkind, Il tempio dei venti, Fanucci Editore, 2001 [1997].
  5. ^ Terry Goodkind, La catena di fuoco, Fanucci Editore, 2006 [2005].
  6. ^ Terry Goodkind, Fantasma, Fanucci Editore, 2007 [2006].
  7. ^ Terry Goodkind, Scontro finale, Fanucci Editore, 2008 [2007].
  8. ^ La spada della verità: episodio 1x07, Identity [L'identità].
  9. ^ La spada della verità: episodio 1x19, Cursed [La maledizione].
  10. ^ La spada della verità: episodio 1x22, Reckoning [La resa dei conti].
  11. ^ La spada della verità: episodio 2x01, Marked [Il marchio].
  12. ^ La spada della verità: episodio 2x05, Wizard [Il mago].
  13. ^ La spada della verità: episodio 2x09, Dark [L'oscurità].
  14. ^ Terry Goodkind, Il guardiano delle tenebre, Fanucci Editore, 1999 [1995].
  15. ^ Terry Goodkind, La pietra delle lacrime, Fanucci Editore, 2000 [1995].
  16. ^ Terry Goodkind, La stirpe dei fedeli, Fanucci Editore, 2000 [1996].
  17. ^ Terry Goodkind, L'Ordine Imperiale, Fanucci Editore, 2000 [1996].
  18. ^ Terry Goodkind, La profezia della luna rossa, Fanucci Editore, 2001 [1997].
  19. ^ Terry Goodkind, Il tempio dei venti, Fanucci Editore, 2001 [1997].
  20. ^ Terry Goodkind, La fratellanza dell'ordine, Fanucci Editore, 2003 [2000].
  21. ^ Terry Goodkind, L'impero degli indifesi, Fanucci Editore, 2005 [2003].
  22. ^ Terry Goodkind, La catena di fuoco, Fanucci Editore, 2006 [2005].
  23. ^ Terry Goodkind, Fantasma, Fanucci Editore, 2007 [2006].
  24. ^ Terry Goodkind, Scontro finale, Fanucci Editore, 2008 [2007].
  25. ^ La spada della verità: episodio 2x8, Light [Luce].
  26. ^ La spada della verità: episodio 2x9, Dark [Oscurità].
  27. ^ La spada della verità: episodio 2x10, Perdition [La valle dei perduti].
  28. ^ La spada della verità: episodio 2x22, Tears [Lacrime].
  29. ^ Terry Goodkind, La pietra delle lacrime, Fanucci Editore, 2000 [1995].
  30. ^ Terry Goodkind, La stirpe dei fedeli, Fanucci Editore, 2000 [1996].
  31. ^ Terry Goodkind, L'Ordine Imperiale, Fanucci Editore, 2000 [1996].
  32. ^ Terry Goodkind, La profezia della luna rossa, Fanucci Editore, 2001 [1997].
  33. ^ Terry Goodkind, Il tempio dei venti, Fanucci Editore, 2001 [1997].
  34. ^ Terry Goodkind, La fratellanza dell'ordine, Fanucci Editore, 2003 [2000].
Fantasy Portale Fantasy: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fantasy