Stone of Tears

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Il guardiano delle tenebre)

1leftarrow.pngVoce principale: La spada della verità.

Stone of Tears
Altri titoli Il guardiano delle tenebre (1ª parte), La pietra delle lacrime (2ª parte), La spada della verità Vol 2
Autore Terry Goodkind
1ª ed. originale 1995
Genere romanzo
Sottogenere high fantasy
Lingua originale inglese
Protagonisti
  • Richard Rahl
  • Kahlan Amnell
  • Zeddicus Zul'Zorander
Antagonisti
  • Il Guardiano delle Tenebre
  • Darken Rahl
Serie La spada della verità
Preceduto da La prima regola del mago
Seguito da Blood of the Fold

Stone of Tears è un romanzo fantasy del 1995 dello scrittore statunitense Terry Goodkind e rappresenta il secondo libro della saga La spada della verità, preceduto da La prima regola del mago e seguito dal romanzo La stirpe dei fedeli.

È stato pubblicato in lingua italiana per la prima volta da Fanucci suddiviso in due volumi, Il guardiano delle tenebre (1999) e La pietra delle lacrime (2000). In seguito è stato ripubblicato in volume unico col titolo La spada della Verità - Volume 2 (2001).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il guardiano delle tenebre[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la morte di Darken Rahl, Richard è afflitto da terribili mal di testa. Apprende inoltre dalla strega Shota che suo padre è Darken Rahl, che ha violentato sua madre (quella che aveva sempre conosciuto); inoltre viene a sapere che Zedd Zeddicus Zu'l Zorander è suo nonno.

Dopo aver appreso la Prima Regola del Mago, Richard comprende che l'apertura delle Scatole dell'Orden ha lacerato il Velo che separa il mondo della vita dal mondo dei morti, e di aver violato così la Seconda Regola del Mago: "Il più grande danno può derivare dalle migliori intenzioni".

Nel tentativo di ottenere aiuto per riparare la lacerazione del Velo, Richard viola di nuovo la Seconda Regola; nel corso di un raduno per parlare con gli Antenati del Popolo del Fango, inavvertitamente evoca lo spirito di Darken Rahl, che attraverso la lacerazione del Velo torna sulla Terra. Darken Rahl marchia Richard con il Sigillo del Guardiano delle Tenebre, ma lo spirito di Denna si sacrifica e assume su di sé la maledizione eterna che il Sigillo comporta.

Subito dopo, Richard incontra tre Sorelle della Luce, che lo informano che i suoi mal di testa sono dovuti alla sua incapacità di controllare il Dono, e che sono destinati a peggiorare fino a portarlo alla morte. L'unica salvezza consiste nell'accettare di farsi applicare un collare, il Rada'Han, e di seguirle fino al Palazzo dei Profeti, dove verrà istruito e diventerà un vero mago.

Il ricordo del collare impostogli da Denna rende Richard estremamente riluttante ad accettarne un altro: egli rifiuta pertanto le due prime offerte formali delle Sorelle, ed ogni suo rifiuto porta prima sorella Grace, poi sorella Elisabeth ad uccidersi. Kahlan comprende che l'unica salvezza per Richard è accettare il Rada-han; quando sorella Verna, l'unica sopravvissuta, offre il collare per la terza ed ultima volta a Richard, Kahlan lo forza ad accettarlo.

Richard interpreta l'intervento molto energico di Kahlan come un segno inequivocabile della fine del suo amore per lui; completamente disilluso, Richard parte con Sorella Verna in direzione Est, verso la città di Tanimura, nel Vecchio Mondo, ove sorge il Palazzo dei Profeti.

Nel corso del viaggio, Richard salva un cucciolo di garg, che gli si affeziona e lo segue. Richard tiene nascosto il suo nuovo amico a Sorella Verna, che tenta inutilmente di istruirlo nell'uso e nel controllo dell'Han (la manifestazione interiore del Dono della magia).

Nel frattempo, Kahlan è partita dal villaggio del Popolo del Fango, accompagnata dai tre guerrieri Chandalen, Prindin e Tossidin per raggiungere Aydindril, dove sorge la sua casa, il Palazzo delle Depositarie. Lungo il viaggio, entrano nella città di Ebinissia, capitale della Galea, e la trovano saccheggiata e piena di morti trucidanti nei modi più efferati e selvaggi. Scoprono così l'esistenza di un esercito, al servizio dell'Ordine Imperiale del Vecchio Mondo, che gira per le Terre Centrali uccidendo e saccheggiando.

Parallelamente alle vicende di Richard e Kahlan, il libro presenta un nuovo ambito, il Palazzo dei profeti a Tanimura. Conosciamo così il Profeta Nathan Rahl, antico antenato di Richard; Sorella Margaret, una Sorella della Luce molto intraprendente; Pasha Maes, graziosa novizia destinata ad educare Richard una volta arrivato a palazzo. Veniamo inoltre a conoscenza delle Sorelle dell'Oscurità, che anziché servire il Creatore si sono votate al Guardiano del Mondo sotterraneo, e con oscuri riti malvagi hanno acquisito poteri inimmaginabili per i normali Dotati.

Il libro termina con l'arrivo di Richard e Verna, sempre più alle strette, nella Valle dei Perduti, che costituisce la barriera tra Nuovo e Vecchio Mondo.

La pietra delle lacrime[modifica | modifica wikitesto]

Richard e Verna affrontano l’attraversamento della Valle dei Perduti, e devono superare insidie magiche di ogni tipo. Alla fine, aiutati dai loro tre cavalli, insensibili ai miraggi che offuscano le loro menti, i due escono dalla Valle ed in breve raggiungono Tanimura ed il Palazzo dei Profeti.

Appena usciti dalla barriera che separa il Nuovo dal Vecchio Mondo Richard libera dalla prigionia una giovane donna, Du Chaillu, sacerdotessa del popolo dei Baka Ban Mana. Per rendere efficace un'antica profezia, Du Chaillu scatena contro Richard trenta abilissimi Maestri di Lama del suo popolo. Richard, usando per la prima volta nella sua interezza la Spada della Verità, che contiene al suo interno le abilità di tutti i precedenti Cercatori, uccide, pur non volendolo, tutti e trenta i maestri di Spada. Si palesa così come il Caharin, ovvero l'uomo che può ridare ai Baka Ban Mana la loro terra, strappata tremila anni prima dai maghi per edificare la barriera tra Vecchio e Nuovo Mondo.

Appena giunto a palazzo, Richard minaccia le Sorelle: se non lo lasceranno andare appena terminato il suo addestramento porterà morte e distruzione tra di loro. Un aspirante mago, Jedidiah, già amante di Verna, lo schernisce, vedendo in Richard un rivale.

Richard comincia il suo addestramento, affidato in primo luogo a Pasha Maes, una novizia che addestrandolo conquisterà il diritto a diventare Sorella della Luce. Le sue altre insegnanti, tutte Sorelle, sono la bionda Nicci e la bruna Merissa, bellissime ma distaccate, Tovi e Cecilia, anziane e materne, Armina e soprattutto Liliana dagli occhi viola, alla quale Richard si affeziona, non sapendo che lei, come tutte le altre, è una Sorella dell’Oscurità.

Richard conosce anche la Priora Annalina Aldurren, detta Ann, ed il Profeta Nathan Rahl, suo lontano antenato. Da loro apprende di essere citato in un gran numero di profezie come l’unico in grado di salvare il mondo dalle insidie del Guardiano del Mondo sotterraneo, in quanto unico nato, in tremila anni, con entrambi i lati del Dono, la magia aggiuntiva e quella detrattiva. Apprende poi che proprio Ann e Nathan, anni prima, avevano sottratto il Libro delle Ombre Importanti (vedi L'assedio delle tenebre) e lo avevano affidato a George Chyper, padre adottivo di Richard. Richard aveva imparato a memoria il libro, che padre e figlio avevano poi distrutto in un rogo sacrificale.

Richard fa amicizia con Warren, un giovane aspirante mago, col dono della profezia, che tra le altre cose gli rivela il segreto del Palazzo dei Profeti: lì il tempo scorre dieci volte più lentamente che nel mondo esterno, cosicché Warren e Pasha hanno più di cento anni, Ann ottocento e Nathan addirittura quasi mille.

Nel frattempo, Kahlan, Chandalen, Tossidin e Prindin, sulla strada che da Ebinissia porta ad Aydindril, incontrano un’armata di circa cinquemila soldati di Galea, sfuggiti al massacro di Ebinissia perché impegnati in una missione di istruzione sulle montagne. I soldati, tutti giovanissimi, vorrebbero vendicare i morti di Ebinissia assalendo i cinquantamila soldati aggressori.

Kahlan e i guerrieri del Popolo del Fango si mettono a capo dei Galeani e cominciano, con operazioni di guerriglia ed audacissimi assalti notturni, a decimare gli avversari. Dopo aver contribuito all’istruzione dei Galeani, e dopo essere sfuggita all’assalto del traditore Prindin (che uccide anche suo fratello Tossidin), Kahlan lascia i Galeani e parte con Chandalen verso Aydindril.

Nel frattempo, nel Palazzo dei Profeti le Sorelle dell’Oscurità prendono l’iniziativa: Liliana tenta di uccidere Richard per strappargli i suoi poteri, ma Richard, usando la Spada della verità, riesce a salvarsi uccidendo quella che riteneva una sua amica. Successivamente, Richard deve difendersi dall'attacco di Pasha, che, succube di Ulicia e Liliana, tenta di ucciderlo. L'intervento di Warren, che uccide la sua amata Pasha, lo salva. Richard sopravvive anche all'assalto di Jedidiah, che si rivela un seguace del Guardiano delle Tenebre.

Le Sorelle dell'Oscurità, sentendosi scoperte, agiscono ferendo gravemente Ann ed uccidendone la segretaria fedele Finella (la seconda segretaria, Ulicia, è il capo delle sorelle Oscure). Dopo il tentato assassinio, Ulicia, Armina, Nicci, Merissa, Tovi e Cecilia fuggono a bordo della nave Lady Sefa.

Richard, affidata Ann alle cure di Nathan, parte per Aydindril, per tentare di salvare Kahlan, che secondo una profezia rivelatagli da Warren verrà uccisa dal suo popolo il giorno del Solstizio d'Inverno. Accompagnato da Warren e Verna, e successivamente da Du Chaillu ed il suo popolo, Richard torna alla Valle dei Perduti, distrugge la barriera tra Vecchio e Nuovo Mondo e libera tutti quelli rimasti intrappolati nella Valle. Tra questi ci sono anche Chase e Rachel, che consegna a Richard la Pietra delle Lacrime, che Zedd aveva raccolto nel Giardino della Vita nel Palazzo del Popolo.

Lasciati Warren e Verna, e restituite a Du Chaillu ed ai Baka Ban Mana le loro terre, Richard richiama il drago Scarlet, vola al Palazzo del Popolo e si scontra per la seconda volta con Darken Rahl, che in forma di spirito e con l'ausilio di una Sorella dell'Oscurità sta massacrando i D'hariani che tentano di impedirgli di riprendere il controllo delle scatole dell'Orden. Uccisa la Sorella, e rispedito Darken Rahl nelle tenebre con l'aiuto della Pietra delle Lacrime, Richard vorrebbe volare ad Aydindril per salvare Kahlan, ma Scarlet, ferita, non può accompagnarlo.

Richard si precipita a cavallo ad Aydindril, ma quando arriva scopre che il Consiglio delle Terre Centrali, guidato da Zedd, ha condannato a morte e fatto decapitare Kahlan. Disperato, ne visita la tomba, ma la scritta sulla lapide ("Kahlan Amnell, Madre Depositaria. Ella non è qua, ma nei cuori di coloro che la amano") gli fa capire che Kahlan non è morta. Zedd, in effetti, ha lanciato un incantesimo che ha fatto credere a tutti che Kahlan sia stata decapitata, ma, in realtà, lui e Kahlan sono riusciti a fuggire, e si stanno recando ad Ebinissia per ricostruire la città saccheggiata, assieme ai superstiti dei soldati Galeani che hanno distrutto l'esercito dell'Ordine Imperiale responsabile dell'eccidio.

Alla fine del libro, lo spirito di Denna, liberato dalla morsa del Guardiano dalla sconfitta di Darken Rahl, conduce Richard e Kahlan in un luogo tra i mondi, dove i due innamorati possono per la prima volta passare assieme una notte da amanti.

Tematiche[modifica | modifica wikitesto]

Il tema principale riguarda la Seconda Regola del mago; nel corso del libro, tutti i principali personaggi prendono decisioni apparentemente dettate dal buon senso e dalle buone intenzioni, che portano però a conseguenze devastanti.

Inoltre è fondamentale la successiva consapevolezza da parte del protagonista del suo nuovo ruolo: non più semplice guida dei boschi, ma potente Mago Guerriero, investito di enormi responsabilità.

La seconda regola del mago[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Regole del mago.
« Seconda Regola del Mago: le migliori intenzioni possono generare i danni più grandi; la violazione di ciò può causare di tutto: dal disagio, al disastro, alla morte. »

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Edizioni separate[modifica | modifica wikitesto]

  • Terry Goodkind, Il guardiano delle tenebre, traduzione di Nicola Gianni, I ed., Fanucci, 1999, p. 416, cap. 71.
  • Terry Goodkind, La pietra delle lacrime, traduzione di Nicola Gianni, I ed., Fanucci, 2000, p. 528, cap. 71.

Edizioni unificate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Edizioni di Stone of Tears in Catalogo Vegetti della letteratura fantastica, Associazione culturale Delos Books.

Fantasy Portale Fantasy: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Fantasy