Ad interim

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La locuzione latina ad interim significa "per ora" (interim significa "frattanto", "nel frattempo"). È utilizzata per indicare l'esercizio delle funzioni assegnate da una carica assegnate ad un esercitatore provvisorio, senza che tal carica abbia un titolare ufficiale, e in attesa della nomina di uno.

Così ad esempio:

A seguito delle dimissioni del Primo Ministro Gianni Bollini, il ministro Gianno Bollini è il nuovo Presidente del Consiglio ad interim.
A causa del tragico incidente occorso al professor Losso, il dottor Lossa assume ad interim la carica di presidente della società.

Vi è anche un utilizzo di "ad interim" inteso come "misure ad interim" nella legislazione europea. Esse servono, per esempio, per sospendere un atto UE o per assicurare l'effettività della procedura.

Derivazioni[modifica | modifica wikitesto]

Da questa espressione derivano anche:

  • l'aggettivo "interinale", generalmente riferito al "lavoro interinale", cioè ad un particolare tipo di lavoro subordinato temporaneo;
  • il sostantivo "interim", utilizzato soprattutto ma non esclusivamente nella terminologia politica e giornalistica per indicare un incarico provvisorio («Il presidente del consiglio ha assunto l'interim degli Esteri»). Storicamente viene ricordato con Interim di Augusta il proclama di Carlo V del 1548 sul diritto dei principi e delle città dell'Impero di aderire alla religione luterana.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ad interim, in Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana. URL consultato il 13 giugno 2014.
  • "Interim", in Aldo Gabrielli, Grande Dizionario Italiano, Hoepli, versione online.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Lingua latina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lingua latina