Cops (programma televisivo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
COPS
Logo del programma
Paese Stati Uniti
Anno 1989 - in corso
Genere Reality Show
Documentario
Durata 20 min. circa
Presentatore Harry Newman
Regia John Langley
Malcolm Barbour
Rete GXT (Sky) (Italia)

DMAX (Sky) (Italia)
Fox (Stati Uniti)

Sito web http://www.cops.com

Cops è un programma televisivo statunitense in forma di documentario che segue gli agenti di polizia durante la normale pattuglia o altre attività. Si tratta di uno dei più longevi programmi USA; è anche il secondo programma prodotto da più tempo dal network Fox.

È stato creato da John Langley e Malcolm Barbour e la prima messa in onda è stata sabato 11 marzo 1989.

Ha incluso 750 episodi solo fino al 21 marzo 2009, vincendo il premio della televisione statunitense nel 1993 e guadagnandosi quattro nomination agli Emmy Awards.[1]

Il 30 settembre 2007, COPS ha iniziato la sua 20ª stagione con un episodio chiamato "20 years caught on tape" (20 anni catturati in pellicola) e il 12 settembre 2009, COPS ha iniziato la sua 22ª stagione.

COPS è trasmesso negli Stati Uniti dalla Fox (con ripetizioni delle precedenti stagioni) in Italia alcune stagioni sono state trasmesse canale televisivo satellitare GXT (ora chiuso) ed attualmente è in onda sul canale DMAX (Digitale terrestre e bouquet satellitare Sky).

Il programma segue l'attività dei funzionari di polizia grazie ad un equipaggiamento con telecamera indossato dagli agenti stessi. Lo show segue la convenzione del Cinéma Vérité, senza narrazione o script di dialogo, commentato interamente dagli ufficiali sulle azioni delle persone con cui erano in contatto. È un esempio di adozione dello stile mosca-sul-muro in una produzione televisiva.

Lo show ha seguito ufficiali di 140 diverse città degli Stati Uniti, ed è stato anche girato ad Hong Kong, Londra e nell'ex Unione Sovietica. Ogni episodio ha la durata di 20 minuti circa, e di solito consiste in tre segmenti.

Il programma è ben noto per la sua sigla, Bad Boys, eseguita dal gruppo reggae Inner Circle.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

COPS è stato creato da John Langley ed è stato prodotto insieme a Malcolm Barbour. John Langley in passato ha avuto problemi con le autorità per via della droga e questo fatto lo ha ispirato a creare uno show focalizzato sulla vita reale degli agenti di polizia. Il primo episodio, risalente al 1989, fu girato nella Contea di Broward, Florida. Il progetto originale era quello di seguire gli agenti durante il lavoro e a casa, ma dopo un po' questo progetto è stato ritenuto troppo artificioso da Langley ed è stato abbandonato. Alla fine, il formato di tre segmenti senza narratore, senza musica e senza script sarebbe diventato la formula dello show. Il primo segmento è di solito un segmento di azione per appassionare lo spettatore, seguito da due segmenti indipendenti.

Tutti gli episodi di COPS, Con l'eccezione della prima stagione, iniziano con il disclaimer, "COPS è girato sul posto con gli uomini e le donne delle forze dell'ordine. Tutti gli indagati sono innocenti fino a prova contraria in una corte di giustizia". Il disclaimer della prima stagione è stato leggermente diverso, recitando: "COPS è girato sul posto, senza nulla di organizzato. Tutti gli indagati sono considerati innocenti fino a prova contraria in un tribunale di diritto".

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Panoramica della serie[2]
Stagione Episodi Inizio trasmissione Fine trasmissione
1 15 11 marzo 1989 17 giugno 1989
2 32 23 settembre 1989 5 maggio 1990
3 42 15 settembre 1990 31 agosto 1991
4 45 10 agosto, 1991 12 dicembre 1992
5 46 15 agosto 1992 4 settembre 1993
6 46 7 agosto 1993 24 settembre 1994
7 41 14 maggio 1994 29 luglio 1995
8 43 29 luglio 1995 13 luglio 1996
9 36 31 agosto 1996 26 luglio 1997
10 36 6 settembre 1997 1 agosto 1998
11 36 12 settembre 1998 18 settembre 1999
12 36 11 settembre 1999 29 luglio 2000
13 40 20 maggio 2000 7 luglio 2001
14 36 1 settembre 2001 21 settembre 2002
15 36 4 maggio 2002 1 novembre 2003
16 41 26 aprile 2003 2 ottobre 2004
17 36 15 maggio 2004 6 agosto 2005
18 36 10 settembre 2005 22 luglio 2006
19 36 10 settembre 2006 28 luglio 2007
20 38 8 settembre 2007 2 agosto 2008
21 36 7 settembre 2008 25 luglio 2009
22 36 12 settembre 2009 31 luglio 2010
23 22 11 settembre 2010 18 giugno 2011
24 22 10 settembre 2011 7 aprile 2012
25 16 15 dicembre 2012 4 maggio 2013
26 22 14 settembre 2013 8 marzo 2014
27 34 12 luglio 2014 9 maggio 2015
28 33 20 giugno 2015 30 aprile 2016
29 ?? 4 giugno 2016 TBA

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • In un episodio, che ha avuto luogo nel 1998 ad Atlanta, un agente di polizia-cameraman del Las Vegas Police Department (Dipartimento di polizia di Las Vegas) che stava seguendo un agente del distretto di Atlanta ha dovuto far cadere la telecamera e assistere l'agente di polizia nell'arresto di un sospetto che faceva wrestling. L'ufficiale di Atlanta, si è scoperto, era stato gravemente ferito durante l'inseguimento a piedi, e, nel frattempo, il tecnico audio Steve Kiger aveva preso la telecamera e aveva continuato la registrazione dell'arresto. Il fatto non si nota molto perché il cameraman era vestito in tenuta tattica e nessuno si accorse che c'era proprio l'operatore di ripresa di fronte alla telecamera.
  • Nel film della DreamWorks Pictures Shrek 2 è presente in una breve scena, una parodia della serie Cops. Nel cartone è chiamata "KNIGHTS" e il filmato girato dalla polizia, appunto dei cavalieri, mostra un inseguimento di Shrek umano, il Gatto con gli Stivali e Ciuchino.
  • Nella serie televisiva My Name Is Earl, nella seconda e nella terza stagione, ci sono 3 episodi in cui si fa credere che quelli di Cops siano venuti a fare le riprese a Camden County (ovvero dove è ambientata la serie). Gli episodi sono per l'appunto chiamati: I nostri COPS in tv! e Ancora Cops!.
  • In un episodio della settima stagione di X-Files, si assiste all'unione delle due serie.
  • Il cortometraggio del 1997 Troops è una parodia della serie Cops con gli stormtrooper imperiali di Guerre stellari al posto dei veri agenti di polizia.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Lo show è stato criticato per la sua attenzione soprattutto sulle attività criminali tra i poveri. I critici dicono che questo show presenta ingiustamente i poveri come i maggiori responsabili dei crimini nella società, mentre si ignorano i crimini dei bianchi che sono tipici dei più ricchi.

I dipartimenti di polizia di Chicago, Detroit, Honolulu e Orlando hanno rifiutato le richieste di riprese nelle loro città. Il vicedirettore dell'ufficio stampa del dipartimento di polizia di Chicago Patrick Camden ha dichiarato in risposta alle richieste delle riprese di COPS che "il lavoro della polizia non è un intrattenimento. Quello che fanno banalizza la polizia di quartiere. Non abbiamo mai nemmeno preso in considerazione seriamente le riprese."[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sito Ufficiale
  2. ^ Cops on Amazon, su Amazon, Amazon. URL consultato il 26 agosto 2015.
  3. ^ Bad Boys=Big Money - 2005-07-30 00:00:00 | Broadcasting & Cable

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]