Eurovision Song Contest 2023

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Eurovision Song Contest 2023
EdizioneLXVII (67ª)
PeriodoSemifinali
9 maggio 2023
11 maggio 2023
Finale
13 maggio 2023
SedeLiverpool Arena, Liverpool, Regno Unito Regno Unito
Emittente TVBBC e UA:PBC in Eurovisione
Partecipanti37
RitiriBulgaria Bulgaria
Macedonia del Nord Macedonia del Nord
Montenegro Montenegro
Cronologia
2022

L'Eurovision Song Contest 2023 sarà la 67ª edizione dell'annuale concorso canoro. Il concorso si svolgerà presso la Liverpool Arena di Liverpool, nel Regno Unito, dopo che l'Ucraina, vincitrice dell'edizione precedente in seguito alla vittoria della Kalush Orchestra con Stefania, è stata dichiarata non in grado di ospitare il concorso a causa dell'invasione russa del territorio ucraino; sarà la nona edizione della manifestazione musicale a svolgersi in terra britannica, dopo le edizioni del 1960, 1963, 1968, 1972, 1974, 1977, 1982 e 1998.

Il concorso sarà articolato, come dal 2008, in due semifinali e una finale.

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Il design della scenografia, curata dallo statunitense Julio Himede, già ideatore della scenografia dell'American Song Contest e dei Grammy Awards 2022, è stato presentato il 2 febbraio 2023.[1] La scenografia è stata ideata sui "principi di unione, celebrazione e comunità", traendo ispirazione dagli aspetti culturali e dalle similitudini tra l'Ucraina ed il Regno Unito.[2]

Per la prima volta dall'edizione 2016, viene profondamente cambiato il sistema di voto del concorso, riprendendo in parte quello usato nel 2009: durante le semifinali i paesi finalisti, 10 per ogni semifinale, saranno votati esclusivamente dal pubblico attraverso il televoto, escludendo quindi il voto delle giurie nazionali in vigore dall'edizione 2010; i risultati della finale, come tradizione, saranno invece determinati dalla somma del voto delle giurie nazionali e del pubblico. Inoltre, per la prima volta nella storia del concorso, anche i telespettatori dai paesi non partecipanti potranno votare durante l'evento attraverso la piattaforma online del concorso. I loro voti saranno aggregati a quelli del televoto e saranno presentati come un unico set di 58 punti (la stessa quantità a disposizione di ciascun singolo paese) denominato "Resto del mondo".[3]

Logo e slogan[modifica | modifica wikitesto]

Lo slogan dell'edizione è United by Music ed è stato reso noto il 31 gennaio 2023 tramite un comunicato stampa congiunto della BBC e dell'UER. Il logo dell'evento, nato dalla collaborazione tra lo studio inglese Superunion Agency e quello ucraino Starlight Creative, raffigura un elettrocardiogramma, i cui colori sono ispirati ai colori delle bandiere dei paesi organizzatori. Le pulsazioni producono una serie di cuori, ciascuno sensibile al ritmo della musica.[4]

Scelta del paese ospitante[modifica | modifica wikitesto]

Le città candidate per ospitare l'evento; in verde la città finalista, in blu la città designata

A seguito della vittoria ucraina all'edizione 2022, ospitata dalla città italiana di Torino, l'UER ha invitato il paese, come da tradizione, a ospitare l'evento l'anno seguente,[5][6] divenendo così la terza edizione della manifestazione musicale a svolgersi in Ucraina dopo quelle del 2005 e del 2017. Tuttavia, alla luce dell'invasione russa del territorio ucraino, è stato ipotizzato che un paese facente parte dei Big Five (Francia, Germania, Italia, Regno Unito e Spagna) avrebbe ospitato l'evento in cooperazione con l'emittente UA:PBC.[7] A stretto giro ha seguito l'interesse ad ospitare l'evento di diversi paesi tra cui il Belgio (RTBF),[8] l'Italia (Rai),[9] i Paesi Bassi (NPO/AVROTROS),[10] la Polonia (TVP),[11] il Regno Unito (BBC)[12] e la Svezia (SVT).[13] Originariamente anche la Spagna (RTVE) aveva mostrato interesse a ospitare l'evento[14] ma il 14 giugno 2022 ha ufficialmente ritirato la sua candidatura.[15]

Il 16 maggio 2022 Mykola Černotyts'syj, presidente dell'emittente ucraina UA:PBC, ha dichiarato di voler ospitare il concorso in un'Ucraina pacifica, augurando inoltre di essere in grado di garantire la sicurezza di tutti i partecipanti e delle loro delegazioni durante l'evento.[16] Černotyts'syj ha successivamente dichiarato che l'emittente avrebbe avviato le discussioni con l'UER in merito all'organizzazione del concorso il successivo 20 maggio.[17] All'indomani della vittoria, inoltre, il presidente ucraino Volodymyr Zelens'kyj aveva auspicato di ospitare la manifestazione a Mariupol', una delle principali città colpite durante l'invasione, come simbolo di rinascita per il popolo ucraino.[18]

Il 26 maggio 2022 Mykola Povoroznyk, vicepresidente dell'amministrazione statale di Kiev, ha confermato l'interesse della capitale ucraina nell'ospitare l'evento su richiesta dell'UER.[19] Il successivo 3 giugno il Ministro della cultura Oleksandr Tkačenko ha dichiarato la sua intenzione di discutere con l'UER riguardo alcune condizioni per consentire lo svolgimento del concorso nel paese.[20][21] Il 10 giugno il rappresentante della Verchovna Rada Taras Melnyčuk ha comunicato che è stato istituito un comitato a supporto dell'organizzazione dell'evento in Ucraina.[22]

Il 17 giugno 2022 l'UER tramite un comunicato ha annunciato che l'Ucraina non sarebbe stata in grado di ospitare l'evento, facendone così la prima edizione dal 1980 a non essere ospitata dal paese vincitore, e che sarebbero state avviate discussioni con la BBC per una potenziale organizzazione nel Regno Unito, secondo classificato nell'edizione 2022.[23]

Il 25 luglio successivo l'UER ha annunciato che il Regno Unito, con un'organizzazione congiunta tra BBC e UA:PBC, avrebbe organizzato la manifestazione, confermando inoltre che l'Ucraina avrebbe avuto un posto automatico nella finale in qualità di vincitrice dell’edizione precedente.[24]

Scelta della sede[modifica | modifica wikitesto]

La Liverpool Arena, sede della 67ª edizione dell'Eurovision Song Contest

Dopo che l'UER ha annunciato che sarebbero iniziate le discussioni con la BBC, a stretto giro ha seguito l'interesse a ospitare l'evento di venti città britanniche: Aberdeen (P&J Live),[25] Belfast (SSE Odyssey Arena),[26] Birmingham (Resorts World Arena e Utilita Arena Birmingham),[27][28] Brighton (Brighton Centre),[29] Bristol (YTL Arena),[30] Cardiff (Principality Stadium),[31] Darlington (Darlington Arena),[32] Derry (Millennium Forum),[33] Edimburgo (Highland Hall),[34] Glasgow (OVO Hydro),[35] Leeds (First Direct Arena),[36] Liverpool (Liverpool Arena),[37] Londra (O2 Arena, Copper Box e Wembley Arena),[38] Manchester (Manchester Arena),[39] Newcastle (Utilita Arena),[40] Nottingham (Motorpoint Arena),[41] Prudhoe,[42] Sheffield (Sheffield Arena),[43] Sunderland (Stadium of Light)[44] e Wolverhampton (Molineux Stadium, Dunstall Park e Civic Halls).[45]

Il 5 agosto la BBC e l'UER hanno annunciato e presentato il bando per ospitare la manifestazione, tramite il quale tutte le città interessate avrebbero potuto presentare ufficialmente la propria candidatura.[46][47] Le prime città ad annunciare una mancanza d'interesse sono state Cardiff (citando la lista già ampia degli eventi previsti all'interno della città),[48] Derry (che avrebbe appoggiato la candidatura di Belfast in assenza di una sede adatta),[49] Nottingham (poiché la città non rispettava i criteri di disponibilità),[50] Brighton (per la mancanza di una sede idonea)[51] e Sunderland (per la mancanza di disponibilità della sede proposta).[52]

Il 12 agosto la BBC e l'UER hanno annunciato che la scelta era stata ristretta alle città di Birmingham, Glasgow, Leeds, Liverpool, Manchester, Newcastle e Sheffield.[53] Queste città sono passate alla seconda fase della selezione, dove hanno avuto tempo fino all'8 settembre per sviluppare un dossier dettagliato, che rispettava tutte le necessità per ospitare il concorso, da sottoporre alla valutazione della BBC, che avrebbe successivamente visitato le città candidate.[54]

Il 27 settembre la BBC e l'UER hanno comunicato che la scelta era stata ristretta ulteriormente alle città di Glasgow e Liverpool, che rispettavano tutte le necessità del concorso, scartando di conseguenza Birmingham, Leeds, Manchester, Newcastle e Sheffield.[55]

Il successivo 7 ottobre, durante il programma di BBC One The One Show, è stato confermato che la sede dell'Eurovision Song Contest 2023 sarebbe stata la Liverpool Arena dell'omonima città.[56]

Articolazione del processo[modifica | modifica wikitesto]

Il processo di selezione della scelta si articolerà nel seguente modo:

  • le città interessate avrebbero preso visione dei criteri fondamentali per ospitare la manifestazione;
  • alle stesse città sarebbero state poi concesse quattro settimane per preparare i propri piani e progetti per ospitare l'evento;
  • nel mese di agosto l'emittente organizzatrice avrebbe valutato le candidature in base ai criteri fondamentali;
  • entro la metà di settembre l'emittente organizzatrice avrebbe visitato le città selezionate, i progetti preparati sarebbero stati inviati all'Unione europea di radiodiffusione che avrebbe decretato, di concerto con le emittenti organizzatrici ed entro il mese di ottobre, la città ospitante.

Criteri fondamentali[modifica | modifica wikitesto]

  • la sede deve essere al coperto, dotata di aria condizionata secondo gli standard vigenti, e inoltre ben perimetrabile;
  • la sede deve avere una capacità al 70% della capienza massima compresa tra gli 8 000 e i 10 000 spettatori;
  • la sede deve essere dotata di un'area principale che consenta la realizzazione di un allestimento di alto livello con altezze disponibili di almeno 18 metri, buone capacità di carico sul tetto e facile accesso al carico;
  • la sede deve essere disponibile per 6 settimane prima dell'evento, le 2 settimane dello show e quella successiva per il disallestimento;
  • la sede deve avere a disposizione una vicina sala stampa che possa accogliere almeno 1 000 giornalisti;
  • la sede deve avere aree a raso e di facile accesso, contigue e integrate nel perimetro dell'infrastruttura per il supporto tecnico-logistico di 5 000 metri quadrati;
  • la città deve avere a disposizione oltre 2 000 camere d'albergo nelle aree contigue all'evento;
  • la città deve avere un aeroporto internazionale non più lontano di un'ora e mezza dalla sede dell'evento.
Città Sede Capacità Note
Birmingham Resorts World Arena 15 685
Utilita Arena Birmingham 15 800 Ha ospitato l'Eurovision Song Contest 1998, oltre ad ospitare annualmente il Birmingham Indoor Grand Prix
Glasgow OVO Hydro 14 500 Ha ospitato i Campionati mondiali di ginnastica artistica 2015; l'esterno dell'arena è stato utilizzato come location per le riprese del film Eurovision Song Contest - La storia dei Fire Saga
Leeds First Direct Arena 13 000 Ha ospitato la Premier League Darts 2014 e 2015
Liverpool Liverpool Arena 11 000 Ha ospitato gli MTV Europe Music Awards 2008
Manchester Manchester Arena 21 000 Ha ospitato i XVII Giochi del Commonwealth e i Campionati mondiali di taekwondo 2019
Newcastle Utilita Arena 11 000 Ha ospitato l'Insurrextion 2003 e la UFC 80: Rapid Fire
Sheffield Sheffield Arena 13 600 Ospita annualmente la Premier League Darts

Stati partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

     Stati partecipanti che non hanno ancora selezionato l'artista e/o la canzone

     Stati partecipanti che hanno selezionato l'artista e/o la canzone

     Stati che hanno partecipato in passato ma non nel 2023

Il 20 ottobre 2022 è stata ufficializzata la lista definitiva degli Stati partecipanti a questa edizione, che ne prevede 37.[57]

Stato[58] Artista[58] Brano[58] Lingua Processo di selezione Note
Albania Albania Albina & Familja Kelmendi Duje Albanese Festivali i Këngës 61, 23 dicembre 2022[59] Il brano in gara è una versione modificata rispetto a quello che ha vinto la selezione nazionale.[60]
Il brano contiene alcune parole in albanese ghega.
Armenia Armenia Brunette Marzo 2023 Interno; cantante annunciata il 1º febbraio 2023[61]
Australia Australia Interno[62] In caso di vittoria dell'Australia la SBS produrrà l'evento in Europa assieme a un altro membro dell'UER.
Austria Austria Teya & Salena 8 marzo 2023 Interno; cantanti annunciate il 31 gennaio 2023[63]
Azerbaigian Azerbaigian Interno
Belgio Belgio Gustaph Because of You Inglese Eurosong 2023, 14 gennaio 2023[64]
Cipro Cipro Andrew Lambrou Febbraio 2023 Interno; cantante annunciato il 17 ottobre 2022[65]
Croazia Croazia 11 febbraio 2023 Dora 2023[66]
Danimarca Danimarca 11 febbraio 2023 Dansk Melodi Grand Prix 2023[67]
Estonia Estonia 11 febbraio 2023 Eesti Laul 2023[68]
Finlandia Finlandia 25 febbraio 2023 UMK 2023[69]
Francia Francia La Zarra Francese Interno; cantante annunciata il 12 gennaio 2023[70]
Georgia Georgia Iru Khechanovi The Voice Georgia 5 per l'artista, 2 febbraio 2023[71]
Germania Germania 3 marzo 2023 Unser Lied für Liverpool[72]
Grecia Grecia Victor Vernicos What They Say Inglese Interno; cantante e brano annunciati il 30 gennaio 2023[73]
Irlanda Irlanda Wild Youth We Are One Inglese Eurosong 2023, 3 febbraio 2023[74]
Islanda Islanda 4 marzo 2023 Söngvakeppnin 2023[75]
Israele Israele Noa Kirel Unicorn Inglese,
ebraico
Interno; cantante annunciata il 10 agosto 2022,[76] brano annunciato il 17 gennaio 2023 e presentato a marzo 2023[77]
Italia Italia 11 febbraio 2023 Festival di Sanremo 2023[78]
Lettonia Lettonia 11 febbraio 2023 Supernova 2023[79]
Lituania Lituania 18 febbraio 2023 Pabandom iš naujo! 2023[80]
Malta Malta 11 febbraio 2023 Malta Eurovision Song Contest 2023[81]
Moldavia Moldavia 4 marzo 2023 Etapa Națională 2023[82]
Norvegia Norvegia Alessandra Queen of Kings Inglese Melodi Grand Prix 2023, 4 febbraio 2023[83] Il brano contiene alcune parole in italiano.
Paesi Bassi Paesi Bassi Mia Nicolai & Dion Cooper Interno; cantanti annunciati il 1º novembre 2022[84]
Polonia Polonia 26 febbraio 2023 Tu bije serce Europy! Wybieramy hit na Eurowizję 2023[85]
Portogallo Portogallo 11 marzo 2023 Festival da Canção 2023[86]
Regno Unito Regno Unito
(organizzatore)
Marzo 2023[87] Interno
Rep. Ceca Repubblica Ceca 7 febbraio 2023 Eurovision Song CZ 2023[88]
Romania Romania 11 febbraio 2023 Selecția Națională 2023[89]
San Marino San Marino 25 febbraio 2023 Una voce per San Marino 2023[90]
Serbia Serbia 4 marzo 2023 Pesma za Evroviziju '23[91]
Slovenia Slovenia Joker Out Carpe diem Sloveno Interno; gruppo annunciato l'8 dicembre 2022,[92] brano annunciato il 28 gennaio 2023 e presentato il 4 febbraio 2023[93]
Spagna Spagna Blanca Paloma Eaea Spagnolo Benidorm Fest 2023, 4 febbraio 2023[94]
Svezia Svezia 11 marzo 2023 Melodifestivalen 2023[95]
Svizzera Svizzera Interno
Ucraina Ucraina
(organizzatore)
Tvorchi Heart of Steel Inglese Vidbir 2023, 17 dicembre 2022[96] Il brano in gara è una versione modificata rispetto a quello che ha vinto la selezione nazionale.[97]

L'evento[modifica | modifica wikitesto]

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Digame ha composto le urne nelle quali sono stati divisi gli stati partecipanti, determinate in base allo storico delle votazioni. La loro composizione è stata così definita:[98]

Urna 1 Urna 2 Urna 3 Urna 4 Urna 5

Il 31 gennaio 2023, presso la Saint George's Hall di Liverpool, si svolgerà il sorteggio (presentato da AJ Odudu e Rylan Clark) per determinare in quale metà di quale semifinale si esibiranno gli stati e la semifinale in cui avranno il diritto di voto gli stati già qualificati alla finale.[99] Nel sorteggio è stato inoltre esplicitato che la prima semifinale sarebbe stata composta da 15 stati, mentre la seconda da 16, e che l'ordine di esibizione esatto sarebbe stato stabilito dalla produzione del programma e approvato dal supervisore UER e dal Gruppo di Controllo. In base all'esito del sorteggio, le semifinali sono state quindi così composte:[100]

     Stati partecipanti alla prima semifinale

     Stati con diritto di voto nella prima semifinale

     Stati partecipanti alla seconda semifinale

     Stati con diritto di voto alla seconda semifinale

1ª semifinale
9 maggio 2023
2ª semifinale
11 maggio 2023
Serbia Serbia
Lettonia Lettonia
Irlanda Irlanda
Norvegia Norvegia
Portogallo Portogallo
Croazia Croazia
Malta Malta
Svezia Svezia
Moldavia Moldavia
Svizzera Svizzera
Israele Israele
Paesi Bassi Paesi Bassi
Finlandia Finlandia
Azerbaigian Azerbaigian
Rep. Ceca Repubblica Ceca
Armenia Armenia
Cipro Cipro
Romania Romania
Danimarca Danimarca
Belgio Belgio
Islanda Islanda
Grecia Grecia
Estonia Estonia
Albania Albania
Australia Australia
Austria Austria
Lituania Lituania
San Marino San Marino
Slovenia Slovenia
Georgia Georgia
Polonia Polonia
Con diritto di voto:
Francia Francia
Germania Germania
Italia Italia
Con diritto di voto:
Regno Unito Regno Unito
Spagna Spagna
Ucraina Ucraina

Prima semifinale[modifica | modifica wikitesto]

La prima semifinale si svolgerà il 9 maggio 2023 alle 21:00 CEST; vi gareggeranno 15 paesi e voteranno anche Francia, Germania e Italia.

Seconda semifinale[modifica | modifica wikitesto]

La seconda semifinale si svolgerà il 11 maggio 2023 alle 21:00 CEST; vi gareggeranno 16 paesi e voteranno anche Regno Unito, Spagna e Ucraina.

Finale[modifica | modifica wikitesto]

La finale si svolgerà il 13 maggio 2023 alle 21:00 CEST. Vi gareggeranno 26 paesi di cui:

Stati non partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

  • Andorra Andorra: il 26 maggio 2022 Dani Ortolà, gestore dei contenuti dell'emittente RTVA, ha confermato che il ritorno del principato alla manifestazione era al momento improbabile.[101] Il successivo 29 maggio l'emittente ha confermato che il paese non avrebbe preso parte all'edizione 2023.[102]
  • Bielorussia Bielorussia: in seguito all'espulsione dell'emittente bielorussa BTRC dall'Unione europea di radiodiffusione, avvenuta il 1º luglio 2021, la nazione non dispone dei diritti di partecipazione e trasmissione del concorso fino al 2024.[103]
  • Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina: il 14 ottobre 2022 BHRT ha confermato che il paese non sarebbe tornato a partecipare in quest'edizione, citando i forti debiti verso l'UER.[104]
  • Bulgaria Bulgaria: il 14 ottobre 2022 BNT ha confermato che il paese non sarebbe tornato a partecipare in quest'edizione, citando mancanza d'interesse da parte dell'emittente.[105]
  • Kazakistan Kazakistan: il 5 ottobre 2022 Jan Muqanov, produttore televisivo kazako, ha confermato che l'emittente KA ha tutte le intenzioni di debuttare al concorso nell'edizione 2023. Tuttavia, la decisione finale sarebbe stata presa esclusivamente dall'UER poiché l'emittente necessita di un invito di partecipazione in quanto membro associato.[106] Il successivo 20 ottobre l'UER ha annunciato la non partecipazione del paese.
  • Kosovo Kosovo: il 16 maggio 2022 Shkumbin Ahmetxhekaj, direttore dell'emittente RTK, ha confermato che l'emittente kosovara mira a fare domanda per l'adesione all'UER entro la fine dell'anno; confermando inoltre che, con l'adesione all'ente paneuropeo, il paese sarebbe in grado di partecipare alla manifestazione canora.[107] Il successivo 20 ottobre l'UER ha annunciato la non partecipazione del paese.
  • Lussemburgo Lussemburgo: il 2 agosto 2022 RTL ha confermato che il paese non sarebbe tornato a partecipare in quest'edizione.[108]
  • Macedonia del Nord Macedonia del Nord: dopo aver valutato un ritiro in seguito ad alcune controversie avvenute durante l'edizione 2022,[109] il 14 ottobre 2022 l'emittente macedone MRT ha confermato la decisione, citando dei problemi finanziari.[110]
  • Montenegro Montenegro: il 30 giugno 2022 l'emittente RTCG ha confermato che non avrebbe partecipato al Junior Eurovision Song Contest 2022 citando la concentrazione sulla partecipazione all'Eurovision.[111] Tuttavia, il successivo 13 ottobre l'emittente ha dichiarato che non avrebbe preso parte a quest'edizione per via di problemi finanziari.[112]
  • Monaco Principato di Monaco: il 22 novembre 2021 il Consiglio di governo del Principato di Monaco aveva dichiarato che una parte del bilancio statale del microstato era stato riservato alla partecipazione al concorso nel 2023.[113] Tuttavia, il 5 settembre 2022, MMD ha confermato che il paese non sarebbe tornato a partecipare, citando che la nuova rete televisiva nazionale Monte-Carlo Riviera TV, incaricata alla partecipazione del concorso, non sarà lanciata fino a metà 2023, rispetto al periodo inizialmente pianificato per la fine del 2022.[114][115]
  • Russia Russia: il 26 febbraio 2022 tutte le emittenti russe hanno interrotto l'affiliazione con l'UER, in seguito alla decisione di quest'ultima di escludere la nazione dal partecipare all'Eurovision Song Contest 2022 dovuto alla crisi russo-ucraina, con la successiva invasione del territorio ucraino da parte delle forze armate russe.[116][117] Il successivo 26 maggio l'UER ha confermato ufficialmente l'espulsione a tempo indeterminato delle emittenti russe dall'affiliazione, facendo perdere alla nazione i diritti di partecipazione e trasmissione del concorso.[118]
  • Slovacchia Slovacchia: il 10 giugno 2022 RTVS ha confermato che il paese non sarebbe tornato a partecipare in quest'edizione.[119]

Trasmissione dell'evento e commentatori[modifica | modifica wikitesto]

Televisione e radio[modifica | modifica wikitesto]

Paese Trasmissione Emittente Stazione Commentatori Note
Albania Albania RTSH
Armenia Armenia ARMTV
Australia Australia Completa SBS SBS Television Myf Warhurst
Joel Creasey
[120]
Austria Austria ORF
Azerbaigian Azerbaigian İTV İctimai Televiziya
Belgio Belgio Completa RTBF[N 1] [121]
VRT[N 2] Één Peter Van de Veire
Cipro Cipro CyBC
Croazia Croazia HRT
Danimarca Danimarca DR
Estonia Estonia ERR
Finlandia Finlandia Yle
Francia Francia France Télévisions
Georgia Georgia GPB
Germania Germania Finale ARD/NDR Das Erste
Deutsche Welle
[122]
Grecia Grecia ERT
Irlanda Irlanda RTÉ
Islanda Islanda RÚV
Israele Israele IPBC
Italia Italia Completa Rai Rai 1 Gabriele Corsi
Cristiano Malgioglio
Carolina Di Domenico
[123]
Lettonia Lettonia LTV
Lituania Lituania LRT
Macedonia del Nord Macedonia del Nord Completa MRT MRT 1
Malta Malta PBS
Moldavia Moldavia TRM
Norvegia Norvegia NRK
Paesi Bassi Paesi Bassi NPO
Polonia Polonia TVP
Portogallo Portogallo RTP
Regno Unito Regno Unito Completa BBC BBC One [124]
Rep. Ceca Repubblica Ceca ČT
Romania Romania TVR
San Marino San Marino SMRTV
Serbia Serbia RTS
Slovenia Slovenia RTV SLO
Spagna Spagna RTVE
Svezia Svezia SVT
Svizzera Svizzera SRF[N 3]
RTS[N 4]
RSI[N 5]
Ucraina Ucraina UA:PBC

Streaming[modifica | modifica wikitesto]

Paese Emittente Piattaforma
Italia Italia Rai RaiPlay
Regno Unito Regno Unito BBC BBC iPlayer
BBC Sounds
Blank map of the world (Robinson projection) (10E).svg Mondo YouTube

Note[modifica | modifica wikitesto]

Annotazioni[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Commento in lingua francese.
  2. ^ Commento in lingua olandese.
  3. ^ Commento in lingua tedesca.
  4. ^ Commento in lingua francese.
  5. ^ Commento in lingua italiana.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) First look at the Eurovision 2023 stage!, su eurovision.tv, 2 febbraio 2023. URL consultato il 3 febbraio 2023.
  2. ^ (EN) The Eurovision Song Contest 2023 stage revealed!, su BBC, 2 febbraio 2023. URL consultato il 3 febbraio 2023.
  3. ^ (EN) Voting changes announced for Eurovision Song Contest 2023, su eurovision.tv, 22 novembre 2022.
  4. ^ (EN) James Washak, Eurovision 2023: Logo and Slogan "United by Music" Revealed, su eurovoix.com, 30 gennaio 2023. URL consultato il 31 gennaio 2023.
  5. ^ (EN) How it works, su eurovision.tv, 15 gennaio 2017. URL consultato il 15 maggio 2022.
  6. ^ Emanuele Lombardini, Zelensky: "L'Ucraina ospiterà l'Eurovision 2023, magari a Mariupol", su eurofestivalnews.com, 15 maggio 2022. URL consultato il 15 maggio 2022.
  7. ^ (EN) Martin Belam e Monika Cvorak, Ukraine wins 2022 Eurovision song contest as UK finishes second in Turin, su theguardian.com, 14 maggio 2022. URL consultato il 15 maggio 2022.
  8. ^ (EN) Neil Farren, Belgium: RTBF Would Host Eurovision 2023 If Asked, su eurovoix.com, 25 giugno 2022. URL consultato il 27 giugno 2022.
  9. ^ Andrea Bonetti, Eurovision 2023, Coletta: la Rai a disposizione per l'edizione in Ucraina, su eurofestivalnews.com, 15 maggio 2022. URL consultato il 15 maggio 2022.
  10. ^ (EN) Neil Farren, Netherlands: NPO and AVROTROS Would Host Eurovision 2023 If Asked, su eurovoix.com, 18 maggio 2022. URL consultato il 18 maggio 2022.
  11. ^ (EN) Anthony Granger, Poland: TVP is Willing to Help Host Eurovision 2023, su eurovoix.com, 15 maggio 2022. URL consultato il 15 maggio 2022.
  12. ^ (EN) Hayley Dixon e Nataliya Vasilyeva, Eurovision winner Oleh Psiuk heads home to serve Ukraine, su The Daily Telegraph, 15 maggio 2022. URL consultato il 19 maggio 2022.
  13. ^ (EN) Ewan McCaig, Eurovision 2022: Mayor Of Stockholm Offers To Host Eurovision 2023 In Event Of Ukraine Win, su eurovoix.com, 10 maggio 2022. URL consultato il 15 maggio 2022.
  14. ^ (EN) Anthony Granger, Spain: RTVE Confirmed it Has Offered to Host Eurovision 2023 Following Ukraine's Win, su eurovoix.com, 15 maggio 2022. URL consultato il 15 maggio 2022.
  15. ^ (EN) Anthony Granger, Spain: RTVE no longer in contention to host Eurovision 2023, su eurovoix.com, 14 giugno 2022. URL consultato il 17 giugno 2022.
  16. ^ (EN) Anthony Granger, Eurovision 2023: Suspilne Wants the Contest to be Held in a Peaceful Ukraine, su eurovoix.com, 16 maggio 2022. URL consultato il 28 maggio 2022.
  17. ^ (EN) James Washak, Eurovision 2023: Discussions with Ukraine and the EBU Regarding Hosting to Commence on Friday, su eurovoix.com, 17 maggio 2022. URL consultato il 28 maggio 2022.
  18. ^ Debora Gandini, Eurovision, Zelensky: "La prossima edizione a Mariupol", su it.euronews.com, 15 maggio 2022. URL consultato il 20 agosto 2022.
  19. ^ (EN) Anthony Granger, Eurovision 2023: Kyiv States its Ready to Host if Asked, su eurovoix.com, 26 maggio 2022. URL consultato il 28 maggio 2022.
  20. ^ (EN) No doubt Eurovision will be held in Ukraine - Tkachenko, su ukrinform.net, 3 giugno 2022. URL consultato l'11 giugno 2022.
  21. ^ James Washaklingua=en, Eurovision 2023: Ukraine's Minister of Culture States "No Doubt" Eurovision Should Be in Ukraine, su eurovoix.com, 3 giugno 2022. URL consultato l'11 giugno 2022.
  22. ^ (EN) Anthony Granger, Eurovision 2023: Ukrainian Government Forms Organising Committee, su eurovoix.com, 10 giugno 2022. URL consultato l'11 giugno 2022.
  23. ^ (EN) EBU Statement on Hosting of 2023 Eurovision Song Contest, su eurovision.tv, 17 giugno 2022. URL consultato il 17 giugno 2022.
  24. ^ (EN) United Kingdom to host Eurovision Song Contest 2023, su eurovision.tv, 25 luglio 2022. URL consultato il 25 luglio 2022.
  25. ^ (EN) Anthony Granger, Eurovision 2023: MSPs & MPs Back Potential Aberdeen Eurovision Bid, su eurovoix.com, 18 giugno 2022. URL consultato il 18 giugno 2022.
  26. ^ (EN) Steven Heap, Eurovision 2023: Calls to Bring Eurovision to Belfast, su eurovoix.com, 18 giugno 2022. URL consultato il 18 giugno 2022.
  27. ^ (EN) James Washak, Eurovision 2023: Birmingham's Resorts World Arena Cleares Schedule for Eurovision 2023, su eurovoix.com, 22 giugno 2022. URL consultato il 22 giugno 2022.
  28. ^ (EN) Emily Grace, Eurovision 2023: Birmingham Launches Host City Campaign "Bring It To Birmingham", su eurovoix.com, 18 giugno 2022. URL consultato il 18 giugno 2022.
  29. ^ (EN) Anthony Granger, Eurovision 2023: Brighton Will Bid to Host Eurovision, su eurovoix.com, 17 giugno 2022. URL consultato il 17 giugno 2022.
  30. ^ (EN) James Washak, Eurovision 2023: Bristol Launches Bid to Host Eurovision 2023, su eurovoix.com, 10 luglio 2022. URL consultato il 10 luglio 2022.
  31. ^ (EN) Anthony Granger, Eurovision 2023: Cardiff Shows Interest in Bidding For Eurovision, su eurovoix.com, 19 giugno 2022. URL consultato il 19 giugno 2022.
  32. ^ (EN) Alexa Fox, Darlington confirms it WILL bid to host the Eurovision Song Contest in 2023, su The Northern Echo, 10 agosto 2022. URL consultato il 14 agosto 2022.
  33. ^ (EN) Anthony Granger, Eurovision 2023: Derry Investigates Bid to Host Eurovision, su eurovoix.com, 2 agosto 2022. URL consultato il 2 agosto 2022.
  34. ^ (EN) Nick van Lith, Edinburgh throws its hat in the ring to host Eurovision 2023, su escxtra.com, 18 giugno 2022. URL consultato il 19 giugno 2022.
  35. ^ (EN) Anthony Granger, Eurovision 2023: Scottish First Minister Supports Glasgow Hosting Eurovision, su eurovoix.com, 17 giugno 2022. URL consultato il 17 giugno 2022.
  36. ^ (EN) Anthony Granger, Eurovision 2023: Leeds Expresses Interest in Hosting Eurovision, su eurovoix.com, 17 giugno 2022. URL consultato il 18 giugno 2022.
  37. ^ (EN) Anthony Granger, Eurovision 2023: Liverpool Intends to Bid to Host Eurovision, su eurovoix.com, 17 giugno 2022. URL consultato il 18 giugno 2022.
  38. ^ (EN) Anthony Granger, Eurovision 2023: Mayor of London Expresses Support For Capital to Host, su eurovoix.com, 17 giugno 2022. URL consultato il 18 giugno 2022.
  39. ^ (EN) Anthony Granger, Eurovision 2023: Local Politicians Support Potential Bid From Manchester, su eurovoix.com, 17 giugno 2022. URL consultato il 18 giugno 2022.
  40. ^ (EN) Anthony Granger, Eurovision 2023: Newcastle Preparing Bid to Host Eurovision, su eurovoix.com, 12 luglio 2022. URL consultato il 13 luglio 2022.
  41. ^ (EN) Steven Heap, Nottingham To Consider a Eurovision 2023 bid, su eurovoix.com, 27 luglio 2022. URL consultato il 14 agosto 2022.
  42. ^ (EN) Nick van Lith, Is Prudhoe going to bid to host the Eurovision Song Contest 2023?, su escxtra.com, 20 giugno 2022. URL consultato il 25 luglio 2022.
  43. ^ (EN) Emily Grace, Eurovision 2023: Sheffield Councillors Interested in Bidding For Eurovision Hosting Rights, su eurovoix.com, 18 giugno 2022. URL consultato il 18 giugno 2022.
  44. ^ (EN) Nick van Lith, Sunderland councillor wants the Stadium of Light to host Eurovision 2023, su escxtra.com, 19 giugno 2022. URL consultato il 19 giugno 2022.
  45. ^ (EN) Eleanor Lawson, Wolverhampton should host Eurovision, says ex-mayor - with reunited One Direction, su Express & Star, 18 giugno 2022. URL consultato il 19 giugno 2022.
  46. ^ Donato Cafarelli, Eurovision 2023: la BBC apre il bando per le città candidate. Annuncio in autunno, su eurofestivalnews.com, 5 agosto 2022. URL consultato il 6 agosto 2022.
  47. ^ (EN) Franciska van Waarden, Eurovision 2023: BBC Reveals Two-Round Host City Selection Process, su eurovoix.com, 4 agosto 2022. URL consultato il 6 agosto 2022.
  48. ^ (EN) Ffion Lewis, Cardiff will not host Eurovision in 2023, su walesonline.co.uk, 3 agosto 2022. URL consultato il 6 agosto 2022.
  49. ^ (EN) Anthony Granger, Eurovision 2023: Derry Will Not Bid To Host, su eurovoix.com, 8 agosto 2022. URL consultato il 14 agosto 2022.
  50. ^ (EN) Anthony Granger, Eurovision 2023: Nottingham Will Not Bid, su eurovoix.com, 9 agosto 2022. URL consultato il 14 agosto 2022.
  51. ^ (EN) Daniel Green, Brighton ruled out due to city's lack of suitable infrastructure, su The Argus, 11 agosto 2022. URL consultato il 14 agosto 2022.
  52. ^ (EN) Sunderland rules out bid to host the 2023 Eurovision Song Contest, su thateurovisionsite.com, 11 agosto 2022. URL consultato il 14 agosto 2022.
  53. ^ (EN) BBC announces 7 Shortlisted Host Cities for Eurovision 2023, su eurovision.tv, 12 agosto 2022. URL consultato il 14 agosto 2022.
  54. ^ (EN) Anthony Granger, Eurovision 2023: Complete Bids to be Submitted to BBC by September 8, su eurovoix.com, 29 agosto 2022. URL consultato il 21 settembre 2022.
  55. ^ (EN) Eurovision 2023: It’s Glasgow or Liverpool, su eurovision.tv, 27 settembre 2022. URL consultato il 27 settembre 2022.
  56. ^ (EN) Liverpool will host Eurovision 2023, su eurovision.tv, 7 ottobre 2022. URL consultato il 7 ottobre 2022.
  57. ^ (EN) Eurovision 2023: Here are the 37 countries competing in Liverpool, su eurovision.tv, 20 ottobre 2022. URL consultato il 20 ottobre 2022.
  58. ^ a b c (EN) Participants of Liverpool 2023, su eurovision.tv. URL consultato il 20 ottobre 2022.
  59. ^ (EN) Neil Farren, Albania: Albina & Familja Kelmendi to Eurovision 2023, su eurovoix.com, 22 dicembre 2022. URL consultato il 23 dicembre 2022.
  60. ^ (EN) Anthony Granger, Albania: "Duje" to Remain in Albanian for Eurovision 2023, su eurovoix.com, 30 dicembre 2022. URL consultato il 30 dicembre 2022.
  61. ^ (EN) Anthony Granger, Armenia: Brunette to Eurovision 2023, su eurovoix.com, 1º febbraio 2023. URL consultato il 1º febbraio 2023.
  62. ^ (EN) Anthony Granger, Australia: SBS Confirms Internal Selection For Eurovision 2023, su eurovoix.com, 14 novembre 2022. URL consultato il 14 novembre 2022.
  63. ^ (EN) James Washak, Austria: Teya and Salena to Eurovision 2023, su eurovoix.com, 31 gennaio 2023. URL consultato il 31 gennaio 2023.
  64. ^ (EN) Christian Petersen, Belgium: Gustaph wins Eurosong 2023 – to Eurovision with "Because of You", su eurovisionworld.com, 14 gennaio 2023. URL consultato il 14 gennaio 2023.
  65. ^ (EN) Cyprus will send Andrew Lambrou to Liverpool, su eurovision.tv, 17 ottobre 2022. URL consultato il 17 ottobre 2022.
  66. ^ (HR) Pravila za izbor hrvatskog predstavnika i pjesme za pjesmu Eurovizije - "Dora 2023.", su HRT, 20 settembre 2022. URL consultato il 21 settembre 2022.
  67. ^ (EN) Anthony Granger, Denmark: Dansk Melodi Grand Prix 2023 Final on February 11, su eurovoix.com, 13 settembre 2022. URL consultato il 13 settembre 2022.
  68. ^ (EN) Anthony Granger, Estonia: Selects for Eurovision 2023 on February 11, su eurovoix.com, 13 settembre 2022. URL consultato il 13 settembre 2022.
  69. ^ (EN) Neil Farren, Finland: UMK 2023 Final on February 25, su eurovoix.com, 25 ottobre 2022. URL consultato il 25 ottobre 2022.
  70. ^ (EN) Neil Farren, France: La Zarra to Eurovision 2023, su eurovoix.com, 12 gennaio 2023. URL consultato il 12 gennaio 2023.
  71. ^ (EN) Neil Farren, Georgia: Iru Khechanovi to Eurovision 2023, su eurovoix.com, 2 febbraio 2023. URL consultato il 2 febbraio 2023.
  72. ^ (EN) Germany: "Unser Lied für Liverpool" set for Friday 3 March, su eurovision.tv, 12 gennaio 2023. URL consultato il 12 gennaio 2023.
  73. ^ (EN) Greece: Victor Vernicos to Eurovision 2023, su eurovoix.com, 30 gennaio 2023. URL consultato il 30 gennaio 2023.
  74. ^ (EN) Claire Schulte-Wieschen, Wild Youth to represent Ireland at Eurovision 2023, su eurovisionworld.com, 3 febbraio 2023. URL consultato il 4 febbraio 2023.
  75. ^ (EN) Anthony Granger, Iceland: Selects For Eurovision 2023 On March 4, su eurovoix.com, 29 agosto 2022. URL consultato il 29 agosto 2022.
  76. ^ (EN) Neil Farren, Israel: Noa Kirel Confirms Eurovision 2023 Participation, su eurovoix.com, 10 agosto 2022. URL consultato l'11 agosto 2022.
  77. ^ (EN) Anthony Granger, Israel: Noa Kirel to Perform "Unicorn" at Eurovision 2023, su eurovoix.com, 17 gennaio 2023. URL consultato il 17 gennaio 2023.
  78. ^ Federico Rossini, Sanremo 2023: il vincitore all'Eurovision per l'Italia, su eurofestivalnews.com, 13 giugno 2022. URL consultato il 13 giugno 2022.
  79. ^ (EN) Neil Farren, Latvia: Supernova 2023 Entries Revealed, su eurovoix.com, 5 gennaio 2023. URL consultato il 5 gennaio 2023.
  80. ^ (LT) Skelbiami nacionalinės "Eurovizijos" atrankos dalyviai: prie starto linijos – 30 dainų, su lrt.lt, 20 dicembre 2022. URL consultato il 14 gennaio 2023.
  81. ^ (EN) Anthony Granger, Malta: Selects For Eurovision 2023 on February 11, su eurovoix.com, 2 settembre 2022. URL consultato il 4 gennaio 2023.
  82. ^ (RO) 10 participanți vor concura în Finala Națională Eurovision 2023 Eurovision Etapa Națională, su eurovision.md, 28 gennaio 2023. URL consultato il 28 gennaio 2023.
  83. ^ (EN) Emily Grace, Norway: Alessandra To Eurovision 2023, su eurovoix.com, 4 febbraio 2023. URL consultato il 4 febbraio 2023.
  84. ^ (EN) Eurovision 2023: Mia Nicolai & Dion Cooper will represent Netherlands with Duncan Laurence song, su aussievision.net, 1º novembre 2022. URL consultato il 1º novembre 2022.
  85. ^ (EN) Neil Farren, Poland: Selects for Eurovision 2023 on February 26, su eurovoix.com, 19 settembre 2022. URL consultato il 19 settembre 2022.
  86. ^ (EN) Neil Farren, Portugal: Festival da Canção 2023 Composers Revealed, su eurovoix.com, 9 novembre 2022. URL consultato il 13 novembre 2022.
  87. ^ (EN) Daniel Rosney, Eurovision 2023: Liverpool's logo and slogan revealed ahead of allocation draw, su BBC News, 31 gennaio 2023. URL consultato il 31 gennaio 2023.
  88. ^ (CS) Irglová, Vesna, Rodan, Maella a Pam Rabbit. Diváci opět rozhodnou o zástupci Česka na Eurovizi, su ČT24, 16 gennaio 2023. URL consultato il 16 gennaio 2023.
  89. ^ (EN) Neil Farren, Romania: Selecţia Naţională 2023 Launched, su eurovoix.com, 10 novembre 2022. URL consultato il 10 novembre 2022.
  90. ^ (EN) Neil Farren, San Marino: Una Voce per San Marino 2023 Final on February 25, su eurovoix.com, 20 agosto 2022. URL consultato il 20 agosto 2022.
  91. ^ (EN) Anthony Granger, Serbia: Selects For Eurovision 2023 on March 4, su eurovoix.com, 1º gennaio 2023. URL consultato il 1º gennaio 2023.
  92. ^ (EN) Anthony Granger, Slovenia: Joker Out! to Eurovision 2023, su eurovoix.com, 8 dicembre 2022. URL consultato l'8 dicembre 2022.
  93. ^ (SI) Joker Out na Evrovizijo s skladbo Carpe Diem, su RTV Slovenija, 28 gennaio 2023. URL consultato il 28 gennaio 2023.
  94. ^ (EN) Anthony Granger, Spain: Blanca Paloma Selected For Eurovision 2023, su eurovoix.com, 4 febbraio 2023. URL consultato il 5 febbraio 2023.
  95. ^ (SV) Tobbe Ek, Redan klart: Datum och städer för Melodifestivalen 2023, su Aftonbladet, 5 febbraio 2022. URL consultato il 18 giugno 2022.
  96. ^ (EN) Claire Schulte-Wieschen, Ukraine: Tvorchi wins Vidbir – To Eurovision 2023 with "Heart of Steel", su eurovisionworld.com, 17 dicembre 2022. URL consultato il 17 dicembre 2022.
  97. ^ (UK) Переможці Нацвідбору на Євробачення-2023 TVORCHI: «Наша місія — дивувати», su UA:PBC, 19 dicembre 2022. URL consultato il 21 dicembre 2022.
  98. ^ (EN) How to watch the Eurovision 2023 Semi-Final Allocation Draw, su eurovision.tv, 30 gennaio 2023. URL consultato il 30 gennaio 2023.
  99. ^ (EN) Eurovision 2023: AJ & Rylan to host Allocation Draw, su eurovision.tv, 10 gennaio 2023. URL consultato il 10 gennaio 2023.
  100. ^ (EN) Eurovision 2023: Allocation Draw results, su eurovision.tv, 31 gennaio 2023. URL consultato il 31 gennaio 2023.
  101. ^ (EN) Anthony Granger, Andorra: RTVA Unlikely to Participate in Eurovision in the Short or Medium Term, su eurovoix.com, 26 maggio 2022. URL consultato il 28 maggio 2022.
  102. ^ (EN) Jordy Pedra, Andorra won't return to Eurovision in 2023, says RTVA content manager, su wiwibloggs.com, 29 maggio 2022. URL consultato il 29 maggio 2022.
  103. ^ Emanuele Lombardini, La tv bielorussa espulsa dalla EBU, addio (anche) all'Eurovision, su eurofestivalnews.com, 1º luglio 2021. URL consultato il 15 maggio 2022.
  104. ^ (EN) Anthony Granger, Bosnia & Herzegovina: BHRT Will Not Return To Eurovision in 2023, su eurovoix.com, 14 ottobre 2022. URL consultato il 14 ottobre 2022.
  105. ^ (EN) William Lee Adams, Bulgaria withdraws from Eurovision 2023, saying contest no longer interests the broadcaster, su wiwibloggs.com, 14 ottobre 2022. URL consultato il 14 ottobre 2022.
  106. ^ (EN) Anthony Granger, Kazakhstan: Khabar Believes It Has "Every Chance" To Compete in Eurovision 2023, su eurovoix.com, 5 ottobre 2022. URL consultato il 5 ottobre 2022.
  107. ^ (EN) Anthony Granger, Kosovo: RTK Aiming to Apply For EBU Membership By End of Year, su eurovoix.com, 16 maggio 2022. URL consultato il 20 maggio 2022.
  108. ^ (EN) Laura Ibrayeva, Luxembourg: RTL Will Not Return to Eurovision in 2023, su eurovoix.com, 2 agosto 2022. URL consultato il 2 agosto 2022.
  109. ^ (EN) Anthony Granger, North Macedonia: MRT Considering Withdrawal From Eurovision Next Year, su eurovoix.com, 11 maggio 2022. URL consultato il 20 maggio 2022.
  110. ^ (EN) Neil Farren, North Macedonia: MRT Withdraws From Eurovision 2023, su eurovoix.com, 14 ottobre 2022. URL consultato il 14 ottobre 2022.
  111. ^ (EN) Laura Ibrayeva, Montenegro: Will Not Participate in Junior Eurovision 2022, su eurovoix.com, 30 maggio 2022. URL consultato il 18 agosto 2022.
  112. ^ (EN) Anthony Granger, Montenegro: RTCG Will Not Compete in Eurovision 2023, su eurovoix.com, 13 ottobre 2022. URL consultato il 13 ottobre 2022.
  113. ^ (EN) Anthony Granger, Monaco: Returning to the Eurovision Song Contest in 2023?, su eurovoix.com, 22 novembre 2021. URL consultato il 20 maggio 2022.
  114. ^ (EN) Anthony Granger, Monaco: Will Not Compete in Eurovision 2023, su eurovoix.com, 5 settembre 2022. URL consultato il 5 settembre 2022.
  115. ^ (EN) Isabella Tang, Launch of Monaco's Monte-Carlo Riviera TV delayed until 2023, su escxtra.com, 24 aprile 2022. URL consultato il 20 maggio 2022.
  116. ^ (EN) EBU statement regarding the participation of Russia in the Eurovision Song Contest 2022, su eurovision.tv, 25 febbraio 2022. URL consultato il 15 maggio 2022.
  117. ^ (EN) Anthony Granger, Russia: Channel One, VGTRK & Radio Dom Ostankino Leave the European Broadcasting Union, su eurovoix.com, 26 febbraio 2022. URL consultato il 15 maggio 2022.
  118. ^ (ES) Fernando Nicolás Vidal, La UER hace efectiva la suspensión indefinida a sus miembros rusos, su escplus.es, 26 maggio 2022. URL consultato il 27 maggio 2022.
  119. ^ (EN) Sanjay Jiandani, Slovakia: RTVS will not return to Eurovision in 2023, su esctoday.com, 10 giugno 2022. URL consultato l'11 giugno 2022.
  120. ^ (EN) Liv Webster, Australia opts for internal selection for Eurovision 2023, su aussievision.net, 14 novembre 2022. URL consultato il 27 novembre 2022.
  121. ^ (NL) Ontdek het voorjaar 2023 van Eén, su Één. URL consultato il 31 gennaio 2023.
  122. ^ (DE) ESC 2023: Alle Infos zum Eurovision Song Contest in Großbritannien, su NDR. URL consultato il 31 gennaio 2023.
  123. ^ Beppe Dammacco, Eurovision 2023: Corsi, Malgioglio e Di Domenico confermati al commento, su eurofestivalnews.com, 20 ottobre 2022. URL consultato il 20 ottobre 2022.
  124. ^ (EN) Anthony Granger, United Kingdom: BBC One To Broadcast All Eurovision 2023 Shows, su eurovoix.com, 8 ottobre 2022. URL consultato l'8 ottobre 2022.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Eurovisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Eurovisione