Eurovision Song Contest 1957

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Eurovision Song Contest 1957
ESC 1957 logo.jpg
EdizioneII (2ª)
PeriodoFinale
3 marzo 1957
SedeGroßer Sendesaal des hessischen Rundfunks, Francoforte sul Meno,
Germania Ovest
PresentatoreAnaid Iplicjian
Trasmissione TVHR in Eurovisione
Partecipanti10
Paesi debuttantiAustria Austria
Danimarca Danimarca
Regno Unito Regno Unito
VincitorePaesi Bassi Paesi Bassi (1°)
con la canzone:
Net als toen
SecondoFrancia Francia
TerzoDanimarca Danimarca
Cronologia
19561958

La seconda edizione dell'Eurovision Song Contest si è tenuta presso la Großer Sendesaal des hessischen Rundfunks di Francoforte sul Meno, in Germania Ovest, il 3 marzo 1957.

La vincitrice è stata Corry Brokken, per i Paesi Bassi, con Net als toen.[1]

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

La città che ha ospitato l'Eurovision Song Contest 1957

Fu deciso che l'Eurovision Song Contest sarebbe stato ospitato a turni dagli stati partecipanti e perciò l'organizzazione della seconda edizione fu affidata all'emittente tedesca Hessischer Rundfunk (HR), compresa nel gruppo ARD.

L'emittente selezionò la propria sede di Francoforte sul Meno come sede dell'evento.

Debuttarono altri tre paesi al festival: Austria, Danimarca e Regno Unito[2], portando a 10 la quota dei partecipanti. Quest'anno furono inoltre modificate alcune regole, permettendo ai duetti di partecipare e consentendo ad ogni nazione di inviare un solo rappresentante; inoltre le giurie nazionali non potranno votare per il proprio paese.[1] Tali modifiche furono ispirate dal Festival of British Popular Songs, prodotto dall'emittente britannica BBC.[2]

Struttura di voto[modifica | modifica wikitesto]

Al termine dell'ultima esibizione le giurie, composte da 10 membri per ogni paese, poterono assegnare un voto alla loro canzone preferita senza poter votare per la canzone del proprio paese. I voti sono stati comunicati per telefono dai primi portavoce della manifestazione e affissi su un apposito tabellone.[1]

Orchestra[modifica | modifica wikitesto]

Diretta dai maestri: Willy Berking (Belgio, Lussemburgo, Germania e Svizzera), Carl de Groof (Austria), Paul Durand (Francia), Kai Mortensen (Danimarca), Eric Robinson (Regno Unito), Armando Trovajoli (Italia) e Dolf Van Der Linden (Paesi Bassi).

Stati partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

     Stati partecipanti

Stato Artista Brano Lingua Processo di selezione
Austria Austria Bob Martin Wohin, kleines Pony? Tedesco Interno
Belgio Belgio Bobbejaan Schoepen Straatdeuntje Olandese De T.V. Maakt Muziek
Danimarca Danimarca Birthe Wilke & Gustav Winckler Skibet skal sejle i nat Danese Dansk Melodi Grand Prix 1957, 17 febbraio 1957
Francia Francia Paule Desjardins La belle amour Francese N/A
Germania Ovest Germania Ovest (organizzatore) Margot Hielscher Telefon, telefon Tedesco Finale nazionale, 17 febbraio 1957
Lussemburgo Lussemburgo Danièle Dupré Amours mortes (tant de peine) Francese Interno
Italia Italia Nunzio Gallo Corde della mia chitarra Italiano Festival di Sanremo 1957, 9 febbraio 1957
Paesi Bassi Paesi Bassi Corry Brokken Net als toen Olandese Finale nazionale, 3 febbraio 1957
Regno Unito Regno Unito Patricia Bredin All Inglese Interno per l'artista; A Song For Europe per il brano, 12 febbraio 1957
Svizzera Svizzera Lys Assia L'enfant que j'étais Francese Concours Eurovision 1957, 11 febbraio 1957

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Stato Artista Brano Punti Posizione
01 Belgio Belgio Bobbejaan Schoepen Straatdeuntje 5 8
02 Lussemburgo Lussemburgo Danièle Dupré Tant De Peine 8 4
03 Regno Unito Regno Unito Patricia Bredin All 6 7
04 Italia Italia Nunzio Gallo Corde della mia chitarra 7 6
05 Austria Austria Bob Martin Wohin, Kleines Pony 3 10
06 Paesi Bassi Paesi Bassi Corry Brokken Net als toen 31 1
07 Germania Ovest Germania Ovest Margot Hielscher Telefon, telefon 8 4
08 Francia Francia Paule Desjardins La belle amour 17 2
09 Danimarca Danimarca Birthe Wilke & Gustav Winckler Skibet skal sejle i nat 10 3
10 Svizzera Svizzera Lys Assia L'enfant Que J'étais 5 8

Trasmissione dell'evento e commentatori[modifica | modifica wikitesto]

Portavoce[modifica | modifica wikitesto]

I portavoce dei voti assegnati dalle giurie nazionali per nazione e ordine di presentazione[3]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Eurovision Song Contest 1957, su eurovision.tv. URL consultato il 14 marzo 2020.
  2. ^ a b (EN) Paul Jordan e Gordon Roxburgh, Shining a light on the United Kingdom: 60 Years at Eurovision, in Eurovision Song Contest, 11 gennaio 2017. URL consultato il 14 marzo 2020.
  3. ^ (EN) Eurovision Song Contest 1957, su www.imdb.com, IMDb. URL consultato il 14 marzo 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]