San Marino all'Eurovision Song Contest

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
San Marino
EuroSan Marino.svg
TelevisioneSan Marino RTV
Stato organizzatoreSan Marino San Marino
Partecipazioni13
Prima partecipazione2008
Miglior piazzamento19º, 2019
Peggior piazzamentoUltimo SF, 2008
Ultimo SF, 2017

La Repubblica di San Marino ha partecipato all'Eurovision Song Contest nel 2008 e stabilmente dal 2011, con tre finali conquistate nel 2014, nel 2019 e nel 2021.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Lo Stato già si era interessato all'evento a giugno 2007 (poco dopo la fine della 52ª edizione): cinque mesi dopo, il 22 novembre, è arrivato l'annuncio del debutto della piccola repubblica, la cui televisione di Stato è San Marino RTV. Il piccolo stato è anche il 50º in assoluto a prendere parte all'Eurovision.

Il 12 febbraio, San Marino RTV ha annunciato il bando per la prima partecipazione al concorso, a cui hanno aderito un centinaio di canzoni e un'apposita giuria, presieduta da Little Tony (e in seguito guidata dal musicista Vince Tempera), che ha scelto 15 finalisti.[1] La scelta è stata il brano dal titolo Complice del gruppo Miodio (composto da due musicisti sammarinesi e tre italiani); questi ultimi si sono esibiti nella semifinale del 20 maggio a Belgrado, non riuscendo tuttavia a qualificarsi per la finale. La televisione pubblica sammarinese ha assegnato i voti tramite una giuria interna, senza poter ricorrere al televoto a causa problemi tecnici.

Il 3 giugno 2008, il vincitore di tale edizione, Dima Bilan, ha fatto visita alla Repubblica nell'ambito del Winner's Tour, promozione riservata ai vincitori dell'Eurovision.

Nel 2009 e nel 2010 non ha partecipato a causa di problemi economici.

La piccola nazione torna all'Eurovision Song Contest 2011, rappresentata dalla cantante bolognese di origine eritrea Senhit (reso come Senit in tale occasione), che è stata scelta da una commissione interna guidata dall'allora direttrice generale Carmen Lasorella, col brano Stand By, premiato dalle giurie ma non dal televoto, chiudendo al 16º posto nella prima semifinale. In quest'occasione Senhit gira l'Europa per promuovere il suo brano toccando nove Paesi (Azerbaigian, Turchia, Malta, Georgia, Armenia, Serbia, Croazia e gli eventi speciali nei Paesi Bassi e nel Regno Unito).

Il paese ha partecipato anche all'edizione del 2012 a Baku[2]. La canzone originariamente scelta il 16 marzo per Valentina Monetta (artista sammarinese scelta per la rappresentazione della repubblica del Titano), ovvero Facebook Uh Oh Oh, i cui autori erano Ralph Siegel per la musica e Mauro Balestri per il testo, è stata rifiutata dall'Unione europea di radiodiffusione per via dei contenuti che richiamavano chiaramente il noto social network. Il testo del brano è stato quindi rivisto, eliminando i riferimenti al nome e al fondatore, e ripresentato il 22 dello stesso mese con un nuovo titolo: The Social Network Song (Oh Oh Uh Oh Oh). Il brano non riesce a qualificarsi per la finale, ma, con il suo 14º posto in semifinale, raggiunge la posizione più alta dall'entrata in gara del Titano.

Nel 2013 a Malmö San Marino fa il bis con la Monetta che canta il brano Crisalide (Vola)[3], composto sempre dagli stessi autori del brano dell'anno precedente e cantata in italiano. Esiste anche una versione inglese dal titolo Chrysalis. La canzone, premiata dai fan club OGAE come seconda, si ferma a un passo dalla finale, chiudendo in 11ª posizione.

Valentina Monetta si esibisce all'Eurovision Song Contest 2014

L'anno dopo, a Copenaghen, il trio Monetta-Siegel-Balestri propone il brano Maybe (Forse), con il secondo che torna, dopo oltre 30 anni, direttamente sul palco nelle vesti di pianista, e la cantante che uguaglia Udo Jürgens nel partecipare tre volte di fila all'ESC; questa volta arriva il 10º posto, con un solo punto davanti al Portogallo, che proietta il Titano per la prima volta in finale, poi chiusa al 24º posto.

Per l'edizione del 2015 a Vienna, la tv del Titano ha scelto due giovani artisti reduci dallo Junior Eurovision Song Contest: l'italiano Michele Perniola, di Mottola (2013), e la sammarinese Anita Simoncini (parte di The Peppermints nel 2014). Il brano scelto, firmato nuovamente da Siegel, è in lingua inglese[4]; il video dello stesso è diretto dal ferrarese Fabrizio Oggiano, in arte Zizzomagic, vincitore del contest indetto dalla tv insieme al MEI, Meeting per le etichette indipendenti di Faenza, ed è stato girato nel Molise.[5] Il direttore artistico è Antonello Carozza, già produttore e direttore artistico di Perniola nel JESC 2013 e delle The Peppermints nel JESC 2014[6]. Arrivano penultimi in semifinale.

La scelta per il 2016 è il cantante turco Serhat, che chiude al 12º posto in semifinale con la versione disco di I Didn't Know.

Per il 2017 torna Valentina Monetta, questa volta con l'artista statunitense Jimmie Wilson, col brano Spirit of the Night, nuovamente in lingua inglese e ancora opera di Ralph Siegel. Durante la seconda semifinale, il duo si piazza all'ultimo posto con un solo punto, causando il peggior risultato in termini di punteggio dello stato del Titano.

Nonostante forti dubbi agli inizi, la tv del Titano conferma la partecipazione alla 63ª edizione a Lisbona, ma per la prima volta appronta una selezione internazionale con la collaborazione del sito internet 1in360.[7][8] La scelta alla fine ricade sulla cantante maltese Jessika in collaborazione della cantante tedesca Jenifer Brening, con il brano Who We Are che però non riesce ad accedere in finale.

In occasione della decima partecipazione alla manifestazione, nel 2019 a sventolare la bandiera del Titano è stato nuovamente il cantante turco Serhat[9], con il brano dance Say Na Na Na che valse la seconda qualificazione alla serata finale, chiusa al 19º posto (sostenuto grazie al televoto), il migliore risultato finora ottenuto dalla piccola Repubblica.

Nel 2020 San Marino sarebbe stato rappresentato da un altro ritorno, Senhit, che aveva già partecipato nell'edizione 2011. Il suo brano, Freaky!, è stato selezionato da una votazione online, denominata Eurovision Digital Battle. Data però la cancellazione dell'edizione 2020 a causa della pandemia di COVID-19, la cantante è stata confermata anche per l'edizione 2021, dove ha portato il brano Adrenalina duettando con il rapper statunitense Flo Rida; la canzone si è qualificata per la finale, seconda di fila e terza in assoluto per il Titano, chiudendo al 22º posto.

Per l'edizione del 2022 che si svolgerà a Torino, San Marino RTV ha approntato per la seconda volta una selezione televisiva, Una voce per San Marino, svoltasi in tre serate. A vincere tale selezione, quindi a rappresentare la Repubblica del Titano, è stato il cantante italiano Achille Lauro con il brano Stripper. Lauro si esibisce nella seconda semifinale, svoltasi il 12 maggio dello stesso anno; tuttavia, non riesce a conquistare la finale.

Trasmissione[modifica | modifica wikitesto]

San Marino RTV ha sempre trasmesso l'evento nella sua integralità, compresa la semifinale in cui non possiede il diritto di voto. Oltre che sul canale televisivo, l'evento viene trasmesso anche via radio e streaming online, con il commento in lingua italiana dei conduttori radiofonici Lia Fiorio e Gigi Restivo.

Nel 2014, tramite la trasmissione streaming sul sito dell'emittente, è stato fornito il commento anche in lingua inglese da parte del britannico John Kennedy O'Connor e dalla statunitense Jamarie Milkovic, collegati in diretta da Copenaghen, l'anno dopo invece il medesimo servizio è stato disponibile solo per la seconda semifinale.

Per il 2020, dopo la cancellazione dell'evento, San Marino RTV ha trasmesso uno show speciale dal titolo Eurovision 2020: Una serata in musica sempre condotto da Fiorio e Restivo, seguito il giorno successivo dallo show Eurovision: Europe Shine a Light nella versione di Rai 1 con il commento di Flavio Insinna e Federico Russo. L'anno successivo invece, dopo la trasmissione della serata finale, è stata trasmessa in lingua originale la pellicola dedicata all'evento chiamata Eurovision Song Contest - La storia dei Fire Saga.

Partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

  •      Primo posto

  •      Secondo posto

  •      Terzo posto

  •      Ultimo posto

Anno Artista Lingua Canzone Posizione
Finale Punti Semi Punti
2008 Miodio Italiano Complice Non qualificata 19º 5
Nessuna partecipazione dal 2009 al 2010
2011 Senhit Inglese Stand By Non qualificata 16º 34
2012 Valentina Monetta Inglese The Social Network Song (Oh Oh Uh Oh Oh) 14º 31
2013 Valentina Monetta Italiano Crisalide (Vola) 11º 47
2014 Valentina Monetta Inglese Maybe 24º 14 10º 40
2015 Michele Perniola & Anita Simoncini Inglese Chain of Lights Non qualificata 16º 11
2016 Serhat Inglese I Didn't Know 12º 68
2017 Valentina Monetta & Jimmie Wilson Inglese Spirit of the Night 18º 1
2018 Jessika feat. Jenifer Brening Inglese Who We Are 17º 28
2019 Serhat Inglese Say Na Na Na 19º 77 150
2020 Senhit Inglese Freaky! Edizione cancellata
2021 Senhit feat. Flo Rida Inglese Adrenalina 22º 50 118
2022 Achille Lauro Italiano, inglese Stripper Non qualificata 14º 50
2023

Statistiche di voto[modifica | modifica wikitesto]

Fino al 2021, le statistiche di voto di San Marino sono:

Maggior numero di punti assegnati nelle finali
# Stato Punti
1 Italia Italia 118
2 Grecia Grecia 82
3 Russia Russia 50
4 Azerbaigian Azerbaigian 49
5 Svezia Svezia 48
Maggior numero di punti ricevuti nelle finali
# Stato Punti
1 Albania Albania
18
2 Georgia Georgia
17
3 Azerbaigian Azerbaigian 16
4 Grecia Grecia
13
5 Polonia Polonia 12
Maggior numero di punti assegnati nelle semifinali e nelle finali
# Stato Punti
1 Grecia Grecia 158
2 Italia Italia 118
3 Svezia Svezia 102
4 Moldavia Moldavia 86
5 Norvegia Norvegia
86
Maggior numero di punti ricevuti nelle semifinali e nelle finali
# Stato Punti
1 Albania Albania 59
2 Azerbaigian Azerbaigian
47
3 Malta Malta 46
4 Georgia Georgia 44
5 Montenegro Montenegro 39

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tra i finalisti di questa prima parte della selezione vi sono stati anche molti autori e cantanti sammarinesi: Tina B, Giorgio Urbinati, Pier Matteo Carattoni, Sarah Jane Ghiotti, Danilo Bucci, Alessandra Busignani, Gian Luca Luke Mazza, Valentina Monetta
  2. ^ ESC 2012: San Marino ci sarà! Per l'Italia Mengoni?
  3. ^ San Marino sceglie ancora Valentina Monetta con “Crisalide”
  4. ^ Eurovision 2015, San Marino canterà in inglese
  5. ^ Eurovision 2015, contest col Mei per il video di San Marino
  6. ^ [1]
  7. ^ Anthony Granger, San Marino: To Bring “Revolutionary Project” To Eurovision 2018, su Eurovoix, 15 ottobre 2017. URL consultato il 15 ottobre 2017.
  8. ^ San Marino: Introducing the new selection concept with 1 in 360
  9. ^ San Marino: Serhat Makes A Return To Eurovision, su eurovoix.com. URL consultato il 21 gennaio 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]