Israele all'Eurovision Song Contest

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Israele
EuroIsrael.svg
Televisione IBA (1973-2017)
IPBC (dal 2018)
Stato organizzatore Israele Israele
1979
1999
2019
Partecipazioni 43
Prima partecipazione 1973
Miglior piazzamento 1°, 1978
1°, 1979
1°, 1998
1°, 2018
Peggior piazzamento SF: 24°, 2007

Israele ha debuttato all'Eurovision Song Contest nel 1973 partecipandovi 43 volte. Ha vinto la competizione quattro volte: nel 1978 con il brano A-Ba-Ni-Bi di Izhar Cohen & Alphabeta, nel 1979 con Hallelujah di Gali Atari & Milk & Honey, nel 1998 con Diva di Dana International e nel 2018 con Toy di Netta.

La nazione ha mancato la finale in 7 occasioni (1996, 2004, 2007, 2011, 2012, 2013 e 2014) e ha utilizzato diversi metodi per la selezione dei propri rappresentanti.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'emittente televisiva israeliana Israel Broadcasting Authority (IBA) fu ammessa come membro effettivo dell'Unione europea di radiodiffusione (UER) nel 1957, nonostante il parere contrario di Egitto e Siria, che abbandonarono l'UER poco dopo.[1]

Anni 1970: il debutto e le prime partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

L'emittente scelse di partecipare per la prima volta all'Eurovision Song Contest nel 1973 a Lussemburgo, nell'omonimo granducato, diventando così il primo Stato non-europeo a prendere parte alla competizione. Per l'occasione fu aumentata considerevolmente la sicurezza, in particolare per la delegazione israeliana.[2] L'emittente selezionò internamente la cantante Ilanit con il brano Ey sham (in ebraico: אי שם?), che raggiunse un discreto 4º posto con 97 punti.

Per le successive quattro partecipazioni si continuò a selezionare internamente brano e interprete, prediligendo la lingua ebraica nelle composizioni presentate. In seguito alle polemiche scoppiate con la selezione di Ilanit per l'Eurovision Song Contest 1977, a partire dall'anno successivo l'emittente decise di organizzare un proprio concorso musicale per la selezione dei rappresentanti. La scelta si rivelò vincente con la doppia vittoria nel 1978 e nel 1979, rispettivamente di A-Ba-Ni-Bi di Izhar Cohen & Alphabeta e di Hallelujah di Gali Atari & Milk & Honey. Organizzare l'evento nel 1979 a Gerusalemme portò al ritiro della Turchia sotto la pressione di diversi paesi arabi.[3]

Anni 1980 e 1990[modifica | modifica wikitesto]

Pur avendo selezionato brano e interprete, il paese scelse di ritirarsi e di non organizzare la manifestazione nel 1980[4] poiché la serata della finale sarebbe coincisa con il giorno dello Yom HaZikaron; per la stessa ragione la nazione si ritirò anche nel 1984.[5] Gli anni '80 videro il debutto di Kdam Eurovision, che selezionò la maggior parte dei rappresentanti di quegli anni (dal 1981 al 1983, dal 1985 al 1989[6]), facendo rimanere il paese nella top 10 dell'evento (fatta eccezione per il 19º posto nel 1986 e il 12° nel 1989).

Per il 1990 l'emittente scelse di tornare alla selezione interna, tuttavia la ballata Shara barkhovot di Rita Yahan-Farouz non ottenne un buon risultato, classificandosi al 18º posto con 16 punti. Si ritornò quindi a Kdam Eurovision, ottenendo già nel 1991 il 3º posto. La nazione non partecipò nel 1994, a causa del sistema delle retrocessioni in base ai punteggi ottenuti, nel 1996, non riuscendo a qualificarsi dalla preselezione audio di quell'anno, e nel 1997, poiché la finale sarebbe ricaduta nella giornata dello Yom HaShoah. Il ritorno nel 1998 fu particolarmente fruttuoso per il paese, che con la cantante transessuale Dana International e la sua iconica Diva collezionò la terza vittoria israeliana al concorso.

L'edizione del 1999 fu ospitata nuovamente da Gerusalemme, anche se furono nuovamente aumentate le misure di sicurezza e per la prima volta gli interpreti si esibirono senza l'orchestra dal vivo.

Partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

  •      Primo posto

  •      Secondo posto

  •      Terzo posto

  •      Ultimo posto

Anno Artista Lingua Brano Posizione
Finale Punti Semi Punti
1973 Ilanit Ebraico Ey sham 97 Niente semifinali
1974 Poogy Ebraico Natati la khayay 11
1975 Shlomo Artzi Ebraico At va'ani 11° 40
1976 Shokolad Menta Mastik Ebraico Emor shalom 77
1977 Ilanit Ebraico Ahava hi shir lishnayim 11° 49
1978 Izhar Cohen & Alphabeta Ebraico A-Ba-Ni-Bi 157
1979 Gali Atari & Milk & Honey Ebraico Hallelujah 125
1980 The Brothers & the Sisters Ebraico Pizmon Chozer Ritirato[a 1]
1981 Hakol Over Habibi Ebraico Halayla 56
1982 Avi Toledano Ebraico Hora 100
1983 Ofra Haza Ebraico Hai 136
1984 Ilanit Ebraico Balalaika Ritirato[a 2]
1985 Izhar Cohen Ebraico Olé, olé 93
1986 Moti Giladi & Sarai Tzuriel Ebraico Yavo yom 19° 7
1987 Lazy Bums Ebraico Shir habatlanim 73
1988 Yardena Arazi Ebraico Ben adam 85
1989 Gili & Galit Ebraico Derekh hamelekh 12° 50
1990 Rita Ebraico Shara barkhovot 18° 16
1991 Duo Datz Ebraico Kan 139
1992 Dafna Ebraico Ze rak sport 85
1993 Lahakat Shiru Ebraico, inglese Shiru 24° 4
Nessuna partecipazione nel 1994
1995 Liora Ebraico Amen 81
1996 Galit Bell Ebraico Shalom olam Non qualificato[a 3] 28° 12
Nessuna partecipazione nel 1997[a 4] Niente semifinali
1998 Dana International Ebraico Diva 172
1999 Eden Ebraico, inglese Yom huledet 93
2000 PingPong Ebraico Same'ach 22° 7
2001 Tal Sondak Ebraico En davar 16° 25
2002 Sarit Hadad Ebraico, inglese Light a Candle 12° 37
2003 Lior Narkis Ebraico, inglese Words for Love 19° 17
2004 David D'Or Ebraico, inglese Leha'amin Non qualificato 11° 57
2005 Shiri Maimon Ebraico, inglese Hasheket shenish'ar 154 158
2006 Eddie Butler Inglese, ebraico Together We Are One 23° 4 Top 11 l'anno precedente[a 5]
2007 Teapacks Inglese, francese, ebraico Push the Button Non qualificato 24° 17
2008 Boaz Mauda Ebraico, inglese The Fire in Your Eyes 124 104
2009 Noa & Mira Awad Inglese, ebraico, arabo There Must Be Another Way 16° 53 75
2010 Harel Skaat Ebraico Milim 14° 71 71
2011 Dana International Ebraico, inglese Ding Dong Non qualificato 15° 38
2012 Izabo Inglese, ebraico Time 13° 33
2013 Moran Mazor Ebraico Rak bishvilo 14° 40
2014 Mei Finegold Inglese, ebraico Same Heart 14° 19
2015 Nadav Guedj Inglese Golden Boy 97 151
2016 Hovi Star Inglese Made of Stars 14° 135 147
2017 Imri Ziv Inglese I Feel Alive 23° 39 207
2018 Netta Inglese, ebraico[a 6] Toy 529 283
2019 Kobi Marimi Inglese Home 23° 35 Paese ospitante[a 7]
2020 Eden Alene Inglese, aramaico[a 8] Feker libi Edizione cancellata[a 9]
2021 Eden Alene Inglese, ebraico Set Me Free
Note
  1. ^ Nel 1980 Israele si è ritirato dalla competizione poiché la serata sarebbe caduta nella giornata designata per lo Yom HaZikaron.
  2. ^ Anche nel 1984 Israele si è ritirato dalla competizione poiché la serata sarebbe caduta nella giornata designata per lo Yom HaZikaron.
  3. ^ Nel 1996, visto l'alto numero di partecipanti, è stata organizzata una preselezione che ha promosso solo 22 paesi. Israele è stato tra i paesi che non si sono qualificati; questa non viene considerata tra le partecipazioni del paese all'Eurovision Song Contest.
  4. ^ Nel 1997 Israele si è ritirato dalla competizione poiché la serata sarebbe caduta nella giornata designata per lo Yom HaShoah.
  5. ^ Dal 2004 al 2007 le nazioni della top ten della finale (esclusi i Big Four) accedevano di diritto alla finale dell'edizione successiva.
  6. ^ Il brano Toy contiene frasi in giapponese.
  7. ^ Se un paese vince l'edizione precedente non deve competere nelle semifinali nell'edizione successiva.
  8. ^ Il brano Feker libi contiene frasi in ebraico e arabo.
  9. ^ L'Eurovision Song Contest 2020 è stato cancellato a causa della pandemia di COVID-19 del 2019-2021.

Statistiche di voto[modifica | modifica wikitesto]

Fino al 2019, le statistiche di voto dell'Israele sono:

Maggior numero di punti assegnati nelle finali
# Stato Punti
1 Svezia Svezia 171
2 Francia Francia 159
3 Regno Unito Regno Unito 155
4 Russia Russia 134
5 Spagna Spagna 125
Maggior numero di punti ricevuti nelle finali
# Stato Punti
1 Francia Francia 205
2 Finlandia Finlandia 160
3 Svizzera Svizzera 145
4 Germania Germania 141
5 Paesi Bassi Paesi Bassi 138
Maggior numero di punti assegnati nelle semi e nelle finali
# Stato Punti
1 Svezia Svezia 208
2 Romania Romania 182
3 Russia Russia 170
4 Francia Francia 159
5 Regno Unito Regno Unito 155
Maggior numero di punti ricevuti nelle semi e nelle finali
# Stato Punti
1 Francia Francia 252
2 Finlandia Finlandia 209
3 Svizzera Svizzera 192
4 Germania Germania 190
5 Paesi Bassi Paesi Bassi 185

Altri premi ricevuti[modifica | modifica wikitesto]

Marcel Bezençon Award[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Marcel Bezençon Awards.

I Marcel Bezençon Awards sono stati assegnati per la prima volta durante l'Eurovision Song Contest 2002 a Tallinn, in Estonia, in onore delle migliori canzoni in competizione nella finale. Fondato da Christer Björkman (rappresentante della Svezia nell'Eurovision Song Contest del 1992 e attuale capo della delegazione per la Svezia) e Richard Herrey (membro del gruppo Herreys e vincitore dalla Svezia nell'Eurovision Song Contest 1984), i premi prendono il nome del creatore del concorso, Marcel Bezençon.

I premi sono suddivisi in 3 categorie:

  • Press Award: Per la miglior voce che viene votata dalla stampa durante l'evento.
  • Artistic Award: Per il miglior artista, votato fino al 2009 dai vincitori delle scorse edizioni. A partire dal 2010 viene votato dai commentatori.
  • Composer Award: Per la miglior composizione musicale che viene votata da una giuria di compositori.
Anno Categoria Artista Canzone Compositore
2010 Press Award Harel Skaat Milim Tomer Hadadi, Noam Horev
Artistic Award
Composer Award

OGAE Eurovision Song Contest Poll[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: OGAE § Vincitori dell'OGAE Eurovision Song Contest Poll.

L'OGAE Eurovision Song Contest Poll è la classifica fatta dai gruppi dell'OGAE, organizzazione internazionale che consiste in un network di oltre 40 fan club del Contest di vari Paesi europei e non. Come ogni anno, i membri dell'OGAE hanno l'opportunità di votare per la loro canzone preferita prima della gara e i risultati sono stati pubblicati sul sito web dell'organizzazione.

Anno Categoria Artista Canzone Compositore
2018 OGAE 2018 Netta Toy Doron Medalie, Stav Beger

Città ospitanti[modifica | modifica wikitesto]

Anno Città Luogo Presentatori
1979 Emblem of Jerusalem.svg Gerusalemme International Convention Center Daniel Pe'er e Yardena Arazi
1999 Emblem of Jerusalem.svg Gerusalemme Israeli Conference Center Dafna Dekel, Sigal Shachamon e Yigal Ravid
2019 Emblem of Tel Aviv.svg Tel Aviv Expo Tel Aviv Bar Refaeli, Erez Tal, Assi Azar e Lucy Ayoub

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'emittente egiziana ERTU è stata riammessa nel 1985.
  2. ^ (EN) Eurovision Song Contest 1973, su eurovision.tv. URL consultato l'8 giugno 2020.
  3. ^ (EN) Eurovision Song Contest 1979, su eurovision.tv. URL consultato l'8 giugno 2020.
  4. ^ A prendere in carico l'organizzazione dell'evento saranno i Paesi Bassi.
  5. ^ (EN) Israel requests Eurovision slot, su jewishjournal.com, 21 settembre 2010. URL consultato l'8 giugno 2020.
  6. ^ Nel 1988 Kdam Eurovision selezionò solo il brano che Yardena Arazi avrebbe portato all'Eurovision Song Contest.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]