Free European Song Contest

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Free European Song Contest
Free European Song Contest FreeESC.svg
LuogoGermania Germania
Anni2020 – in corso
Frequenzaannuale
Fondato daStefan Raab
Datemaggio
Generemusicale
OrganizzazioneProSieben

Il Free European Song Contest (in acronimo #FreeESC) è un festival musicale tedesco nato nel 2020 a Colonia e organizzato dall'emittente televisiva ProSieben, già creatore del Bundesvision Song Contest.

Sulla falsa riga dell'Eurovision Song Contest, ogni paese partecipante (per la maggior parte rappresentanti da artisti tedeschi) gareggia con una canzone originale da eseguire in diretta televisiva, successivamente si passa alla votazione che determina il vincitore.

Format[modifica | modifica wikitesto]

A seguito dell'annuncio riguardante la cancellazione dell'Eurovision Song Contest 2020 a causa della pandemia di COVID-19, il cantante e produttore tedesco Stefan Raab, rappresentante della Germania all'Eurovision Song Contest 2000, insieme all'emittente televisiva ProSieben hanno annunciato l'organizzazione la manifestazione come uno spettacolo sostitutivo.[1]

Il format è molto simile all'Eurovision Song Contest. Sono chiamati a partecipare principalmente tutti i paesi membri dell'Unione europea di radiodiffusione, ma è permesso anche di partecipare anche con altre nomi, come ad esempio nella prima edizione ha partecipato anche la Luna.

Ogni paese presenta un brano per la manifestazione, deve essere eseguito dal vivo e il vincitore veniva decretato da un mix di voto della giuria nazionale e televoto. Alle 10 canzoni preferite vengono assegnate 12 punti alla canzone che ha ricevuto più voti, 10 alla seconda, 8 alla terza e così via fino a 1 punto.

A differenza dell'Eurovision Song Contest, al paese vincitore non viene concesso il diritto di ospitare l'edizione successiva, in quanto maggior dei partecipanti sono di nazionalità tedesca.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prima edizione si tenne il 15 maggio 2020, il giorno prima della trasmissione dello speciale Eurovision: Europe Shine a Light, nella città di Colonia con la conduzione di Steven Gätjen e Conchita Wurst, vincitrice dell'Eurovision Song Contest 2014. Al concorso hanno preso parte 16 paesi.[2] Tra i partecipanti, oltre a nazioni consolidate della manifestazione canore come l'Italia, la Spagna e la stessa Germania, hanno partecipato anche paesi emergenti come il Kazakistan e la Luna, diventando il primo "satellite" a prendere parte ad un concorso canoro. La prima edizione fu vinta dalla Spagna con Like I Love You di Nico Santos.[3]

Visto l'ottimo successo riscosso, la manifestazione è stato confermata anche per il 2021.[4] La seconda edizione si è svolta presso la Lanxess Arena di Colonia con nuovamente la conduzione Steven Gätjen e Conchita Wurst. Al concorso hanno partecipato 16 paesi con nuovi debutti, come le home nations dell'Inghilterra e Scozia, e con i primi ritiri.[5] La vittoria spettò all'Irlanda con The One del cantautore irlandese Rea Garvey.[6]

Ordine di esordio dei partecipanti per anno[modifica | modifica wikitesto]

Anno Stati
2020 Austria Austria · Bulgaria Bulgaria · Croazia Croazia · Danimarca Danimarca · Germania Germania · Irlanda Irlanda · Israele Israele · Italia Italia · Kazakistan Kazakistan · Noia 64 apps kmoon.png Luna · Paesi Bassi Paesi Bassi · Polonia Polonia · Regno Unito Regno Unito · Spagna Spagna · Svizzera Svizzera · Turchia Turchia
2021 Belgio Belgio · Francia Francia · Grecia Grecia · Inghilterra Inghilterra · Scozia Scozia · Slovenia Slovenia
Paesi che possono debuttare

Al concorso possono partecipare tutti i paesi che hanno partecipato all'Eurovision (come tutti i membri dell'UER). I seguenti paesi non hanno mai partecipato alla manifestazione:

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Città e paese ospitante Paese vincitore Artista Canzone
2020 Colonia, Germania Germania Spagna Spagna Nico Santos Like I Love You
2021 Irlanda Irlanda Rea Garvey The One

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Free European Song Contest - Stefan Raab und ProSieben rufen freien europäischen Songwettbewerb aus!, su prosieben.de, ProSieben, 15 maggio 2020. URL consultato il 17 maggio 2021.
  2. ^ (EN) Anthony Granger, 15 Countries to Compete in the Free European Song Contest, su eurovoix-world.com, 5 maggio 2020. URL consultato il 17 maggio 2021.
  3. ^ (EN) Anthony Granger, Nito Santos Wins The Free European Song Contest, su eurovoix-world.com, 16 maggio 2020. URL consultato il 17 maggio 2021.
  4. ^ (EN) Steven Spiteri, Germany: Free European Song Contest to return in 2021, su eurovisionworld.com, 17 maggio 2020. URL consultato il 17 maggio 2021.
  5. ^ (EN) Anthony Granger, Free Europaean Song Contest partecipants revelaed, su eurovoix-world.com, 12 maggio 2021. URL consultato il 17 maggio 2021.
  6. ^ (EN) Anthony Granger, Rea Garvey Wins The Free European Song Contest, su eurovoix-world.com, 17 maggio 2021. URL consultato il 17 maggio 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]