Repubblica Ceca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cechia
Repubblica Ceca
CechiaRepubblica Ceca – Bandiera CechiaRepubblica Ceca - Stemma
(dettagli) (dettagli)
Pravda vítězí
(La verità vince)
CechiaRepubblica Ceca - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome completo Repubblica Ceca
Nome ufficiale Česká republika
Lingue ufficiali ceco
Capitale Praga  (1.257.158 ab. / 2010)
Politica
Forma di governo Repubblica parlamentare
Presidente Miloš Zeman
Primo ministro Andrej Babiš
Indipendenza 1º gennaio 1993 (divisione della Cecoslovacchia)
Ingresso nell'ONU 19 gennaio 1993
Ingresso nell'UE 1º maggio 2004
Superficie
Totale 78 866 km² (114º)
 % delle acque 2%
Popolazione
Totale 10 553 843 ab. (31/12/2015) (79º)
Densità 129 ab./km²
Tasso di crescita -0,134% (2012)[1]
Nome degli abitanti Cechi
Geografia
Continente Europa
Confini Slovacchia, Austria, Germania, Polonia
Fuso orario UTC+1
UTC+2 in ora legale
Economia
Valuta Corona ceca
PIL (nominale) 195 657[2] milioni di $ (2012) (52º)
PIL pro capite (nominale) 17 257 $ (2015) (28º)
PIL (PPA) 283 647 milioni di $ (2012) (44º)
PIL pro capite (PPA) 31 549 $ (2015) (38º)
ISU (2013) 0,861 (molto alto) (28º)
Fecondità 1,5 (2010)[3]
Varie
Codici ISO 3166 CZ, CZE, 203
TLD .cz, .eu
Prefisso tel. +420
Sigla autom. CZ
Inno nazionale Kde domov můj
Festa nazionale 28 ottobre
CechiaRepubblica Ceca - Mappa
Evoluzione storica
Stato precedente Cecoslovacchia ČSFR
 

Coordinate: 50°N 16°E / 50°N 16°E50; 16

La Repubblica Ceca[4][5] (in ceco: Česká republika, pronuncia[?·info]), ufficialmente denominata anche Cechia[6] (Česko), è uno stato membro dell'Unione europea, situato nell'Europa centrale.

Confina a sud-est con la Slovacchia, a sud con l'Austria, a ovest con la Germania e a nord con la Polonia. È uno stato senza sbocco al mare. La sua capitale è Praga. È formata storicamente da tre grandi regioni: Boemia (ovest), Moravia (est) e Slesia (divisa con la Polonia).

La Repubblica Ceca è nata, assieme alla Slovacchia, il 1º gennaio 1993, dalla pacifica scissione della Cecoslovacchia, che già dal 1990 aveva assunto il nome di Repubblica Federativa Ceca e Slovacca.

La Repubblica Ceca oltre a far parte della NATO è inoltre ritenuto uno dei paesi più sicuri al mondo secondo il Global Peace Index 2015.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Storia della Repubblica Ceca.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Geografia della Repubblica Ceca.

Popolazione[modifica | modifica wikitesto]

Il paese conta oggi 10.562.214 abitanti, con una densità media di 133 ab./km². La distribuzione della popolazione è ineguale, dato che in Boemia vi è un forte accentramento urbano: si passa da aree densamente abitate ad altre che hanno caratteristiche molto più rurali nelle regioni montuose, le quali hanno naturalmente una bassa densità abitativa a causa del territorio.

Etnie[modifica | modifica wikitesto]

Gli abitanti della Repubblica Ceca sono suddivisi in due gruppi etnici, che provengono dal medesimo ceppo slavo: i boemi, che rappresentano la maggioranza della popolazione, e i moravi, che rappresentano poco più del 30% e abitano nell'omonima regione. Sono modeste le minoranze: slovacche (poco meno del 2%), ungheresi, polacche e tedesche. Fino alla seconda guerra mondiale nei Sudeti abitavano 3 milioni di tedeschi (su 10 milioni di abitanti); finita la guerra, a causa del forte risentimento antitedesco, i tedeschi furono espulsi. Seguono le percentuali dei dati del censimento del 2011:

Religione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Religioni nella Repubblica Ceca.

Secondo il censimento del 2011, il 34,2% della popolazione non professa nessuna religione, il 10,3% è cattolico, lo 0,8% è protestante.[7] Secondo un sondaggio effettuato da Eurobarometro nel 2005, il 19% dei cittadini cechi crede che ci sia un Dio (il secondo risultato più basso tra i paesi dell'Unione europea dopo l'Estonia con il 16%), mentre il 50% crede che ci sia qualche tipo di spirito o forza vitale e il 30% non crede che ci sia alcun tipo di spirito, Dio o forza vitale.

Ordinamento dello Stato[modifica | modifica wikitesto]

La Repubblica Ceca è una Repubblica parlamentare e multipartitica.

Il Parlamento è bicamerale.
La camera bassa, la Camera dei deputati (Poslanecká sněmovna), è composta da 200 rappresentanti eletti per 4 anni con un sistema proporzionale basato su una suddivisione in quattordici circoscrizioni con soglia di sbarramento al 5% dei voti validi.
La camera alta, il Senato (Senát), è composta da 81 senatori, eletti con sistema maggioritario uninominale a doppio turno: il primo turno richiede la maggioranza assoluta, il secondo richiede la maggioranza semplice tra i primi due candidati. Il Senato viene rinnovato ogni due anni di un terzo dei suoi membri.
L'elettorato attivo è di 18 anni, quello passivo è di 21 anni per la Camera dei deputati e di 40 per il Senato.

Il Presidente della Repubblica è il Capo dello Stato. Viene eletto direttamente dai cittadini e ha un mandato di 5 anni. Rappresenta la nazione e ha pochi e limitati poteri.
Può essere eletto Presidente un cittadino eleggibile al Senato. Non può essere eletto oltre due volte di seguito. Il Presidente della Repubblica nomina i giudici della corte costituzionale, il suo presidente e i vice presidenti; può sciogliere la Camera dei deputati; può porre il veto sulle leggi votate dal parlamento; nomina il Primo ministro sulla base del risultato delle elezioni politiche e, su proposta di quest'ultimo, nomina gli altri membri del governo.

Il potere esecutivo è esercitato dal Primo ministro e dai ministri. Il governo deve avere la fiducia delle due camere.

All'apice del sistema giudiziario del paese abbiamo la Corte suprema, con poteri simili alla Corte Suprema di Cassazione italiana, e la Corte Suprema Amministrativa, con compiti simili al nostro Consiglio di Stato. Accanto a queste abbiamo la Corte costituzionale che è garante della Costituzione. Essa è composta da quindici membri, nominati dal Presidente della Repubblica con il consenso del Senato. I giudici costituzionali restano in carica per dieci anni non rinnovabili.

La Repubblica Ceca ha aderito all'Unione Europea dal 1º maggio 2004. Dei circa 55,21% degli aventi diritto di voto che hanno partecipato al referendum, hanno votato per l'adesione circa il 77,33%, pari al 42,7% circa di tutti gli aventi diritto al voto.

Suddivisioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Regioni della Repubblica Ceca, Distretti della Repubblica Ceca e Comuni della Repubblica Ceca.
CZ-cleneni.png
CoA CZ regions.png

La Repubblica Ceca si suddivide in 14 regioni (kraje), tra cui la città-regione di Praga (Hlavní město Praha); 76 distretti (okresy), tra cui le città-distretto di Plzeň, Brno e Ostrava e la stessa città-regione di Praga; 6.250 comuni (obcí), i quali possono anche detenere il titolo di città (město) o di comune mercato (městys) .

Le regioni, con i relativi capoluoghi, sono le seguenti:

Regione Sigla Capoluogo
Praga PR Praga
Boemia Meridionale JC České Budějovice
Moravia Meridionale JM Brno
Regione di Karlovy Vary KA Karlovy Vary
Regione di Hradec Králové KR Hradec Králové
Regione di Liberec LI Liberec
Moravia-Slesia MO Ostrava
Regione di Olomouc OL Olomouc
Regione di Pardubice PA Pardubice
Regione di Plzeň PL Plzeň
Boemia Centrale ST Praga
Regione di Ústí nad Labem US Ústí nad Labem
Regione di Vysočina ("Alture") VY Jihlava
Regione di Zlín ZL Zlín

Città principali[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Città della Repubblica Ceca.

La capitale è Praga (1.200.000 abitanti). Altre città sono Brno (405.000 abitanti) rilevante centro industriale e istituzionale della Moravia, Ostrava (295.000 abitanti) capoluogo della Slesia Ceca, sede di importanti complessi metallurgici, meccanici e chimici e Plzeň (170.000 abitanti), sede di complessi meccanici e famosa per la sua birra Pilsner.

La bandiera[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Bandiera della Repubblica Ceca.

Descrizione: due fasce orizzontali uguali, una bianca (superiore) e l'altra rossa (inferiore), intersecate da un triangolo isoscele blu, la base del quale corre lungo tutto il lato dell'asta. La bandiera della Repubblica Ceca è identica a quella che fu la bandiera della Cecoslovacchia fino allo scioglimento di quest'ultima. I primi due colori si rifanno all'antico stemma boemo (leone d'argento in campo rosso), con il bianco in sostituzione dell'argento; uniti al blu, si ritrovano anche nello stemma moravo (l'aquila di Moravia essendo a scacchi bianchi e rossi in campo blu) e, inoltre, costituiscono un richiamo alla tradizione panslava.

Politica[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Politica della Repubblica Ceca.

Festività nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Data Nome Significato
28 settembre Giorno di San Venceslao commemora la morte di San Venceslao, nel 935 d.C.
28 ottobre Giornata dell'indipendenza dello Stato Cecoslovacco Festa nazionale: celebra la creazione dello Stato della Cecoslovacchia, nel 1918
17 novembre Giorno della Lotta per la Libertà e la Democrazia anniversario dell'inizio della Rivoluzione di Velluto, nel 1989

Altre ricorrenze nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Data Nome Significato
5 luglio Giorno dei Santi Cirillo e Metodio propagazione della fede e alfabetizzazione cristiana nella Grande Moravia (863)
6 luglio Giorno di Jan Hus Commemorazione del Giorno della morte per il riformatore religioso boemo Jan Hus

Nell'863 i missionari Cirillo e Metodio vennero dai Balcani alla Grande Moravia per propagare la fede e l'alfabetizzazione cristiana.

Il 6 luglio 1415 il riformatore religioso Jan Hus venne bruciato sul rogo.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Economia della Repubblica Ceca.

Negli anni novanta la Repubblica Ceca ha vissuto una fase di crisi economica: l'apertura verso i mercati internazionali ha trovato impreparato un Paese dalla scarsa produttività (un terzo rispetto alla media europea) e dalle infrastrutture arretrate. Per fronteggiare questa situazione il governo ha avviato un processo di modernizzazione e privatizzazione del tradizionale settore industriale, metallurgico e siderurgico. La crescita produttiva dovrebbe continuare il suo rafforzamento nel prossimo futuro nonostante sia penalizzata dalla recente crisi. Nonostante la buona produttività delle attività agricole, il paese è costretto a importare numerosi prodotti alimentari: la rigidità del clima infatti permette di coltivare soltanto alcuni tipi di cereali, patate, barbabietole da zucchero, cavoli e mele, ed è praticata nelle regioni pianeggianti. Altre risorse importanti sono la silvicoltura, l'allevamento intensivo, la pesca fluviale e l'acquacoltura. L'agricoltura è praticata soprattutto nelle zone della Boemia settentrionale e nei bacini Moravi.

L'attività industriale genera più del 42% del PIL della Repubblica Ceca. Il panorama industriale è differenziato ed è caratterizzato da piccole e medie imprese. Grande importanza hanno avuto gli investimenti tedeschi nel mercato ceco, quali l'acquisizione di importanti settori nel mondo della meccanica, della chimica e dell'elettronica. Tra i più rilevanti, l'acquisizione da parte del gruppo Volkswagen dell'industria automobilistica Skoda. L'industria è solida perché il paese dispone di buone risorse minerarie: carbone, uranio, piombo e argento. Presso le zone minerarie si trovano le industrie siderurgiche e metallurgiche; quelle meccaniche e automobilistiche sono invece nelle grandi città come Praga e Plzen.

I Monti Metalliferi sono ricchi di giacimenti di piombo, zinco, rame e uranio, e hanno permesso lo sviluppo delle industrie siderurgiche e metallurgiche. In crescita sono il settore chimico, tessile, calzaturiero (Bata) e alimentare, che affiancano l'affermata industria automobilistica Skoda e l'industria meccanica presente nell'area di Praga. Sempre famosa ovunque è la produzione di cristalli di Boemia.

Il settore dei servizi acquisisce sempre maggiore importanza a discapito dell'industria pesante,[8] anche se la grande recessione ha rallentato notevolmente la crescita economica del paese.[9]

In grande espansione è l'attività turistica: dagli anni novanta Praga e le località termali attirano ogni anno 10 milioni di turisti[senza fonte]. Situata nel cuore dell'Europa centrale, la Repubblica Ceca è al centro delle comunicazioni internazionali: da essa partono reti stradali che agevolano gli scambi commerciali con Italia, Svizzera, Slovenia, Polonia, Croazia, Germania, Russia e Austria.

Energia[modifica | modifica wikitesto]

La produzione di elettricità in Repubblica Ceca avviene tramite due centrali nucleari, Temelín e Dukovany. Esse producono il 30% di elettricità ma vogliono aumentare fino al 40%. Quasi più del 60% di elettricità viene prodotta da combustibili fossili (specialmente carbone); negli ultimi anni molte centrali a pannelli solari sono state costruite grazie a investimenti ed incentivi statali.

Turismo[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Castelli della Repubblica Ceca.
Il castello e il quartiere Latrán a Český Krumlov

Il turismo internazionale in Repubblica Ceca si concentra, in particolar modo, in quelle località di elevato interesse culturale e artistico che sono state dichiarate patrimonio mondiale dell'umanità dall'UNESCO: i giardini e il castello di Kroměříž, il centro storico di Český Krumlov, Praga, Ponte Carlo, del 1357, a Praga, Telč, Holašovice, Kutná Hora, la Colonna della Santissima Trinità di Olomouc, il quartiere ebraico e la basilica di San Procopio a Třebíč, il castello di Lednice, il castello di Litomyšl, il Santuario di San Giovanni Nepomuceno a Zelená Hora, e la Villa Tugendhat a Brno.

Molto importante è il turismo termale: fin dal Settecento Teplice, Karlovy Vary, Mariánské Lázně e Františkovy Lázně sono fra le più famose stazioni termali in Europa. Anche i castelli medievali del paese (Karlštejn, Křivoklát, Konopiště, tra i tanti) sono rilevanti punti di interesse turistico.

Disoccupazione[modifica | modifica wikitesto]

La disoccupazione si concentra soprattutto nella regione di Ostrava per via della chiusura di molte miniere di carbone e nel sud della Moravia. Comunque, nell'estate del 2015 la disoccupazione è scesa ai minimi storici, 6,8%, anche grazie a molti investimenti stranieri e ad un mercato del lavoro flessibile.

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

L'istruzione in Cechia è gratuita ed è obbligatoria dai 6 ai 15 anni. Il sistema scolastico è composto da scuole materne (2-5 anni), scuole primarie (6-15 anni), scuole professionali o licei e infine l'università. I genitori devono solamente pagare i libri di testo per la scuola ma possono essere aiutati con sussidi in caso di problemi economici e inoltre lo Stato paga l'assicurazione sanitaria per gli studenti fino ai 26 anni.

Università[modifica | modifica wikitesto]

La più antica università della Repubblica Ceca risale al 1348 con la fondazione, da parte dell'imperatore Carlo IV di Lussemburgo, dell'Università Carolina di Praga.

Letteratura[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Letteratura ceca.

La letteratura ceca si afferma già nel XIV secolo con Jan Hus e nel XVII secolo con le opere di didattica di Comenio. Nel XIX secolo si afferma il poema epico con Karel Hynek Macha.

Nel XX secolo il romanzo acquista fama internazionale con Milan Kundera e la poesia con Jaroslav Seifert, Premio Nobel per la Letteratura nel 1984.

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

La rete autostradale è in fase di sviluppo però le maggiori città, Praga, Brno e Ostrava sono tutte collegate tra loro dalla D1. Le autostrade sono tutte a pagamento tramite vignetta autostradale. Il sistema ferroviario è uno dei più sviluppati ed efficienti d'Europa ed è gestito da tre compagnie, České dráhy, Leo Express e RegioJet. L'aeroporto principale della Repubblica Ceca è l'Aeroporto di Praga-Ruzyně, intitolato a Vaclav Havel. Secondo aeroporto internazionale per grandezza e numero passeggeri si trova a Brno.

Praga ha un buon sistema di trasporto, gestito da Dopravní podnik hlavního města Prahy, con tre linee di metropolitana (A, B e C), 22 linee di tram e 130 linee urbane di autobus. La collina di Petřin ha una funicolare.

Brno, Ostrava e Plzeň sono tutte dotate di numerose linee di autobus, tram e filobus. La città di Brno gestisce una specie di metro-treni che collegano il centro città con la periferia.

Gastronomia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Cucina ceca.

La cucina ceca si basa principalmente sul consumo di carne, in particolare maiale e agnello, e sul consumo a base di pasta, mentre tra le bevande la birra e il vino hanno un posto di primo piano: alcuni tipi birre, tra l'altro, sono famose in tutto il mondo.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Hockey su ghiaccio[modifica | modifica wikitesto]

La Nazionale di hockey su ghiaccio maschile della Repubblica Ceca è una delle più titolate: ha vinto, fra l'altro, ben 6 ori mondiali

Note[modifica | modifica wikitesto]

Esplicative[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografiche[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Population growth rate, su CIA World Factbook. URL consultato il 28 febbraio 2013.
  2. ^ Dati dal Fondo Monetario Internazionale, ottobre 2013
  3. ^ Tasso di fertilità nel 2010, su data.worldbank.org. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  4. ^ Repubblica Ceca, su treccani.it. URL consultato il 12 luglio 2016.
  5. ^ Repubblica Ceca, su sapere.it. URL consultato il 12 luglio 2016.
  6. ^ (EN) United Nations Group of Experts on Geographical Names, World Geographic Names, su unstats.un.org. URL consultato il 12 luglio 2016.
  7. ^ https://www.cia.gov/library/publications/the-world-factbook/geos/ez.html
  8. ^ books.google.it
  9. ^ www.esteri.it

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN137159957 · ISNI (EN0000 0001 2265 0168 · LCCN (ENn90718759 · GND (DE4303381-7 · BNF (FRcb12004532d (data)