IAAF Hall of Fame

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Paavo Nurmi ed Emil Zátopek, introdotti nella Hall of Fame nel 2012.

La IAAF Hall of Fame è la Hall of Fame della International Association of Athletics Federations (IAAF), la federazione internazionale di atletica leggera.

La creazione della IAAF Hall of Fame è stata annunciata l'8 marzo 2012, con l'introduzione dei primi 12 atleti; altri 12 atleti sono stati introdotti il 17 luglio dello stesso anno, in occasione del centenario della IAAF.[1]

Criteri d'inclusione[modifica | modifica wikitesto]

I criteri d'inclusione nella prima ristretta élite (solo 24 atleti), ovviamente molto selettivi, sono stati i seguenti:

Membri[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito l'elenco degli atleti che fanno parte della Hall of Fame; tra parentesi è indicato l'anno d'introduzione:

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Ha destato polemica l'inclusione della cinese Wang Junxia, le cui imprese non furono immuni dall'ombra del doping.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) IAAF Hall of Fame created – First 12 Members announced, su iaaf.org, IAAF, 8 marzo 2012. URL consultato il 13 marzo 2012.
  2. ^ (EN) Scandal as Junxia enters IAAF Hall of Fame, su punchng.com, Punch, 11 marzo 2012. URL consultato il 13 marzo 2012 (archiviato dall'url originale il 12 marzo 2012).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Atletica leggera Portale Atletica leggera: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di atletica leggera