IAAF Hall of Fame

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paavo Nurmi (Antwerp 1920).jpg Fotothek df roe-neg 0006305 008 Emil Zátopek.jpg
Paavo Nurmi ed Emil Zátopek, introdotti nella Hall of Fame nel 2012.

La IAAF Hall of Fame è la Hall of Fame della International Association of Athletics Federations (IAAF), la federazione internazionale di atletica leggera.

La creazione della IAAF Hall of Fame è stata annunciata l'8 marzo 2012, con l'introduzione dei primi 12 atleti; altri 12 atleti sono stati introdotti il 17 luglio dello stesso anno, in occasione del centenario della IAAF.[1]

Criteri d'inclusione[modifica | modifica wikitesto]

I criteri d'inclusione nella prima ristretta elite (solo 24 atleti), ovviamente molto selettivi, sono stati i seguenti:

Membri[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito l'elenco degli atleti che fanno parte della Hall of Fame; tra parentesi è indicato l'anno d'introduzione:

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Ha destato polemica l'inclusione della cinese Wang Junxia, le cui imprese non furono immuni dall'ombra del doping.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) IAAF Hall of Fame created – First 12 Members announced su iaaf.org, IAAF, 8 marzo 2012. URL consultato il 13 marzo 2012.
  2. ^ (EN) Scandal as Junxia enters IAAF Hall of Fame su punchng.com, Punch, 11 marzo 2012. URL consultato il 13 marzo 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

atletica leggera Portale Atletica leggera: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di atletica leggera