Ostruzionismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In Parlamento si chiama ostruzionismo il disegno dilatorio messo in atto dai gruppi di minoranza per ritardare o impedire l'approvazione di una legge. In altre parole tratta di una procedura parlamentare che rallenta l'andamento per la decisione e attuazione di leggi.

Spesso l'ostruzionismo è l'unica arma parlamentare in mano alle opposizioni e può essere sia tecnico o legale sia violento.

Ostruzionismo tecnico[modifica | modifica sorgente]

L'ostruzionismo è detto tecnico quando le minoranze fanno ricorso alle norme regolamentari ed agli usi parlamentari:

  1. propongono sospensive e pregiudiziali tendenti a rinviare o a bloccare la discussione
  2. iscrivono a parlare il numero più grande possibile di oppositori per discorsi lunghissimi
  3. presentano numerosissimi ordini del giorno ed emendamenti (ognuno dei quali va discusso e votato)
  4. richiedono frequentemente la verifica del numero legale (cioè che il numero dei parlamentari sia sufficiente a rendere valida una votazione provocando, in caso di esito negativo, il rinvio della seduta) costringendo, così, anche la maggioranza ad essere presente in aula, pure durante le sedute fiume (quelle cioè in cui l'Assemblea siede in permanenza, fino ad esaurimento della discussione).

L'ostruzionismo tecnico viene spesso giustificato come metodo di difesa delle minoranze parlamentari.

Ostruzionismo violento[modifica | modifica sorgente]

L'ostruzionismo è detto violento quando si fa ricorso allo scontro fisico (scontri, colluttazioni, ...), o all'interruzione e alle intemperanze verbali con cui le opposizioni movimentano le sedute, forme di vera e propria violenza in cui si distinguono più spesso i gruppi più estremi avvilendo il parlamento.

Metodi antiostruzionistici[modifica | modifica sorgente]

Esistono comunque metodi che consentono di impedire l'ostruzionismo parlamentare. Tra i quali la seduta fiume che consiste nella prosecuzione ininterrotta della seduta parlamentare in corso, le votazioni dette riassuntive o a scalare. Senza dubbio però, lo strumento antiostruzionistico per eccellenza consiste nella presentazione, da parte del Governo, di un maxiemendamento, cioè un emendamento che ingloba tutti gli articoli della legge in esame, su quale viene posta la questione di fiducia, che essendo prioritaria rispetto a tutte le altre viene subito votata e pertanto tutti gli emendamenti presentati si considerano preclusi.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Politica Portale Politica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Politica