Croati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Croati
Hrvati
Oton Ivekovic, Dolazak Hrvata na Jadran.jpg
L'arrivo dei Croati nel Mediterraneo immaginato dal pittore Oton Ivekovic
 
Luogo d'origineCroazia Croazia, Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina
Popolazione7.5 - 8.5 milioni
Lingualingua croata
Religionecattolicesimo romano
Distribuzione
Croazia Croazia 3 874 321
Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina 553 000
Stati Uniti Stati Uniti 414 100 - 1 200 000[1]
Germania Germania 227 510-350 000
Austria Austria 150 719
Serbia Serbia 57 900
Svizzera Svizzera 40 484
Slovenia Slovenia 35 642

I Croati (in croato Hrvati), sono un gruppo etnico appartenente ai popoli slavi meridionali, distribuito prevalentemente nella penisola Balcanica centro-occidentale, dove giunsero e s'insediarono stabilmente nell'Alto Medioevo, tra la fine dell'VIII secolo ed i primi anni del IX. Etnia dominante della Croazia, formano importanti minoranze in Bosnia-Erzegovina (14,3%), Serbia (0,9%) e Slovenia (1,8%); gruppi storici di Croati sono ufficialmente riconosciuti anche in Austria, Repubblica Ceca, Ungheria, Italia, Montenegro, Romania e Slovacchia. Inoltre, a causa della recente emigrazione (la cosiddetta "diaspora croata"), importanti comunità si ritrovano in Germania, nelle stesse Austria e Italia, Svizzera, Francia, nonché negli Stati Uniti, in Canada, Cile, Argentina e Australia.

I Croati sono prevalentemente di religione cattolica romana e parlano il croato, riconosciuto come lingua ufficiale da Croazia e Bosnia-Erzegovina e come lingua minoritaria in Montenegro, Austria (Burgenland), Italia (Molise), Romania (Carașova, Lupac) e Serbia (Voivodina).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Croatian diaspora in the USA It has been estimated that around 1.200.000 Croats and their descendants live in the USA.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4033244-5