Cisleitania

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Austria
Austria – Bandiera Austria - Stemma
(dettagli) (dettagli)
Motto: Indivisibiliter ac Inseparabiliter
Dati amministrativi
Nome completo I regni e le terre rappresentate nel concilio imperiale
Nome ufficiale Die im Reichsrat vertretenen Königreiche und Länder
Lingue ufficiali Tedesco
Lingue parlate Tedesco, ceco, polacco, croato, serbo, ucraino, sloveno, italiano, slovacco
Inno Kaiserhymne
(inno imperiale)
Capitale Vienna  (2,083,630 ab. / 1910)
Dipendente da Austria-Ungheria Impero austro-ungarico
Politica
Forma di governo Monarchia costituzionale
Imperatore d'Austria, ecc.[N 1]
Organi deliberativi Concilio imperiale
Nascita 30 marzo 1867 con Francesco Giuseppe I
Causa Ausgleich
Fine 12 novembre 1918 con Carlo I
Causa Dissoluzione dell'Impero austro-ungarico
Territorio e popolazione
Massima estensione 300 005 k nel 1910
Popolazione 28,571,934 nel 1910
Economia
Valuta Fiorino (1867-1892)
Corona (1892-1918)
Religione e società
Religioni preminenti Cattolicesimo, protestantesimo, cristianesimo ortodosso
Religioni minoritarie Giudaismo, sunnismo
Evoluzione storica
Preceduto da Austria Impero austriaco
Succeduto da Austria Repubblica dell'Austria tedesca
Flag of the State of Slovenes, Croats and Serbs.svg Stato degli Sloveni, Croati e Serbi
Cecoslovacchia Repubblica cecoslovacca
Italia Regno d'Italia
Ora parte di Austria Austria
Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina
Croazia Croazia
Italia Italia
Monaco Monaco
Polonia Polonia
Romania Romania
Slovenia Slovenia
Ucraina Ucraina
Le suddivisioni dell'Impero austro-ungarico:

     Cisleitania

     Transleitania

     Bosnia ed Erzegovina (dal 1878, territorio sotto diretta amministrazione della Corona asburgica)

'Cisleitania[1][2] (dal latino "Territorio al di qua del fiume Leita", fiume che per alcuni tratti segnava il confine tra l'Austria e l'Ungheria; in tedesco: Cisleithanien) è stata, a partire dallAusgleich del 1867, una denominazione non ufficiale della metà occidentale (austriaca) dell'Impero austro-ungarico, che fino al 1915 era chiamata ufficialmente «I regni e le terre rappresentate nel Consiglio dell'Impero» (in tedesco: Die im Reichsrat vertretenen Königreiche und Länder), ovverosia al Parlamento.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Storicamente fino al 1918 rappresentò proprio le terre dell'Impero sotto controllo austriaco. Fu scenario di violente guerre tra austriaci e prussiani del 1866, dei moti indipendentistici italiani e della stessa guerra contro il Regno di Sardegna. Lungo il suo confine si combatterono le principali battaglie della Prima guerra mondiale, fino al suo disfacimento nel 1918, in seguito al crollo dell'Impero austro-ungarico.

Denominazione e particolarità[modifica | modifica wikitesto]

La definizione di "Cisleitania", applicata all'insieme dei territori dell'Impero d'Austria, è in realtà alquanto enfatica ed approssimativa: ad esempio la Galizia a nord-est era considerata "austriaca". Inoltre, il modesto fiume Leita è lungo appena 180 km, mentre il confine tra Austria ed Ungheria era notevolmente più esteso; in secondo luogo, tale corso d'acqua non corrispondeva se non per alcuni brevissimi tratti al confine esatto tra le due monarchie asburgiche[N 2]. Tra tutti questi tratti e dalle sorgenti a Wiener Neustadt, il fiume Leita scorreva interamente in territorio austriaco, mentre poco più a valle di Bruck an der Leitha entrava interamente in territorio ungherese (comitato di Moson), per sfociare nel Danubio.

L'approssimazione di questa denominazione risulta ancor più evidente laddove si tiene conto che i territori della Slesia austriaca, della Galizia e Lodomeria e della Bucovina - tutti appartenenti alla Corona austriaca - erano situati molto ad oriente del fiume Leita e che questi territori erano divisi dall'Ungheria dal ben più lungo confine naturale dei Carpazi.

Analogamente, il Regno d'Ungheria, con la città di Fiume ed il semiautonomo Regno di Croazia e Slavonia, che appartenevano parimenti alla Corona ungherese di Santo Stefano, veniva chiamato "Transleitania". Entrambe le definizioni riflettevano il solo punto di vista austriaco, giacché per un ungherese la "Cisleitania" sarebbe dovuta essere, a logica, l'Ungheria (e viceversa dicasi per la "Transleitania").

Territori della Cisleitania[modifica | modifica wikitesto]

Facevano parte della cosiddetta Cisleitania:

Etnie della Cisleitania[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Esplicative[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Titolo completo: imperatore d'Austria, apostolico re d'Ungheria, re di Boemia, Dalmazia, Croazia, Slavonia, Galizia, Lodomeria e Illiria; re di Gerusalemme e così via, arciduca d'Austria; granduca di Toscana e di Cracovia, duca di Lorena e di Salisburgo, di Stiria, di Carinzia, di Carniola di Bucovina; grande principe di Transilvania; margravio di Moravia; duca dell'Alta e Bassa Slesia, di Modena, Parma, Piacenza e Guastalla, di Auschwitz e Zator, di Teschen, del Friuli, di Ragusa e Zara; conte di Habsburg e del Tirolo, di Kyburg, Gorizia e Gradisca; principe di Trento e Bressanone; marchese della Bassa e Alta Lusazia e Istria; conte di Hohenems, Feldkirch, Bregenz, Sonnenberg, eccetera; signore di Trieste, di Cattaro e della Marca vindica; gran voivoda del voivodato di Serbia.
  2. ^ Per la precisione, il fiume Leita fungeva da linea di confine in quattro tratti: (1) presso Wiener Neustadt; (2) presso Neufeld an der Leitha; (3) tra Wimpassing an der Leitha e Leithaprodersdorf; (4) tra Wilfleinsdorf e Gättendorf. Tale antico confine corrisponde perfettamente con quello attuale tra Austria Inferiore e Burgenland.

Bibliografiche[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bruno Migliorini et al., Scheda sul lemma "Cisleitania", in Dizionario italiano multimediale e multilingue d'ortografia e di pronunzia, Rai Eri, 2007, ISBN 978-88-397-1478-7.
  2. ^ Cfr. il lemma "Cisleitania" sulla Nuova enciclopedia universale Rizzoli-Larousse. vol. V, p. 195.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cisleitania, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.

Controllo di autorità GND: (DE4043271-3