Indice di sviluppo umano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'indice di sviluppo umano è un indicatore di sviluppo macroeconomico realizzato nel 1990 dall'economista pakistano Mahbub ul Haq, seguito dall'economista indiano Amartya Sen. È stato utilizzato, accanto al PIL (prodotto interno lordo), dall'Organizzazione delle Nazioni Unite a partire dal 1993 per valutare la qualità della vita nei paesi membri.

In precedenza, veniva utilizzato soltanto il PIL, indicatore di sviluppo macroeconomico che rappresenta il valore monetario dei beni e dei servizi prodotti in un anno su un determinato territorio nazionale e che si basa quindi esclusivamente sulla crescita e non tiene conto del capitale (soprattutto naturale) che viene perso nei processi di crescita. Questi parametri misurano esclusivamente il valore economico totale o una distribuzione media del reddito. In pratica, un cittadino molto ricco ridistribuisce la sua ricchezza su molti poveri falsando in tal modo il livello di vita di questi ultimi.

Si cercò quindi, attraverso l'indice di sviluppo umano, di tener conto di differenti fattori, oltre al PIL procapite, che non potevano essere detenuti in modo massiccio da un singolo individuo, come l'alfabetizzazione e la speranza di vita.

La scala dell'indice è in millesimi decrescente da 1 a 0 e si suddivide, in base ai quartili (dal 2010), in quattro gruppi: paesi a molto alto sviluppo umano, paesi ad alto sviluppo umano, paesi a medio sviluppo e paesi a basso sviluppo umano.

Mappa dell'indice di sviluppo umano per quartili (Report 2015, basato su dati 2014, pubblicato il 14 dicembre 2015)[1]

__ Molto Alto

__ Alto

__ Medio

__ Basso

__ dati non disponibili

Concetto di sviluppo umanoionale lordo (GNI) pro capite (in termini di parità di potere d'acquisto in dollari USA)[modifica | modifica wikitesto]

Su queste dimensioni vengono calcolati tre indici come segue:

  • indice di aspettativa di vita (IAV) = \frac{\textrm{AV} - 20}{MAX (83,2) - 20}
  • indice di istruzione (II) = \frac{\sqrt{\textrm{IAMI} \cdot \textrm{IAPI}} - 0} {MAX (0,951) - 0}
  • indice anni medi di istruzione (IAMI) = \frac{\textrm{AMI} - 0}{MAX (13,2) - 0}
  • indice anni previsti di istruzione (IAPI) = \frac{\textrm{API} - 0}{MAX (20,6) - 0}
  • indice di reddito (IR) = \frac{\ln(\textrm{RNLpc}) - \ln(MIN(163))}{\ln(MAX(108.211)) - \ln(MIN(163))}

L'ISU (o HDI) viene calcolato infine come media geometrica dei tre indici, come segue:

\textrm{HDI} = \sqrt[3]{\textrm{IAV}\cdot \textrm{II} \cdot \textrm{IR}}.

MAX e MIN: sono i valori massimi e minimi rilevati per quella dimensione
AV: aspettativa di vita alla nascita. Il valore MAX per il 2010 è 83,2 (Giappone).
AMI: anni medi di istruzione (anni che una persona con più di 25 anni ha dedicato all'istruzione). Il valore MAX per il 2010 è 13,2 (Stati Uniti).
API: anni previsti di istruzione (anni previsti di istruzione per un bambino di 5 anni in tutta la sua vita). Il valore MAX per il 2010 è 20,6 (Australia). Il valore MAX combinato per il calcolo dell'Indice di Istruzione (II) per il 2010 è 0,951 (Nuova Zelanda).
RNLpc: RNL procapite a PPA in USD. Il valore MAX per il 2010 è 108.211 (Emirati Arabi Uniti). Il valore MIN per il 2010 è 163 (Zimbabwe).

Vecchio metodo[modifica | modifica wikitesto]

Questo metodo è stato usato fino al Report del 2009.

L'ISU (o HDI) rappresentava la media aritmetica dei tre indici seguenti:

  • indice di aspettativa di vita = \frac{AV - 25} {85 - 25}
  • indice di educazione = \frac{2} {3} \times LIA + \frac{1} {3} \times ILI
  • livello di istruzione degli adulti (LIA) = \frac{TIA - 0} {100 - 0}
  • indice lordo di iscrizioni scolastiche (ILI) = \frac{TCLI - 0} {100 - 0}
  • indice PIL procapite = \frac{\log(PILpc) - \log(100)} {\log(40000) - \log(100)}

AV: Aspettativa di Vita
TIA: tasso di istruzione degli adulti
TCLI: tasso combinato lordo di iscrizioni scolastiche
PILpc: PIL procapite a PPA in USD

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Dal Report 2010 i paesi sono suddivisi in quattro gruppi in base al quartile in cui rientrano:

  • primo 25% dei paesi: paesi a molto alto sviluppo umano
  • dal 25% al 50% dei paesi: paesi ad alto sviluppo umano
  • dal 50% al 75% dei paesi: paesi a medio sviluppo umano
  • ultimo 25% dei paesi: paesi a basso sviluppo umano

Fino al 2009 la classificazione avveniva fissando dei valori per le varie fasce:

  • indice sopra 0,9: paesi a molto alto sviluppo umano
  • indice tra 0,8 e 0,9: paesi ad alto sviluppo umano
  • indice tra 0,5 e 0,8: paesi a medio sviluppo umano
  • indice sotto 0,5: paesi a basso sviluppo umano

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Stati per indice di sviluppo umano.

I Paesi al primo posto nei vari anni[modifica | modifica wikitesto]

Record primi posti[modifica | modifica wikitesto]

Critiche[modifica | modifica wikitesto]

L'indice di sviluppo umano è stato criticato sotto alcuni punti di vista. In particolare è accusato di riflettere un pregiudizio sistemico ideologico contro i modelli di sviluppo economico e sociale del mondo industrializzato. Inoltre l'ISU è criticato per il fatto di non tenere conto delle questioni ambientali e tecnologiche e del ruolo svolto dallo sviluppo civile, parlando esclusivamente dei risultati scolastici e medici dei singoli stati. Infine è accusato di avere un punto di vista poco generico, di dare troppo credito alle statistiche nazionali e di usare metri di giudizio troppo severi e condizionati dalle abitudini di pochi paesi di riferimento.[2]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Human Development Report 2015 – "Sustaining Human Progress: Reducing Vulnerabilities and Building Resilience", in United Nations Development Programme, 14 December 2015.
  2. ^ Classification, Detection and Consequences of Data Error: Evidence from the Human Development Index - Wolff - 2011 - The Economic Journal - Wiley Online Library

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4819478-5