Poesia romantica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La poesia romantica consiste in quella forma poetica caratteristica del periodo conosciuto con la denominazione di Romanticismo, un'età a cavallo tra la fine del '700 e la prima metà dell'800, ricca anche di filosofia, letteratura, arte e cultura in generale[1]; essa principalmente reagisce contro gli ideali prevalenti dell'Illuminismo del suo tempo e fornendo in alternativa temi naturali, emozionali e personali rispetto all'arte precedente[2][3]. Inevitabilmente, la caratterizzazione di una tal vasta gamma di poeti contemporanei e di poesie sotto il singolo nome di unificante di romanticismo può essere vista più come un esercizio di compartimentazione storica che un tentativo di catturare l'essenza del movimento reale. Poeti come William Wordsworth sono stati attivamente impegnati nel cercare di creare un nuovo tipo di poesia che avesse la capacità di sottolineare l'intuizione sulla ragione e l'ambito pastorale su quello urbano, spesso evitando una lingua consapevolmente poetica, nel tentativo di usare un linguaggio più colloquiale.

Wordsworth stesso nella prefazione alla raccolta sua e di Samuel Taylor Coleridge intitolata Ballate liriche definisce come buona poesia "la prevalenza e pienezza spontanea di sentimenti potenti", anche se nello stesso discorso va avanti a chiarire questa dichiarazione affermando che comunque qualsiasi poesia di valore deve ancora e sempre essere composta da un uomo "in possesso di un grado più alto di sensibilità rispetto a quella solamente organica; di qualcuno che abbia anche pensato a lungo e profondamente" Sottolinea anche l'importanza dell'uso del metro in poesia (che considera come una delle caratteristiche principali che differenzia la poesia dalla prosa)[4]. Anche se molte persone sottolineano il concetto di spontaneità della poesia romantica, il movimento è stato ancora gravemente preoccupato dal dallo sforzo di composizione, cioè di tradurre queste risposte emotive in forma poetica. Infatti, Coleridge, un altro poeta romantico importante e critico vede l'arte come "la mediatrice e riconciliatrice della natura e dell'uomo"[5]. Un tale atteggiamento riflette ciò che potrebbe essere chiamato il tema dominante della poesia romantica: il filtraggio dell'emozione naturale attraverso la mente umana per creare arte, accoppiato con la consapevolezza della dualità creata da un tale processo.

I sei autori inglesi più conosciuti sono, in ordine di nascita e con un esempio del loro lavoro:

Anche se cronologicamente viene prima tra questi scrittori, William Blake è stato aggiunto alla lista relativamente tardi; prima del 1970, il romanticismo era noto nella letteratura anglosassone per i suoi "Big Five"

Figure femminili[modifica | modifica wikitesto]

Tra le più notevoli poetesse dell'epoca romantica possiamo includere Elizabeth Barrett Browning, Felicia Dorothea Hemans, Mary Shelley, Anna Laetitia Barbauld, Charlotte Turner Smith, Mary Robinson, Hannah More, Alice Trickey, e Joanna Baillie.

Maggiori poeti romantici per paese[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Romanticism. Academic.brooklyn.cuny.edu. Retrieved on 2012-05-17.
  2. ^ Introduction to Romanticism. Uh.edu. Retrieved on 2012-05-17.
  3. ^ Romanticism : Introduction – Britannica Online Encyclopedia. Britannica.com. Retrieved on 2012-05-17.
  4. ^ Wordsworth, William. The Poetical Works of Wordsworth. Oxford University Press. London, 1960.
  5. ^ Coleridge, Samuel Taylor. On Poesy or Art. Harvard Classics, 1914.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura