Partito Democratico Civico (Repubblica Ceca)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Partito Democratico Civico
(CS) Občanská Demokratická Strana (ODS)
Logo of ODS (2015).svg
LeaderPetr Fiala
StatoRep. Ceca Rep. Ceca
SedeDoudlebská 5
Praga
AbbreviazioneODS
Fondazione1991
IdeologiaConservatorismo nazionale,[1]
Liberismo,[1]
Euroscetticismo[1]
CollocazioneCentro-destra/Destra
Partito europeoAlleanza dei Conservatori e Riformisti Europei
Gruppo parl. europeoGruppo dei Conservatori e Riformisti Europei
Affiliazione internazionaleUnione Democratica Internazionale
Seggi Camera
25 / 200
 (2017)
Seggi Senato
10 / 81
Seggi Europarlamento
4 / 21
 (2019)
Organizzazione giovanileMladí Konzervativci (Giovani Conservatori)
Iscritti18 043[2]
Sito webwww.ods.cz/

Il Partito Democratico Civico (in ceco: Občanská Demokratická Strana - ODS) è un partito politico ceco di orientamento nazional-conservatore fondato nel 1991 da Václav Klaus, contestualmente alla dissoluzione di Forum Civico.

È membro dell'Unione Democratica Internazionale; in sede europea aderisce al gruppo dei Conservatori e Riformisti Europei.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le elezioni parlamentari del 1990, svoltesi all'indomani della rivoluzione di velluto, avevano visto la vittoria di Forum Civico, formazione liberale e centrista guidata da Václav Havel. Successivamente, nel 1991, le divergenze emerse all'interno del partito ne determinarono la dissoluzione: fu così che la componente conservatrice di Václav Klaus costituì il Partito Democratico Civico, quella liberal-conservatrice l'Alleanza Democratica Civica e quella social-liberale il Movimento Civico.

Alle parlamentari del 1992, tali forze politiche si presentarono con proprie liste. L'ODS, concorrendo insieme al Partito Cristiano Democratico, si attestò come il primo partito del Paese, raggiungendo il 29,7% dei voti; Klaus divenne quindi Primo ministro.

Le parlamentari del 1996 videro l'ODS confermare i propri consensi (29,6%), anche se perse 8 seggi, mentre alle parlamentari del 1998 registrò una flessione, ricevendo il 27,7% dei voti e venendo superato dal Partito Socialdemocratico Ceco. L'ODS sostenne il nuovo governo a guida socialdemocratica.

Le parlamentari del 2002 segnarono un ulteriore calo dell'ODS, che scese al 24,5% dei voti ed ottenne 58 seggi. Per la prima volta dalla sua fondazione l'ODS passò all'opposizione di un governo composto da Socialdemocratici, Unione Cristiana e Democratica - Partito Popolare Cecoslovacco e liberali.

Alle elezioni europee del 2004 2004, l'ODS ottenne il 30% dei voti, tornando ad essere il primo partito.

Alle parlamentari del 2006, il partito ha conseguito il 35,4% dei voti, eleggendo 81 deputati, tornando al governo con Mirek Topolánek.

Dal 2010 la leadership del partito è passata da Mirek Topolánek a Petr Nečas.

Risultati elettorali[modifica | modifica wikitesto]

Elezione Voti % Seggi
Parlamentari 1992
Parlamentari 1996 1.794.560
68 / 200
Parlamentari 1998 1.656.011
63 / 200
Parlamentari 2002 1.166.975
58 / 200
Europee 2004 700.942
9 / 24
Parlamentari 2006 1.892.475
81 / 200
Europee 2009 741.946
9 / 22
Parlamentari 2010 1.057.792
53 / 200
Parlamentari 2013 384.174
16 / 200
Europee 2014 116.398
2 / 21
Parlamentari 2017 572.962
25 / 200
Europee 2019 344.885
4 / 21

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Wolfram Nordsieck, Czech Republic, in Parties and Elections, 2013. URL consultato il 25 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 19 ottobre 2013).
  2. ^ Sito ufficiale dell'ODS, su ods.cz. URL consultato il 20 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il 21 luglio 2009).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN141422355 · ISNI (EN0000 0000 9585 9862 · LCCN (ENno96007918 · GND (DE3017039-4 · WorldCat Identities (ENno96-007918