Eurovision Song Contest 2020

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Eurovision Song Contest 2020
Eurovision Song Contest 2020 logo.svg.png
Edizione-
PeriodoSemifinali
12 maggio 2020
14 maggio 2020
Finale
16 maggio 2020
SedeAhoy Rotterdam, Rotterdam, Paesi Bassi Paesi Bassi
PresentatoreChantal Janzen
Edsilia Rombley
Jan Smit
Nikkie de Jager (Online)
Trasmissione TVNPO, NOS e AVROTROS in Eurovisione
Partecipanti41
RitiriMontenegro Montenegro
Ungheria Ungheria
RitorniBulgaria Bulgaria
Ucraina Ucraina
Cronologia
20192021

L'Eurovision Song Contest 2020 sarebbe dovuta essere la 65ª edizione dell'annuale concorso canoro; la manifestazione si sarebbe svolta presso l'Ahoy Rotterdam di Rotterdam, nei Paesi Bassi, in seguito alla vittoria di Duncan Laurence nell'edizione precedente, il 12, 14 e 16 maggio 2020.[1]

Il 18 marzo 2020, l'UER ha annunciato la cancellazione dell'evento a causa della pandemia di COVID-19 che ha coinvolto diverse regioni del mondo tra cui, più duramente, la Cina, l'Europa e gli Stati Uniti.[2] La manifestazione verrà riorganizzata nel 2021 e verrà nuovamente ospitata dalla città di Rotterdam.[3]

In seguito a questa cancellazione senza precedenti, l'UER ha voluto sostituire l'evento con una serata speciale legata alla manifestazione, dal titolo Eurovision: Europe Shine a Light; che è stata trasmessa la sera del 16 maggio, giorno in cui era prevista la messa in onda della serata finale.[4]

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

In seguito alla vittoria di Duncan Laurence con Arcade, la sessantacinquesima edizione avrebbe dovuto essere ospitata dai Paesi Bassi e, secondo quanto annunciato, l'organizzazione e la produzione dell'evento sarebbero spettati a tre aziende radiotelevisive olandesi: AVROTROS, NPO e NOS.[5]

I partner ufficiali di quest'edizione sarebbero stati l'azienda di prodotti cosmetici Moroccanoil e la società olandese di telecomunicazioni Koninklijke KPN.[6][7]

Produzione e presentazione[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 dicembre 2019 era stato annunciato l'affidamento della scenografia, per il quarto anno consecutivo, a Florian Weider presentando inoltre le immagini del concept art del palco, che avrebbe dovuto essere "piatto, minimalistico e moderno".[8]

I presentatori che erano stati designati per questa edizione: Chantal Janzen, Jan Smit ed Edsilia Rombley

Il 5 luglio 2019 erano stati annunciati i due produttori esecutivi dell'evento, Sietse Bakker (supervisore esecutivo dello Junior Eurovision Song Contest dal 2011 al 2012) e Inge van de Weerd (capo-delegazione dei Paesi Bassi all'Eurovision Song Contest dal 2007 al 2009), e i due vice produttori esecutivi dell'evento: Emilie Sickinghe (capo-delegazione dei Paesi Bassi all'Eurovision Song Contest dal 2010) e Jessica Stam.[9]

I direttori esecutivi di quest'edizione, resi noti il 27 agosto, sarebbero stati Marnix Kaart e Marc Pos.[10]

Chantal Janzen, Edsilia Rombley e Jan Smit, come annunciato il 4 dicembre 2019, sarebbero stati i presentatori dell'evento[11], mentre la youtuber olandese Nikkie de Jager avrebbe curato i contenuti web e sarebbe stata presente sul tappeto rosso durante la cerimonia d’apertura e sul palco nelle due semifinali e nella finale dell’evento dal vivo.[12]

Dal 24 febbraio 2020 erano noti i nomi di Roos Moggré e Andrew Makkinga come moderatori delle conferenze stampa.[13]

Logo e slogan[modifica | modifica wikitesto]

Il 24 ottobre 2019 l'UER aveva annunciato lo slogan ufficiale dell'evento: Open Up (Apritevi),[14] mentre il 28 novembre ne era stato presentato il logo: un disco che rappresentava, in ordine di debutto, i paesi partecipanti all'Eurovision Song Contest in chiave astratta, disegnato dall'agenzia CLEVER°FRANKE. La forma circolare del logo era stata ispirata da quelli disegnati per le edizioni del 1970, del 1976 e del 1980 da Frans Schupp.[15]

Scelta della sede[modifica | modifica wikitesto]

Le 5 città prese in considerazione per ospitare l'evento; in verde le città finalista, in blu la città designata

All'indomani della vittoria olandese in Israele, le emittenti televisive avevano confermato che l'edizione 2020 si sarebbe tenuta nei Paesi Bassi, annunciando la candidatura di tredici città a sede dell'evento: L'Aia (Cars Jeans Stadion, Malieveld), Amsterdam (Amsterdam RAI, Ziggo Dome, Johan Cruijff Arena), Arnhem (GelreDome), Breda (Breepark), Enschede (Aeroporto Twente), Groninga, Leeuwarden (WTC Expo), Maastricht (MECC), Rotterdam (Ahoy Rotterdam), 's-Hertogenbosch (Brabanthallen), Tilburg, Utrecht (Jaarbeurs) e Zwolle (IJsselhallen).

Le prime città ad annunciare la mancanza di interesse erano state Groninga (in seguito ad una consultazione in consiglio comunale[16]), Tilburg (che ha invece appoggiato la candidatura collettiva di Breda e 's-Hertogenbosch per la provincia del Brabante Settentrionale), Zwolle ed Enschede (per la mancanza di una sede adatta).[17]

Il 18 giugno la città di Leeuwarden aveva ritirato la propria candidatura, in quanto il WTC Expo non rispettava i criteri imposti dalle emittenti.[18] Successivamente si erano ritirate anche L'Aia (che avrebbe appoggiato la candidatura di Rotterdam in assenza di una sede adatta[19]), Breda[20] (che si era quindi unita alla candidatura collettiva di 's-Hertogenbosch) e Amsterdam (per la mancanza di sedi adatte che rispettassero i criteri di disponibilità).[21]

Il 16 luglio, l'UER aveva comunicato che la scelta era stata ristretta ulteriormente alle città di Rotterdam e Maastricht, che rispettavano tutte le necessità del concorso, eliminando quindi Arnhem, 's-Hertogenbosch e Utrecht.[22]

Il 30 agosto 2019 era stata annunciata Rotterdam e l'Ahoy Rotterdam rispettivamente come città e sede ospitante dell'Eurovision 2020.[23] Inoltre erano state rese note le date per l'evento: martedì 12 e giovedì 14 maggio 2020 per le due semifinali, mentre la finale si sarebbe tenuta sabato 16 maggio 2020.[24]

Articolazione del processo[modifica | modifica wikitesto]

Il processo di selezione della scelta si era articolato nel seguente modo:

  • le città interessate avevano preso visione dei criteri fondamentali per ospitare la manifestazione;
  • alle stesse città erano state poi concesse 4 settimane per preparare i propri piani e progetti per ospitare l'evento;
  • nel mese di luglio le emittenti avevano potuto visitare le città che avessero confermato la candidatura;
  • per la metà di luglio i progetti preparati erano stati inviati all'Unione europea di radiodiffusione che aveva così decretato, di concerto con le emittenti organizzatrici ed entro il mese di agosto, la città ospitante.

Criteri fondamentali[modifica | modifica wikitesto]

Le sedi e le città candidate dovevano rispettare i seguenti criteri:

  • la sede doveva disporre di una copertura, anche provvisoria;
  • la sede doveva avere una capacità minima di 10 000 spettatori;
  • la sede doveva essere disponibile per almeno 5-7 settimane prima dell'evento;
  • la città doveva avere a disposizione almeno 2 000-3 000 camere d'albergo per accogliere gli spettatori;
Città Sede Capacità Note
Arnhem GelreDome 34 000 Candidatura condivisa con la vicina città di Nimega e la regione della Veluwe[25]
's-Hertogenbosch Brabanthallen 11 000 Candidatura condivisa con la città di Breda e la provincia del Brabante Settentrionale
Maastricht MECC 11 000 - 12 000 Candidatura supportata dalla provincia del Limburgo
Rotterdam Ahoy Rotterdam 11 000 - 12 000 Candidatura supportata da L'Aia e da Dordrecht, oltre che dalla provincia dell'Olanda Meridionale; ha ospitato il Junior Eurovision Song Contest 2007 e due edizioni degli MTV Europe Music Awards (1997 e 2016)
Utrecht Jaarbeurs 11 000

Stati partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

     Stati che hanno partecipato in passato ma non nel 2020

     Stati che hanno già selezionato l'artista

Il 13 novembre 2019 era stata ufficializzata la lista definitiva degli Stati partecipanti a questa edizione, che ne prevedeva 41, come nell'edizione precedente,[26] mentre il 12 marzo 2020 si era completata la lista di brani e artisti partecipanti.[27]

Stato Artista Brano Lingua Processo di selezione Note
Albania Albania Arilena Ara Fall from the Sky Inglese Festivali i Këngës 58, 22 dicembre 2019[28] La selezione nazionale è stata vinta con Shaj, la versione albanese del brano.[28]

Il brano è una versione modificata rispetto a quello che ha vinto la selezione nazionale.[29]

Armenia Armenia Athīna Manoukian Chains on You Inglese Depi Evratesil 2020, 15 febbraio 2020[30] Il brano è una versione modificata rispetto a quello che ha vinto la selezione nazionale.[31]
Australia Australia Montaigne Don't Break Me Inglese Eurovision - Australia Decides 2020, 8 febbraio 2020[32] In caso di vittoria dell'Australia la SBS avrebbe prodotto l'evento in Europa assieme a un altro membro dell'UER.
Austria Austria Vincent Bueno Alive Inglese Interno; cantante e brano annunciati il 12 dicembre 2019,[33] brano presentato il 5 marzo 2020[34]
Azerbaigian Azerbaigian Efendi Cleopatra Inglese Interno; cantante annunciata il 28 febbraio 2020,[35] brano presentato il 10 marzo 2020[36] Il brano contiene alcune parole in giapponese.
Belgio Belgio Hooverphonic Release Me Inglese Interno; gruppo annunciato il 1º ottobre 2019,[37] brano annunciato e presentato il 17 febbraio 2020[38]
Bielorussia Bielorussia VAL Da vidna Bielorusso Nacional'nyj otbor 2020, 28 febbraio 2020[39]
Bulgaria Bulgaria Victoria Tears Getting Sober Inglese Interno; cantante annunciata il 25 novembre 2019,[40] brano annunciato il 4 marzo 2020 e presentato il 7 marzo 2020[41]
Cipro Cipro Sandro Nicolas Running Inglese Interno; cantante annunciato il 28 novembre 2019,[42] brano annunciato l'11 febbraio 2020[43] e presentato il 6 marzo 2020[44]
Croazia Croazia Damir Kedžo Divlji vjetre Croato Dora 2020, 29 febbraio 2020[45] Il brano è una versione modificata rispetto a quello che ha vinto la selezione nazionale.[46]
Danimarca Danimarca Ben & Tan Yes Inglese Dansk Melodi Grand Prix 2020, 7 marzo 2020[47]
Estonia Estonia Uku Suviste What Love Is Inglese Eesti Laul 2020, 29 febbraio 2020[48]
Finlandia Finlandia Aksel Kankaanranta Looking Back Inglese UMK 2020, 7 marzo 2020[49]
Francia Francia Tom Leeb Mon alliée (The Best in Me) Francese,
inglese
Interno; cantante annunciato il 14 gennaio 2020,[50] brano annunciato e presentato il 16 febbraio 2020[51] Il brano è una versione modificata rispetto a quello selezionato internamente.[52]
Georgia Georgia Tornik'e Kipiani Take Me as I Am Inglese Georgian Idol 2, 31 dicembre 2019 per l'artista,[53] scelta interna per il brano,[54] brano annunciato il 30 gennaio 2020[55] e presentato il 4 marzo 2020[56] Il brano contiene alcune parole in francese, italiano, spagnolo e tedesco.
Germania Germania Ben Dolic Violent Thing Inglese Interno; cantante e brano annunciati e presentati il 27 febbraio 2020[57] Il brano è una versione modificata rispetto a quello selezionato internamente.[58]
Grecia Grecia Stefania Superg!rl Inglese Interno; cantante e brano annunciati il 3 febbraio 2020,[59] brano presentato il 1º marzo 2020[60]
Irlanda Irlanda Lesley Roy Story of My Life Inglese Interno; cantante e brano annunciati e presentati il 5 marzo 2020[61]
Islanda Islanda Daði & Gagnamagnið Think About Things Inglese Söngvakeppnin 2020, 29 febbraio 2020[62]
Israele Israele Eden Alene Feker libi Inglese,
amarico
HaKokhav HaBa 2020 per l'artista il 4 febbraio 2020,[63] HaShir HaBa per il brano il 3 marzo 2020[64] Il brano contiene alcune parole in ebraico ed arabo.

Il brano è una versione modificata rispetto a quello che ha vinto la selezione nazionale.[65]

Italia Italia Diodato Fai rumore Italiano Festival di Sanremo 2020, 8 febbraio 2020[66]
Lettonia Lettonia Samanta Tīna Still Breathing Inglese Supernova 2020, 8 febbraio 2020[67]
Lituania Lituania The Roop On Fire Inglese Pabandom iš naujo! 2020, 15 febbraio 2020[68]
Macedonia del Nord Macedonia del Nord Vasil Garvanliev You Inglese Interno; cantante annunciato il 15 gennaio 2020,[69] brano annunciato il 14 febbraio 2020[70] e presentato l'8 marzo 2020
Malta Malta Destiny All of My Love Inglese X Factor Malta 2, 8 febbraio 2020 per l'artista,[71] brano presentato il 9 marzo 2020[72]
Moldavia Moldavia Natalia Gordienko Prison Inglese O melodie pentru Europa 2020, 29 febbraio 2020[73]
Norvegia Norvegia Ulrikke Attention Inglese Melodi Grand Prix 2020, 15 febbraio 2020[74]
Paesi Bassi Paesi Bassi (organizzatore) Jeangu Macrooy Grow Inglese Interno; cantante annunciato il 10 gennaio 2020,[75] brano annunciato e presentato il 4 marzo 2020[76]
Polonia Polonia Alicja Empires Inglese Szansa na sukces - Eurowizja 2020, 23 febbraio 2020[77]
Portogallo Portogallo Elisa Medo de sentir Portoghese Festival da Canção 2020, 7 marzo 2020[78]
Regno Unito Regno Unito James Newman My Last Breath Inglese Interno; cantante e brano annunciati e presentati per il 27 febbraio 2020[79]
Rep. Ceca Repubblica Ceca Benny Cristo Kemama Inglese Eurovision Song CZ 2020, 3 febbraio 2020[80] Il brano è una versione modificata rispetto a quello che ha vinto la selezione nazionale.[81]
Romania Romania Roxen Alcohol You Inglese Interno; cantante annunciata l'11 febbraio 2020;[82] Selecția Națională 2020 per il brano, 1º marzo 2020[83] Il brano è una versione modificata rispetto a quello che ha vinto la selezione nazionale.[84]
Russia Russia Little Big Uno Inglese Interno; gruppo annunciato il 2 marzo 2020,[85] brano presentato il 12 marzo 2020[86] Il brano contiene alcune parole in spagnolo.
San Marino San Marino Senhit Freaky! Inglese Interno; cantante annunciata il 6 marzo 2020; Digital Battle Eurovision per il brano, 9 marzo 2020[87]
Serbia Serbia Hurricane Hasta la vista Serbo Beovizija 2020, 1º marzo 2020[88] Il brano contiene alcune parole in inglese e spagnolo.

Il brano è una versione modificata rispetto a quello che ha vinto la selezione nazionale.[89]

Slovenia Slovenia Ana Soklič Voda Sloveno EMA 2020, 22 febbraio 2020[90] Il brano è una versione modificata rispetto a quello che ha vinto la selezione nazionale.[91]
Spagna Spagna Blas Cantó Universo Spagnolo Interno; cantante annunciato il 5 ottobre 2019,[92] brano annunciato il 21 gennaio 2020[93] e presentato il 30 gennaio 2020[94]
Svezia Svezia The Mamas Move Inglese Melodifestivalen 2020, 7 marzo 2020[95]
Svizzera Svizzera Gjon's Tears Répondez-moi Francese Interno; artista e brano presentati il 4 marzo 2020[96]
Ucraina Ucraina Go_A Solovej Ucraino Vidbir 2020, 22 febbraio 2020[97] Il brano è una versione modificata rispetto a quello che ha vinto la selezione nazionale.[98]

Eventi online[modifica | modifica wikitesto]

Prima della cancellazione effettiva dell'evento a causa della pandemia di COVID-19, i pre party previsti nei mesi di marzo e aprile, sono stati cancellati per lo stesso motivo.[99][100]

Eurovision Spain Pre-Party at Home[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la cancellazione a causa della pandemia di COVID-19,[101] gli organizzatori hanno annunciato che l'evento si sarebbe tenuto online, l'11 aprile 2020, dove ogni artista si è esibito in diretta da casa.[102] Condotto da Barei (rappresentante della Spagna all'Eurovision Song Contest 2016), Blas Cantó (rappresentante della Spagna all'Eurovision Song Contest 2020 e 2021), Krista Siegfrids (rappresentante della Finlandia all'Eurovision Song Contest 2013) e Victor Escudero. Vi hanno partecipato:[103]

Hanno partecipato inoltre: Lucía Pérez (rappresentante della Spagna all'Eurovision Song Contest 2011), Melani Garcia (rappresentante della Spagna al Junior Eurovision Song Contest 2019), Soraya (rappresentante della Spagna all'Eurovision Song Contest 2009) e Zlata Ognevich (rappresentante dell'Ucraina all'Eurovision Song Contest 2013).

Eurovision Home Concerts[modifica | modifica wikitesto]

Per sopperire alla cancellazione dell'evento e dei pre-eventi di promozione, l'Unione europea di radiodiffusione ha lanciato l'iniziativa denominata Eurovision Home Concerts, dove diversi artisti eurovisivi hanno la possibilità di cantare da casa sia il proprio brano che la cover di un eventuale altro brano, deciso dai fan della manifestazione tramite gli account social dell'Eurovision Song Contest. Fanno eccezione Helena Paparizou e Sergej Lazarev, che hanno cantato in coppia il brano di quest'ultimo, e Blas Cantó, Dana e i Secret Garden che hanno cantato solo i loro brani rispettivi.[104]

Episodio Data Partecipanti Brani
1 3 aprile 2020 Irlanda Ryan O'Shaughnessy Together
Think About Things
Danimarca Rasmussen Higher Ground
Only Teardrops
Macedonia del Nord Tamara Todevska Proud
Soldi
Montenegro Slavko Kalezić Space
Fuego
2 10 aprile 2020 Svizzera Gjon's Tears Répondez-moi
Ne partez pas sans moi
Ucraina Jamala 1944
Arcade
Finlandia Aksel Kankaanranta Looking Back
Fairytale
Danimarca Leonora Love Is Forever
Satellite
Macedonia del Nord Vasil Garvanliev You
Toy / My Number One
Australia Montaigne Don't Break Me
Répondez-moi
Islanda Daði Freyr Think About Things
Lipstick
3 17 aprile 2020 Rep. Ceca Lake Malawi Friend of a Friend
Say Na Na Na
Norvegia Ulrikke Attention
Heroes
Estonia Victor Crone Storm
Goodbye to Yesterday
Serbia Hurricane Hasta la vista
Qélé, qélé
Paesi Bassi Jeangu Macrooy Grow
Tears Getting Sober
Italia Jalisse Fiumi di parole
Gente di mare
Estonia Uku Suviste[105] What Love Is
Euphoria
Irlanda Lesley Roy Story of My Life
Too Late for Love
Grecia Helena Paparizou
Russia Sergej Lazarev
You Are the Only One
4 24 aprile 2020 Norvegia KEiiNO Spirit in the Sky
Hatrið mun sigra
Slovenia Ana Soklič Voda
Suus
Albania Eugent Bushpepa Mall
Silent Storm
Austria Pænda Limits
Love Injected
Portogallo Elisa Medo de sentir
Waterloo
Grecia Stefania Superg!rl
You Let Me Walk Alone
Croazia Damir Kedžo Divlji vjetre
Euphoria
Bulgaria Victoria Tears Getting Sober
Arcade




Episodio Data Partecipanti Brani
5 1º maggio 2020 Svizzera ZiBBZ Stones
Nobody but You
Germania Ben Dolic Violent Thing
Beatiful Mess
Francia Tom Leeb Mon alliée (The Best in Me)
Arcade
San Marino Senhit Freaky!
L'essenziale
Cipro Sandro Nicolas Running
Tonight Again
Romania Roxen Alcohol You
Undo
Bielorussia VAL Da vidna
Rhythm Inside
Lettonia Samanta Tīna Still Breathing
Shady Lady
Germania Michael Schulte You Let Me Walk Alone
Together
6 8 maggio 2020 Islanda Hera Björk Je ne sais quoi
Eres tú
Albania Arilena Ara Fall from the Sky
Satellite
Svezia The Mamas Move
Toy
Slovenia Lea Sirk Hvala, ne!
If Love Was a Crime
Regno Unito James Newman My Last Breath
Birds
Rep. Ceca Benny Cristo Kemama
Violent Thing
Azerbaigian Efendi Cleopatra
Drip Drop
Portogallo Suzy Quero ser tua
A Million Voices
Irlanda Jedward Lipstick
Satellite
Regno Unito SuRie Storm
Hard Rock Hallelujah
Malta Michela Chameleon
Where I Am
Romania Paula Seling & Ovi Playing With Fire
Fairytale
Spagna Blas Cantó Universo
7 15 maggio 2020 Australia Dami Im Sound of Silence
Rise Like a Phoenix
Irlanda Dana All Kinds of Everything
Italia Diodato Fai rumore
Piove (Ciao Ciao Bambina)
Irlanda Eimear Quinn The Voice
Répondez-moi
Ucraina Go_A Solovej
Dancing Lasha Tumbai
Israele Imri Ziv I Feel Alive
Grande amore
Ucraina Mélovin Under the Ladder
Rise Like a Phoenix
Norvegia Secret Garden Nocturne
Islanda Yohanna Is It True?
Euphoria

Eurovision Song Celebration 2020[modifica | modifica wikitesto]

Per onorare gli artisti e i brani di questa edizione, l'UER ha trasmesso uno spettacolo denominato Eurovision Song Celebration 2020, sul canale ufficiale YouTube della manifestazione il 12 e il 14 maggio, i giorni inizialmente previsti per le semifinali.[106]

Lo spettacolo condotto da Janouk Kelderman, comprendeva i 41 brani dell'edizione in un format non competitivo, mostrando le esibizioni delle finali nazionali o i video musicali.

In entrambe le serate ci sono stati anche interventi di vari youtubers, che hanno proposto le loro impressioni e reazioni ai brani in gara.

Inoltre il tradizionale recap generale dei brani, è stato sostituito da un fan recap, dove i fan della manifestazione si sono esibiti sulle note del loro brano preferito.

I brani sono stati eseguiti seguendo l'ordine che i produttori dello show avevano deciso, nel caso lo spettacolo si fosse svolto regolarmente.

Prima parte[modifica | modifica wikitesto]

La prima parte è stata trasmessa il 12 maggio 2020, e ha riguardato i 17 paesi che avrebbero gareggiato nella prima semifinale, e i tre finalisti che avrebbero avuto diritto di voto: Germania, Italia e Paesi Bassi.

In degli intermezzi vari artisti hanno provato a reinterpretare il loro brano in un genere musicale differente, e hanno rivelato i loro tre brani eurovisivi preferiti.

Questa puntata dove era prevista la partecipazione dell'Ucraina, è stata trasmessa anche dall'emittente nazionale UA:PBC, sul canale UA:Peršyj il 14 maggio 2020.[107]

Seconda parte[modifica | modifica wikitesto]

La seconda parte è stata trasmessa il 14 maggio 2020, e ha riguardato i 18 paesi che avrebbero gareggiato nella seconda semifinale, e i tre finalisti che avrebbero avuto diritto di voto: Francia, Regno Unito e Spagna.

In degli intermezzi vari artisti hanno provato a reinterpretare il loro brano nella propria lingua, e hanno mostrato attraverso un tour virtuale delle loro case, come vivono le loro giornate in quarantena.

L'evento[modifica | modifica wikitesto]

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Digame aveva composto le urne nelle quali erano stati divisi gli Stati partecipanti, determinate in base allo storico delle votazioni. La loro composizione era stata così definita:[108]

Urna 1 Urna 2 Urna 3 Urna 4 Urna 5

Il 28 gennaio 2020 al municipio di Rotterdam si era svolto il sorteggio (presentato da Chantal Janzen, Edsilia Rombley e Jan Smit) per determinare in quale metà della semifinale si sarebbero esibiti gli Stati sorteggiati e la semifinale in cui avrebbero avuto il diritto di voto gli Stati già qualificati alla finale.[109] Nel sorteggio era stato, inoltre, esplicitato che la prima semifinale sarebbe stata composta da 17 stati e la seconda da 18 e che l'ordine di esibizione esatto sarebbe stato stabilito dalla produzione del programma e approvata dal supervisore UER del programma e dal Gruppo di Controllo. In base all'esito del sorteggio, le semifinali risultavano quindi così composte:

     Stati partecipanti alla prima semifinale

     Stati con diritto di voto nella prima semifinale

     Stati partecipanti alla seconda semifinale

     Stati con diritto di voto alla seconda semifinale

1ª semifinale
12 maggio 2020
2ª semifinale
14 maggio 2020
Macedonia del Nord Macedonia del Nord
Bielorussia Bielorussia
Lituania Lituania
Svezia Svezia
Slovenia Slovenia
Australia Australia
Irlanda Irlanda
Russia Russia
Norvegia Norvegia
Cipro Cipro
Croazia Croazia
Azerbaigian Azerbaigian
Malta Malta
Israele Israele
Ucraina Ucraina
Romania Romania
Belgio Belgio
Austria Austria
Moldavia Moldavia
Polonia Polonia
San Marino San Marino
Serbia Serbia
Islanda Islanda
Rep. Ceca Repubblica Ceca
Grecia Grecia
Estonia Estonia
Danimarca Danimarca
Bulgaria Bulgaria
Svizzera Svizzera
Finlandia Finlandia
Armenia Armenia
Lettonia Lettonia
Georgia Georgia
Portogallo Portogallo
Albania Albania
Con diritto di voto:
Germania Germania
Italia Italia
Paesi Bassi Paesi Bassi
Con diritto di voto:
Francia Francia
Spagna Spagna
Regno Unito Regno Unito

Prima semifinale[modifica | modifica wikitesto]

La prima semifinale si sarebbe dovuta svolgere il 12 maggio 2020 alle 21:00 CEST; vi avrebbero gareggiato 17 paesi e avrebbero votato anche Germania, Italia e Paesi Bassi.

Stato Cantante Canzone
01 Svezia Svezia The Mamas Move
02 Bielorussia Bielorussia VAL Da vidna
03 Australia Australia Montaigne Don't Break Me
04 Macedonia del Nord Macedonia del Nord Vasil Garvanliev You
05 Slovenia Slovenia Ana Soklič Voda
06 Lituania Lituania The Roop On Fire
07 Irlanda Irlanda Lesley Roy Story of My Life
08 Russia Russia Little Big Uno
09 Belgio Belgio Hooverphonic Release Me
10 Malta Malta Destiny All of My Love
11 Croazia Croazia Damir Kedžo Divlji vjetre
12 Azerbaigian Azerbaigian Efendi Cleopatra
13 Cipro Cipro Sandro Nicolas Running
14 Norvegia Norvegia Ulrikke Attention
15 Israele Israele Eden Alene Feker libi
16 Romania Romania Roxen Alcohol You
17 Ucraina Ucraina Go_A Solovej

Seconda semifinale[modifica | modifica wikitesto]

La seconda semifinale si sarebbe dovuta svolgere il 14 maggio 2020 alle 21:00 CEST; vi avrebbero gareggiato 18 paesi e avrebbero votato anche Francia, Spagna e Regno Unito.

Questa semifinale avrebbe dovuto essere aperta da una performance del ballerino olandese di breakdance Redo.[110]

Stato Cantante Canzone
01 Grecia Grecia Stefania Superg!rl
02 Estonia Estonia Uku Suviste What Love Is
03 Austria Austria Vincent Bueno Alive
04 Moldavia Moldavia Natalia Gordienko Prison
05 San Marino San Marino Senhit Freaky!
06 Rep. Ceca Repubblica Ceca Benny Cristo Kemama
07 Serbia Serbia Hurricane Hasta la vista
08 Polonia Polonia Alicja Empires
09 Islanda Islanda Daði & Gagnamagnið Think About Things
10 Svizzera Svizzera Gjon's Tears Répondez-moi
11 Danimarca Danimarca Ben & Tan Yes
12 Albania Albania Arilena Ara Fall from the Sky
13 Finlandia Finlandia Aksel Kankaanranta Looking Back
14 Armenia Armenia Athīna Manoukian Chains on You
15 Portogallo Portogallo Elisa Medo de sentir
16 Georgia Georgia Tornik'e Kipiani Take Me as I Am
17 Bulgaria Bulgaria Victoria Tears Getting Sober
18 Lettonia Lettonia Samanta Tīna Still Breathing

Finale[modifica | modifica wikitesto]

La finale si sarebbe dovuta svolgere il 16 maggio 2020 alle 21:00 CEST; vi avrebbero gareggiato i 10 paesi qualificatisi durante la prima semifinale, i 10 qualificatisi durante la seconda semifinale e i 6 finalisti di diritto, per un totale di 26 paesi. Il 9 marzo 2020, in seguito a un sorteggio, era stato stabilito che i Paesi Bassi, lo Stato organizzatore, si sarebbe esibito al ventitreesimo posto.[111]

Per l'occasione, tutti i cantanti che hanno rappresentato i Paesi Bassi all'Eurovision Song Contest erano stati invitati alla serata finale.[112]

Durante la finale dell'Eurovision Song Contest 2020 a Rotterdam, un'orchestra sinfonica composta da giovani musicisti avrebbe dovuto prendere parte ad un'esibizione speciale.[113]

La musica che avrebbe dovuto essere usata per la parata iniziale doveva essere prodotta da Pieter Gabriel[114] (dj e produttore olandese di 15 anni) e da Eric van Tijn (direttore musicale di questa edizione).

Negli Interval acts si sarebbero dovuti esibire: Gigliola Cinquetti con Non ho l'età (per amarti), Lenny Kuhr con De troubadour, Getty Kaspers con Ding-a-Dong, Sandra Kim con J'aime la vie, Paul Harrington e Charlie McGettigan con Rock 'n' Roll Kids, Alexander Rybak con Fairytale e Duncan Laurence con Arcade.[110] Si sarebbero dovuti esibire, inoltre, il dj olandese Afrojack, insieme a 65 musicisti, e Glennis Grace (rappresentante dei Paesi Bassi all'Eurovision Song Contest 2005).[115][116]

Stato Cantante Canzone
23 Paesi Bassi Paesi Bassi Jeangu Macrooy Grow
N/A Francia Francia Tom Leeb Mon alliée (The Best in Me)
Germania Germania Ben Dolic Violent Thing
Italia Italia Diodato Fai rumore
Spagna Spagna Blas Cantó Universo
Regno Unito Regno Unito James Newman My Last Breath

OGAE 2020[modifica | modifica wikitesto]

L'OGAE 2020 è la classifica stilata da gruppi dell'OGAE, organizzazione internazionale che consiste in un network di oltre 40 fan club del Contest di vari Paesi europei e non. Come ogni anno, i membri dell'OGAE hanno avuto l'opportunità di votare dal 29 marzo al 30 aprile per la loro canzone preferita, inoltre per la prima volta in assoluto, anche i non iscritti hanno potuto esprimere la loro preferenza attraverso un voto online e i risultati sono stati annunciati il 16 maggio 2020.[117]

Posizione Paese Cantante Canzone Punti
1 Lituania Lituania The Roop On Fire 770
2 Islanda Islanda Daði & Gagnamagnið Think About Things 634
3 Svizzera Svizzera Gjon's Tears Répondez-moi 620
4 Bulgaria Bulgaria Victoria Tears Getting Sober 401
5 Italia Italia Diodato Fai rumore 380

*La tabella raffigura la somma dei punti del voto online e di 43 OGAE club, con un club (OGAE Montenegro) assente alla votazione di questo sondaggio.

Paesi non partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

  • Andorra Andorra: l'emittente andorrana RTVA si era detta disposta ad una collaborazione con l'emittente televisiva catalana TV3 per un eventuale ritorno, annunciando però il 22 maggio 2019 la non partecipazione all'edizione 2020.[118][119]
  • Catalogna Catalogna: dopo aver ricevuto il via libera dal parlamento catalano,[120] l'emittente TVC ha avviato l'iter di richiesta per entrare a far parte dell'UER. Nonostante la Catalogna sia una comunità autonoma della Spagna, l'UER si era detta disposta a discutere la sua adesione e ciò ne avrebbe permesso la partecipazione nell'edizione 2020.[121] Tuttavia, l'8 luglio 2019 è stato confermato che la richiesta d'adesione della comunità autonoma è stata rifiutata, rendendo impossibile il debutto alla manifestazione.[122]
  • Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina: Lejla Babović, capo della delegazione bosniaca, ha confermato che il loro obiettivo principale è ritornare in gara, tuttavia la situazione finanziaria dell'emittente (BHRT) e i debiti verso l'UER sono un ostacolo alla partecipazione della nazione balcanica.[123] Il 9 luglio 2019 ha confermato la non partecipazione all'edizione 2020.[124]
  • Kazakistan Kazakistan: il 6 settembre 2019 l'UER aveva annunciato che il paese non sarebbe stato invitato a partecipare all'edizione 2020, rendendo impossibile il debutto alla manifestazione.[125]
  • Kosovo Kosovo: Mentor Shala, direttore generale di RTK, aveva confermato che lo stato avrebbe potuto prendere parte alla manifestazione nel caso in cui l'UER avesse accettato l'emittente come suo membro effettivo. Tuttavia, il 29 luglio 2019 era stato confermato il rifiuto della richiesta d'adesione, rendendo impossibile il debutto alla manifestazione.[126][127]
  • Lussemburgo Lussemburgo: nonostante la vincitrice del 1973, Anne-Marie David, avesse inviato una petizione all'emittente RTL e alla Camera dei deputati lussemburghese,[128] il 23 luglio 2019 RTL aveva confermato il suo non ritorno per l'edizione 2020.[129]
  • Montenegro Montenegro: nonostante un'iniziale conferma,[130] il 13 novembre 2019, l'UER aveva reso noto il ritiro del paese dalla competizione.[26] Il budget per la partecipazione alla manifestazione sarà utilizzato per l'acquisto di nuovi autoveicoli per lo staff della RTCG.[131]
  • Monaco Principato di Monaco: il 6 agosto 2019 TMC aveva confermato che il principato non sarebbe tornato a partecipare nell'edizione 2020.[132]
  • Slovacchia Slovacchia: il 5 giugno 2019 l'emittente RTVS aveva confermato che il paese non sarebbe tornato a partecipare, per lo scarso interesse nei confronti della manifestazione.[133]
  • Turchia Turchia: il manager di TRT, İbrahim Eren, aveva confermato che la Turchia non avrebbe preso parte all'edizione 2020, criticando la perdita di valori del concorso e il sistema di voto.[134]
  • Ungheria Ungheria: nell'ottobre 2019, l'emittente ungherese MTVA aveva annunciato che A Dal, utilizzato come processo di selezione del partecipante ungherese dal 2012, non sarebbe stato utilizzato nell'edizione 2020, per concentrarsi sul supportare la scena musicale pop ungherese.[135] Il 13 novembre 2019, l'UER conferma ufficialmente il ritiro del paese dalla competizione.[26]

Trasmissione dell'evento e commentatori[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Louise LaFleur, Rotterdam to host Eurovision 2020!, in Eurovision Song Contest, 30 agosto 2019. URL consultato il 1º settembre 2019.
  2. ^ Breaking News: Eurovision Song Contest 2020 Has Been Cancelled, su eurovoix.com. URL consultato il 18 marzo 2020.
  3. ^ (EN) Rotterdam returns as Eurovision Song Contest Host City in 2021, su eurovision.tv, 16 maggio 2020. URL consultato il 16 maggio 2020.
  4. ^ European Broadcasting Union Announces 'Eurovision: Europe Shine a Light', su Eurovoix, 31 marzo 2020. URL consultato il 1º aprile 2020.
  5. ^ (EN) NPO, AVROTROS and NOS to organize 2020 Eurovision Song Contest, in NPO, Hilversum, 19 maggio 2019. URL consultato il 20 maggio 2019.
  6. ^ (EN) Evert Groot, Moroccanoil becomes Presenting Partner of Eurovision 2020, in Eurovision Song Contest, 14 agosto 2019. URL consultato il 20 agosto 2019.
  7. ^ (EN) KPN is Official Partner of Eurovision 2020, in Eurovision Song Contest, 24 gennaio 2020. URL consultato il 10 marzo 2020.
  8. ^ (EN) Eurovision.tv, Eurovision 2020 stage design: Flat, minimalist and modern, in Eurovision.tv, 2 dicembre 2019. URL consultato il 2 dicembre 2019.
  9. ^ (EN) Sanjay Jiandani, Eurovision 2020: NPO unveils the Core Team, in ESCToday, 5 luglio 2019. URL consultato il 25 luglio 2019.
  10. ^ (EN) Louise LaFleur, The directors of the 2020 Eurovision Song Contest have been revealed, in Eurovision Song Contest, 27 agosto 2019. URL consultato il 1º settembre 2019.
  11. ^ (EN) Exclusive: Introducing the Eurovision 2020 presenters!, in Eurovision Song Contest, 4 dicembre 2019. URL consultato il 4 dicembre 2019.
  12. ^ eurofestival, La youtuber NikkieTutorials si aggiunge al team dell'Eurovision 2020, su Eurofestival News, 10 febbraio 2020. URL consultato l'11 febbraio 2020.
  13. ^ Netherlands: Press Conference Moderators Revealed For Rotterdam 2020, su eurovoix.com. URL consultato il 25 febbraio 2020.
  14. ^ (EN) Evert Groot, Slogan revealed: ‘Open Up’ to Eurovision 2020, in Eurovision Song Contest, 24 ottobre 2019. URL consultato il 25 ottobre 2019.
  15. ^ (EN) NPO, Rotterdam 2020 design celebrates 65 years of Eurovision Song Contest, in Eurovision Song Contest, 28 novembre 2019. URL consultato il 28 novembre 2019.
  16. ^ (EN) Renske Ten Veen, Eurovision 2020 host city: Amsterdam and Rotterdam among six locales ready to bid, in Wiwibloggs, 20 maggio 2019. URL consultato il 30 giugno 2019.
  17. ^ (EN) Nick van Lith, Zwolle out, North Brabant prepare collective bid to host Eurovision 2020, in ESCXTRA, 25 maggio 2019. URL consultato il 5 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 25 maggio 2019).
  18. ^ (EN) Anthony Granger, Eurovision 2020: Leeuwarden Drops Out Of The Race To Host, in Eurovoix, 18 giugno 2019. URL consultato il 18 giugno 2019.
  19. ^ (EN) Nick van Lith, The Hague withdraws from Eurovision 2020 host city race, in ESCXTRA, 27 giugno 2019. URL consultato il 30 giugno 2019.
  20. ^ (EN) Sanjay Jiandani, Eurovision 2020: Breda drops out of the host city race, in ESCToday, 1º luglio 2019. URL consultato il 1º luglio 2019.
  21. ^ (EN) Neil Farren, Eurovision'20: Amsterdam Withdrawas From Race to Host the Eurovision Song Contest, in Eurovoix, 4 luglio 2019. URL consultato il 4 luglio 2019.
  22. ^ (EN) Emily Herbert, Eurovision 2020: Two Shortlisted Hosts City Revealed, in Eurovoix, 16 luglio 2019. URL consultato il 16 luglio 2019.
  23. ^ (EN) Neil Farren, Eurovision'20: Host City to Be Announced on August 30, in Eurovoix, 9 agosto 2019. URL consultato il 24 agosto 2019.
  24. ^ (EN) Louise LaFleur, Rotterdam to host Eurovision 2020!, in Eurovision Song Contest, 30 agosto 2019. URL consultato il 1º settembre 2019.
  25. ^ (EN) Nick van Lith, Arnhem teams up with Nijmegen for their Eurovision 2020 bid, in ESCXTRA, 1º giugno 2019. URL consultato il 5 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 1° giugno 2019).
  26. ^ a b c Cristian Scarpone, Eurovision 2020: sono 41 i paesi ufficialmente in gara, in Eurofestival News, 13 novembre 2019. URL consultato il 13 novembre 2019.
  27. ^ (EN) Eurovision Song Contest 2020, su eurovision.tv. URL consultato il 16 aprile 2020.
  28. ^ a b (EN) Emily Herbet, Albania: Arilena Ara to Eurovision 2020, su eurovoix.com. URL consultato il 22 dicembre 2019.
  29. ^ (EN) Luis Fuster, Fall from the sky! Arilena Ara drops the final version of her Eurovision 2020 entry, su wiwibloggs.com. URL consultato il 10 marzo 2020.
  30. ^ (EN) Emily Herbert, Armenia: Athena Manoukian to the Eurovision Song Contest 2020, su eurovoix.com. URL consultato il 15 febbraio 2020.
  31. ^ (EN) Costa Christou, Armenia: "Chains On You" revamp is currently underway, su escxtra.com. URL consultato il 28 febbraio 2020.
  32. ^ (EN) Neil Farren, Australia: Montaigne to Eurovision 2020, su eurovoix.com. URL consultato l'8 febbraio 2020.
  33. ^ (EN) Austria picks Vincent Bueno for Rotterdam 2020, su eurovision.tv, 12 dicembre 2019. URL consultato il 12 dicembre 2019.
  34. ^ (EN) Anthony Granger, Austria: "Alive" Song Reveal Confirmed for March 5th, su eurovoix.com. URL consultato il 21 febbraio 2020.
  35. ^ (EN) Emily Herbert, Azerbaijan: Samira Efendi to the Eurovision Song Contest 2020, su eurovoix.com. URL consultato il 28 febbraio 2020.
  36. ^ (EN) Azerbaijan: Samira's song for Eurovision 2020 released – Listen to "Cleopatra", su eurovisionworld.com. URL consultato il 10 marzo 2020.
  37. ^ (EN) Eurovision.tv, Belgium chooses Hooverphonic for Eurovision 2020, su eurovision.tv, 1º ottobre 2019. URL consultato il 1º ottobre 2019.
  38. ^ (EN) Neil Farren, Belgium: Eurovision 2020 Entry to Be Revealed in February 17, su eurovoix.com, 11 febbraio 2020. URL consultato il 12 febbraio 2020.
  39. ^ (EN) Emily Herbert, Belarus: VAL to the Eurovision Song Contest 2020, su eurovoix.com. URL consultato il 28 febbraio 2020.
  40. ^ (EN) Georgi Senkishev, Bulgaria: VICTORIA to Rotterdam 2020, su eurovoix.com. URL consultato il 25 novembre 2019.
  41. ^ (EN) Georgi Senkishev, Bulgaria: Eurovision Entry to Be Revealed on March 7, su eurovoix.com, 18 febbraio 2020. URL consultato il 18 febbraio 2020.
  42. ^ (EN) Neil Farren, Cyprus: Sandro Nicolas to Eurovision 2020, su eurovoix.com, 28 novembre 2019. URL consultato il 28 novembre 2019 (archiviato dall'url originale il 5 dicembre 2019).
  43. ^ (EN) Neil Farren, Cyprus: Sandro to Sing "Running" at Eurovision 2020, su eurovoix.com. URL consultato l'11 febbraio 2020.
  44. ^ (EN) Emily Herbert, Cyprus: "Running" to Be Released on March 6th, su eurovoix.com. URL consultato il 4 marzo 2020.
  45. ^ (EN) Neil Farren, Croatia: Damir Kedžo to Eurovision 2020, su eurovoix.com. URL consultato il 1º marzo 2020.
  46. ^ (EN) Emily Herbert, Croatia: Revamped version of "Divlji vjetre" Released, su eurovoix.com. URL consultato il 17 marzo 2020.
  47. ^ (EN) Anthony Granger, Denmark: Ben & Tan to Eurovision 2020, su eurovoix.com. URL consultato il 7 marzo 2020.
  48. ^ (EN) Neil Farren, Estonia: Uku Suviste to Eurovision 2020, su eurovoix.com. URL consultato il 29 febbraio 2020.
  49. ^ (EN) Neil Farren, Finland: Aksel Kankaanranta to Eurovision 2020, su eurovoix.com. URL consultato il 7 marzo 2020.
  50. ^ (EN) Robyn Gallagher, Confirmed! Singer-songwriter Tom Leeb will represent France at Eurovision 2020, su wiwibloggs.com. URL consultato il 14 gennaio 2020.
  51. ^ (EN) Oranie Abbes, France: Tom Leeb will release his Eurovision 2020 song on Sunday 16 February, su wiwibloggs.com. URL consultato il 6 febbraio 2020.
  52. ^ (EN) Emily Herbert, France: Tom Leeb Releases Revamp of “Mon Alliée”, su eurovoix.com. URL consultato il 3 aprile 2020.
  53. ^ (EN) Anthony Granger, Georgia: Select Artist for Eurovision 2020 on December 31, su eurovoix.com, 22 dicembre 2019. URL consultato il 22 dicembre 2019.
  54. ^ (EN) Anthony Granger, Georgia: GPB to Internally Select Eurovision 2020 Song, su eurovoix.com, 27 settembre 2019. URL consultato il 27 settembre 2019.
  55. ^ (EN) Anthony Granger, Tornike to Perform "Take Me as I Am" at Eurovision, su eurovoix.com, 30 gennaio 2020. URL consultato il 30 gennaio 2020.
  56. ^ (EN) Neil Farren, Georgia: "Take Me as I Am" Video Released, su eurovoix.com, 4 marzo 2020. URL consultato il 4 marzo 2020.
  57. ^ (EN) Emily Herbert, Germany: Benjamin Dolic to the Eurovision Song Contest 2020, su eurovoix.com. URL consultato il 27 febbraio 2020.
  58. ^ (EN) Anthony Granger, Germany: Eurovision Version of "Violent Thing" Released, su eurovoix.com. URL consultato il 26 aprile 2020.
  59. ^ (EN) Anthony Granger, Greece: Stefania to Represent Greece at Eurovision 2020, su eurovoix.com. URL consultato il 3 febbraio 2020.
  60. ^ (EN) Anthony Granger, Greece: "SUPERG!RL" to Be Revealed on March 1, su eurovoix.com. URL consultato il 18 febbraio 2020.
  61. ^ (EN) Aline van Rossem, Ireland: Lesley Roy will wave the Irish flag at Eurovision 2020 with the song "Story Of My Life", su escxtra.com. URL consultato il 5 marzo 2020.
  62. ^ (EN) Megan Davies, Iceland: Daði & Gagnamagnið to Eurovision 2020, su eurovoix.com. URL consultato il 1º marzo 2020.
  63. ^ (EN) Charlotte Jensen, Israel 2020: Eden Alene to represent Israel in Rotterdam, su eurovisionary.com. URL consultato il 4 febbraio 2020.
  64. ^ (EN) Sagi Klein, Israel: Eden Alene will sing "Feker Libi" at Eurovision 2020, su eurovisionworld.com. URL consultato il 3 marzo 2020.
  65. ^ (EN) Anthony Granger, Israel: "Feker Libi" Undergoes Revamp To Instrumentation, su eurovoix.com, 11 marzo 2020. URL consultato l'11 marzo 2020.
  66. ^ Christian Giuntini, A Rotterdam faremo rumore: Diodato ha detto sì!, su ogaeitaly.net. URL consultato il 9 febbraio 2020.
  67. ^ (EN) Neil Farren, Latvia: Samanta Tīna to Eurovision 2020, su eurovoix.com. URL consultato l'8 febbraio 2020.
  68. ^ (EN) Emily Herbert, Lithuania: The Roop to the Eurovision Song Contest 2020, su eurovoix.com. URL consultato il 15 febbraio 2020.
  69. ^ (EN) North Macedonia sends Vasil to Rotterdam, su eurovision.tv, 15 gennaio 2020. URL consultato il 15 gennaio 2020.
  70. ^ (EN) David Smith, Eurovision 2020: North Macedonia's Vasil will sing "YOU" in Rotterdam, su wiwibloggs.com, 14 febbraio 2020. URL consultato il 14 febbraio 2020.
  71. ^ (EN) Neil Farren, Malta: X Factor Malta Winner to Go to Eurovision 2020, su eurovoix.com, 11 ottobre 2019. URL consultato l'11 ottobre 2019.
  72. ^ (EN) Steven Spiteri, Malta: Listen to Destiny's song for Eurovision 2020 – "All Of My Love", su eurovisionworld.com. URL consultato il 9 marzo 2020.
  73. ^ (EN) Neil Farren, Moldova: Natalia Gordienko to Eurovision 2020, su eurovoix.com. URL consultato il 29 febbraio 2020.
  74. ^ (EN) Tom O'Donoghue, Ulrikke Brandstorp has won Norway Melodi Grand Prix 2020!, su escxtra.com. URL consultato il 15 febbraio 2020.
  75. ^ (EN) Neil Farren, The Netherlands: Jeangy Mcrooy Eurovision 2020, su eurovoix.com, 10 gennaio 2020. URL consultato il 10 gennaio 2020.
  76. ^ (EN) Neil Farren, Netherlands: Eurovision 2020 Entry to Be Revealed on March 4, su eurovoix.com. URL consultato il 26 febbraio 2020.
  77. ^ (EN) Emily Herbert, Poland: Alicja Szemplińska to the Eurovision Song Contest 2020, su eurovoix.com, 23 febbraio 2020. URL consultato il 23 febbraio 2020.
  78. ^ (EN) Pedro Santos, Portugal decided: Elisa to Eurovision 2020, su eurovisionworld.com. URL consultato l'8 marzo 2020.
  79. ^ (EN) Neil Farren, United Kingdom: James Newman to Eurovision 2020, su eurovoix.com. URL consultato il 27 febbraio 2020.
  80. ^ (EN) Neil Farren, Czech Republic: Benny Cristo to Eurovision 2020, su eurovoix.com, 3 febbraio 2020. URL consultato il 3 febbraio 2020.
  81. ^ (EN) Emily Herbert, Czech Republic: Second Revamp of "Kemama" Released, su eurovoix.com, 16 marzo 2020. URL consultato il 16 marzo 2020.
  82. ^ (EN) Anthony Granger, Romania: Roxen Selected for Eurovision 2020, su eurovoix.com. URL consultato l'11 febbraio 2020.
  83. ^ (EN) Neil Farren, Romania: Roxen to Sing "Alcohol You" at Eurovision 2020, su eurovoix.com. URL consultato il 1º marzo 2020.
  84. ^ (EN) Sami Luukela, Roxen releases revamped Eurovision version of "Alcohol You", su escxtra.com. URL consultato il 10 marzo 2020.
  85. ^ (EN) Russia sends punk-pop-rave band Little Big to Rotterdam, su eurovision.tv. URL consultato il 2 marzo 2020.
  86. ^ (EN) Russia's Eurovision 2020 song released: Little Big – "Uno", su eurovisionworld.com. URL consultato il 12 marzo 2020.
  87. ^ (EN) Steven Spiteri, San Marino: Senhit will be Freaky in Eurovision 2020, su eurovisionworld.com. URL consultato il 9 marzo 2020.
  88. ^ (EN) Nathan Picot, Hurricane win Beovizija 2020 and will represent Serbia!, su escxtra.com. URL consultato il 1º marzo 2020.
  89. ^ (EN) Costa Christou, Serbia: Hurricane release new revamp for “Hasta La Vista”, su escxtra.com. URL consultato l'8 aprile 2020.
  90. ^ (EN) Charlotte Jensen, EMA 2020: Ana Soklič to represent Slovenia at Eurovision Song Contest, su eurovisionary.com. URL consultato il 22 febbraio 2020.
  91. ^ (EN) Anthony Granger, Slovenia: Revamped Version of "Voda" Released, su eurovoix.com. URL consultato il 21 marzo 2020.
  92. ^ (EN) Anthony Granger, Spain: Blas Cantó Selected for Eurovision 2020, su eurovoix.com, 5 ottobre 2019. URL consultato il 5 ottobre 2019.
  93. ^ (EN) 🇪🇸 Blas Cantó to sing "Universo" in Rotterdam!, su escxtra.com, 21 gennaio 2020. URL consultato il 21 gennaio 2020.
  94. ^ (EN) Spain: "Universo" Reveal on January 30, su eurovoix.com, 22 gennaio 2020. URL consultato il 22 gennaio 2020.
  95. ^ (EN) Neil Farren, Sweden: The Mamas to Eurovision 2020, su eurovoix.com. URL consultato il 7 marzo 2020.
  96. ^ (EN) Stefano Casellini, Switzerland: Gjon's Tears to sing 'Répondez-moi' in Rotterdam!, su esctoday.com. URL consultato il 4 marzo 2020.
  97. ^ (EN) Ashleigh Kobevko, Go_A wins Vidbir final and will fly to Rotterdam, su eurovisionary.com. URL consultato il 22 febbraio 2020.
  98. ^ (EN) Anthony Granger, Ukraine:"Solovey" Revamp Released, su eurovoix.com. URL consultato il 7 marzo 2020.
  99. ^ (EN) Israel Calling Cancelled Due to Coronavirus, su eurovoix, 13 marzo 2020. URL consultato il 13 marzo 2020.
  100. ^ (EN) London Eurovision Party 2020 Cancelled Due to Coronavirus, su eurovoix, 16 marzo 2020. URL consultato il 17 marzo 2020.
  101. ^ (EN) Eurovision Spain PreParty 2020 Has Been Postponed, su eurovoix, 13 marzo 2020. URL consultato il 13 marzo 2020.
  102. ^ (EN) Pre-PartyES at Home to take place online, su ESCXTRA, 26 marzo 2020. URL consultato il 26 marzo 2020.
  103. ^ (EN) Twenty Five Acts Participating in the PrePartyES at Home, su Eurovoix, 9 aprile 2020. URL consultato il 10 aprile 2020.
  104. ^ (EN) Eurovision Home Concerts Launched By Eurovision.tv, su Eurovoix, 27 marzo 2020. URL consultato il 3 aprile 2020.
  105. ^ feat. Norvegia Alexander Rybak
  106. ^ Il programma ufficiale dell’Eurovision Week: la guida alle trasmissioni EBU, su Eurofestival news, 10 maggio 2020. URL consultato il 10 maggio 2020.
  107. ^ (EN) Ukraine: UA:PBC To Broadcast Eurovision Song Celebration 2020, su Eurovoix, 5 maggio 2020. URL consultato il 6 maggio 2020.
  108. ^ (EN) Eurovision'20: Semi-Final Allocation Draw Pots Revealed, su Eurovoix, 25 gennaio 2020. URL consultato il 25 gennaio 2020.
  109. ^ Today: Semi-Final Allocation Draw & Host City Insignia Ceremony, su eurovoix.com. URL consultato il 28 gennaio 2020.
  110. ^ a b Rotterdam 2020: first Eurovision 2020 opening and interval acts annouced, su eurovision.tv.
  111. ^ (EN) Angus Quinn, Netherlands: Jeangu Macrooy will perform 23rd in the Grand Final of Eurovision 2020, su wiwibloggs.com. URL consultato il 9 marzo 2020.
  112. ^ (EN) Eurovision'20: All Dutch Eurovision Participants Invited To Grand Final, su Eurovoix, 16 gennaio 2020. URL consultato il 17 gennaio 2020.
  113. ^ Federico Rossini, Eurovision 2020: orchestra di giovani musicisti si esibirà in finale, su Eurofestival News, 11 gennaio 2020. URL consultato il 17 gennaio 2020.
  114. ^ (EN) Eurovision'20: 15 Year Old Pieter Gabriel Will Produce Music For Flag Parade, su Eurovoix, 18 gennaio 2020. URL consultato il 18 gennaio 2020.
  115. ^ (EN) Sanjay (Sergio) Jiandani, Eurovision 2020: Afrojack confirmed as interval act at Grand Final, su Esctoday, 9 marzo 2020. URL consultato il 10 marzo 2020.
  116. ^ (NL) Glennis Grace treedt op tijdens Grand Final Eurovisie Songfestival 2020 | Eurovisie Songfestival 2020, su songfestival.nl. URL consultato il 10 marzo 2020.
  117. ^ OGAE Poll 2020: vince la Lituania, Italia quinta, su Ogae Italy. URL consultato il 16 maggio 2020.
  118. ^ (EN) Anthony Granger, Andorra: RTVA Open To Co-operation With Catalan Broadcaster Regarding Eurovision Participation, in Eurovoix, 18 marzo 2019. URL consultato il 19 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 18 aprile 2019).
  119. ^ (EN) Anthony Granger, Andorra: RTVA Rules Out Eurovision Return in 2020, in Eurovoix, 22 maggio 2019. URL consultato il 20 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 22 maggio 2019).
  120. ^ (EN) Anthony Granger, Catalonia: TV3 Receives Approval of Catalan Parliament to Push for EBU Membership, in Eurovoix, 29 dicembre 2018. URL consultato il 13 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 29 dicembre 2018).
  121. ^ (EN) Anthony Granger, Catalonia: TV3’s Membership Application is Being Considered by EBU, in Eurovoix, 17 aprile 2019. URL consultato il 13 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 18 aprile 2019).
  122. ^ (EN) Anthony Granger, Catalonia: EBU Rejects CCMA's Membership Application, in Eurovoix, 8 luglio 2019. URL consultato l'8 luglio 2019.
  123. ^ (EN) Ryan Cobb, Bosnia & Herzegovina’s “primary goal” is Eurovision comeback but 2020 return “difficult”, in ESCXTRA, 29 dicembre 2018. URL consultato il 19 maggio 2019.
  124. ^ (EN) Anthony Granger, Bosnia & Herzegovina: No Eurovision Return in 2020, in Eurovoix, 9 luglio 2019. URL consultato il 9 luglio 2019.
  125. ^ (EN) Neil Farren, Kazakhstan: No Eurovision Debut in 2020, in Eurovoix, 6 settembre 2019. URL consultato l'8 settembre 2019.
  126. ^ (EN) Anthony Granger, Kosovo: RTK To Push for Full EBU Membership Next Week, in Eurovoix, 22 giugno 2018. URL consultato il 19 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 22 giugno 2018).
  127. ^ (EN) Nick van Lith, Kosovo’s RTK membership vote delayed until June, report claims, in ESCXtra, 5 dicembre 2018. URL consultato il 13 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 17 gennaio 2019).
  128. ^ (EN) Anthony Granger, Luxembourg: Anne-Marie David Pushing For Nations Eurovision Return, in Eurovoix, 29 maggio 2019. URL consultato il 13 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 29 maggio 2019).
  129. ^ (EN) Emily Hebert, Luxembourg: No Eurovision Return in 2020, in Eurovoix, 23 luglio 2019. URL consultato il 29 luglio 2019.
  130. ^ (EN) Neil Farren, Montenegro: Eurovision 2020 Participation Confirmed, in Eurovoix, 24 settembre 2019. URL consultato il 24 settembre 2019.
  131. ^ (EN) Anthony Granger, Montenegro: RTCG Explains Decision Behind Eurovision Withdraw, in Eurovoix, 16 novembre 2019. URL consultato il 26 gennaio 2020.
  132. ^ (EN) Emily Herbert, Monaco: TMC Rules Out Eurovision Return in 2020, su Eurovoix, 6 agosto 2019. URL consultato il 6 agosto 2019.
  133. ^ (EN) autoreEmily Herbert, Slovakia: No Return to the Eurovision Song Contest in 2020, in Eurovoix, 5 giugno 2019. URL consultato il 5 giugno 2019.
  134. ^ (EN) David Smith, Turkey: ‘No more bearded divas’ – TRT’s general manager sets conditions for return to Eurovision, in Wiwibloggs, 5 agosto 2018. URL consultato il 19 maggio 2019.
  135. ^ (EN) Samuel Deakin, Hungary: A Dal Dropped As Eurovision Selection Process, Withdrawal Possible?, in Eurovoix, 25 ottobre 2019. URL consultato il 30 ottobre 2019.
  136. ^ (EN) Australia has decided: Montaigne is heading to the 2020 Eurovision Song Contest, su Programs. URL consultato il 28 febbraio 2020.
  137. ^ (EN) Anthony Granger, Canada: OMNI Television Confirms Eurovision 2020 Broadcast, in Eurovoix, 11 febbraio 2020. URL consultato il 12 febbraio 2020.
  138. ^ (DE) NDR, ESC 2020: Ben Dolic bei "Unser Lied für Rotterdam", su www.eurovision.de. URL consultato il 28 febbraio 2020.
  139. ^ (EN) Anthony Granger, Greece: Maria Kozakou & Giorgos Kapoutzidis Confirmed As Commentators For Rotterdam, su Eurovoix, 12 febbraio 2020. URL consultato il 14 febbraio 2020.
  140. ^ (EN) Anthony Granger, Israel: Geula Even-Sa'ar and Asaf Liberman Announced as Commentators, in Eurovoix, 22 gennaio 2020. URL consultato il 25 gennaio 2020.
  141. ^ eurofestival, Eurovision 2020: la RAI ufficializza la partecipazione dell'Italia, su Eurofestival News, 8 ottobre 2019. URL consultato il 14 febbraio 2020.
  142. ^ BBC Eurovision, su www.facebook.com. URL consultato il 26 febbraio 2020.
  143. ^ (EN) Darren Frazer, United Kingdom: Artist and Song To Be Revealed Thursday 27 February 2020, su Eurovoix, 22 febbraio 2020. URL consultato il 26 febbraio 2020.
  144. ^ (EN) Anthony Granger, United States: EBU Signs Deal to Bring Eurovision 2019 & 2020 to Netflix, in Eurovoix, 19 luglio 2019. URL consultato il 20 luglio 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]