Eurovisione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Eurovision" rimanda qui. Se stai cercando l'Eurofestival, vedi Eurovision Song Contest.
Eurovisione
Logo dell'emittente
Stato Svizzera Svizzera
Tipo generalista
Target tutti
Versioni Eurovision
(data di lancio: 6 giugno 1954)
Editore UER
Sito [1]

L'Eurovisione è un organismo internazionale di coordinamento tra i paesi europei, fondato nel 1954, parte integrante dell'Unione europea di radiodiffusione. La sua funzione consiste nel regolare tutti gli scambi di emissioni radiofoniche e televisive del continente.

Storia e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Logo dell'Eurovisione dal 1994 al 2012

Il nome "Eurovision" è stato originariamente coniato dal giornalista britannico George Campey quando scriveva per l'Evening Standard, ed è stato adottato dall'EBU per la sua rete. La prima trasmissione ufficiale dell'Eurovisione ebbe luogo il 6 giugno 1954. Mostrava il Festival del Narciso a Montreux, in Svizzera, seguito da un programma serale da Roma, comprendente un tour del Vaticano, un discorso di Papa Pio XII e una benedizione apostolica. Eurovision è gestita dal dipartimento operativo dell'Eurovision della Unione Europea Radiodiffusione e offre una copertura permanente dell'Europa, delle Americhe, del Medio Oriente, del Nord Africa e della regione Asia-Pacifico, nonché una copertura ad hoc del continente africano e del Pacifico. Non limitato solo all'Europa, Eurovision comprende attualmente 75 organizzazioni di trasmissione televisiva situate in 56 paesi dell'Europa, del Nord Africa e del Medio Oriente. Inoltre, ci sono 61 organizzazioni di trasmissione associate in Europa, Africa, America, Asia e Oceania e Papuasia

Sigla e programmi celebri[modifica | modifica wikitesto]

Marc-Antoine Charpentier (info file)
Preludio dal Te Deum H. 146

Tutti i programmi televisivi trasmessi in Eurovisione (fra i più celebri si ricordano Giochi senza frontiere, oppure le partite dei Mondiali di calcio, i messaggi e le celebrazioni del Papa, l'Eurovision Song Contest e la versione junior, lo Zecchino d'Oro, il Palio di Siena, il Festival di Sanremo, il tradizionale Concerto di Capodanno di Vienna nonché vari eventi sportivi) sono preceduti e seguiti da una sigla che, benché abbia nel tempo cambiato diversi arrangiamenti e vesti grafiche (ultimo restyling della grafica nel 2013), ha come fanfara l'attacco del preludio del Te Deum H.146 di Marc-Antoine Charpentier.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]