Duncan Laurence

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Duncan Laurence
Duncan Laurence with the 2019 Eurovision Trophy (cropped).jpg
Duncan Laurence con il trofeo dell'Eurovision Song Contest 2019
NazionalitàPaesi Bassi Paesi Bassi
GenerePop
Rock
Periodo di attività musicale2014 – in attività
StrumentoVoce
Pianoforte
Sito ufficiale

Duncan Laurence, pseudonimo di Duncan de Moor (Spijkenisse, 11 aprile 1994), è un cantautore olandese.

Ha rappresentato i Paesi Bassi all'Eurovision Song Contest 2019 con il brano Arcade, che ha vinto la manifestazione con 498 punti.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Duncan de Moor si è fatto conoscere al grande pubblico partecipando alla quinta edizione di The Voice of Holland. Nelle blind audition, de Moor si è esibito con Sing di Ed Sheeran, passando l'audizione ed entrando a far parte del team di Ilse DeLange.[1] Dopo aver superato i duelli accede ai live, dove riesce ad arrivare fino alle semifinali prima di essere eliminato.

Nel 2018 Duncan si è laureato alla Rock Academy di Tilburg, dove ha studiato per diventare cantautore e produttore musicale. Ha vissuto anche del tempo a Londra e Stoccolma per imparare a scrivere la sua musica. Insieme a Jihad Rahmouni, ha co-scritto il brano Closer, inserito nell'album New Chapter #1: The Chance of Love, del K-Pop duo TVXQ.[2]

Il 21 gennaio 2019 è stato confermato che l'ente televisivo nazionale olandese AVROTROS l'ha selezionato internamente come rappresentante nazionale per l'Eurovision Song Contest 2019.[3] Il brano con cui ha rappresentato i Paesi Bassi all'Eurovision Song Contest, Arcade, è stato pubblicato il 7 marzo 2019.[4][3] Il brano ha vinto il contest con 498 punti, di cui 261 dal televoto e 237 dalle giurie. È risultato il secondo più votato dal pubblico, dopo la canzone della Norvegia, e il terzo preferito dai giurati. Ha vinto il televoto di Belgio e Romania ed è risultato il più popolare fra le giurie di Francia, Israele, Lettonia, Lituania, Portogallo e Svezia. I Paesi Bassi hanno così ottenuto il diritto di organizzare l'Eurovision Song Contest 2020.[5]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2016 ha fatto coming out dichiarandosi bisessuale.[6] In una conferenza stampa prima della finale dell'Eurovision Song Contest 2019 sul suo orientamento sessuale ha affermato: "Sono più di un semplice artista, sono una persona, sono un essere vivente, sono bisessuale, sono un musicista e sono pronto a mostrarmi per chi sono. E sono orgoglioso di avere la possibilità di mostrare ciò che sono, chi sono".[7]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Come featuring[modifica | modifica wikitesto]

  • 2017 - Laat Gaan (Sjors van der Panne feat. Duncan Laurence)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) David Popescu, Netherlands: Duncan Laurence on his way to Tel-Aviv!, su escunited.com, 21 gennaio 2019.
  2. ^ (NL) Danja Koeleman, Duncan Laurence naar Songfestival: Wie is de 24-jarige zanger?, su nu.nl, 21 gennaio 2019.
  3. ^ a b (EN) Evert Groot, Duncan Laurence will represent The Netherlands this year, su eurovision.tv. URL consultato il 21 gennaio 2019.
  4. ^ (EN) The Netherlands: Duncan Laurence To Sing “Arcade” In Tel Aviv, su eurovoix.com. URL consultato il 6 marzo 2019.
  5. ^ (EN) Results of the Grand Final of Tel Aviv 2019 - The Netherlands, su eurovision.tv. URL consultato il 19 maggio 2019.
  6. ^ (EN) The Netherlands' Duncan Laurence wins Eurovision song contest, Yahoo! News. URL consultato il 22 maggio 2019.
  7. ^ (EN) Matt Moore, Dutch Eurovision contestant Duncan Laurence comes out as bisexual, Gay Times. URL consultato il 22 maggio 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN1137155411321308940009 · GND (DE1182070280