Eurovision Song Contest 1998

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eurovision Song Contest 1998
Edizione XLIII
Periodo 9 maggio
Sede National Indoor Arena di Birmingham (Regno Unito)
Presentatore Terry Wogan e Ulrika Jonsson
Trasmesso da BBC
Partecipanti 25
Paesi debuttanti Macedonia Macedonia
Vincitore Israele Israele (3°)
con la canzone:
"Diva"
Secondo Regno Unito Regno Unito
Terzo Malta Malta
Cronologia
1997 1999

Il quarantatreesimo Concorso Eurovisione della Canzone si tenne a Birmingham (Regno Unito) il 9 maggio 1998.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Per il concorso del 1998 l'unico cambiamento alle regole di preselezione fu che il numero di posti per i partecipanti passivi non aveva più limiti. Quell'anno il sistema di televoto fu introdotto per far sì che il pubblico fosse più partecipe nello show. Tuttavia, una giuria di sostegno fu richiesta nel caso ci fossero stati problemi durante le votazioni. Ogni paese fornì 24 linee telefoniche con i numeri che si concludevano con le cifre da 01 e 25. Ognuna di queste cifre rappresentava una canzone. Al pubblico furono dati tre minuti per votare, in considerazione del tempo limitato assegnato ai paesi per annunciare i loro risultati, che fu di cinque minuti. Per minimizzare il rischio che alcune persone votassero per la loro nazione mediante il televoto di altri paesi, i numeri di telefono furono installati in modo che comporli da altri paesi fosse impossibile. Ogni persona non poteva telefonare, più di tre volte, allo stesso numero. Questo nuovo sistema causò alcune polemiche. Alcuni lo gradirono perché avvicinava la gente al concorso, mentre altri erano scontenti del risultato finale. Una giuria nazionale inoltre fu richiesta per tutti i paesi e particolarmente per quelli che non avevano le infrastrutture per il televoto. Le regole furono applicate come per le giurie di sostegno, ma anziché avere 8 giurati, il numero fu aumentato a 16. Tutti i risultati dalle giurie furono trasmessi ai servizi permanenti dell'EBU e furono certificati da un notaio che era presente durante le votazioni per impedire frodi. Questa procedura fu applicata soltanto alle giurie di sostegno, nel caso i loro voti fossero stati usati a causa di problemi durante il televoto.

Il numero di partecipanti rimase 25. La ex repubblica iugoslava di Macedonia fece il suo debutto e la Slovacchia, Israele, la Romania, il Belgio e la Finlandia ritornarono al posto dell'Austria, della Bosnia Erzegovina, della Danimarca, dell'Islanda, dell'Italia e della Russia, che dovette prendere una pausa di un anno poiché la loro media dei voti era insufficiente affinché lo stato potesse partecipare. Il vincitore del “Gran Premio” ebbe grande visibilità, trattandosi infatti di Dana International, transessuale di Israele, con la canzone Diva. Altra esibizione difficile da dimenticare, quella dell'eccentrico Guildo Horn; si classificò settimo, per la Germania, portando il brano Guildo hat euch lieb.

Canzoni, autori, cantanti e nazioni in ordine di uscita[modifica | modifica wikitesto]

  1. Croazia Neka mi ne svane (Petar Grašo) Danijela Martinovic - Croazia
  2. Grecia Mia krifi evesthisia (Yiannis Malachias & Yiannis Valvis) Thalassa - Grecia
  3. Francia Où aller? (Marie-Line, Micaël Sene, Jean-Philippe Dary et Moïse Crespy) Marie-Line - Francia
  4. Spagna ¿Qué voy a hacer sin ti? (Mikel Herzog y Alberto Estébanez) Mikel Herzog - Spagna
  5. Svizzera Lass ihn (Gunvor Guggisberg und Egon Egemann) Gunvor - Svizzera
  6. Slovacchia Modlitba (Anna Wepperyová & Gabriel Dušík) Katarína Hasprová - Slovacchia
  7. Polonia To takie proste (Jaroslaw Pruszkowski & Olga Pruszkowska) Sixteen - Polonia
  8. Israele Diva (Tzvika Pik & Yoav Ginai) Dana International - Israele
  9. Germania Guildo hat Euch lieb! (Stefan Raab) Guildo Horn - Germania
  10. Malta The One That I Love (Jason Paul Cassar & Sunny Aquilina) Chiara Siracusa - Malta
  11. Ungheria A Holnap Már Ném Lesz Szomorú (Attila Horváth & István Lehr) Charlie - Ungheria
  12. Slovenia Naj Bogovi Slišijo (Urša Vlašic & Matjaz Vlašic) Vili Resnik - Slovenia
  13. Irlanda Is Always Over Now(Gerry Morgan) Dawn Martin - Irlanda
  14. Portogallo Se eu te pudesse abraçar (José Cid) Alma Lusa - Portogallo
  15. Romania Eu cred (Adrian Romcescu e Liliana Stefan) Mălina Olinescu - Romania
  16. Regno Unito Where Are You? (Scott English, Simon Stirling & Phil Manakiza) Imaani - Regno Unito
  17. Cipro Yenesis (Zenon Zindilis & Michael Hajiyanni) Michael Hajiyanni - Cipro
  18. Paesi Bassi Hemel En Aarde (Eric Van Tijn & Jochem Fluitsma) Edsilia Rombley - Paesi Bassi
  19. Svezia Kärleken Är (Ingela 'Pling' Forsman, Bobby Ljunggren & Håkan Almqvist) Jill Johnson - Svezia
  20. Belgio Dis oui (Philippe Swan) Mélanie Cohl - Belgio
  21. Finlandia Aava (Alexi Ahoniemi & Tommy Mansikka-Aho) Edea - Finlandia
  22. Norvegia Alltid sommer (Linda Andernach Johannesen & David Eriksen) Lars A. Fredriksen - Norvegia
  23. Estonia Mere lapsed (Peeter Pruuli, Maria & Tomi Rahula) Koit Toome - Estonia
  24. Turchia Unutamazsin (Erdinç Tunç ve Canan Tunç) Tüzmen - Turchia
  25. Macedonia Ne zori, zoro (Grigor Koprov & Vlado Janevski) Vlado Janevski - Macedonia

Struttura di voto[modifica | modifica wikitesto]

Ogni paese premia con dodici, dieci, otto e dal sette all'uno, punti per le proprie dieci canzoni preferite.

Orchestra[modifica | modifica wikitesto]

Diretta dai maestri: Olli Ahvenlahti, Dick Bakker, Anders Berglund, Costa Cacoyannis, Alexandar Dzambazov, Ümit Eroglu, Alberto Estébanez, Stjepan Kalogjera, Noel Kelehan, Geir Langslet, Miklós Malek, James McMillan, Wieslaw Pieregorólka, Adrian Romcescu, Mojmir Sepe, Mike Sergeant, Heiki Vahar e Vladimir Valovic.

È stata l'ultima edizione che vedeva la presenza dell'orchestra, e già quest'anno alcuni artisti si sono esibiti su basi musicali.

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Posizione Punti Canzone Artista Nazione
1. 172 Diva Dana International Israele Israele
2. 166 Where Are You? Imaani Regno Unito Regno Unito
3. 165 The One That I Love Chiara Siracusa Malta Malta
4. 150 Hemel En Aarde Edsilia Rombley Paesi Bassi Paesi Bassi
5. 131 Neka mi ne svane Danijela Martinovic Croazia Croazia
6. 122 Dis oui Mélanie Cohl Belgio Belgio
7. 86 Guildo hat Euch lieb! Guildo Horn Germania Germania
8. 79 Alltid sommer Lars A. Fredriksen Norvegia Norvegia
9. 64 Is Always Over Now Dawn Martin Irlanda Irlanda
10. 53 Kärleken Är Jill Johnson Svezia Svezia
11. 37 Yenesis Michael Hajiyanni Cipro Cipro
12. 36 Se eu te pudesse abraçar
Mere lapsed
Alma Lusa
Koit Toome
Portogallo Portogallo
Estonia Estonia
14. 25 Unutamazsin Tüzmen Turchia Turchia
15. 22 Aava Edea Finlandia Finlandia
16. 21 ¿Qué voy a hacer sin ti? Mikel Herzog Spagna Spagna
17. 19 To takie proste Sixteen Polonia Polonia
18. 17 Naj Bogovi Slišijo Vili Resnik Slovenia Slovenia
19. 16 Ne zori, zoro Vlado Janevski Macedonia Macedonia
20. 12 Mia krifi evesthisia Thalassa Grecia Grecia
21. 8 Modlitba Katarína Hasprová Slovacchia Slovacchia
22. 6 Eu cred Mălina Olinescu Romania Romania
23. 4 A Holnap Már Ném Lesz Szomorú Charlie Ungheria Ungheria
24. 3 Où aller? Marie-Line Francia Francia
25. 0 Lass ihn Gunvor Svizzera Svizzera

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4507621-2