Eurovision Song Contest 1984

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Eurovision Song Contest 1984
Eurovision Song Contest 1984.svg
EdizioneXXIX (29ª)
PeriodoFinale
5 maggio 1984
SedeThéâtre Municipal, Lussemburgo, Lussemburgo Lussemburgo
PresentatoreDesirée Nosbusch
Trasmissione TVRTL in Eurovisione
Partecipanti19
RitiriGrecia Grecia
Israele Israele
RitorniIrlanda Irlanda
VincitoreSvezia Svezia con Diggi-loo diggi-ley
SecondoIrlanda Irlanda
TerzoSpagna Spagna
Cronologia
19831985

Il ventinovesimo Eurovision Song Contest si tenne presso il Théâtre Municipal di Lussemburgo, capitale dell'omonimo Granducato, il 5 maggio 1984.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Grecia si è ritirata su iniziativa di ERT (l'emittente televisiva greca) mentre Israele, a causa dello Yom HaZikaron, decise di non partecipare all'edizione del 1984. Inoltre era previsto il ritorno dell'Islanda, ma a causa della mancanza di fondi il paese ha rinunciato.[1]

La Svezia ha vinto il concorso con l'allegra Diggi-loo diggi-ley, eseguita dagli Herreys.

La canzone della rappresentante irlandese, Linda Martin (che vincerà l'edizione del 1992) è stata scritta dal plurivincitore dell'ESC, Johnny Logan, sotto il suo vero nome: Seán Sherrard.

     Stati partecipanti che hanno già scelto l'artista e/o la canzone

     Paesi che hanno partecipato in passato ma non nel 1984

Orchestra[modifica | modifica wikitesto]

Diretta dai maestri: Selçuk Basar (Turchia), Pierre Cao (Cipro e Germania), Jo Carlier (Belgio), John Coleman (Regno Unito), Mato Dosen (Jugoslavia), Eddy Guerin (Spagna), Curt-Eric Holmquist (Svezia), Noel Kelehan (Irlanda), Henrik Krogsgård (Danimarca), Sigurd Jansen (Norvegia), Pedro Osório (Portogallo), Richard Österreicher (Austria), Giusto Pio (Italia), François Rauber (Francia), Mario Robbiani (Svizzera), Ossi Runne (Finlandia), Pascal Stive (Lussemburgo) e Rogier van Otterloo (Paesi Bassi).

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Ordine Nazione Artista Titolo Punti[2] Posizione
1 Svezia Svezia Herreys Diggi-Loo Diggi-Ley 145 1
2 Lussemburgo Lussemburgo Sophie Carle 100% d'amour 39 10
3 Francia Francia Annick Thoumazeau Autant d'amoureux que d'étoiles 61 8
4 Spagna Spagna Bravo Lady, Lady 106 3
5 Norvegia Norvegia Dollie de Luxe Lenge leve livet 29 17
6 Regno Unito Regno Unito Belle and the Devotions Love Games 63 7
7 Cipro Cipro Andy Paul Anna Maria Lena 31 15
8 Belgio Belgio Jacques Zegers Avanti la vie 70 5
9 Irlanda Irlanda Linda Martin Terminal 3 137 2
10 Danimarca Danimarca Hot Eyes Det' lige det 101 4
11 Paesi Bassi Paesi Bassi Maribelle Ik hou van jou 34 13
12 Jugoslavia Jugoslavia Izolda & Vlado Ciao Amore 26 18
13 Austria Austria Anita Einfach weg 5 19
14 Germania Germania Mary Roos Aufrecht geh'n 34 13
15 Turchia Turchia Beş Yıl Önce & On Yıl Sonra Halay 37 12
16 Finlandia Finlandia Kirka Hengaillaan 46 9
17 Svizzera Svizzera Rainy Day Welche Farbe hat der Sonnenschein? 30 16
18 Italia Italia Alice & Franco Battiato I treni di Tozeur 70 5
19 Portogallo Portogallo Maria Guinot Silêncio e tanta gente 38 11

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (IS) Landsbókasafn Íslands - Háskólabókasafn, Timarit.is, su timarit.is. URL consultato il 6 ottobre 2018.
  2. ^ (EN) 1984 - Diggiloo Thrush, su www.diggiloo.net. URL consultato il 6 ottobre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]