Spagna all'Eurovision Song Contest

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Spagna
EuroEspaña.svg
TelevisioneRTVE
Stato organizzatoreSpagna Spagna
1969
Partecipazioni61
Prima partecipazione1961
Miglior piazzamento1º, 1968
1º, 1969
Peggior piazzamentoUltimo, 1962
Ultimo, 1965
Ultimo, 1983
Ultimo, 1999
Ultimo, 2017

Dal 1961, la Spagna ha partecipato ininterrottamente all'Eurovision Song Contest, vincendo due volte: nel 1968 la vittoria venne assegnata a Massiel mentre nel 1969 la cantante Salomé dovette condividere il premio con altre tre cantanti: Lulù che rappresentò il Regno Unito, Frida Boccara per la Francia e Lenny Kuhr per i Paesi Bassi. Le quattro canzoni avevano raggiunto lo stesso punteggio e in mancanza di un preciso regolamento la vittoria venne assegnata ex aequo. In seguito per evitare questo inconveniente fu modificato il regolamento in modo tale da avere sempre un unico vincitore. Negli anni settanta le canzoni proposte hanno ottenuto ottimi piazzamenti ma in seguito non sono mai entrate tra le prime 10 posizioni.

Dal 2000 la Spagna fa parte dei Big Five assieme a Francia, Germania, Regno Unito e Italia, accedendo direttamente alla finale della kermesse. La prima parte del nuovo millennio porta con sé quattro classificazioni consecutive in top 10, mentre la seconda è di gran lunga più avara per gli iberici, costretti per diverse edizioni nei bassifondi della classifica, tra cui spicca l'ultimo posto nel 2017. Raggiunge buoni risultati nel 2012 e nel 2014 rispettivamente con Pastora Soler e con Ruth Lorenzo (entrambe classificatesi al decimo posto finale) mentre nel 2022 ottiene terzo posto con Chanel e la sua SloMo, stabilendo il record personale di punti conquistati (459) e di giurie che hanno concesso i propri 12 punti (8).

Partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

  •      Primo posto

  •      Secondo posto

  •      Terzo posto

  •      Ultimo posto

Anno Artista Lingua Canzone Posizione
Finale Punti Semi Punti
1961 Conchita Bautista Spagnolo Estando contigo 8 Niente semifinali
1962 Víctor Balaguer Spagnolo Llámame 13º 0
1963 José Guardiola Spagnolo Algo prodigioso 12º 2
1964 Los TNT Spagnolo Caracola 12º 1
1965 Conchita Bautista Spagnolo ¡Qué bueno, qué bueno! 15º 0
1966 Raphael Spagnolo Yo soy aquél 9
1967 Raphael Spagnolo Hablemos del amor 9
1968 Massiel Spagnolo La, la, la 29
1969 Salomé Spagnolo Vivo cantando 18
1970 Julio Iglesias Spagnolo Gwendolyne 8
1971 Karina Spagnolo En un mundo nuevo 116
1972 Jaime Morey Spagnolo Amanace 10º 83
1973 Mocedades Spagnolo Eres tú 125
1974 Peret Spagnolo Canta y sé feliz 10
1975 Sergio y Estíbaliz Spagnolo Tú volverás 10º 53
1976 Braulio Spagnolo Sobran las palabras 16º 11
1977 Micky Spagnolo Enséñame a cantar 52
1978 José Vélez Spagnolo, francese Bailemos un vals 65
1979 Betty Missiego Spagnolo Su canción 116
1980 Trigo Limpio Spagnolo Quédate esta noche 12º 38
1981 Bacchelli Spagnolo Y sólo tú 14º 38
1982 Lucía Spagnolo Él 10º 52
1983 Remedios Amaya Spagnolo ¿Quién maneja mi barca? 19º 0
1984 Bravo Spagnolo Lady, Lady 106
1985 Paloma San Basilio Spagnolo La fiesta terminó 14º 36
1986 Cadillac Spagnolo Valentino 10º 51
1987 Patricia Kraus Spagnolo No estás solo 19º 10
1988 La Década Prodigiosa Spagnolo La chica que yo quiero (Made in Spain) 11º 58
1989 Nina Spagnolo Nacida para amar 88
1990 Azúcar Moreno Spagnolo Bandido 96
1991 Sergio Dalma Spagnolo Bailar pegados 119
1992 Serafin Zubiri Spagnolo Todo esto es la música 14º 37
1993 Eva Santamaría Spagnolo Hombres 11º 58
1994 Alejandro Abad Spagnolo Ella no es ella 18º 17
1995 Anabel Conde Spagnolo Vuelve conmigo 119
1996 Antonio Carbonell Spagnolo ¡Ay, qué deseo! 20º 17 14º 43
1997 Marcos Llunas Spagnolo Sin rencor 96 Niente semifinali
1998 Mikel Herzog Spagnolo ¿Qué voy a hacer sin ti? 16º 21
1999 Lydia Spagnolo No quiero escuchar 23º 1
2000 Serafin Zubiri Spagnolo Colgado de un sueño 18º 18
2001 David Civera Spagnolo Dile que la quiero 76
2002 Rosa Spagnolo, inglese Europe's Living a Celebration 81
2003 Beth Spagnolo Dime 81
2004 Ramón Spagnolo Para llenarme de ti 10º 87 Membro dei Big Four
2005 Son de Sol Spagnolo Brujería 21º 28
2006 Las Ketchup Spagnolo Bloody Mary 21º 18
2007 D'Nash Spagnolo, inglese I Love You mi vida 20º 43
2008 Rodolfo Chikilicuatre Spagnolo, inglese Baila el chiki-chiki 16º 55
2009 Soraya Arnelas Spagnolo, inglese La noche es para mi 24º 23
2010 Daniel Diges Spagnolo Algo pequeñito 15º 68
2011 Lucía Pérez Spagnolo Que me quiten lo bailao 23º 50 Membro dei Big Five
2012 Pastora Soler Spagnolo Quédate conmigo 10º 97
2013 El Sueño de Morfeo Spagnolo Contigo hasta el final 25º 8
2014 Ruth Lorenzo Inglese, spagnolo Dancing in the Rain 10º 74
2015 Edurne Spagnolo Amanecer 21º 15
2016 Barei Inglese Say Yay! 22º 77
2017 Manel Navarro Spagnolo, inglese Do It for Your Lover 26º 5
2018 Alfred & Amaia Spagnolo Tu canción 23º 61
2019 Miki Spagnolo La venda 22º 54
2020 Blas Cantó Spagnolo Universo Edizione cancellata
2021 Blas Cantó Spagnolo Voy a quedarme 24º 6
2022 Chanel Spagnolo, inglese SloMo 459
2023

NOTE:

  • Dal 1961 fino al 1975, i risultati riportati sono da intendere per Spagna franchista.

Statistiche di voto[modifica | modifica wikitesto]

Fino al 2021, le statistiche di voto della Spagna sono:

Maggior numero di punti assegnati nelle finali
# Stato Punti
1 Italia Italia 244
2 Germania Germania 237
3 Portogallo Portogallo 184
4 Francia Francia 169
5 Irlanda Irlanda 156
Maggior numero di punti ricevuti nelle finali
# Stato Punti
1 Portogallo Portogallo 224
2 Francia Francia 177
3 Svizzera Svizzera 171
4 Belgio Belgio 145
5 Grecia Grecia 141
Maggior numero di punti assegnati nelle semifinali e nelle finali
# Stato Punti
1 Portogallo Portogallo 289
2 Italia Italia 244
3 Germania Germania 237
4 Grecia Grecia 201
5 Svezia Svezia 181

Altri premi ricevuti[modifica | modifica wikitesto]

Marcel Bezençon Award[modifica | modifica wikitesto]

I Marcel Bezençon Awards sono stati assegnati per la prima volta durante l'Eurovision Song Contest 2002 a Tallinn, in Estonia, in onore delle migliori canzoni in competizione nella finale. Fondato da Christer Björkman (rappresentante della Svezia nell'Eurovision Song Contest del 1992 e attuale capo della delegazione per la Svezia) e Richard Herrey (membro del gruppo Herreys e vincitore dalla Svezia nell'Eurovision Song Contest 1984), i premi prendono il nome del creatore del concorso, Marcel Bezençon.

I premi sono suddivisi in tre categorie:

  • Press Award: per la miglior voce che viene votata dalla stampa durante l'evento.
  • Artistic Award: per il miglior artista, votato fino al 2009 dai vincitori delle scorse edizioni. A partire dal 2010 viene votato dai commentatori.
  • Composer Award: per la miglior composizione musicale che viene votata da una giuria di compositori.
Anno Categoria Artista Canzone Compositore
2003 Fan Award Beth Dime Jesús María Pérez, Amaya Martínez

Barbara Dex Award[modifica | modifica wikitesto]

Il Barbara Dex Award è un riconoscimento non ufficiale con il quale viene premiato l'artista peggio vestito all'Eurovision Song Contest. Prende il nome dall'omonima artista belga che nell'edizione del 1993 si è presentata con un abito che lei stessa aveva confezionato e che aveva attirato l'attenzione negativa dei commentatori e del pubblico.

Anno Categoria Artista Canzone Compositore
1999 Barbara Dex Award Lydia No quiero escuchar Fernando Rodríguez Fernández, Alejandro Piqueras Ramírez

Città ospitanti[modifica | modifica wikitesto]

Anno Città Luogo Presentatori
1969 Madrid, Spagna franchista Teatro Real Laura Valenzuela

Costi[modifica | modifica wikitesto]

A seguito di un'interrogazione parlamentare del deputato Ricardo Sixto, il presidente della TVE Leopoldo González-Echenique ha dichiarato che dal 2009 al 2013 sono stati spesi €1.900.000 per la partecipazione e la trasmissione dell'evento; egli ha anche dichiarato che sono stati spesi €427.613,99 per l'edizione del 2012 e €398.615,93 per l'edizione del 2013.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]