Loreen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Loreen
Loreen 2017 (cropped).jpg
Loreen nel 2017
NazionalitàSvezia Svezia
GenereDance
Dance pop
Periodo di attività musicale2004 – in attività
EtichettaWarner Music
Album pubblicati2
Studio2
Sito ufficiale

Loreen, pseudonimo di Lorine Zineb Nora Talhaoui (Stoccolma, 16 ottobre 1983), è una cantante svedese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia di immigrati marocchini di origine berbera[1], Loreen comincia a muovere i primi passi in campo musicale nel 2004, partecipando all'edizione svedese di Idol. Dopo il 4º posto ottenuto al talent show, nel 2005 pubblica il suo primo singolo, The Snake, con il gruppo Rob'n'Raz. Verso la fine del 2005 diviene una presentatrice televisiva per TV400. Nel 2011 partecipa al Melodifestivalen dove, nella prima semifinale, raggiunge l'Andra Chansen, dove poi perderà contro Sara Varga e non riuscirà comunque ad accedere alla finale.

Loreen ci riprova nel 2012 e, a sorpresa, è subito una delle favorite grazie ad un'esibizione forte e passionale nella sua Euphoria. La canzone vince la prima semifinale ed accede di diritto alla finale. Durante l'atto conclusivo del Melodifestivalen Loreen è consacrata vincitrice sia dalle giurie internazionali che dal televoto e, vincendo il Melodifestivalen, si aggiudica la possibilità di rappresentare la Svezia all'Eurovision Song Contest 2012. Compete nella seconda semifinale del 24 maggio, vincendola, e vince la finalissima del 26 maggio con il punteggio di 372 punti, il secondo punteggio più alto della storia della manifestazione.

All'edizione 2013, ha aperto la semifinale con una versione LIS di Euphoria, e nell'interval act della finale ha proposto un medley di alcuni suoi brani.

Nel 2015 pubblica il singoli Paper Light (Higher) in marzo, I'm in It with You nel mese di agosto e Under ytan nel mese di dicembre. Quest'ultimo brano è una cover dell'omonimo brano di Uno Svenningsson e uscito nel 1994.

Nel 2017 si presenta nuovamente (per la terza volta) come concorrente del Melodifestivalen con il brano Statements. Nella semifinale che la vede in gara non si aggiudica la finale ma raggiunge l'Andra Chansen, dove però non ha avuto la possibilità di essere ripescata.

Nel luglio 2017 pubblica un nuovo singolo intitolato Body, che viene incluso nel suo EP Nude, diffuso nell'agosto seguente.

Nel novembre 2017, anticipato dai singoli 71 Charger e Hate the Way I Love You, viene pubblicato il suo secondo album in studio Ride.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

  • 2017 – Nude

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2011 – My Heart Is Refusing Me
  • 2011 – Sober
  • 2012 – Euphoria
  • 2012 – Crying Out Your Name
  • 2013 – In My Head
  • 2013 – We Got the Power
  • 2015 – Paper Light (Higher)
  • 2015 – I'm in It with You
  • 2015 – Under ytan
  • 2017 – Statements
  • 2017 – Body
  • 2017 – Jungle (feat. Elliphant)
  • 2017 – 71 Charger
  • 2017 – Hate the Way I Love You

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN252509872 · ISNI (EN0000 0003 7288 9956 · GND (DE1024156559