Eurovision Young Musicians

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Eurovision Young Musicians
Grammenos.jpg
LuogoEuropa
Anni1982 – presente
Frequenzabiennale
Generemusica classica
OrganizzazioneUER
Sito ufficialewww.youngmusicians.tv/

L'Eurovision Young Musicians (spesso abbreviato in EYM o Young Musicians) è una competizione di musica classica rivolta a giovani musicisti di età compresa tra i 12 e i 21 anni. Viene organizzata su base biennale dai membri dell'Unione europea di radiodiffusione (UER).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'idea di organizzare una manifestazione rivolta a giovani musicisti fu proposta durante un'assemblea dei membri dell'UER a Ginevra nel marzo 1980. Ispirati dal successo del BBC Young Musician of the Year, lanciato nel 1978, l'UER optò per la creazione della competizione nel 1982.

La prima edizione fu organizzata proprio dalla BBC a Manchester, e riunì i primi sei Stati partecipanti: Austria, Francia, Germania Ovest, Norvegia, Regno Unito e Svizzera. La prima vittoria fu della Germania Ovest, che proprio in quell'anno aveva già vinto l'Eurovision Song Contest 1982, con Markus Pawlik.[1]

Nazioni partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Nazioni partecipanti all'Eurovision Young Musicians.

     Ha partecipato almeno una volta

     Non ha mai partecipato, ma potrebbe

     Paesi che hanno partecipato come parte di un altro stato ma mai in maniera indipendente

All'EYM possono partecipare solo i paesi che hanno almeno un membro attivo all'interno dell'Unione europea di radiodiffusione

Hanno esordito un totale di 42 nazioni, incluse la Jugoslavia e Serbia e Montenegro, stati non più esistenti, e solo 10 di questi hanno vinto almeno una volta.

Anno Esordio
1982 Austria Austria - Francia Francia - Germania Germania - Norvegia Norvegia - Svizzera Svizzera - Regno Unito Regno Unito
1984 Finlandia Finlandia - Paesi Bassi Paesi Bassi
1986 Belgio Belgio - Danimarca Danimarca - Irlanda Irlanda - Israele Israele - Italia Italia - Svezia Svezia - Jugoslavia Jugoslavia
1988 Cipro Cipro - Spagna Spagna
1990 Grecia Grecia - Portogallo Portogallo
1992 Polonia Polonia - Ungheria Ungheria
1994 Croazia Croazia - Estonia Estonia - Lettonia Lettonia - Lituania Lituania - Flag of North Macedonia.svg Macedonia[2] - Russia Russia - Slovenia Slovenia
1998 Slovacchia Slovacchia
2002 Rep. Ceca Repubblica Ceca - Romania Romania
2006 Bulgaria Bulgaria - Serbia e Montenegro Serbia e Montenegro
2008 Serbia Serbia - Ucraina Ucraina
2010 Bielorussia Bielorussia
2012 Armenia Armenia - Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina - Georgia Georgia
2014 Malta Malta - Moldavia Moldavia
2016 San Marino San Marino
2018 Albania Albania

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Città e paese ospitante Vincitore Strumento Titolo
1982 Regno Unito Free Trade Hall, Manchester Germania Markus Pawlik Pianoforte Concerto per piano (Felix Mendelssohn)
1984 Svizzera Victoria Hall, Ginevra Paesi Bassi Isabelle van Keulen Violino Concerto per violino (Henri Vieuxtemps)
1986 Danimarca Radiohuset, Copenaghen Francia Sandrine Lazarides Pianoforte Concerto per piano in Mi (Franz Liszt)
1988 Paesi Bassi Concertgebouw, Amsterdam Austria Julian Rachlin Violino Concerto per violino e orchestra in Re (Henryk Wieniawski)
1990 Austria Musikverein, Vienna Paesi Bassi Niek van Oosterum Pianoforte Concerto per piano e orchestra in Do minore (Edvard Grieg)
1992 Belgio Cirque Royal, Bruxelles Polonia Bartłomiej Nizioł Violino Concerto per violino e orchestra in Re maggiore (Johannes Brahms)
1994 Polonia National Philharmonic Hall, Varsavia Regno Unito Natalie Clein Violoncello Concerto per violoncello in Mi minore (Edward Elgar)
1996 Portogallo Centro Cultural de Belém, Lisbona Germania Julia Fischer Violino -
1998 Austria Konzerthaus, Vienna Austria Lidia Baich Violino Concerto per violino (Henri Vieuxtemps)
2000 Norvegia Grieghallen, Bergen Polonia Stanisław Drzewiecki Pianoforte Concerto per pianoforte in Mi minore (Fryderyk Chopin)
2002 Germania Konzerthaus, Berlino Austria Dalibor Karvay Violino Carmen Fantasy (Franz Waxman)
2004 Svizzera Centro Congressi, Lucerna Austria Alexandra Soumm Violino Concerto per violino (Niccolò Paganini)
2006 Austria Rathausplatz, Vienna Svezia Andreas Bantelid Violoncello Concerto per violoncello e orchestra (Franz Joseph Haydn)
2008 Grecia Dionysis Grammenos Clarinetto Concerto per clarinetto e orchestra (Jean Françaix)
2010 Slovenia Eva Nina Kozmus Flauto Concerto per flauto (Jacques Ibert)
2012 Norvegia Eivind Holtsmark Ringstad Viola Concerto per viola (Béla Bartók)
2014 Germania Duomo di Colonia, Colonia Austria Ziyu He Violino Violinkonzert (Béla Bartók)
2016 Polonia Łukasz Dyczko Sassofono Rhapsody pour Saxophone alto (Andrè Waignein)
2018 Regno Unito Usher Hall, Edimburgo Russia Iván Bessónov Pianoforte Concerto per piano (Pëtr Il'ič Čajkovskij)
2020 Croazia Piazza Re Tomislao, Zagabria Evento cancellato a causa della pandemia di COVID-19
Sabine Heinrich, presentatrice nel 2014 (in questa foto con Kristiina Poska, direttore musicale in quell'edizione)
Daniel Hope e Tamina Kallert, presentatori nel 2016

Presentatori e direttore musicale[modifica | modifica wikitesto]

Anno Città e paese ospitante Presentatrice/i-Presentatore/i Direttore musicale
1982 Regno Unito Free Trade Hall, Manchester Humphrey Burton Bryden Thomson
1984 Svizzera Victoria Hall, Ginevra Georges Kleinmann Horst Stein
1986 Danimarca Radiohuset, Copenaghen Anette Faaborg Hans Graf
1988 Paesi Bassi Concertgebouw, Amsterdam Martine Bijl Sergiu Comissiona
1990 Austria Musikverein, Vienna Gerhard Toetschinger Pinchas Steinberg
1992 Belgio Cirque Royal, Bruxelles N.A. Ronald Zollman
1994 Polonia National Philharmonic Hall, Varsavia Jerzy Katlewicz
1996 Portogallo Centro Cultural de Belém, Lisbona Luis Izquierdo
1998 Austria Konzerthaus, Vienna Julian Rachlin Dennis Russell Davies
2000 Norvegia Grieghallen, Bergen Arild Erikstad Simone Young
2002 Germania Konzerthaus, Berlino Julia Fischer Marek Janowski
2004 Svizzera Centro Congressi, Lucerna Christian Arming Christian Arming
2006 Austria Rathausplatz, Vienna Schallbert Gilet Christian Arming
2008 Lidia Baich e Christoph Wagner-Trenkwitz Aleksandar Markovic
2010 Christoph Wagner-Trenkwitz Cornelius Meister
2012 Pia Strauss (semifinali)
Martin Grubinger (finale)
Cornelius Meister
2014 Germania Duomo di Colonia, Colonia Sabine Heinrich Kristiina Poska
2016 Tamina Kallert e Daniel Hope Clemens Schuldt
2018 Regno Unito Usher Hall, Edimburgo Petroc Trelawny (semifinali)
Josie d'Arby e Petroc Trelawny (finale)
Thomas Dausgaard
2020 Croazia Piazza Re Tomislao, Zagabria Enrico Dindo

Albo d'oro per nazione[modifica | modifica wikitesto]

numero di vittorie Stato Anni
5 Austria Austria 1988, 1998, 2002, 2004, 2014
3 Polonia Polonia 1992, 2000, 2016
2 Germania Germania 1982, 1986
Paesi Bassi Paesi Bassi 1984, 1990
1 Francia Francia 1986
Regno Unito Regno Unito 1994
Svezia Svezia 2006
Grecia Grecia 2008
Slovenia Slovenia 2010
Norvegia Norvegia 2012
Russia Russia 2018

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Eurovision Young Musicians, su ebu.ch. URL consultato l'8 giugno 2020.
  2. ^ Dal 2019, a seguito dell'accordo di Prespa, potrebbe tornare a partecipare al concorso come Macedonia del Nord Macedonia del Nord

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]