Accordo di Prespa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Accordo di Prespa
Tipotrattato bilaterale
Firma12 giugno 2018
LuogoLago Prespa
Efficacia12 febbraio 2019[1]
PartiGrecia Grecia
Macedonia del Nord Repubblica di Macedonia del Nord
voci di trattati presenti su Wikipedia

L'accordo di Prespa è un trattato siglato il 12 giugno 2018 tra la Grecia e la Repubblica di Macedonia per risolvere una controversia sul nome di quest'ultima. A seguito di tale atto, la Repubblica di Macedonia ha assunto la nuova denominazione di Repubblica della Macedonia del Nord.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il 30 settembre 2018 si svolse nella Repubblica di Macedonia un referendum confermativo non vincolante al quale il 94,18% dei votanti votò favorevolmente al cambiamento, ma non fu raggiunto il quorum necessario del 50% avendo raggiunto solo il 36,91% degli elettori[3]. Il primo ministro macedone Zoran Zaev decise comunque di andare avanti nelle procedure per il cambio del nome riuscendo a far approvare in parlamento la revisione costituzionale a gennaio 2019; anche la Grecia ha approvato l'accordo pochi giorni dopo. È prevista anche un'entrata della Macedonia nella NATO e nell'UE nel 2025.

L'accordo di Prespa prevede che:

  • Il nome della Repubblica ex Jugoslava di Macedonia diventi Repubblica di Macedonia del Nord (uso erga omnes) (art. 1 comma 3a);
  • La lingua ufficiale della Macedonia del Nord è il macedone, con la precisione che tale lingua appartiene alle lingue slave meridionali (art. 7 comma 3 e comma 4);
  • La cittadinanza prevista per tutti i passaporti dei cittadini è "macedone/cittadino della Repubblica della Macedonia del Nord" (art. 1 comma 3b);
  • L'uso del termine "Macedonia" e "macedone" si riferisce a due contesti storici diversi e a due patrimoni culturali diversi per i due Stati (art. 7 comma 1);
  • Con riferimento alla Macedonia del Nord l'uso del termine "Macedonia" e "macedone" è da ritenersi diverso da quello relativo alla civiltà, storia e cultura della Grecia antica (art. 7 comma 4);
  • Le targhe delle auto della Macedonia del Nord porteranno la sigla NM oppure NMK. Per tutti gli altri usi le sigle rimangono MK e MKD (art. 1 comma 3e);
  • Si intensifichi la cooperazione tra i due Stati a livello di vari settori, come ad esempio infrastrutture, energia, politica, turismo, ecc. (art. 9).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Statement attributable to the Spokesman for the Secretary-General on Prespa Agreement, su un.org. URL consultato il 13 marzo 2019.
  2. ^ Grecia: firmato l'accordo sul cambio nome della Macedonia, su LaStampa.it. URL consultato l'11 marzo 2019.
  3. ^ Giordano Merlicco, La Grecia e la Macedonia (del Nord): storia, politica e geopolitica di una contesa balcanica, in Rivista di Studi Politici, vol. 2018, 3-4.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]