Justin Trudeau

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Justin Trudeau
Justin Trudeau November 2015.jpg

Primo ministro del Canada
In carica
Inizio mandato 4 novembre 2015
Monarca Elisabetta II del Canada
Predecessore Stephen Harper

Ministro degli Affari intergovernativi e giovanili
In carica
Inizio mandato 4 novembre 2015
Predecessore Denis Lebel

Leader del Partito Liberale del Canada
In carica
Inizio mandato 14 aprile 2013
Predecessore Bob Rae
(ad interim)

Dati generali
Partito politico Liberale
Firma Firma di Justin Trudeau

Justin Pierre James Trudeau (Ottawa, 25 dicembre 1971) è un politico canadese, ventitreesimo Primo ministro del Canada dal 4 novembre 2015 e leader del Partito Liberale del Canada.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Primogenito dell'ex Primo Ministro Pierre Trudeau e di Margaret Sinclair[1], è stato eletto membro del Parlamento per il collegio (riding) di Papineau nel 2008, 2011 e 2015. Il 14 aprile 2013 vinse la leadership del Partito Liberale del Canada ottenendo l'80,1% dei consensi.[2] Nelle elezioni federali del 19 ottobre 2015 Trudeau ha ottenuto con i liberali una larga vittoria conquistando 184 seggi su 338 con il 39,5% dei voti. Il suo partito ha guadagnato quindi ben 150 seggi in più rispetto al 2011. Questo risultato fu il secondo migliore nella storia del partito. I liberali ottennero i risultati migliori nella parte orientale del Paese, conquistando oltre a tutti i seggi del Canada atlantico e di Toronto anche 40 seggi del Québec, miglior risultato in tale provincia dal 1980.[3]

Il guadagno di 150 seggi in più rispetto alle precedenti elezioni fu il più grande incremento per un partito nella storia del Canada e segnò la prima volta che un partito passò da essere il terzo partito ad avere la maggioranza assoluta del Parlamento. Trudeau e il suo Governo giurarono nelle mani del Governatore generale David Johnston il 4 novembre 2015. Trudeau dichiarò che le sue priorità erano di abbassare le tasse per la classe media e di alzarle per l'1% della popolazione più ricca[4], di ricostruire le relazioni con la popolazione indigena e di governare in modo aperto, etico e trasparente.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Jim Downie, Justin just like dad, in Ottawa Citizen, The Canadian Press, 28 dicembre 1971. URL consultato il 21 ottobre 2015.
  2. ^ Justin Trudeau, il neoletto premier del Canada, trionfa anche sui social: è il più sexy, su La Repubblica. URL consultato il 20 ottobre 2015.
  3. ^ Election results, Canadian Broadcasting Corporation. URL consultato il 23 ottobre 2015.
  4. ^ Justin Trudeau signals new style on 1st day as Canada's 23rd prime minister, Canadian Broadcasting Corporation, 4 novembre 2015. URL consultato il 5 novembre 2015.
  5. ^ Justin Trudeau on his cabinet and its promise to Canadians, su Maclean's. URL consultato il 5 novembre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN311580041 · LCCN: (ENno2014147581 · GND: (DE1118402804