Olaf Scholz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Olaf Scholz
2021-09-12 Politik, TV-Triell Bundestagswahl 2021 1DX 3801 by Stepro (cropped).jpg
Olaf Scholz nel 2021

Vice Cancelliere della Germania
In carica
Inizio mandato 14 marzo 2018
Presidente Frank-Walter Steinmeier
Capo del governo Angela Merkel
Predecessore Sigmar Gabriel

Ministro federale delle Finanze della Germania
In carica
Inizio mandato 14 marzo 2018
Capo del governo Angela Merkel
Predecessore Peter Altmaier (ad interim)

Presidente del Partito Socialdemocratico di Germania
(ad interim)
Durata mandato 13 febbraio 2018 –
22 aprile 2018
Predecessore Martin Schulz
Successore Andrea Nahles

Sindaco di Amburgo
Durata mandato 7 marzo 2011 –
13 marzo 2018
Predecessore Christoph Ahlhaus
Successore Peter Tschentscher

Ministro del lavoro e degli affari sociali della Germania
Durata mandato 21 novembre 2007 –
27 ottobre 2009
Capo del governo Angela Merkel
Predecessore Franz Müntefering
Successore Franz Josef Jung

Segretario generale del Partito Socialdemocratico di Germania
Durata mandato 20 ottobre 2002 –
21 marzo 2004
Presidente Gerhard Schröder
Predecessore Franz Müntefering
Successore Klaus Uwe Benneter

Dati generali
Partito politico Partito Socialdemocratico di Germania
Università Università di Amburgo
Firma Firma di Olaf Scholz

Olaf Scholz (Osnabrück, 14 giugno 1958) è un politico tedesco, membro del Partito Socialdemocratico di Germania, Vicecancelliere della Germania e Ministro delle Finanze dal 14 marzo 2018 nel governo Merkel IV.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Vive a Potsdam con la moglie Britta Ernst, anch'essa attiva in politica con l'SPD. Ha ottenuto una laurea in Giurisprudenza presso l'Università di Amburgo e dal 1985 è avvocato specializzato in diritto del lavoro. Scholz è stato deputato del Bundestag dal 1998 al 2011. Dal 2002 al 2004 è stato segretario generale dell'SPD[1] e dal 2007 al 2009 Ministro del lavoro e degli affari sociali nel primo governo di coalizione di Angela Merkel. Dal 7 marzo 2011 al 13 marzo 2018 è stato sindaco di Amburgo. Dal 13 febbraio al 22 aprile 2018 è stato commissario ad interim dell'SPD, prima dell'elezione formale a presidente di Andrea Nahles.[2]

Candidato a Cancelliere (2021)[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 agosto 2020, l’esecutivo del partito, nonostante la sconfitta al congresso di Scholz e della candidata associata alla segreteria Klara Geywitz contro il duo costituito da Norbert Walter-Borjans e Saskia Esken,[3] lo ha nominato candidato cancelliere per le elezioni del Bundestag del 2021 che porteranno la Germania a scegliere il successore di Merkel. Scholz è stato scelto come candidato in grado di unire le diverse anime del partito in virtù dell'esperienza accumulata nella risposta alla crisi aperta dalla pandemia di COVID-19, che ha condotto il Ministro delle Finanze ad acquisire un ruolo centrale nella messa a punto di pacchetti di stimolo economici[4] interni e della nuova direzione economica europea culminata nell'avvio del debito mutualizzato comunitario con Next Generation Eu nell'estate 2021.[5] Scholz, inoltre, farà guadagnare il miglior risultato dal 2002 alla SPD, che diventa così il primo partito nel Bundestag.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Reiner Marcowitz, Ein 'neues' Deutschland? Eine deutsch-französische Bilanz 20 Jahre nach der Vereinigung: Une 'nouvelle' Allemagne? Un bilan franco-allemand 20 ans après l'unification, Oldenbourg Verlag, 2010, ISBN 9783486597707.(consultabile anche online)
  2. ^ Scholz commissario ad interim Spd - Ultima Ora, in ANSA.it, 13 febbraio 2018. URL consultato il 15 febbraio 2018.
  3. ^ Andrea Muratore, Olaf Scholz è il vero erede della Merkel?, Osservatorio Globalizzazione, 25 agosto 2021
  4. ^ Andrea Muratore, 1.300 miliardi contro la crisi: la svolta interventista di Angela Merkel, Inside Over, 17 dicembre 2020
  5. ^ Hans von der Buchard, Germany’s spotlight turns to Scholz in race to succeed Merkel, Politico.eu, 23 agosto 2021

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Presidente Federale del Partito Socialdemocratico di Germania Successore Sozialdemokratische Partei Deutschlands, Logo um 2000.svg
Martin Schulz 3 febbraio 2018 - 22 aprile 2018 Andrea Nahles
Controllo di autoritàVIAF (EN100435581 · ISNI (EN0000 0000 7265 9681 · LCCN (ENno2009182738 · GND (DE139130810 · WorldCat Identities (ENlccn-no2009182738