Mike Pompeo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mike Pompeo
Mike Pompeo official photo.jpg

70º Segretario di Stato degli Stati Uniti
In carica
Inizio mandato 26 aprile 2018
Presidente Donald Trump
Predecessore Rex Tillerson

25° Direttore della CIA
Durata mandato 20 gennaio 2017 –
26 aprile 2018
Predecessore John O. Brennan
Successore Gina Haspel

Membro della Camera dei Rappresentanti - Kansas, distretto n.4
Durata mandato 3 gennaio 2011 –
23 gennaio 2017
Predecessore Todd Tiahrt
Successore Ron Estes

Dati generali
Partito politico Repubblicano
Tendenza politica conservatore

Michael Richard Pompeo, detto Mike (Orange, 30 dicembre 1963), è un politico statunitense, Segretario di Stato degli Stati Uniti dal 26 aprile 2018, sotto la presidenza Trump. È stato membro della Camera dei Rappresentanti per lo stato del Kansas dal 2011 al 2017 e direttore della CIA dal 23 gennaio 2017 al 26 aprile 2018.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di origini italiane (sua nonna paterna Fay Brandolino era figlia di Giuseppe Brandolino e Carmela Sanelli che emigrarono in USA da Caramanico Terme).[1][2] Laureato in legge ad Harvard, è membro dell'Italian American Congressional Delegation.[3] Pompeo prestò servizio nell'esercito per qualche anno e successivamente lavorò come avvocato e imprenditore nel settore aerospaziale fin quando entrò in politica con il Partito Repubblicano.

Nel 2010 si candidò alla Camera dei Rappresentanti per il seggio lasciato dal compagno di partito Todd Tiahrt e venne eletto deputato, per poi essere riconfermato nelle successive tornate elettorali.

Ideologicamente Pompeo è considerato un repubblicano conservatore ed è appoggiato dal Tea Party[4].

Dal 23 gennaio 2017 al 13 marzo 2018 è a capo della CIA.

Il 13 marzo 2018 viene nominato Segretario di Stato degli Stati Uniti dal Presidente Trump, in sostituzione di Rex Tillerson[5], entrando in carica il successivo 26 aprile. In tale veste, ha un ruolo primario nell'organizzazione dello storico vertice tra Stati Uniti e Corea del Nord, svoltosi sull'isola di Sentosa (Singapore) il 12 giugno.[6]

È descritto come uno dei "falchi" nei confronti dell'Iran e del Venezuela.[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Geremia Mancini, "Mike Pompeo", futuro capo della Cia, ha origini abruzzesi, PrimaDaNoi.it, 5 dicembre 2016. URL consultato il 22 maggio 2018 (archiviato il 22 maggio 2018).
  2. ^ (EN) Andrew, Mike Pompeo, su Ethnicity of Celebs, What Nationality Ancestry Race, 18 novembre 2016. URL consultato il 4 novembre 2018 (archiviato il 16 marzo 2018).
  3. ^ Italian American Congressional Delegation in the 114th Congress of the United States.
  4. ^ (EN) Lee Fang, Meet Mike Pompeo: The Congressional Candidate Spawned By The 'Kochtopus', ThinkProgress, 21 settembre 2010. URL consultato il 10 novembre 2018 (archiviato il 2 febbraio 2018).
  5. ^ Trump caccia Tillerson e nomina Pompeo (Cia) nuovo segretario di Stato, Repubblica.it. URL consultato il 13 marzo 2018.
  6. ^ Orlando Sacchelli, Singapore, domani vertice tra Kim Jong-un e Trump. Pompeo: "Pronti a dare garanzie senza precedenti", su il Giornale, 11 giugno 2018. URL consultato il 13 giugno 2018.
  7. ^ (EN) Is Latin America Still the US’s “Backyard”?, su América Latina en movimiento. URL consultato il 6 dicembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Direttori della CIA Seal of the Central Intelligence Agency of the United States

Souers | Vandenberg | Hillenkoetter | Smith | Dulles | McCone | Raborn | Helms | Schlesinger | Colby | Bush | Turner | Casey | Webster | Gates | Woolsey | Deutch | Tenet | McLaughlin | Goss | Hayden | Panetta | Morell | Petraeus | Brennan | Park | Pompeo | Haspel

Controllo di autoritàVIAF (EN6425150749018716420002 · LCCN (ENno2017127145 · GND (DE1147681392