Nikola Gruevski

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nikola Gruevski
Gruevski.jpg

Primo ministro della Repubblica di Macedonia
Durata mandato 28 agosto 2006 –
18 gennaio 2016
Presidente Branko Crvenkovski
Gjorge Ivanov
Predecessore Vlado Bučkovski
Successore Emil Dimitriev (ad interim)

Dati generali
Partito politico Partito Democratico per l'Unità Nazionale Macedone

Nikola Gruevski (in macedone Никола Груевски) (Skopje, 31 agosto 1970) è un politico macedone.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È stato Primo ministro della Repubblica di Macedonia, eletto dalla Sobranie, dal 28 agosto 2006 al 18 gennaio 2016. È stato anche il leader del partito VMRO-DPMNE dal maggio 2003. È stato inoltre Ministro delle finanze nel governo VMRO-DPMNE guidato da Ljubčo Georgievski fino al settembre 2002.

Nel 2014 membri dei servizi segreti hanno rivelato migliaia di documenti riguardanti le intercettazioni di migliaia di macedoni nel corso degli anni, tra cui oppositori politici, magistrati, giornalisti e impiegati governativi. Questi documenti rivelano anche l'entità della corruzione, l'influenza del governo su pubblici ministeri, giudici e media, estorsione nel mondo degli affari, arresti politici, brogli elettorali e tentativi di coprire un omicidio.[1]

Nel 2016 si è dimesso dopo la diffusione di alcune intercettazioni da parte dell’opposizione in cui alcuni esponenti del governo parlavano di affari illeciti, strategie per pilotare le elezioni e per celare l'omicidio di un ragazzo ucciso dalla polizia.[2] In seguito è stato condannato a due anni di carcere per aver fatto pressioni su una commissione pubblica ad utilizzare 600.000 Euro di fondi statali per comprargli un'automobile anti-proiettile per uso personale. Il 9 novembre la sentenza confermata in appello e un tribunale macedone ha emesso un mandato d’arresto.[2] Il 18 novembre 2018 è espatriato in Ungheria, dove ha chiesto asilo politico, dichiarando di essere stato minacciato di morte.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Macédoine : Gjorgi Lazarevski, le lanceur d’alerte qui a fait chuter le gouvernement Gruevski, su Le Courrier des Balkans. URL consultato il 6 dicembre 2018.
  2. ^ a b c (IT) Il caso dell'ex primo ministro macedone scappato in Ungheria, in Il Post, 18 novembre 2018. URL consultato il 18 novembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN1850510 · ISNI (EN0000 0000 4515 7491 · LCCN (ENn2003100824