Eurovision Song Contest 1997

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Eurovision Song Contest 1997
Eurovision Song Contest 1997.png
Screenshot tratto dalla sigla del programma
EdizioneXLII (42ª)
PeriodoFinale
3 maggio 1997
SedeThe Point, Dublino, Irlanda Irlanda
PresentatoreRonan Keating
Carrie Crowley
Trasmissione TVRTÉ in Eurovisione
Partecipanti25
RitiriBelgio Belgio
Finlandia Finlandia
Romania Romania
Slovacchia Slovacchia
RitorniDanimarca Danimarca
Germania Germania
Ungheria Ungheria
Italia Italia
Russia Russia
VincitoreRegno Unito Regno Unito (5°)
con la canzone:
Love Shine a Light
SecondoIrlanda Irlanda
TerzoTurchia Turchia
Cronologia
19961998

La quarantaduesima edizione dell'Eurovision Song Contest si è svolta presso il Point Theatre di Dublino, in Irlanda, il 3 maggio 1997.

L'edizione è stata organizzata per la settima volta dall'emittente irlandese Raidió Teilifís Éireann (RTÉ), che ha trasmesso l'evento dal vivo Eurovisione. I conduttori della serata sono stati Ronan Keating e Carrie Crowley. Il 18 aprile 2020, l'emittente ha deciso di pubblicare su YouTube per una settimana l'intera serata, trasmessa in diretta sul canale ufficiale dell'Eurovision Song Contest.[1]

I vincitori furono Katrina and the Waves con Love Shine a Light per il Regno Unito, giunto alla sua quinta vittoria.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Con la vittoria di Eimear Quinn con The Voice all'Eurovision Song Contest 1996, l'Irlanda fu invitata ad organizzare la manifestazione per la settima volta. L'emittente irlandese Raidió Teilifís Éireann (RTÉ) accettò l'incarico e selezionò nuovamente il Point Theatre di Dublino come sede dell'evento.

Viste le polemiche riguardanti il metodo di preselezione adottato l'anno precedente, l'Unione europea di radiodiffusione (UER) decise che le nazioni con il punteggio più basso nei precedenti cinque anni non avrebbero preso parte alla manifestazione, anche se ogni nazione esclusa per un anno avrebbe potuto partecipare all'edizione successiva.

Fu inoltre introdotto il televoto in Austria, Germania, Regno Unito, Svezia e Svizzera mentre l'anno successivo esso sarà espanso a tutti gli Stati partecipanti.[2]

Produzione e presentazione[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante iniziali discussioni con l'emittente britannica BBC, RTÉ produsse da sé l'evento che vide un particolare sforzo sulla cura della scenografia. Tra un'esibizione e l'altra furono mostrati messaggi pre-registrati di incoraggiamento verso i partecipanti pronunciati da diversi vincitori della manifestazione tra cui Céline Dion, Morten Harket, Johnny Logan e proiettati su un'imponente parete-schermo.

[modifica | modifica wikitesto]

Il logo della manifestazione rappresenta un'arpa stilizzata, verosimile richiamo all'arpa di Brian Boru dello stemma irlandese.

Partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Tra i paesi esclusi vi furono quindi Belgio, Finlandia, Romania e Slovacchia, mentre Israele annunciò che non sarebbe tornato a partecipare a questa edizione poiché la serata finale coincise con lo Yom HaShoah, il giorno dedicato al ricordo delle vittime dell'Olocausto. Tale ritiro permise alla Bosnia ed Erzegovina di partecipare, poiché altrimenti sarebbe stata esclusa in virtù dei suoi risultati negli anni precedenti. A ritornare invece furono Danimarca, Germania, Italia, Russia e Ungheria.

Voto[modifica | modifica wikitesto]

Ogni paese premia con dodici, dieci, otto e dal sette all'uno, punti per le proprie dieci canzoni preferite.

Stati partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

     Paesi partecipanti

     Paesi che hanno partecipato in passato ma non hanno partecipato nel 1997

Stato Artista Brano Lingua Processo di selezione
Austria Austria Bettina Soriat One Step Tedesco Interno
Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Alma Čardžić Goodbye Bosniaco BH Eurosong 1997
Cipro Cipro Hara & Andreas Constantinou Mana mou Greco Finale nazionale, 18 febbraio 1997
Croazia Croazia E.N.I. Probudi me Croato Dora 1997, 9 marzo 1997
Danimarca Danimarca Kølig Kaj Stemmen i mit liv Danese Dansk Melodi Grand Prix 1997, 1º marzo 1997
Estonia Estonia Maarja-Liis Ilus Keelatud maa Estone Eurolaul 1997, 15 gennaio 1997
Francia Francia Fanny Sentiments songes Francese Interno
Germania Germania Bianca Shomburg Zeit Tedesco Der Countdown läuft, 27 febbraio 1997
Grecia Grecia Marianna Zorba Horepse Greco Interno
Irlanda Irlanda (organizzatore) Marc Roberts Mysterious Woman Inglese Eurosong 1997, 9 marzo 1997
Islanda Islanda Paul Oscar Minn hinsti dans Islandese Interno
Italia Italia Jalisse Fiumi di parole Italiano Festival di Sanremo 1997, 22 febbraio 1997
Malta Malta Debbie Scerri Let Me Fly Inglese Malta Song for Europe 1997
Norvegia Norvegia Tor Endresen San Francisco Norvegese Melodi Grand Prix 1997, 8 febbraio 1997
Paesi Bassi Paesi Bassi Mrs. Einstein Niemand heeft nog tijd Olandese Interno per l'artista; Nationaal Songfestival 1997 per il brano, 23 febbraio 1997
Polonia Polonia Anna Maria Jopek Ale jestem Polacco Interno
Portogallo Portogallo Celia Lawson Antes do adeus Portoghese Festival da Canção 1997, 7 marzo 1997
Regno Unito Regno Unito Katrina and the Waves Love Shine a Light Inglese The Great British Song Contest 1997, 9 marzo 1997
Russia Russia Alla Pugacheva Primadonna Russo Interno
Slovenia Slovenia Tanja Ribič Zbudi se Sloveno EMA 1997, 22 febbraio 1997
Spagna Spagna Marcos Llunas Sin rencor Spagnolo Interno
Svezia Svezia Blond Bara hon älskar mig Svedese Melodifestivalen 1997, 8 marzo 1997
Svizzera Svizzera Barbara Berta Dentro di me Italiano Interno
Turchia Turchia Şebnem Paker Dinle Turco Finale nazionale, 1º marzo 1997
Ungheria Ungheria V.I.P. Miért kell, hogy elmenj? Ungherese Finale nazionale, 28 febbraio 1997

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Stato Cantante Brano Punti Posizione
01 Cipro Cipro Hara & Andreas Konstantinou Mana Mou 98 5
02 Turchia Turchia Şebnem Paker Dinle 121 3
03 Norvegia Norvegia Tor Endresen San Francisco 0 24
04 Austria Austria Bettina Soriat One Step 12 21
05 Irlanda Irlanda Marc Roberts Mysterious Woman 157 2
06 Slovenia Slovenia Tanja Ribič Zbudi se 60 10
07 Svizzera Svizzera Barbara Berta Dentro di me 5 22
08 Paesi Bassi Paesi Bassi Mrs. Einstein Niemand heeft nog tijd 5 22
09 Italia Italia Jalisse Fiumi di parole 114 4
10 Spagna Spagna Marcos Llunas Sin rencor 96 6
11 Germania Germania Bianca Shomburg Zeit 22 18
12 Polonia Polonia Anna Maria Jopek Ale jestem 54 11
13 Estonia Estonia Maarja-Liis Ilus Keelatud maa 82 8
14 Flag of Bosnia and Herzegovina (1992–1998).svg Bosnia ed Erzegovina Alma Čardžić Goodbye 22 18
15 Portogallo Portogallo Célia Lawson Antes do adeus 0 24
16 Svezia Svezia Blond Bara hon älskar mig 36 14
17 Grecia Grecia Marianna Zorba Horepse 39 12
18 Malta Malta Debbie Scerri Let Me Fly 66 9
19 Ungheria Ungheria V.I.P. Miért kell, hogy elmenj? 39 12
20 Russia Russia Alla Pugačëva Primadonna 33 15
21 Danimarca Danimarca Thomas Lægård Stemmen i mit liv 25 16
22 Francia Francia Fanny Sentiments songes 95 7
23 Croazia Croazia E.N.I. Probudi me 24 17
24 Regno Unito Regno Unito Katrina & The Waves Love Shine a Light 227 1
25 Islanda Islanda Paul Oscar Minn hinsti dans 18 20

12 punti

N. A Da
10 Regno Unito Regno Unito Austria, Croazia, Danimarca, Francia, Irlanda, Paesi Bassi, Russia, Svezia, Svizzera, Ungheria
3 Francia Francia Estonia, Norvegia, Polonia
3 Turchia Turchia Bosnia e Erzegovina, Germania, Spagna
2 Cipro Cipro Grecia, Islanda
1 Estonia Estonia Italia
1 Grecia Grecia Cipro
1 Irlanda Irlanda Regno Unito
1 Italia Italia Portogallo
1 Malta Malta Turchia
1 Russia Russia Slovenia
1 Spagna Spagna Malta

Orchestra[modifica | modifica wikitesto]

Diretta dai maestri: Ray Agius (Malta), Don Airey (Regno Unito), Sinan Alimanovic (Bosnia ed Erzegovina), Dick Bakker (Paesi Bassi), Levent Çoker (Turchia), Pietro Damiani (Svizzera), Krzesimir Debski (Polonia), Régis Dupré (Francia), Lucio Fabbri (Italia), Jan Glæsel (Danimarca), Rutger Gunnarson (Russia), Curt-Eric Holmqvist (Svezia), Thilo Krassman (Portogallo), Szymon Kuran (Islanda), Geir Langslet (Norvegia), Stavros Lantsias (Cipro), Tarmo Leinatamm (Estonia), Anacreon Papageorgiou (Grecia), Mojmir Sepe (Slovenia), Peter Wolf (Ungheria) e Toni Xucla (Spagna). Le canzoni austriache, irlandesi, tedesche e croate non hanno utilizzato l'accompagnamento orchestrale.

Sistema di relegazione (1993-1997)[modifica | modifica wikitesto]

I 18 paesi con la media punti più alta tra il 1993 e il 1997, partecipano all'Eurovision Song Contest 1998, oltre al paese ospitante (il Regno Unito).

Posizione Nazione Media dei punti
- Regno Unito Regno Unito 121,4
1 Irlanda Irlanda 155,2
2 Norvegia Norvegia 91,6
3 Francia Francia 80,4
4 Italia Italia[3] 79,5
5 Malta Malta 75,2
6 Svezia Svezia 74,6
7 Polonia Polonia 66,5
8 Cipro Cipro 63,4
9 Spagna Spagna 61,4
10 Estonia Estonia 59,33
11 Ungheria Ungheria 54,67
12 Croazia Croazia 54,2
Posizione Nazione Media dei punti
13 Turchia Turchia 52,25
14 Grecia Grecia 50,2
15 Svizzera Svizzera 47,5
16 Portogallo Portogallo 46
17 Paesi Bassi Paesi Bassi 44,75
18 Slovenia Slovenia 42,25
19 Germania Germania[3] 42,25
20 Danimarca Danimarca 42
21 Russia Russia 40
22 Austria Austria 39,6
23 Islanda Islanda 38,2
24 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina 23

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Victor Escudero, #EurovisionAgain travels back to Dublin 1997, su eurovision.tv, 18 aprile 2020. URL consultato il 18 aprile 2020.
  2. ^ (EN) Eurovision Song Contest 1997, su eurovision.tv. URL consultato il 18 aprile 2020.
  3. ^ a b Dopo il ritiro dell'Italia, il suo posto venne preso dalla Germania.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]