Eurovision Song Contest 1986

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Eurovision Song Contest 1986
EdizioneXXXI (31ª)
PeriodoFinale
3 maggio 1986
SedeGrieghallen, Bergen, Norvegia Norvegia
PresentatoreÅse Kleveland
Trasmissione TVNRK in Eurovisione
Partecipanti20
Paesi debuttantiIslanda Islanda
RitiriGrecia Grecia
Italia Italia
RitorniPaesi Bassi Paesi Bassi
Jugoslavia Jugoslavia
VincitoreBelgio Belgio (1°)
con la canzone:
J'aime la vie
SecondoSvizzera Svizzera
TerzoLussemburgo Lussemburgo
Cronologia
19851987

Il trentunesimo Gran Premio Eurovisione della Canzone si tenne a Bergen (Norvegia) il 3 maggio 1986.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Grecia e Italia si ritirarono dal concorso del 1986. I Paesi Bassi e la Jugoslavia ritornarono e l'Islanda fece il suo debutto. Quest'ultima voleva partecipare da alcuni anni, ma non potendo affrontare l'organizzazione del concorso, in caso di vittoria, decise di aspettare sino a quando sarebbe stata pronta per tale evenienza. I paesi partecipanti, quindi, furono 20. Il Lussemburgo portò la cinquecentesima canzone del concorso, L'amour de ma vie, interpretata da Sherisse Laurence. Il “Gran Premio dell'Eurovisione” fu una grande opportunità commerciale per il paese ospitante, inusuale per quel periodo dell'anno. La vincitrice fu Sandra Kim per il Belgio. La cantante disse di avere quindici anni, ma in realtà ne aveva solo tredici. Con la canzone J'aime la vie il Belgio vinse per la prima volta il “Gran Premio” e, in tal modo, tutti i paesi partecipanti al primo ESC del 1956, avevano vinto, almeno una volta, il concorso.

Stati partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

     Stati partecipanti

     Paesi che hanno partecipato in passato ma non nel 1986

Stato Artista Brano Lingua Processo di selezione
Austria Austria Timna Brauer Die Zeit ist einsam Tedesco Interno
Belgio Belgio Sandra Kim J'aime la vie Francese Eurosong 1986, 2 marzo 1986
Cipro Cipro Elpida Tora Zo Greco Interno
Danimarca Danimarca Lise Haavik Du er fuld af løgn Danese Dansk Melodi Grand Prix 1986, 22 febbraio 1986
Finlandia Finlandia Kari Kuivalainen Never the End Finlandese Euroviisukarsinta 1986, 22 febbraio 1986
Francia Francia Cocktail Chic Européennes Francese L'Eurovision 1986, 22 marzo 1986
Germania Germania Ingrid Peters Über die Brücke geh'n Tedesco Ein Lied für Bergen, 27 marzo 1986
Irlanda Irlanda Luv Bug You Can Count On Me Inglese National Song Contest 1986, 30 marzo 1986
Islanda Islanda ICY Gleðibankinn Islandese Söngvakeppni Sjónvarpsins 1986, 15 marzo 1986
Israele Israele Moti Giladi & Sarai Tzuriel Yavo Yom Ebraico Kdam Eurovision 1986, 27 marzo 1986
Jugoslavia Jugoslavia Doris Dragović Željo moja Croato Jugovizija 1986, 7 marzo 1986
Lussemburgo Lussemburgo Sherisse Stevens L'amour de ma vie Francese Interno
Norvegia Norvegia (organizzatore) Ketil Stokkan Romeo Norvegese Melodi Grand Prix 1986, 22 marzo 1986
Paesi Bassi Paesi Bassi Frizzle Sizzle Alles heeft ritme Olandese Nationaal Songfestival 1986, 1º aprile 1986
Portogallo Portogallo Dora Não sejas mau para mim Portoghese Festival da Canção 1986, 22 marzo 1986
Regno Unito Regno Unito Ryder Runner in the Night Inglese A Song For Europe 1986, 2 aprile 1986
Spagna Spagna Cadillac Valentino Spagnolo Interno
Svezia Svezia Lasse Holm & Monica Törnell E' de' det här du kallar kärlek? Svedese Melodifestivalen 1986, 22 marzo 1986
Svizzera Svizzera Daniela Simmons Pas pour moi Francese Concours Eurovision 1986, 25 gennaio 1986
Turchia Turchia Klips ve Onlar Halley Turco 10. Eurovision Şarkı Yarışması Türkiye Finali, 15 marzo 1986

Artisti ritornanti[modifica | modifica wikitesto]

  • John Hatting dal gruppo "Trax" (Danimarca 1982 - come una parte del gruppo "Brixx")

Struttura di voto[modifica | modifica wikitesto]

Ogni paese premia con dodici, dieci, otto e dal sette all'uno, punti per le proprie dieci canzoni preferite.

Orchestra[modifica | modifica wikitesto]

Diretta dai maestri: Anders Berglund (Svezia), Hans Blum (Germania), Jo Carlier (Belgio), Martyn Ford (Cipro), Colin Frechter (Portogallo), Nikica Kalogjera (Jugoslavia), Noel Kelehan (Irlanda), Melih Kibar (Turchia), Egil Monn-Iversen (Norvegia e Danimarca), Eduardo Leiva (Spagna), Richard Österreicher (Austria), Jean-Claude Petit (Francia), Ossi Runne (Finlandia), Atilla Sereftug (Svizzera), Rolf Soja (Lussemburgo), Gunnar Thordarsson (Islanda), Harry van Hoof (Paesi Bassi) e Yoram Zadok (Israele). La canzone britannica non ha usato l'accompagnamento orchestrale.

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Stato Cantante Canzone Punti Posizione
01 Lussemburgo Lussemburgo Sherisse Laurence L'amour de ma vie 117 3
02 Jugoslavia Jugoslavia Doris Dragović Željo moja 49 11
03 Francia Francia Cocktail Chic Européennes 13 17
04 Norvegia Norvegia Ketil Stokkan Romeo 44 12
05 Regno Unito Regno Unito Ryder Runner In The Night 72 7
06 Islanda Islanda ICY Gleðibankinn 19 16
07 Paesi Bassi Paesi Bassi Frizzle Sizzle Alles heeft ritme 40 13
08 Turchia Turchia Klips Ve Onlar Halley 53 9
09 Spagna Spagna Cadillac Valentino 51 10
10 Svizzera Svizzera Daniela Simons Pas pour moi 140 2
11 Israele Israele Moti Giladi & Sarai Tzuriel Yavo yom 7 19
12 Irlanda Irlanda Luv Bug You Can Count On Me 96 4
13 Belgio Belgio Sandra Kim J'aime la vie 176 1
14 Germania Germania Ingrid Peters Über die Brücke geh'n 62 8
15 Cipro Cipro Elpida Tora zo 4 20
16 Austria Austria Timna Brauer Die Zeit ist einsam 12 18
17 Svezia Svezia Monica Törnell & Lasse Holm È de' det här du kaller kärlek? 78 5
18 Danimarca Danimarca Lise Haavik Du er fuld af løgn 77 6
19 Finlandia Finlandia Kari Kuivalainen Päivä kahden ihmisen 22 15
20 Portogallo Portogallo Dora Não sejas mau para mim 28 14

12 punti

N. A Da
5 Belgio Belgio Finlandia, Francia, Irlanda, Portogallo, Turchia
5 Svizzera Svizzera Belgio, Israele, Lussemburgo, Paesi Bassi, Svezia
3 Irlanda Irlanda Austria, Danimarca, Spagna
2 Lussemburgo Lussemburgo Germania, Norvegia
2 Svezia Svezia Islanda, Svizzera
1 Germania Germania Regno Unito
1 Turchia Turchia Jugoslavia
1 Jugoslavia Jugoslavia Cipro

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]