IBA (azienda)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Israel Broadcasting Authority
רשות השידור
Logo
Justy29.JPG
Sede della IBA presso l'ex edificio dello Shaare Zedek Medical Center
StatoIsraele Israele
Fondazione1948 a Gerusalemme
Chiusura14 maggio 2017
Sede principaleGerusalemme
SettoreMedia
Sito web

L'Israel Broadcasting Authority (IBA; in ebraico: רשות השידור?, Rashùt Ha-Shidúr) è stato l'ente radiotelevisivo pubblico dello stato di Israele.

Nacque nel 1948 come radio, chiamata Kol Yisrael, poi cambiato in Israel Broadcasting Service nel 1951, e nel 1968 cominciò le trasmissioni televisive.

La IBA è entrata a far parte dell'Unione europea di radiodiffusione nel 1957, mentre il debutto all'Eurovision Song Contest risale al 1973. Di quest'ultimo ha organizzato le edizioni del 1979 e del 1999, mentre l'edizione del 2019 è stata organizzata dalla IPBC.

La chiusura[modifica | modifica wikitesto]

Il 9 maggio 2017 viene detto ai dipendenti (due ore prima della chiusura ufficiale) che la IBA sarebbe stata chiusa e sostituita dal nuovo ente IPBC. A dare la notizia è stata la giornalista Geula Even.[1][2]

Le trasmissioni televisive, tuttavia, sono proseguite fino al 13 maggio e l'ultimo programma ad esser andato in onda su Channel 1 è stato la finale dell'Eurovision Song Contest 2017 di Kiev, dove Ofer Nachshon, nell'annunciare i voti della giuria israeliana, ha annunciato che sarebbe stata l'ultima trasmissione della IBA.[3]

Le trasmissioni radiofoniche si sono protratte fino al giorno dopo. L'ultimo programma è stato Progressive and Other Animals, presentato da Boaz Cohen, mentre l'ultima canzone trasmessa è stata Shine On You Crazy Diamond dei Pink Floyd.

Le trasmissioni della neocostituita Israeli Broadcasting Corporation (IPBC/KAN) sono iniziate il 15 maggio 2017, ma nonostante ciò buona parte degli impiegati dell'IBA è stata licenziata.

Simile sorte subì nel 2013 anche l'ERT, l'emittente di teleradiodiffusione greca, che nel giro di pochi è stata chiusa e sostituita dalla NERIT, anche se due anni dopo il governo greco è tornato sui suoi passi.

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

L'IBA gestiva 2 canali televisivi e 8 stazioni radiofoniche.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Public broadcasters reduced to tears over sudden shutdown. URL consultato il 15 settembre 2018.
  2. ^ (EN) Itay Stern, Anger and Tears as Plug Pulled on Flagship News Show on Israeli Public Broadcaster, in Haaretz, 10 maggio 2017. URL consultato il 15 settembre 2018.
  3. ^ (EN) Eurovision Israel: National broadcaster IBA is officially shut down - ESCToday.com, in Eurovision News, Polls and Information by ESCToday, 10 maggio 2017. URL consultato il 15 settembre 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN141267400 · ISNI (EN0000 0004 0594 7383 · LCCN (ENn83228548 · WorldCat Identities (ENn83-228548