Radio Televizioni Shqiptar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Radio Televizioni Shqiptar
Logo
Logo
StatoBandiera dell'Albania Albania
Fondazione1938
Sede principaleTirana
Persone chiaveThoma Gëllçi, Direttore generale
SettoreMedia
Slogan«Zgjedhja juaj»
Sito webwww.rtsh.al/

Radio Televizioni Shqiptar (sigla RTSH, in italiano Radio Televisione Albanese) è l'emittente radiotelevisiva pubblica dell'Albania, fondata nel 1938, con sede nella capitale Tirana.

RTSH possiede 13 canali televisivi nazionali, 4 regionali e 7 radiofonici. Inoltre vi è un servizio per l'estero in lingua albanese e in altre sette lingue (incluso l'italiano) emesso su onde medie, onde corte e Internet. Quest'ultimo servizio utilizza come tema musicale la canzone Keputa një gjethe dafine (Ho colto un ramo d'alloro).

Dal 1993, RTSH produce un servizio televisivo via satellite destinato alle comunità albanesi presenti in Kosovo, in Macedonia del Nord, in Montenegro e nel Nord della Grecia, nonché a tutti gli albanesi presenti in Europa. Dal 1999, RTSH è membro dell'Unione europea di radiodiffusione.

RTSH è finanziata sia dal canone televisivo che da introiti pubblicitari e finanziamenti governativi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Radio Tirana iniziò le trasmissioni il 28 novembre 1938 con un breve messaggio dalla regina Geraldine. Malgrado il paese seguisse delle politiche isolazioniste Radio Tirana fu una delle emittenti radiofoniche più seguite all'epoca della Guerra fredda.

In collaborazione ed in contatto con altre emittenti radiofoniche dell'epoca, nel 1959 il direttore di Radio Tirana, Petro Kito, avviò un "Centro Sperimentale Televisivo" inteso a sviluppare la diffusione della televisione nel paese. Il 29 aprile 1960, alle ore 18:00 fu inaugurata la prima trasmissione televisiva albanese. Di fronte alla telecamera, la voce emozionata della giornalista Stoli Beli annunciò "Mirembrema, te dashur telespektatore. Po fillojme programin e pare te Qendres Televizive". "Buonasera gentili telespettatori, stiamo per iniziare il primo programma del Centro Televisivo". La prima trasmissione comprendeva qualche film per bambini e, a seguire, trasmissioni per adulti. Nasceva la Radio Televisione Albanese. All'epoca dello stretto legame fra l'Albania e la Cina negli anni sessanta e settanta, Radio Tirana assunse una posizione critica non solo verso le politiche del blocco atlantico ma anche verso quelle messe in atto dal blocco orientale, seguendo la politica decisa dalle autorità cinesi. Dopo la fine dell'alleanza con la Cina i programmi mantennero la loro visione stalinista.

Durante gli anni settanta la stazione utilizzava unicamente la frequenza di 1215 kHz, causando interferenze col canale BBC Radio One che trasmetteva sulla stessa lunghezza d'onda. Negli anni ottanta e novanta radio Tirana ha incrementato le sue frequenze in onde medie, arrivando al momento di massima presenza nelle onde medie nella seconda metà degli anni '90 utilizzando le frequenze dei 693, 1089, 1215, 1395 e 1458 kHz.

I 693 e 1089 kHz sono inutilizzati da tempo, così come i 1215 kHz, utilizzati fino al 2015 da Radio Cina Internazionale. I 1395 kHz sono utilizzati da Radio Tirana per il suo programma albanese e da Trans World Radio per il suo programma ungherese, mentre i 1458 kHz, fino all'agosto 2015 sfruttati anche da Radio Cina Internazionale, sono utilizzati per i programmi in albanese e in turco di Radio Tirana

Un'altra curiosità è che negli anni '90 i programmi in onde medie di Radio Tirana erano diversificati. Precisamente sui 1089 e sui 693 kHz vi era il canale che proponeva ogni genere di musica e intrattenimento, dalle classifiche di musica pop, rock e dance (e anche musica italiana) alla musica classica ai quiz e alle telefonate con gli ascoltatori. Sui 1215 kHz c'erano invece spazi informativi e a carattere politico, così come sui 1395 kHz. E infine sui 1458 kHz c'erano i programmi multilingue. Le stazioni non erano attive 24 ore su 24 ma a orari determinati.

Radio Tirana Internacional ha operato tradizionalmente con le onde corte e medie fino ad aprile 2017, quando poi la trasmissione è passata allo streaming audio.[1][2]


Canali televisivi[modifica | modifica wikitesto]

Nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Logo Nome HD Digitale
terrestre[a 1]
Digitale
satellitare[a 2]
Streaming
(RTSH Tani)[a 3]
LCN DTT
RTSH 1 Si Si No Si 1
RTSH 2 Si No 2
RTSH 3 No Si 3
RTSH Shkollë Si Si 14
RTSH Plus No Si 31
RTSH Fëmijë No No 32
RTSH 24 Si Si 33
RTSH Film No No 41
RTSH Sport Si No 42
RTSH Shqip No Si 43
RTSH Muzikë No Si 44
RTSH Agro No No
RTSH Kuvend No No
RTSH Satelit Si No Si No

Regionali[modifica | modifica wikitesto]

Logo Nome HD Digitale
terrestre[a 1]
Digitale
satellitare
Streaming
(RTSH Tani)[a 3]
RTSH Gjirokastra No Si No Si
RTSH Korça No No
RTSH Kukësi No No
RTSH Shkodra No No
Note
  1. ^ a b Canali disponibili nelle zone coperte dal segnale nello standard DVB-T2.
  2. ^ Canali disponibili in chiaro sul satellite Eutelsat 16A.
  3. ^ a b Canali disponibili in chiaro tramite l'app RTSH Tani, disponibile per dispositivi mobili e smart TV, e sul sito ufficiale.

Canali radiofonici[modifica | modifica wikitesto]

RTSH possiede cinque emittenti radiofoniche nazionali:

  • Radio Tirana 1
  • Radio Tirana 2
  • Radio Tirana 3
  • Radio Tirana International: radio internazionale che trasmette in albanese, inglese, francese, greco, tedesco, italiano, serbo e turco.
  • Radio Tirana Klasik: canale radio dedicato alla musica classica
  • Radio Tirana Jazz: canale radio dedicato alla musica jazz
  • Radio Kukësi

Citazioni[modifica | modifica wikitesto]

Radio Tirana è citata nelle canzoni di Franco Battiato Voglio vederti danzare ed Ethika fon Ethika dove sotto una musica di stampo balcanico un leader nazionale (Enver Hoxha) pronuncia davanti ad una folla la frase "Resterete voi svegli?" (chiaro riferimento al momento buio albanese quando Hoxha ossessionato da una invasione estera volle incrementare le misure difensive) con conseguente "Sì" dalla folla.

Alla presa di Radio Tirana da parte dei partigiani è dedicato il film "Radiostacioni" (La radiostazione, 1979) liberamente tratto dal romanzo di Ismail Kadare, "Nëntori i një kryeqyteti" (Il novembre di una capitale), 1975.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ rti.rtsh.al, 85° anniversario della radio, su rti.rtsh.al, 27/11/2023. URL consultato il 27/11/2023.
  2. ^ rti.rtsh.al, 85˚ anniversario di Radio Tirana, su rti.rtsh.al, 30/11/2023. URL consultato il 30/11/2023.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN158256544 · LCCN (ENn78049100 · GND (DE2033924-0 · WorldCat Identities (ENlccn-n78049100