RSI Rete Uno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
RSI Rete Uno
RSI Rete Uno 2013.svg
Lingua Italiano
Data di lancio 1933
Editore RSI
Sito web reteuno.rsi.ch
Diffusione
Terrestre
Analogico Svizzera
Digitale DAB (Svizzera)
Satellitare
Digitale DVB-S (Hotbird)
Streaming web
Internet Stream MP3

RSI Rete Uno (nota anche come Rete Uno o Radio Monte Ceneri) è la rete radio generalista della Radiotelevisione svizzera, trasmette su tutto il territorio elvetico ed è la più ascoltata della Svizzera italiana[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il 7 luglio 1930 il Gran Consiglio ticinese approva il decreto legislativo per la creazione di un Ente autonomo per la radiodiffusione nella Svizzera italiana (EARSI). Il 1º ottobre 1931 entra in funzione Felice Antonio Vitali quale direttore della nuova emittente. Il 29 ottobre 1933 nasce ufficialmente Rete Uno (allora Radio Monte Ceneri), con l'inaugurazione dell'impianto nazionale sul Monte Ceneri e delle trasmissioni dal Campo Marzio, la cui sperimentazione risale al maggio 1932[2]. Le trasmissioni da qui irradiate in onde medie erano ricevibili sui 558 kHz anche in Italia fino al 30 giugno 2008; in tale data le trasmissioni su questa frequenza sono cessate, causando qualche polemica soprattutto tra gli ascoltatori italiani[3]. Nel 2002 in occasione dei 70 anni dalla nascita della Radio della Svizzera Italiana viene creato il Museo della radio collocato sul Monte Ceneri di fianco all'antenna che diede il nome a Radio Monteceneri[4].

Oggi Rete Uno si riceve in FM, via cavo e su DAB+ su tutto il territorio svizzero oppure in streaming via internet e via satellite dall'estero.

Loghi[modifica | modifica wikitesto]

Programmi trasmessi[modifica | modifica wikitesto]

Vengono trasmessi programmi culturali, giovanili, sportivi, d'informazione, di qualsiasi tipo.

Elenco principali programmi trasmessi[modifica | modifica wikitesto]

  • Certe Notti
  • Alba Chiara
  • Volare
  • C'est Chic
  • Itaca
  • Via Lattea
  • Modem
  • Millevoci
  • La Consulenza
  • La Domenica Popolare
  • Il Rumore Misterioso
  • Viasuisse
  • Voci del Grigioni italiano
  • Sport e Musica
  • Cronache della Svizzera italiana

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fatti e cifre RSI 2012/2013
  2. ^ (IT) T.Mäusli (a cura di), Voce e Specchio - Storia della radiotelevisione svizzera di lingua italiana, Armando Dadò Editore 2009, 23-24
  3. ^ Articolo sulla cessazione delle trasmissioni in onde medie di Rete Uno su Tv-Zone
  4. ^ La Radio svizzera di lingua italiana compie 70 anni. In una "stanzuccia" buia nel lontano 1932 iniziò l'avventurosa storia della RSI in Varesenews.it, 16 maggio 2002 http://www.varesenews.it/2002/05/la-radio-svizzera-di-lingua-italiana-compie-70-anni/283686/.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione