Touring Club Svizzero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Touring Club Svizzero (TCS)
Logo Touring Club Svizzero
NomeTouring Club Svizzero
ScorciatoiaTCS
ScopoPatrocinio e servizi nel campo della mobilità
PresidenzaPeter Goetschi (Presidente)
Jürg Wittwer (Direttore Generale)
Data di fondazione1. Settembre 1896
Numero soci1,5 Mio. (2018)
SedeVernier
Sito webwww.tcs.ch

Il Touring Club Svizzero (TCS) è un’associazione senza scopo di lucro, che conta circa 1,5 milioni di soci sul piano nazionale[1] Quale maggiore Club della mobilità della Svizzera, il TCS propone ai propri soci servizi e prestazioni nei seguenti settori: assistenza alle persone e ai veicoli, assicurazioni, consulenza e nel campo del turismo e dei viaggi. Inoltre, il TCS s’impegna nella difesa dei propri soci quali consumatori, a favore della comunità, realizzando test sui prodotti e sulle infrastrutture legate alla mobilità, promuove la sicurezza stradale ed opera nella diffusione della mobilità elettrica.

Oltre ai servizi base del societariato, i suoi principali prodotti sono: l’assistenza all’estero, la protezione giuridica, le assicurazioni per i veicoli, le carte di credito, la formazione dei conducenti, i corsi di pefezionamento alla guida e il turismo (campeggi e viaggi). I soci del Club beneficiano di numerosi vantaggi e sconti presso diversi fornitori in Svizzera.

Origine e struttura[modifica | modifica wikitesto]

Il TCS è stato fondato a Ginevra il 1º settembre 1896 da 205 ciclisti nell’intento di sviluppare il turismo in bicicletta. La sede dell’Associazione si trova a Vernier nel Cantone di Ginevra.

Il TCS si compone di un Club centrale e di 24 sezioni. L’organo supremo è l’Assemblea dei delegati nazionali che rappresenta tutti i soci del TCS ed elegge il Presidente centrale. Il Consiglio d’Amministrazione è composto dal Presidente e da un rappresentante per ogni sezione; esso nomina la direzione che gestisce gli affari del Club centrale.

Sede TCS

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Il TCS è conosciuto in tutta la Svizzera per il servizio di soccorso stradale (tel.: 0800 140 140) effettuato dai suoi circa 220 pattugliatori alla guida dei tipici veicoli gialli.

Il Libretto ETI (Entraide Touristique Internationale) è titolo assicurativo e d’assistenza viaggi che copre le contingenze che potrebbero intervenire prima e durante il viaggio ed il soggiorno all’estero: assicurazione annullamento, assistenza, soccorso, protezione giuridica, assicurazione bagagli, consulenza medica a distanza, rimpatrio sanitario e costi di guarigione.

Assista, il servizio di protezione giuridica del TCS è stato fondato nel 1958. Difende i propri soci nei seguenti settori: protezione giuridica privata, circolazione, immobiliare e internet.

Un pattugliatore del TCS all'opera

Ogni anno il TCS esegue test di prodotti (seggiolini auto, pneumatici, caschi, sistemi di guida, ecc.) e di veicoli (auto, moto, bici elettriche, monopattini, ecc.) pubblicando gratuitamente i risultati affinché l’intera comunità ne possa beneficiare. Svolge pure studi sulla sicurezza delle infrastrutture stradali. Dalla sua fondazione, il TCS s’impegna per la sicurezza stradale. Pubblica opuscoli educativi e informativi per i propri soci e gli istituti scolastici. Partecipa alle campagne nazionali di prevenzione, sostenute finanziariamente dal Fondo di sicurezza stradale.

Interlocutore privilegiato delle Autorità, il TCS dispone di una competenza riconosciuta a livello svizzero e partecipa a tutte le procedure di consultazione su progetti di legge sui temi che riguardano la mobilità in generale: pianificazione, traffico, regole della circolazione, sicurezza, costruzione e finanziamento stradali.

I soci del TCS ricevono gratuitamente mensilmente la rivista del Club Touring, pubblicata in francese, tedesco e italiano. La redazione del giornale è centralizzata a Berna.

Il TCS conta di 21 centri tecnici, di 29 campeggi e di 15 piste di formazione nella guida ripartiti strategicamente su tutto il territorio.

Il TCS è membro della Federazione internazionale dell’automobile (FIA) dal 1998.

Accademia della mobilità[modifica | modifica wikitesto]

L'Accademia della mobilità è stata fondata dal TCS nel 2008. Essa offre una piattaforma interdisciplinare di scambio sulla mobilità. Studia tutte le forme di mobilità che hanno un futuro e sono sostenibili. In qualità di cellula di riflessione e d’azione, l’Accademia della mobilità, con il sostegno di organizzazioni nazionali e internazionali, promuove numerose conferenze in Svizzera sulle tematiche della mobilità elettrica, condivisa, collaborativa, ecc. Quale attore svizzero di riferimento, l’Accademia della mobilità sviluppa anche concetti innovativi come “carvelo”, “carvelo2go” o “muoviamoci” e gestisce gli affari dell’associazione “Swiss eMobility”.

Camping TCS al Lago di Thun a Thun-Gwatt

Prestazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Soccorso e assistenza alle persone e ai veicoli in Svizzera e all’estero
  • Assicurazioni auto (TCS Assicurazione auto) e protezione giuridica
  • Turismo, viaggi e campeggio
  • Formazione dei conducenti e corsi di perfezionamento della guida
  • Prevenzione ed educazione stradale
  • Controlli tecnici di veicoli
  • Test e consigli
  • Informazioni stradali
  • Protezione dei consumatori
TCS - pattugliatore sulla neve

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Touring Club Svizzero: noi su di noi Archiviato il 24 ottobre 2016 in Internet Archive.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • François Antoniazzi, Der Touring Club Schweiz im Spiegel von 100 Ereignissen 1896–1996, Editore TCS Ginevra, 1996.
  • Joseph Britschgi, Manuel d'enseignement de la circulation, Editore TCS Ginevra, 1946.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN140197451 · ISNI (EN0000 0001 1012 9295 · LCCN (ENn81103296 · GND (DE2024619-5 · WorldCat Identities (ENlccn-n81103296