Voci del Grigioni italiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Voci del Grigioni italiano
Titolo originaleVoci del Grigioni italiano
PaeseSvizzera
Anno1939 - in corso
Genererotocalco, politico
Durata30 min
Lingua originaleitaliano
Crediti
ConduttoreAlessandro Tini
Casa di produzioneRSI
Emittente radiofonicaRete Uno

Voci del Grigioni italiano è un settimanale radiofonico di approfondimento delle tematiche politiche e di attualità del Grigioni italiano condotto attualmente da Alessandro Tini. La trasmissione va in onda su Rete Uno il venerdì sera in coda al Radiogiornale delle 18.30 dopo l'attualità di Grigioni Sera.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nata il 28 ottobre 1939, durante il periodo della cosiddetta "difesa spirituale" e cioè quando sulla Svizzera italiana incombeva l'ombra del fascismo, la trasmissione si chiamava Il Quarto d'ora del Grigioni italiano, dal 25 novembre 1941 ha adottato l'attuale nome.

Guinness dei primati[modifica | modifica wikitesto]

La rubrica è stata certificata dal Guinness dei primati come "il settimanale radiofonico di informazione più longevo del mondo".[1] Il 20 ottobre 2009, a Roveredo, nei Grigioni, si è svolta una grande festa per celebrare i 70 anni della trasmissione e per ricevere il Guinness world record.

Premio Cristal[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2000 un'edizione speciale della trasmissione andata in onda dall'Academia Engiadina di Samedan e condotta da Fredy Franzoni e Marco Petrelli, con la collaborazione di Paolo Ciocco e di Annamaria Nunzi, vince il "Premi Cristal" della Radiotelevisiun Svizra Rumantscha per la promozione della lingua romancia nei mass media.

Sigla di apertura[modifica | modifica wikitesto]

La sigla di apertura, nel corso dei decenni, ha spesso cambiato forma ma il tema è sempre rimasto lo stesso ovvero l'inno del Grigioni italiano.

I conduttori[modifica | modifica wikitesto]

I conduttori attuali e passati sono i seguenti[2]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Svizzera Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Svizzera