Radio France

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'attuale logo di Radio France

Radio France è l'ente pubblico francese di diffusione radiofonica, nato il 6 gennaio 1975 dopo lo scioglimento dell' Office de radiodiffusion télévision française (ORTF), e crea sette organismi autonome: Radio France TF1, A2 e FR3, SFP, TDF e INA. Tuttavia, il monopolio di stato viene mantenuto e ogni azienda è posta sotto la supervisione del Presidente del Consiglio. Questa nuova società è responsabile per la riforma della gestione e sviluppo di canali radio pubblici della ex Office.

Radio France mantiene il nome dei canali radio utilizzate dal ORTF (France Inter, France Culture, France Musique, FIP) e crea RFI che riprende ciò che resta delle operazioni radio esterni del Dipartimento degli affari esteri e della cooperazione di ORTF.

Nel 1980, di fronte alla proliferazione di radio pirata a metà del 1970 e alla prospettiva di perdere il monopolio di Radio France, con François Mitterrand presidente, per dimostrare al governo la possibilità di Radio France a gestire stazioni regionali, Jacqueline Baudrier crea tre prototipi di radio locale (frequenza Nord4, Radio Mayenne5 e Melun FM6) e due stazioni tematiche: Radio 7 per i giovani e Radio blu per gli anziani.

Dieci anni più tardi, nel 1997, Radio France lancia una nuova radio completamente digitale Il Mouv' per i giovani e con sede a Tolosa, trasferita a Parigi nel 2010.

Nel settembre 2000, il Plan Bleu realizza la rete France Bleu, nata dalla fusione di radio locale Radio France e Radio Bleue. FIP Metz e Nizza entrano in questa fusione.

Nel mese di maggio 2014, Radio France lancia RF8, un sito web dedicato alla condivisione e l'ascolto di musica, il principio è una playlist sviluppata da programmatori musicali di tutti i canali.

Nel mese di febbraio 2015 Le Mouv' diventa Mouv' una radio musicale fortemente indirizzata sull' hip-hop, indirizzata ad ascoltatori e utenti Internet di età compresa tra 15 a 30 anni.

Il 1 settembre 2016, una versione televisiva di France Info è lanciata da France Télévisions. Il nuovo canale di notizie è destinato ad essere un supporto completo di informazione pubblica (TV, radio e internet).

Fanno capo a Radio France diverse emittenti radiofoniche e precisamente:

  • France Inter, emittente generalista specializzata in intrattenimento e dibattiti inframezzati da musica varia e giornali radio nelle ore di punta.
  • France Info, notizie 24 ore al giorno.
  • France Culture, con programmi di arti, storia, scienze, filosofia, ecc. insieme ad approfondimenti giornalistici nelle ore di punta.
  • France Musique, con programmi di musica classica e jazz.
  • France Bleu, rete di emittenti regionali.
  • FIP, con programmi musicali di ampio spettro: classica, hip hop, jazz, canzoni, rock, blues, world music, ecc.
  • Mouv', specializzata in musica pop.

A queste si aggiunge France Vivace (che fino al 2005 si chiamava France Hector), specializzata in musica classica trasmessa solo su Internet e via cavo.

L'emittente internazionale, Radio France Internationale (RFI), è stata separata da Radio France nel 1986 e da allora è completamente indipendente, finanziata dal Ministero degli Esteri.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN132649088 · ISNI: (EN0000 0001 2264 9140 · GND: (DE2079677-8 · BNF: (FRcb13889733p (data)
Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Francia