Catherine Tate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chaterine Tate al Wyndham's Theatre nel 2011

Catherine Tate, pseudonimo di Catherine Ford (Bloomsbury, 5 dicembre 1969[N 1]), è un'attrice e comica britannica.

Ha ricevuto numerosi premi per il suo lavoro nel programma The Catherine Tate Show, grazie al quale è stata nominata anche per un Premio Emmy e quattro BAFTA Awards. La Tate è famosa anche per aver interpretato il ruolo di Donna Noble nell'episodio speciale natalizio nel 2006 di Doctor Who, ruolo che riprenderà nel 2008 nella quarta stagione della serie, diventando temporaneamente la compagna del Dottore.[4] Tra il 2011 e il 2013 ha interpretato il ruolo ricorrente di Nellie Bertram nella versione statunitense di The Office e dal 2013 al 2014 è stata impegnata nella sitcom Big School nel ruolo della protagonista Sarah Postern.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Catherine Tate è nata a Bloomsbury a Londra ed è cresciuta al Brunswick Centre. Sua madre, Josephine, era una fiorista[5] e l'attrice ha dichiarato che il personaggio di Margaret del The Catherine Tate Show è basato proprio su sua madre.[1] Catherine non conobbe mai suo padre, che uscì molto presto dalla sua vita[1] e di conseguenza è stata cresciuta in un ambiente a prevalenza femminile.[5] Da bambina soffriva di un disturbo ossessivo-compulsivo centrato sulla associazione di parole.

Ha frequentato una scuola elementare cattolica locale e successivamente la Notre Dame High School di Southwark, una scuola media gestita da suore.[1] Durante l'adolescenza Catherine capì che voleva intraprendere la carriera d'attrice e perciò all'età di sedici anni si iscrisse al Salesian College di Battersea, che aveva le strutture adatte per la recitazione,[5] ma si ritirò dalla scuola prima di ottenere il diploma.[6] Successivamente, dopo quattro anni di tentativi, venne accettata alla Royal Central School of Speech and Drama[6] dove studiò per tre anni. Prima di essere accettata alla Central School of Speech and Drama aveva frequentato per una sola settimana la Sylvia Young Theatre School ma si ritirò subito perché: «Anche a quell'età avevo capito che non ero Bonnie Langford. È stato molto competitivo».[7]

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Catherine Tate, fotografata ad un evento di beneficenza nel 2010

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Catherine Tate è stata doppiata da:

Da doppiatrice è sostituita da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Annotazioni
  1. ^ Secondo alcune fonti Catherine Tate sarebbe nata il 12 maggio 1968[1] e secondo altre nel dicembre 1969[2]. In un episodio dell'aprile 2018 di Good Morning Britain Catherine Tate stessa ha corretto l'intervistatrice che affermava che il suo compleanno fosse prossimo ("coming down the line") dicendo che spesso viene riportato erroneamente con giorno e mese invertiti.[3]
Fonti
  1. ^ a b c d Brian Viner, Catherine Tate: The shy star, in The Independent, 26 dicembre 2006. URL consultato il 26 settembre 2020.
  2. ^ (EN) Dominic Maxwell, Catherine Tate, quite a character, in The Times, 29 novembre 2010.
  3. ^ Filmato audio (EN) Good Morning Britain, Catherine Tate, su YouTube, 6 aprile 2018, a 3 min 43 s.
  4. ^ Tate to be Doctor's companion, in BBC News, 3 luglio 2007. URL consultato il 26 settembre 2020.
  5. ^ a b c Miranda Sawyer, Catherine the Great, in The Guardian, 15 ottobre 2006. URL consultato il 26 settembre 2020.
  6. ^ a b I'm a lazy control Lucy Mangan, in The Guardian, 12 luglio 2005. URL consultato il 26 settembre 2020.
  7. ^ Catherine Tate: Multiple personality, in The Independent, 23 marzo 2004. URL consultato il 26 settembre 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN39143171 · ISNI (EN0000 0001 1470 9270 · LCCN (ENno2006133540 · GND (DE14108216X · BNF (FRcb15626787k (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2006133540